Sintomi dell’ipotiroidismo

INDICE


L’ipotiroidismo è una malattia in cui la ghiandola tiroide non produce abbastanza ormoni e causa diversi sintomi in tutto il corpo.
La tiroxina è un ormone prodotto dalla ghiandola tiroide nel collo.
È trasportato nel corpo dal flusso sanguigno. Aiuta a mantenere la funzionalità del corpo (metabolismo) lavorando al ritmo corretto.
Molte cellule e tessuti nel corpo hanno bisogno della tiroxina per andare avanti normalmente.

L’ipotiroidismo è il risultato dell’incapacità della tiroide di produrre abbastanza tiroxina.
La conseguenza è il rallentamento di molte delle funzioni del corpo.
L’ipotiroidismo si può verificare anche dopo la rimozione chirurgica o una lesione della ghiandola tiroidea perché rimarrebbe una parte insufficiente di tiroide per produrre la tiroxina.
Al contrario, chi soffre di ipertiroidismo produce troppa tiroxina. La conseguenza è l’aumento di velocità di molte funzioni corporee.

Quali sono gli ormoni tiroidei?

Gli ormoni tiroidei sono prodotti dalla ghiandola tiroide. Questa ghiandola è situata nella parte inferiore del collo, sotto il pomo d’Adamo. La ghiandola si trova davanti alla trachea e ha una forma simile a una farfalla. È formata da due ali (lobi) collegati da una parte centrale (istmo).
La ghiandola tiroide utilizza lo iodio (per lo più disponibile con la dieta negli alimenti come il pesce, il pane e il sale) per produrre gli ormoni tiroidei.
I due ormoni tiroidei più importanti sono la tiroxina (T4) e triiodotironina (T3), che rappresentano il 99% e 1% degli ormoni tiroidei presenti nel sangue, rispettivamente.
Tuttavia, l’ormone con la maggior attività biologica è T3.
La maggior parte dell’ormone T4 è convertito in T3 dopo che la tiroide li immette nella circolazione sanguigna.

I valori di riferimento (normali) degli ormoni tiroidei sono:

TSH – da 0,35 a 5,5 micU/ml
FT3 – da 2,0 a 4,5 pg/ml
FT4  – da 8,0 a 18,0 pg/ml

 

Regolazione degli ormoni tiroidei

La produzione degli ormoni tiroidei dipend da un’altra ghiandola che si trova nel cervello, chiamata ipofisi. A sua volta, l’ipofisi è regolata da un’altra ghiandola chiamata ipotalamo e dalla quantità di ormoni tiroidei presenti nel sangue. Quando il livello di questi ormoni scende, l’ipofisi rilascia un ormone (TSH) nella circolazione sanguigna per stimolare la tiroide a produrre gli ormoni tiroxina (T4) triiodotironina (T3).

L’ipotalamo rilascia un ormone chiamato ormone di rilascio della tireotropina (TRH), che invia un segnale all’ipofisi per versare nella circolazione sanguigna l’ormone stimolante della tiroide (TSH).

Il TSH, a sua volta, invia un segnale alla tiroide per rilasciare gli ormoni tiroidei. Se si verifica una rottura in uno di questi livelli, un difetto nella produzione dell’ormone tiroideo può comportare un deficit di ormone della tiroide (ipotiroidismo).

Ormoni – T4 e T3

Il tasso di produzione dell’ormone tiroideo è controllato dalla ghiandola pituitaria. Se c’è una quantità insufficiente di ormoni tiroidei circolanti per consentire il normale funzionamento del corpo, il rilascio di TSH dall’ipofisi aumenta nel tentativo di stimolare la produzione di ormoni tiroidei.
Al contrario, quando c’è una quantità eccessiva di ormone tiroideo circolante, i livelli di TSH scendono perché l’ipofisi cerca di ridurre la produzione di ormoni tiroidei.
Nei soggetti con ipotiroidismo, c’è un livello basso e persistente di ormoni tiroidei circolanti.

Quali sono le cause dell’ipotiroidismo?

L’ipotiroidismo ha diverse cause, tra cui:

  • La Tiroidite di Hashimoto
  • Tiroidite, o infiammazione della tiroide
  • Ipotiroidismo congenito o ipotiroidismo che è presente alla nascita
  • Rimozione chirurgica di parte o tutta la tiroide
  • Trattamento radioterapico della tiroide
  • Esiste un legame tra celiachia, diabete di tipo I e le malattie della tiroide.
    Secondo alcuni autori, i pazienti celiaci hanno il triplo di probabilità di avere malattie della tiroide.
    Molte persone soffrono di celiachia, ma non lo sanno, altri sono sensibili al glutine, cioé hanno dei lievi sintomi quando mangiano cibi che contengono questa sostanza.
    Alcuni medici sconsigliano gli alimenti con glutine alle persone con problemi di tiroide anche se non soffrono di celiachia, per esempio il dottor Mozzi che ha creato una dieta in base al gruppo sanguigno.
  • Alcuni farmaci

Raramente l’ipotiroidismo è causato da troppo poco iodio nella dieta o da anomalie della ghiandola pituitaria.
Di solito questo disturbo colpisce le femmine, l’ipotiroidismo maschile è raro, infatti il rapporto uomini donne é 1 ogni 15.

Cause dell’ipotiroidismo primario

Tiroidite di Hashimoto
La tiroidite di Hashimoto, detta anche tiroidite linfocitaria cronica, è la causa più frequente di ipotiroidismo negli Stati Uniti.
La tiroidite di Hashimoto è una forma di infiammazione cronica della ghiandola tiroide. La tiroidite di Hashimoto è una malattia autoimmune ed è una causa di ipotiroidismo primitivo.
Normalmente, il sistema immunitario protegge il corpo contro gli invasori stranieri come virus e batteri che possono causare una malattia. Tuttavia, nelle malattie autoimmuni, il sistema immunitario attacca le cellule del corpo e gli organi.
Con la tiroidite di Hashimoto, il sistema immunitario attacca la tiroide causando infiammazione e interferisce con la capacità di produrre ormoni tiroidei.

Tiroidite
La tiroidite provoca la fuoriuscita di ormoni tiroidei immagazzinati nella ghiandola tiroide. In un primo momento, la perdita aumenta il livello di ormoni nel sangue che causa l’ipertiroidismo che dura per 1 o 2 mesi.
La maggior parte delle persone sviluppano ipotiroidismo prima che la tiroide guarisca completamente.

Diversi tipi di tiroidite possono causare ipertiroidismo seguita da ipotiroidismo:

  • Tiroidite subacuta
    Questa malattia provoca un’infiammazione dolorosa e l’ingrossamento della tiroide. Gli esperti non sono sicuri sulla causa della tiroidite subacuta, ma può essere collegata ad un’infezione virale o batterica. Questa malattia solitamente passa da sola in pochi mesi.
  • Tiroidite post-partum
    Questo tipo di tiroidite si sviluppa dopo che una donna partorisce.
  • Tiroidite Silente
    Questo tipo di tiroidite è chiamato “silenzioso” perché è indolore, come la tiroidite post-partum, anche se la tiroide può essere ingrossata.
    Come la tiroidite postpartum, quella silenziosa è probabilmente una malattia autoimmune e a volte si sviluppa un ipotiroidismo permanente.

Ipotiroidismo congenito (alla nascita)
Alcuni bambini nascono con una tiroide che non è completamente sviluppata o non funziona correttamente.
Se l’ipotiroidismo congenito non è curato può causare ritardo mentale e ritardo della crescita. Il trattamento precoce può prevenire queste complicazioni.

Rimozione chirurgica della tiroide
Quando si rimuove una parte della tiroide, la parte rimanente può produrre una quantità normale di ormoni tiroidei, ma alcune persone dopo l’intervento sviluppano l’ipotiroidismo.
La rimozione completa della tiroide provoca ipotiroidismo di tipo acquisito.
Si può rimuovere chirurgicamente una parte o tutta la tiroide nel trattamento di:
1. Ipertiroidismo.
2. Un grande gozzo, significa una tiroide ingrossata che può causare il gonfiore al collo e può interferire con la respirazione e la deglutizione.
3. I noduli alla tiroide sono tumori non cancerosi, sono chiamati adenomi o noduli della tiroide e possono produrre gli ormoni tiroidei in eccesso.
4. Tumore alla tiroide.

Trattamento radioterapico per l’ipotiroidismo

 

Sintomi dell'ipotiroidismo
Sintomi dell’ipotiroidismo

Lo iodio radioattivo è un trattamento frequente per ipertiroidismo che serve per distruggere progressivamente le cellule della tiroide. La maggior parte delle persone che fanno la terapia con lo iodio radioattivo sviluppano l’ipotiroidismo. Le persone con il morbo di Hodgkin, altri linfomi e i tumori della testa o del collo sono trattati con radiazioni che possono danneggiare anche la tiroide.

Farmaci
Alcuni farmaci possono interferire con la produzione di ormoni tiroidei e causare ipotiroidismo, compresi:

  • Amiodarone, un farmaco per il cuore.
  • L’interferone alfa, un farmaco antitumorale.
  • Litio, un farmaco per il disturbo bipolare.
  • L’interleukin-2, un farmaco per il cancro del rene.

Carenza grave di iodio
Si verifica nelle aree del mondo dove c’è una carenza di iodio nella dieta.
L’ipotiroidismo grave si può trovare nel 5-15% della popolazione. Per esempio si trova in alcune aree dello Zaire, Ecuador, India e Cile. La carenza grave di iodio si vede anche nelle zone montane remote come le Ande e l’Himalaya. Dato che lo iodio si trova nel sale da tavola e nel pane, la carenza di iodio si trova raramente negli Stati Uniti.

Cause dell’ipotiroidismo secondario

Malattia ipotalamica o pituitaria
Se per qualche motivo la ghiandola pituitaria o l’ipotalamo non riesce a comunicare con la tiroide e a dare le istruzioni corrette per produrre la giusta quantità di ormoni tiroidei, può diminuire il livello di ormoni circolanti T4 e T3, anche se la tiroide è normale.
Se questa mancanza di ormini è causata dalla malattia ipofisaria, si parla di “ipotiroidismo secondario”.
Se la malattia è causata da un disturbo all’ipotalamo è chiamata “ipotiroidismo terziario”.

Quali sono i fattori di rischio per l’ipotiroidismo?

I più comuni fattori di rischio per l’ipotiroidismo sono:
1. Sesso femminile ed età oltre i 50 anni; tuttavia, chiunque può sviluppare l’ipotiroidismo,
2. Il trattamento con iodio radioattivo (o altri farmaci anti-tiroide),
3. Età, le persone oltre i 60 anni hanno un rischio maggiore di sviluppare l’ipotiroidismo,
4. Un parente stretto con una malattia autoimmune,
5. Esposizione alle radiazioni,
6. Tiroidectomia – parziale rimozione chirurgica della tiroide.

rimozione della tiroide,tiroidectomia

Sintomi dell’ipotiroidismo

I segni e i sintomi dell’ipotiroidismo variano in base alla gravità del deficit ormonale.
In generale, eventuali problemi di salute si sviluppano lentamente, spesso in diversi anni.
In un primo momento, si possono notare a malapena i sintomi dell’ipotiroidismo, come stanchezza e aumento di peso o si può pensare che sono dovuti all’età.
Se l’ipotiroidismo è subclinico significa che è lieve e può essere asintomatico.
Con il tempo, dato che il metabolismo continua a rallentare si possono sviluppare segni e sintomi più evidenti.

I segni e i sintomi dell’ipotiroidismo moderato o grave comprendono:

Ipotiroidismo neonatale

Anche se l’ipotiroidismo colpisce più spesso le donne di mezza età e gli anziani, chiunque può sviluppare la malattia, compresi i bambini piccoli e i neonati.
Inizialmente, i bambini nati senza la ghiandola tiroide o con una ghiandola che non funziona correttamente possono avere pochi segni e sintomi. Quando i neonati hanno problemi di ipotiroidismo, possono avere:

  • Pelle e sclera (la parte bianca) dell’occhio sono ingialliti, è un segno di ittero.
    Nella maggior parte dei casi, questo si verifica quando il fegato di un bambino non può metabolizzare una sostanza chiamata bilirubina, che normalmente si forma quando il corpo ricicla i globuli rossi vecchi o danneggiati.
  • Una grande lingua sporgente (causa soffocamenti frequenti);
  • Bassa statura per il ritardo della maturazione ossea
  • Ernia ombelicale
  • Un aspetto gonfio del viso.

Con la progressione della malattia, i neonati rischiano di avere problemi di alimentazione e potrebbero non riuscire a crescere e a svilupparsi normalmente.

I neonati possono avere anche:

Quando l’ipotiroidismo infantile non è curato, anche i casi lievi possono portare a grave ritardo fisico e mentale.

Ipotiroidismo nei bambini e ragazzi

In generale, i bambini e gli adolescenti che sviluppano l’ipotiroidismo hanno gli stessi segni e sintomi degli adulti, ma possono notare anche:

  • Scarsa crescita, la conseguenza è una bassa statura,
  • Ritardo dello sviluppo dei denti permanenti,
  • Ritardo della pubertà,
  • Scarso sviluppo mentale.

Rischi e complicanze dell’ipotiroidismo in gravidanza

L’ipotiroidismo in gravidanza può causare alcune complicanze, per esempio:

Leggi anche: La terapia per l’ipotiroidismo