Ittero neonatale e negli adulti

INDICE

Cos’è l’ittero neonatale?
L’ittero neonatale è un termine per indicare che la pelle del bambino e la sclera (la parte bianca degli occhi) diventano di colore giallo o giallastro.

Se l’ittero si verifica in un adulto, significa che la persona ha una patologia.
È causato dall’eccessivo accumulo di una sostanza chiamata bilirubina nel sangue.
L’ittero neonatale è molto frequente, circa 3 bambini su 5 (60 per cento) ne soffrono.
Questo segno di solito si verifica pochi giorni dopo la nascita.

Ittero neonatale,bambino,lattante,neonato

La maggior parte delle volte è lieve, non fa male al bambino e passa senza una terapia. Ma se il bambino ha un’ittero severo e non effettua il trattamento velocemente, può causare danni cerebrali.

Che cos’è l’ittero negli adulti?

Nell’adulto, l’ittero non può essere considerato malattia, ma piuttosto un segno che può essere causato da diverse malattie.
L’ittero è la colorazione giallastra della pelle e della sclera degli occhi ed è causato da livelli alti  di bilirubina chimica nel sangue (iperbilirubinemia).
Il colore della pelle e della sclera variano in base al livello di bilirubina:

  • Giallastro, se il livello di bilirubina è leggermente elevato,
  • Marrone-bruno se il livello di bilirubina è elevato.

Si parla di ittero quando i valori della bilirubina sono superiori a 2,5 mg/dL o se i valori di bilirubina totale sono maggiori di 13 mg/dL nel neonato a termine e 15 mg/dL nel pretermine.
Il subittero è un termine usato quando i valori di bilirubina nel sangue sono compresi tra 1,5 – 2,5 mg/dl.

Bilirubina coniugata e non coniugata
La bilirubina è un prodotto della degradazione dell’eme, cioè un componente dell’emoglobina contenuta nei globuli rossi.
Prima di raggiungere il fegato, la bilirubina è indiretta o “non coniugata”, si tratta di una forma non idrosolubile che si deve legare a una proteina (albumina) per circolare nel flusso sanguigno.
Nel fegato, la bilirubina si combina con acido glucuronico per creare una forma idrosolubile chiamata bilirubina diretta o coniugata.
La bilirubina coniugata passa dal fegato nel colon in cui è riconvertita nella forma non coniugata per essere espulsa dal corpo.
Quando i globuli rossi muoiono naturalmente, la bilirubina è creata come sottoprodotto dei rifiuti.
Se tutto funziona bene, le feci dovrebbero essere marroni e l’urina gialla chiara.

Ittero,pelle gialla,giallastra,fegato

 

 

Cause dell’ittero negli adulti

Ci sono tre tipi di ittero, in base alla causa dell’accumulo di bilirubina nel corpo.

1. Ittero pre-epatico (o emolitico) – è causato dall’iperproduzione di bilirubina e si verifica prima che questa sostanza è trasportata dal sangue al fegato.
Se un’infezione o malattia distrugge i globuli rossi precocemente, i livelli di bilirubina aumentano. Questo fenomeno è detto ittero pre-epatico.
Le malattie che possono causare questo disturbo sono la malaria, l’anemia falciforme, talassemia, sindrome di Gilbert, sferocitosi ereditaria e la sindrome di Crigler-Najjar.

2. Ittero intra-epatico (conosciuto anche come ittero epatocellulare) – l’accumulo si verifica all’interno del fegato.
All’interno del fegato ci sono due possibilità:

1. Le cellule del fegato liberano la bilirubina coniugata, ma non sono in grado di convertire quella non coniugata.
2. C’è un difetto del metabolismo o nella captazione della bilirubina.

Se il fegato è lesionato, può avere difficoltà ad elaborare la bilirubina. Questo provoca l’ittero intra-epatico.
Il danno epatico può essere la conseguenza di: 
Obesità e steatosi epatica non alcolica possono causare la cirrosi epatica e l’ittero.

3. Ittero post-epatico (conosciuto anche come ittero ostruttivo) – c’è un ostacolo che blocca il dotto biliare e impedisce alla bile di passare nella cistifellea e nell’intestino.
In questa situazione l’urina è scura, mentre le feci sono più chiare.
Tra le cause di ittero post epatico ci sono i calcoli biliari, pancreatite, tumore al pancreas alla cistifellea.
L’ittero provocato da un tumore è spesso ingravescente perché il dotto rimane bloccato a causa dell’ostruzione meccanica della massa.
Una dieta ricca di grassi può causare il colesterolo alto che aumenta il rischio di avere i calcoli biliari.

Ittero colestatico
L’ittero colestatico è definito come l’incapacità della bile di passare dal fegato al duodeno.
La fonte dell’interferenza può risiedere nei dotti biliari principali (Colestasi extraepatica) o all’interno del fegato (colestasi intraepatica).
Morfologicamente, la colestasi è caratterizzata dall’accumulo di bile nelle cellule epatiche e nei dotti biliari.
I sintomi di solito sono il prurito e la lenta insorgenza dell’ittero.
Il termine “ittero ostruttivo” è causato dalla colestasi di origine extra-epatica.

Ittero neonatale e negli adulti
Ittero neonatale e negli adulti

Ittero gravidico
In gravidanza la donna può avere questo disturbo a causa di alcune patologie, per esempio: Epatite (A, B, C, D, E), cirrosi epatica, colestasi gravidica intraepatica, calcoli biliari, preeclampsia.

Cause dell’ittero neonatale

È normale che il livello della bilirubina del bambino sia un po’ più alto dopo la nascita.
Mentre il bambino cresce nell’utero della madre, la placenta rimuove la bilirubina dal corpo del bambino.
La placenta è l’organo che si sviluppa durante la gravidanza per nutrire il bambino.
Dopo la nascita, il fegato del bambino comincia a fare questo lavoro, ma può essere ancora immaturo per svolgere questa funzione correttamente.
Ciò può richiedere diverso tempo.
La maggior parte dei neonati ha un ittero più o meno lieve.
Questo segno è detto “ittero fisiologico”.
È innocuo e solitamente è peggiore quando il bambino ha 2-4 giorni. Generalmente passa in 2 settimane e non causa altri disturbi.



Ittero,fegato,bile,bilirubina

Tipi di ittero nei neonati

Ittero nel neonato prematuro: si verifica frequentemente nei neonati che non sono ancora pronti ad espellere la bilirubina in modo efficace.
L’ittero nei neonati prematuri dev’essere ridotto a un livello di bilirubina inferiore rispetto ai nati a termine per evitare complicazioni.

L’ittero durante l’allattamento al seno
L’ittero da allattamento al seno accade nei bambini allattati al seno durante la prima settimana di vita.
L’ittero si può verificare quando un bambino è in fase di allattamento al seno perché il neonato ha difficoltà ad alimentarsi o perché non c’è ancora abbastanza latte nelle mammelle.
Questo non è causato da un problema del latte materno, ma il bambino non riesce a bere abbastanza.


Ittero del latte
Nel 1-2% dei lattanti allattati al seno, l’ittero può essere provocato da sostanze prodotte nel latte materno che può causare l’aumento del livello di bilirubina.
Queste sostanze possono impedire l’espulsione della bilirubina attraverso l’intestino. Si inizia dopo i primi 3-5 giorni e lentamente si migliora in 3-12 settimane.

Incompatibilità del gruppo sanguigno (Rh o AB0): se un bambino ha un gruppo sanguigno diverso rispetto alla madre, lei potrebbe produrre anticorpi che distruggono i globuli rossi del sangue del neonato.
Questo crea un improvviso accumulo di bilirubina nel sangue del bambino.
L’ittero da incompatibilità può cominciare fin dal primo giorno di vita.
Una volta, i problemi di RH causavano la forma di ittero più grave, ma ora possono essere prevenuti con un’iniezione di immunoglobuline Rh alla madre entro 72 ore dal parto.
L’infiltrazione impedisce la formazione di anticorpi che potrebbero pregiudicare eventuali gravidanze successive.

Ittero patologico (causato da una malattia) nel neonato

Tutte le cause di ittero sono considerate patologiche tranne quello fisiologico, da allattamento al seno o causato dal latte materno.
Le caratteristiche dell’ittero patologico sono:

  • La comparsa della pelle giallastra entro 24 dalla nascita,
  • Un rapido aumento della concentrazione della bilirubina totale nel sangue (oltre 5 mg/dL al giorno),
  • Un livello totale di bilirubina sierica superiore a 17 mg/dL in un neonato nato a termine

Altre caratteristiche da non sottovalutare sono:

  • L’ittero prolungato,
  • La diagnosi di una malattia,
  • Il livello di bilirubina coniugata é superiore a 2 mg/dL o superiore al 20% della bilirubina totale nel sangue.

Cause dell’ittero patologico nel neonato

Cefaloematoma (un ematoma nel cranio)
A volte, durante il processo di nascita, il neonato può sviluppare un trauma alla testa, la conseguenza è la formazione di un ematoma nel cranio.
Dato che questo sangue è riassorbito naturalmente e provoca un aumento improvviso della bilirubina nel sangue, il fegato immaturo del neonato può non essere in grado di elaborare tutta la bilirubina.

Deficit enzimatici di globuli rossi

  • Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (che protegge i globuli rossi dall’ossidazione)
  • Deficit di piruvato chinasi (enzima che interviene nella glicolisi) che può provocare un aumento dell’emolisi e quindi dei livelli di bilirubina.

Anomalie della membrana dei globuli rossi
Sferocitosi (globuli rossi sferici, più fragili e meno deformabili) può portare ad un aumento della distruzione degli eritrociti.

Altre cause di ittero neonatale sono:

  • Neonato prematuro,
  • Mamma diabetica,
  • Policitemia (aumento dei globuli rossi),
  • Infezione / sepsi,
  • Ipotiroidismo,
  • Atresia delle vie biliari (ostruzione dei dotti biliari),
  • Fibrosi cistica,
  • Sindrome di Crigler-Najjar,
  • Sindrome di Gilbert,
  • Epatite,
  • Talassemia (un tipo di anemia),
  • Galattosemia (incapacità di metabolizzare il galattosio).

Sintomi dell’ittero neonatale e negli adulti

Di solito compaiono tra il secondo e il quarto giorno dopo la nascita e comprendono:

  1. Ingiallimento della pelle,
  2. Ingiallimento degli occhi.

Solitamente l’ittero si nota prima nel volto del bambino. Se la malattia progredisce, si può notare il colore giallo negli occhi, torace, addome, braccia e gambe.
Il modo migliore per verificare l’ittero nel bambino è quello di premere con il dito delicatamente sulla fronte del bambino o sul naso. Se la pelle appare gialla dov’è stata effettuata la pressione, è probabile che il bambino abbia l’ittero.
Se il bambino non ha l’ittero, il colore della pelle dovrebbe apparire leggermente più chiaro del suo colore normale per un po’.
Si consiglia di esaminare il bambino con una buona illuminazione, preferibilmente con una luce naturale.


Quando preoccuparsi? Quando consultare il medico?

  • Se il bambino sembra malato: si rifiuta di mangiare, ha una sonnolenza eccessiva o ha la febbre.
  • Se la colorazione gialla peggiora invece di migliorare
  • Se l’ittero si estende dal viso al resto del corpo
  • Se l’ittero dura più di 20 giorni
  • Se il neonato non guadagna peso o non si alimenta abbastanza
  • Se le feci del neonato sono chiare e le urine sono scure.

Possibili complicanze dell’ittero nel neonato

  1. Encefalopatia da ittero
    Una malattia causata dall’accumulo di bilirubina nel cervello.
    La bilirubina è tossica per le cellule cerebrali.
    I sintomi sono: febbre, stanchezza, pianto, rifiuto di alimentarsi, inarcamento del corpo e del collo all’indietro.
  2. Kernittero (ittero nucleare)
    Una sindrome potenzialmente mortale che si verifica se l’encefalopatia da bilirubina provoca danni permanenti al cervello, paralisi cerebrale coreoatetosica, ritardo mentale, apatia, ipotonia e perdita dei riflessi neonatali

Diagnosi dell’ittero neonatale

Prima di lasciare l’ospedale con il neonato, si può chiedere al medico quali sono i test della bilirubina per l’ittero.
Il medico può verificare la bilirubina nel bambino utilizzando un misuratore di luce che è posto sulla testa del bambino.
Questo esame mostra il livello di bilirubina transcutanea.
Se è alta, probabilmente il medico ordina gli esami del sangue.
Il modo migliore per misurare con precisione la bilirubina è un piccolo prelievo di sangue dal tallone del bambino.
Questo indica il livello di bilirubina totale nel siero (TSB).

Se il livello è alto, in base all’età del bambino misurata in ore e altri fattori di rischio, probabilmente servirà una terapia. La ripetizione dei prelievi di sangue serve per essere sicuri della riduzione del TSB con il trattamento prescritto.
I livelli di bilirubina sono solitamente più alti quando il bambino ha 3-5 giorni. Bisogna controllare se i neonati hanno l’ittero ogni 8-12 ore nelle prime 48 ore di vita e poi nei primi 5 giorni di età.

Qual’è la terapia per l’ittero neonatale e negli adulti? 

La maggior parte dei neonati con ittero non ha bisogno di terapie.

Di solito l’ittero passa entro 2 settimane nei neonati alimentati. Può durare per più di 2 o 3 settimane se i bambini sono allattati al seno. Se l’ittero del bambino dura più di 3 settimane, parlare con il medico.
Se il bambino ha l’ittero patologico, potrebbe essere necessaria una cura tra le seguenti:

Trattamento con la fototerapia (chiamata anche terapia della luce). Il bambino è esposto a una lampada speciale che permette di abbattere la bilirubina nel corpo, così si può espellere con l’urina.
Mentre il neonato è sotto le luci, deve indossare solo un pannolino e gli occhiali speciali sugli occhi.
Alcuni bambini possono stare sdraiati su una coperta per la terapia della luce (chiamata anche copertina con le fibre ottiche) che ha piccole luci luminose all’interno.
Si può utilizzare la coperta al posto delle luci o insieme ad esse. La fototerapia si può effettuare in ospedale o a casa ed è sicura per il bambino.

Trasfusione di sangue. Se non funziona la fototerapia e i livelli di bilirubina del bambino sono ancora troppo alti, potrebbe essere necessario un particolare tipo di trasfusione di sangue chiamato trasfusione sostitutiva o exsanguinotrasfusione. La trasfusione sostitutiva permette di eliminare la bilirubina sostituendo il sangue del bambino con sangue fresco in piccole quantità.

Immunoglobulina endovenosa (chiamata anche IVIg). Se la mamma e il bambino hanno gruppi sanguigni diversi, il medico può decidere di fare un iniezione endovenosa di immunoglobuline (una proteina del sangue) al bambino. Questo può aiutare a trattare l’ittero così ci sono meno probabilità di dover fare una trasfusione di sangue.

Quanto dura l’ittero neonatale? Prognosi, conseguenze e tempi di recupero

Solitamente l’ittero neonatale non è grave o mortale.
Per la maggior parte dei bambini, l’ittero migliora senza terapie entro 1-2 settimane.
Livelli molto elevati di bilirubina possono danneggiare il cervello.
Questo è chiamato kernittero, encefalopatia bilirubinica o ittero nucleare. Tuttavia, la malattia è quasi sempre diagnosticata prima che i livelli diventino abbastanza alti da causare questo danno.
Per i bambini che necessitano di una terapia, in genere il trattamento è efficace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code