Insufficienza epatica

INDICE


L’insufficienza epatica si verifica quando il fegato non è più in grado di funzionare e l’organo non è in grado di ripararsi o rigenerarsi.

L’insufficienza epatica è pericolosa e bisogna rivolgersi urgentemente al medico.
Di solito, i danni al fegato si verificano gradualmente nel corso degli anni.

Tuttavia, si può avere anche l’insufficienza epatica acuta che si verifica rapidamente (in meno di 48 ore) e può essere difficile da rilevare all’inizio.

Classificazione dell’insufficienza epatica

1. Insufficienza epatica fulminante vuol dire che il danno si verifica entro otto settimane dalla comparsa della malattia del fegato.
2. Insufficienza epatica con tarda insorgenza (detta anche subacuta) si verifica se passano da 8 a 26 settimane da quando il fegato si ammala.
La differenza può non essere evidente subito perché la malattia di fondo potrebbe essere presente da molto tempo, ma non è stata ancora diagnosticata.
3. L’insufficienza epatica scompensata cronica si verifica quando il periodo di latenza è maggiore di sei mesi.

Tipo di insufficienza epatica

  1. Lieve: i sintomi sono intestino pigro, sonnolenza e meteorismo;
  2. Media: si manifesta con stanchezza, perdita di peso, ipertensione portale, emorragia, ittero, pancia gonfia;
  3. Grave: alterazioni della personalità, emorragie, tremore, encefalopatia epatica porto-sistemica (EEPS) e coma (paziente in stadio terminale).

Cause dell’insufficienza epatica

Ci sono molte cause di insufficienza epatica, se ne elencano alcune:

Tossine

  • Abuso di alcol cronico.
  • Sovradosaggio di paracetamolo. È sufficiente una quantità inferiore del farmaco per gli alcolisti.
  • Tossicità legata ai farmaci, ciprofloxacina, doxiciclina, eritromicina, isoniazide, nitrofurantoina, alotano, statine, ciclofosfamide, metotrexato, disulfiram, flutamide, propiltiouracile. NB: l’elenco non è completo.
  • Avvelenamento da diverse sostanze, tra cui funghi o sostanze chimiche che contengono tetracloruro di carbonio, altri solventi organici e fosforo.
  • Rimedi alle erbe, tra cui ginseng, olio alla menta, pianta aromatica teucrium.
  • Droghe illecite, tra cui extasy e cocaina.
  • Sindrome di Reye.

Infezioni
L’epatite virale, soprattutt se è un ceppo accompagnato da una co-infezione con epatite B.
L’epatite E è simile all’epatite A perché si verifica principalmente con la contaminazione di cibo e acqua. È frequente in India, Asia, Africa, Medio Oriente e America centrale.
Può causare epatite acuta, ma di solito non è grave. L’eccezione è in gravidanza perché può causare un aborto in qualsiasi fase, inoltre se si verifica nell’ultimo trimestre è fatale nel 20% dei casi.
L’adenovirus, il virus Epstein – Barr, il citomegalovirus e febbri emorragiche virali

Tumore
L’insufficienza epatica può essere causata dal carcinoma epatocellulare o dal carcinoma con metastasi.

Metabolica

  • Morbo di Wilson,
  • Alfa-1-antitripsina,
  • Intolleranza al fruttosio,
  • Galattosemia,
  • Tirosinemia.

Malattie legate alla gravidanza,
Fegato grasso acuto in gravidanza – circa la metà sviluppano la pre-eclampsia.

Vascolare
Ischemia ,
Sindrome di Budd-Chiari.

Altri
Epatite autoimmune,
Può essere una complicanza dell’intervento di resezione del fegato,
Causa sconosciuta – 15%.

Fonti (Sources) http://www.webmd.com/digestive-disorders/digestive-diseases-liver-failure 

Causa di insufficienza epatica in base al tipo:

Le cause più frequenti di insufficienza epatica cronica sono:

  • Epatite B
  • Epatite C
  • Alcolismo
  • Cirrosi
  • Emocromatosi (una malattia ereditaria che provoca l’assorbimento e conservazione di troppo ferro nel corpo)
  • Malnutrizione.

Le cause di insufficienza epatica acuta possono essere:

  • Sovradosaggio di acetaminofene (Efferalgan).
  • Virus come epatite A, B e C (specialmente nei bambini).
  • Reazioni a determinati farmaci con prescrizione o prodotti erboristici.
  • Ingestione di funghi velenosi.

Insufficienza epatica nei bambini

Il fegato potrebbe non funzionare correttamente per molte ragioni.
Tra i bambini, il motivo più frequente è l’atresia biliare.
Questo si verifica quando i dotti biliari del fegato (tubi che trasportano la bile dal fegato) mancano o sono bloccati. Quando la bile non può uscire dal fegato provoca danni epatici o cirrosi.

cirrosi epatica,ittero

Le cause dell’atresia biliare sono sconosciute.
Alcuni bambini sono nati con questa malattia; altri la sviluppano più tardi.

Altri motivi per cui il fegato potrebbe smettere di funzionare sono:

  • Sindrome di alagille: una malattia ereditaria (genetica) che causa anomalie del fegato e altri disturbi;
  • Alfa-1-antitripsina: una malattia ereditaria che impedisce al corpo di produrre la proteina alfa-1-antitripsina, questo provoca danni al fegato e al polmone;
  • Emocromatosi;
  • Epatite: infiammazione del fegato che può avere diverse cause;
  • Morbo di Wilson: una malattia ereditaria che causa un accumulo di rame nel corpo e può danneggiare molti organi;
  • Insufficienza epatica acuta: una sindrome in cui il fegato smette improvvisamente di funzionare, a volte è la conseguenza dell’assunzione di un farmaco o di un virus.

Le cause di insufficienza epatica acuta variano in base all’età del bambino.
Un’infezione o una malattia metabolica alla nascita sono tra le cause più frequenti di insufficienza epatica acuta nei bambini sotto i 2 anni.
nei bambini più grandi è più probabile l’epatite causata da un virus (come epatite A o B) e l’insufficienza epatica provocata dai farmaci, come ad esempio l’epatotossicità da paracetamolo.

Quali sono i sintomi dell’insufficienza epatica?

  • Ittero (causato dalla bilirubina alta),
  • Tendenza ad avere lividi o a sanguinare facilmente,
  • Ascite,
  • Alterazione della funzionalità del cervello (encefalopatia),
  • Insufficiente crescita e aumento di peso,
  • Stanchezza,
  • Debolezza,
  • Nausea,
  • Ipoglicemia,
  • Perdita di appetito.

Con il tempo, se la malattia si aggrava e il fegato continua a non funzionare, si possono sviluppare altri sintomi come degenerazione muscolare, ritenzione idrica e confusione mentale che può progredire fino al coma.
L’accumulo di tossine nel corpo, contribuisce ad una maggior confusione ed edema cerebrale.
Questo è il segno della malattia epatica di stadio finale.

Complicazioni dell’insufficienza epatica

L’insufficienza epatica acuta causa spesso alcune complicazioni, tra cui:

Eccessivo liquido nel cervello (edema cerebrale)
L’edema celebrale causa un’alta pressione nel cervello. La conseguenza è lo spostamento di una parte del tessuto cerebrale dallo spazio in cui si dovrebbe trovare.
L’edema cerebrale può anche privare il cervello dell’ossigeno.

Disturbi emorragici
Un fegato che non funziona correttamente non è in grado di produrre abbastanza fattori di coagulazione che aiutano il sangue a coagulare.
Il sanguinamento da ulcere nel tratto gastrointestinale o in altre posizioni è difficile da controllare perché il sangue non coagula velocemente.

Infezioni
Le persone con insufficienza epatica acuta hanno un maggior rischio di sviluppare le infezioni, in particolare nel sangue, nei tratti respiratori e urinari.

Insufficienza renale
L’insufficienza renale si verifica spesso dopo l’insufficienza epatica, soprattutto in caso di sovradosaggio di paracetamolo che danneggia entrambi gli organi.

Iperammoniemia
Eccesso di ammoniaca nel sangue, si tratta di un emergenza medica.

 

Diagnosi di insufficienza epatica ed esami

Gli esami e le analisi che servono per

Insufficienza epatica
Insufficienza epatica

diagnosticare l’insufficienza epatica acuta sono:

Analisi del sangue. Le analisi del sangue servono per determinare come funziona il fegato.
Tra i valori più utili c’è il tempo di protrombina che misura il tempo necessario per la coagulazione del sangue. In caso di insufficienza epatica acuta, il sangue non coagula rapidamente come dovrebbe.
Esami strumentali per immagini

Il medico può consigliare gli esami strumentali per immagini come l’ecografia per valutare il fegato.
Questi esami mostrano i danni al fegato e permettono al medico di arrivare alla diagnosi.

Esame del tessuto epatico. Il medico può consigliare una procedura per asportare un piccolo pezzo di tessuto del fegato (biopsia epatica).
La biopsia epatica può aiutare il medico capire perchè il fegato sta cedendo.
Per le persone con un alto rischio di sanguinamento durante la biopsia, per esempio in caso di insufficienza epatica acuta, il medico può eseguire una biopsia epatica transgiugulare.
Per fare questo, si effettua una piccola incisione sul lato destro del collo e si inserisce un tubo sottile (catetere) in una grossa vena del collo, poi si scende attraverso il cuore fino ad una vena che esce dal fegato.
Successivamente, il medico inserisce un ago attraverso il catetere e asporta un campione di tessuto epatico.
Si effettuano gli esami di laboratorio sul tessuto epatico prelevato per capire la causa dell’insufficienza epatica.

Terapia per l’insufficienza epatica

Le persone con insufficienza epatica acuta sono trattate nel reparto di terapia intensiva di un ospedale perché se il fegato non funziona si può morire.
Quando è possibile, il medico cura l’insufficienza epatica acuta, ma in molti casi il trattamento prevede il controllo delle complicazioni dando al fegato il tempo di guarire.

 

Terapia per l’insufficienza epatica acuta

Il trattamento dell’insufficienza epatica acuta comprende:

Farmaci per l’avvelenamento
L’insufficienza epatica acuta causata da sovradosaggio di paracetamolo o avvelenamento da funghi si tratta con farmaci che possono invertire gli effetti della tossina.

Trapianto di fegato
L’insufficienza epatica acuta non può essere curata in molti casi. In queste situazioni, l’unico trattamento possibile è un trapianto di fegato.
Durante il trapianto di fegato, un chirurgo rimuove il fegato danneggiato e lo sostituisce con un fegato sano da donatore.

Terapia per le complicanze
Il medico controlla i segni e i sintomi e cerca di prevenire le complicazioni causate dall’insufficienza epatica acuta.

La cura comprende i farmaci per ridurre l’accumulo di liquido nel cervello (edema cerebrale).

Controllo delle infezioni
Il team medico chiede periodicamente dei campioni di sangue e delle urine per fare i test per le infezioni.
Se il medico sospetta che il paziente ha un’infezione, può prescrivere dei farmaci per trattare le infezioni.

Prevenire gravi emorragie
Le persone con insufficienza epatica acuta sviluppano spesso ulcere sanguinanti nel tratto gastrointestinale.
Il medico può prescrivere dei farmaci per ridurre il rischio di sanguinamento.
Se si perde molto sangue, si possono effettuare delle trasfusioni di sangue.

Rimedi naturali per l’insufficienza epatica

Non ci sono rimedi naturali che curano l’insufficienza epatica, ma dopo essere guariti si può modificare lo stile di vita per stare meglio ed evitare recidive.
Per esempio si dovrebbe limitare più possibile l’assunzione di farmaci e il consumo di alcolici.
La dieta dovrebbe essere povera di grassi, soprattutto quelli saturi e bisogna evitare i cibi fritti.

Prognosi e sopravvivenza del paziente con insufficienza epatica

Nei casi di insufficienza epatica grave, con un ascite notevole ed encefalite al III – IV stadio, l’aspettativa di vita è di 1-3 anni e la sopravvivenza a 1 anno è inferiore al 20%.
I pazienti che non hanno né encefalopatia né ascite hanno un’aspettativa di vita di 15-20 anni e una sopravvivenza a 1 anno del 90% circa.