Cause dell’ittero epatico, emolitico, ostruttivo e colesteatico

Che cos’è l’ittero negli adulti?

Nell’adulto, l’ittero non può essere considerato malattia, ma piuttosto un segno che può essere causato da diverse malattie.

INDICE

 


L’ittero è la colorazione giallastra della pelle e della sclera degli occhi ed è causato da livelli alti  di bilirubina chimica nel sangue (iperbilirubinemia).
Il colore della pelle e della sclera variano in base al livello di bilirubina:

  • Giallastro, se il livello di bilirubina è leggermente elevato,
  • Marrone-bruno se il livello di bilirubina è elevato.

Si parla di ittero quando i valori della bilirubina sono superiori a 2,5 mg/dL o se i valori di bilirubina totale sono maggiori di 13 mg/dL nel neonato a termine e 15 mg/dL nel pretermine.
Il subittero è un termine usato quando i valori di bilirubina nel sangue sono compresi tra 1,5 – 2,5 mg/dl.

Bilirubina coniugata e non coniugata
La bilirubina è un prodotto della degradazione dell’eme, cioè un componente dell’emoglobina contenuta nei globuli rossi.
Prima di raggiungere il fegato, la bilirubina è indiretta o “non coniugata”, si tratta di una forma non idrosolubile che si deve legare a una proteina (albumina) per circolare nel flusso sanguigno.
Nel fegato, la bilirubina si combina con acido glucuronico per creare una forma idrosolubile chiamata bilirubina diretta o coniugata.
La bilirubina coniugata passa dal fegato nel colon in cui è riconvertita nella forma non coniugata per essere espulsa dal corpo.
Quando i globuli rossi muoiono naturalmente, la bilirubina è creata come sottoprodotto dei rifiuti.
Se tutto funziona bene, le feci dovrebbero essere marroni e l’urina gialla chiara.

Ittero,pelle gialla,giallastra,fegato

 

 

Cause dell’ittero negli adulti

Ci sono tre tipi di ittero, in base alla causa dell’accumulo di bilirubina nel corpo.

Ittero pre-epatico (o emolitico)

L’ittero emolitico è causato dall’iperproduzione di bilirubina e si verifica prima che questa sostanza è trasportata dal sangue al fegato.
Se un’infezione o malattia distrugge i globuli rossi precocemente, i livelli di bilirubina aumentano. Questo fenomeno è detto ittero pre-epatico.
Le malattie che possono causare questo disturbo sono la malaria, l’anemia falciforme, talassemia, sindrome di Gilbert, sferocitosi ereditaria e la sindrome di Crigler-Najjar.

 

Ittero intra-epatico

L’ittero intra-epatico (conosciuto anche come ittero epatocellulare) – l’accumulo si verifica all’interno del fegato.
All’interno del fegato ci sono due possibilità:

1. Le cellule del fegato liberano la bilirubina coniugata, ma non sono in grado di convertire quella non coniugata.
2. C’è un difetto del metabolismo o nella captazione della bilirubina.

Se il fegato è lesionato, può avere difficoltà ad elaborare la bilirubina. Questo provoca l’ittero intra-epatico.
Il danno epatico può essere la conseguenza di: 
Obesità e steatosi epatica non alcolica possono causare la cirrosi epatica e l’ittero.

 

Ittero post-epatico (ostruttivo)

Ittero ostruttivo – c’è un ostacolo che blocca il dotto biliare e impedisce alla bile di passare nella cistifellea e nell’intestino.
In questa situazione l’urina è scura, mentre le feci sono più chiare.
Tra le cause di ittero post epatico ci sono i calcoli biliari, pancreatite, tumore al pancreas alla cistifellea.
L’ittero provocato da un tumore è spesso ingravescente perché il dotto rimane bloccato a causa dell’ostruzione meccanica della massa.
Una dieta ricca di grassi può causare il colesterolo alto che aumenta il rischio di avere i calcoli biliari.

 

Ittero colestatico

L’ittero colestatico è definito come l’incapacità della bile di passare dal fegato al duodeno.
La fonte dell’interferenza può risiedere nei dotti biliari principali (Colestasi extraepatica) o all’interno del fegato (colestasi intraepatica).

Morfologicamente, la colestasi è caratterizzata dall’accumulo di bile nelle cellule epatiche e nei dotti biliari.
I sintomi di solito sono il prurito e la lenta insorgenza dell’ittero.
Il termine “ittero ostruttivo” è causato dalla colestasi di origine extra-epatica.

 

Ittero gravidico

In gravidanza la donna può avere questo disturbo a causa di alcune patologie, per esempio: Epatite (A, B, C, D, E), cirrosi epatica, colestasi gravidica intraepatica, calcoli biliari, preeclampsia.