Sintomi della sinusite e rimedi

INDICE


La sinusite è l‘infiammazione del rivestimento dei seni paranasali, causata da un‘infezione virale o batterica.

I seni paranasali sono cavità piccole, piene d’aria dietro agli zigomi e alla fronte.

In genere, la sinusite provoca febbre, dolore, intorpidimento in viso e naso chiuso o gocciolante.
Questa è una patologia frequente e può colpire le persone di qualsiasi età, in particolare i bambini.

Sintomi della sinusite e rimedi
Sintomi della sinusite e rimedi


Ci sono diversi tipi di sinusite, tra cui:

  • La sinusite acuta: un’improvvisa insorgenza di sintomi simili all’influenza, come il naso che cola, il naso chiuso e i dolori in viso che passano dopo 10-14 giorni. Di solito, la sinusite acuta dura meno di un mese.
  • Sinusite subacuta: un’infiammazione della durata di uno o due mesi.
  • Sinusite cronica: una patologia caratterizzata da sintomi di infiammazione dei seni che persiste oltre i due mesi.
  • Sinusiti ricorrenti: diversi attacchi nel giro di un anno.

La sinusite odontogena si sviluppa a livello del seno mascellare, i denti molari e premolari superiori hanno le radici a contatto con questo seno e quindi un infezione dentale si può estendere e causare una sinusite.

Che cosa è un’infezione dei seni?

Un’infezione dei seni paranasali si verifica quando un microrganismo patogeno (virus, batterio o un fungo) cresce all’interno di un seno e provoca una congestione.
I seni paranasali servono per il controllo della temperatura e dell’umidità dell’aria che raggiunge i polmoni.
Di solito il muco prodotto normalmente dai seni scende nel naso attraverso dei piccoli canali. Questi canali sono ostruiti quando i seni sono infetti e infiammati. I seni dietro gli zigomi (quelli più grandi) sono colpiti più frequentemente.
DI solito, il muco che si accumula nei seni paranasali si scarica nel naso attraverso i condotti nasali (osti).
Quando si verifica un attacco di raffreddore o di allergia, i seni si infiammano e non sono in grado di drenare il muco.
Questo può provocare una congestione e un’infezione.
Il medico può diagnosticare la sinusite acuta se ci sono fino a 4 settimane di ristagno di secrezioni purulente accompagnato da ostruzione nasale, dolore facciale o sensazione di pressione.
Probabilmente, l’infezione del seno è batterica se persiste per oltre 10 giorni o se i sintomi peggiorano dopo un miglioramento iniziale.

Chi colpisce la sinusite?

sinusite,dolore,male,testa,congestione,naso,cola
Dolore da sinusite

Circa 35 milioni di americani soffrono di almeno un episodio di sinusite ogni anno.
Le persone con i seguenti disturbi hanno un rischio maggiore di sinusite:

  • Mucosa nasale gonfia dopo un comune raffreddore
  • Ostruzione dei condotti di drenaggio
  • Differenze strutturali che restringono i condotti di drenaggio
  • Polipi nasali
  • Disturbi che determinano un aumento del rischio di infezione come un deficit del sistema immunitario o l’assunzione di farmaci che sopprimono il sistema immunitario.

Nei bambini, i fattori ambientali che contribuiscono alla nascita della sinusite sono: allergie, malattie prese da altri bambini a scuola, ciucci, bere in posizione sdraiata supina e il fumo nell’ambiente.
Negli adulti, i fattori di rischio più frequenti sono le infezioni e il fumo.

Cause della sinusite

In caso di sinusite, le membrane mucose del naso, i seni paranasali e la gola (vie respiratorie) si infiammano.
Il gonfiore ostruisce le aperture del seno e impedisce il drenaggio del muco causando dolore in viso e gli altri sintomi della sinusite.
I seni bloccati creano un ambiente umido favorevole alle infezioni.
I seni che si infettano non lasciano defluire il muco e si riempiono di pus causando sintomi come secrezioni dense,  gialle o verdastre e altri sintomi di infezione.


La sinusite acuta può essere causata da:

  • Infezione virale. La maggior parte dei casi di sinusite acuta sono causati dal raffreddore.
  • Infezione batterica. Quando un’infezione del tratto respiratorio superiore persiste più di sette giorni, è più probabile la causa sia un’infezione batterica.
  • Infezione fungina. Si rischia un’infezione fungina in caso di anomalie del seno o se il sistema immunitario è indebolito.

Alcune patologie possono aumentare il rischio di sinusite:

  • Allergie come la rinite allergica. L’infiammazione che si verifica con le allergie può chiudere i seni.
  • Polipi nasali o tumori. Queste formazioni possono ostruire i condotti nasali o i seni.
  • Setto nasale deviato. Un setto (la parete che separa le narici) storto può limitare o bloccare i condotti del seno.
  • Infezioni dei denti. Alcuni casi di sinusite acuta sono causati da un dente infetto.
  • La gravidanza è un fattore di rischio perché provoca ritenzione idrica ed eventualmente il naso gonfio.
  • In estate l’aria condizionata alta può provocare una recidiva di sinusite.
  • Adenoidi infette o gonfie nei bambini. Le adenoidi sono situate nella parte superiore e posteriore della gola.

Altre patologie: le complicanze della fibrosi cistica, malattia da reflusso gastroesofageo o i deficit del sistema immunitario possono ostruire i seni o aumentare il rischio di infezione.

 

sinusite,mal di testa,infezione,infiammazione

Sintomi della sinusite

I classici sintomi della sinusite acuta negli adulti sono:

  • Alito cattivo
  • Perdita dell’olfatto
  • Tosse che spesso peggiora di notte
  • Stanchezza e senso generale di malessere
  • Febbre
  • Mal di testa, dolore simile ad una pressione, fastidio dietro all’occhio destro o sinistro, mal di denti o intorpidimento in viso, soprattutto dietro la fronte
  • Secrezioni, congestione nasale e lacrimazione eccessiva
  • Mal di gola e gocciolamento dal naso
  • Giramenti di testa (soffiando il naso)
  • Se l’infezione passa all’orecchio interno può causare: labirintite, otiti, orecchie tappate, perdita dell’udito e vertigini.

I sintomi della sinusite cronica sono gli stessi di quella acuta, ma sono meno intensi e possono durare più di 12 settimane.

I sintomi della sinusite nei bambini sono:

  • Disturbi respiratori o raffreddore che migliora e poi peggiora
  • Febbre alta, insieme a secrezioni nasali scure per almeno 3 giorni
  • Naso che cola, con o senza tosse presente per più di 10 giorni e non migliora

Generalmente, Il medico diagnostica la sinusite controllando la storia clinica ed effettuando l’esame fisico
La sinusite è causata quasi sempre da un’infezione virale, come il comune raffreddore o un’influenza e viene diagnosticata sulla base di:

  • ostruzione nasale o rinorrea (naso che cola) con dolore facciale,
  • una riduzione o la perdita del senso dell’olfatto

In caso di sinusite cronica, la perdita dell’olfatto è più frequente e il dolore in viso è meno frequente.

Localizzazione dei punti dolenti in base al tipo di sinusite:

  • La sinusite mascellare provoca dolore nell’area mascellare, ai denti e alla fronte.
  • La sinusite frontale fa male solo a livello frontale, può essere unilaterale (sopra una sola narice) oppure bilaterale.
  • La sinusite etmoidale causa dolore dietro agli occhi.
  • La sinusite sfenoidale provoca un dolore diffuso alla fronte o alla nuca.


Rinvio ad uno specialista
Se la sinusite è grave, o continua a tornare, il medico di base può fare riferimento a uno specialista di orecchio, naso e gola, cioè un otorino-laringoiatra, che prescrive gli esami per determinare la causa della patologia.

Diagnosi differenziale della sinusite

Il medico deve escludere:


Esami strumentali per la sinusite

Endoscopia nasale.  Si inserisce attraverso il naso un tubo sottile e flessibile a fibre ottiche (endoscopio) con una luce che permette al medico di ispezionare l’interno dei seni.

Test allergologici.  Se il medico sospetta che la patologia può essere causata da un’allergia, può raccomandare un test della pelle. Un test cutaneo è sicuro e veloce e può aiutare a individuare l’allergene che è responsabile dell’infiammazione nasale.

Il medico può prescrivere una radiografia o una TAC per scoprire la causa della sinusite.


Cura della sinusite

I rimedi per la sinusite dipendono dalla gravità.

Auto-trattamento
Si possono provare le seguenti misure per ridurre la congestione dei seni:

  • Applicare un panno caldo e umido sul viso più volte al giorno.
  • Bere molti liquidi per diluire il muco.
  • Inalare il vapore tre o quattro volte al giorno facendo i fumenti.
  • Spruzzare uno spray salino nel naso più volte al giorno.
  • Utilizzare un vaporizzatore per la sinusite o l’aerosol.
  • Utilizzare una “Teiera Neti” per svuotare i seni.
  • Effettuare lavaggi nasali con acqua e sale.

State attenti con i decongestionanti nasali spray da banco perché possono aiutare in un primo momento, ma l’utilizzo per più di 3-5 giorni può effettivamente peggiorare la congestione nasale.

Altri rimedi per la sinusite:
Evitare di volare quando c’è la congestione dei seni paranasali.
Evitare le temperature estreme, cambiamenti improvvisi di temperatura e di piegarsi in avanti con la testa verso il basso.
Si può provare ad assumere il Paracetamolo (ad esempio l’Efferalgan) o l’Ibuprofene (ad esempio il Brufen)

Terapia medica per la sinusite

Sinusite acuta. In caso di infezione semplice del seno, il medico può raccomandare il trattamento con decongestionanti come le inalazioni di Sudafed o di vapore.
L’assunzione di decongestionanti nasali da banco in gocce o spray può essere efficace nell’alleviare i sintomi. Tuttavia, questi farmaci non devono essere assunti oltre la dose consigliata, di solito per quattro o cinque giorni, altrimenti si può aggravare la congestione.

farmaci,antibiotici,pastiglie,compresse,dolore,infiammazione,gonfiore,rossore,calorie
Farmaci antibiotici

Se gli antibiotici sono indicati, di solito sono prescritti per 10-15 giorni.
Se si effettua il trattamento, di solito i sintomi scompaiono, quindi gli antibiotici non sono più necessari.

Sinusite cronica. L’aria calda e umida può migliorare la congestione dei seni.
Un vaporizzatore o l’inalazione di vapore da una pentola d’acqua che bolle può aiutare ad alleviare i sintomi.
Gli impacchi caldi sono utili per ridurre il dolore nel naso e nei seni.
Le gocce di soluzione fisiologica nel naso sono sicure per l’uso domestico.
L’applicazione di gocce nasali decongestionanti o spray da banco può essere efficace per diminuire i sintomi, tuttavia, non devono essere assunte delle dosi superiori a quella consigliata.
Gli antibiotici o i cortisonici (per esempio il Bentelan) per via orale possono essere prescritti dal medico.

Altre opzioni di trattamento per la sinusite
Il primo passo fondamentale nella gestione della sinusite è rimuovere i fattori potenziali che la causano.

Per ridurre la congestione che causa la sinusite, il medico può prescrivere spray nasali (alcuni spray possono contenere il cortisone).
Se si soffre di sinusite cronica grave, il medico può prescrivere pastiglie o bustine con il cortisone per ridurre l’infiammazione, solitamente si raccomandano queste medicine solo quando gli altri farmaci non hanno risolto l’infiammazione.
Se si trova un’infezione batterica nei seni, il medico raccomanda gli antibiotici (gli antibiotici non sono efficaci contro un’infezione virale).
Per esempio si utilizza l’antibiotico Azitromicina (Zitromax).
Un antistaminico si prescrive per il trattamento delle allergie.
Il medico consiglia un antimicotico per un’infezione fungina dei seni.
Le Immunoglobuline (anticorpi) possono essere raccomandati per un deficit delle difese immunitarie.

Si sconsiglia un viaggio in aereo a chi ha problemi di orecchie o sinusite perché potrebbe causare delle lesioni a causa dell’alterazione della pressione.

Intervento chirurgico
Raramente il medico consiglia un intervento chirurgico al paziente, ma solo se le altre terapie non hanno dato gli effetti sperati.


Tra le opzioni ci sono l’etmoidectomia (in caso di sinusite dei seni etmoidali), la settoplastica e la turbinoplastica in caso di setto nasale deviato o ingrossamento dei turbinati.

Rimedi naturali per la sinusite

Le cure termali sono una buona alternativa ai farmaci, per esempio: il lavaggio nasale con l’acqua delle terme e l’aerosol termale o le inalazioni con i gas termali.
Tra i rimedi più utili c’è la modifica dell’alimentazione che permette un miglior funzionamento del corpo.
Si consiglia di evitare i cibi fritti, le proteine animali e la cottura degli alimenti (tranne legumi e cereali) perché il nostro corpo non è stato progettato per questi cibi.
L’uomo dovrebbe mangiare soprattutto frutta, verdura, legumi, semi, noci e cereali.

Quanto dura? Tempi di guarigione della sinusite

Di solito le infezioni dei seni si curano con l’autotrattamento e i farmaci. In caso di attacchi ricorrenti, serve un controllo medico per escludere alcune cause come i polipi nasali, le allergie ecc.


La sinusite acuta di solito ha una durata massima di due settimane, ma può cronicizzare, in questo caso i tempi di recupero si allungano e si può soffrire per molti anni in maniera altalenante.
Se la sinusite acuta non è curata può portare a conseguenze anche serie, anche se sono molto rare, le complicanze sono:

  • Ascessi,
  • Infezioni ossee (osteomielite),
  • Meningite,
  • Infezione della pelle intorno all’occhio (cellulite orbitale)