Cause di mal di testa

INDICE

Le cause di mal di testa sono tante, il dolore o fastidio si può sentire nel viso, nella nuca o nello scalpo. Un grave mal di testa è molto raro.

La maggior parte delle persone con questo disturbo si sentono molto meglio se modificano lo stile di vita, imparando un modo di rilassarsi e con l’assunzione di farmaci.

Cause di mal di testa
Cause di mal di testa

Cause possibili di mal di testa

Cefalea muscolo tensiva

Il tipo più frequente di mal di testa è causato da contratture muscolari nelle spalle, nel collo, frontali e nella mascella. Questo tipo di dolore si chiama cefalea muscolo tensiva.
Le cause possono essere: stress, depressione, ansia, un trauma cranico o la cattiva postura.
Molte persone sono soggette a mal di testa per lo stress da studio, da stanchezza, da lavoro al computer in ufficio.
Rimanere molto concentrati per ore senza una pausa e la cattiva postura possono causare una cefalea da stress.
Il mal di testa da tensione è di media intensità e si avverte su entrambi i lati del capo come un casco. Spesso inizia dalla nuca e si diffonde in avanti.
Il fastidio può durare da poche ore ad alcuni giorni consecutivi e non è aggravato dalla normale attività fisica quotidiana (camminare, fare le scale ecc.).
Il dolore può essere sordo o compressivo, come se la mascella fosse tesa o indolenzita.

Cefalea tensiva di origine cervicale

Molti pazienti hanno un dolore che si irradia dal collo verso la nuca, in certi casi può arrivare alla fronte e dietro l’occhio.
Il mal di testa di origine cervicale è spesso accompagnato da vertigini o capogiri.
La causa può essere la cattiva postura, lo stress, l’ansia o un trauma.
Il trattamento più adatto è una combinazione di massoterapia con il metodo Mckenzie.

Emicrania

L’emicrania è un forte mal di testa che si verifica di solito insieme ad altri sintomi, come la vista offuscata o la nausea.
Il dolore può essere lancinante, martellante o pulsante. Generalmente inizia su un lato della testa, anche se può diffondersi su entrambi i lati.
Si può avere un “aura” (un gruppo di sintomi di avvertimento che iniziano prima del mal di testa). Il dolore di solito peggiora con il movimento.
Questi mal di testa possono essere scatenati da alimenti come il cioccolato o alcuni formaggi, anche la caffeina, la mancanza di sonno e gli alcolici possono provocare un emicrania.
Il dolore può colpire tutti, adolescenti, adulti e anziani, può avere una durata da poche ore a 2/3 giorni consecutivi.

Emicrania notturna
Molti pazienti con emicrania possono avvertire gli attacchi durante la notte o nelle prime ore del mattino.
Questo mal di testa spesso causa il risveglio del paziente.
Gli studi scientifici mostrano che questi attacchi sono legati alle variazioni dei neurotrasmettitori nel cervello durante il sonno.

Gravidanza ed emicrania
Circa l’80% delle donne che soffrono di emicrania smettono di avere gli attacchi dalla fine del terzo mese di gravidanza fino al parto.
Si ritiene che la causa sia la stabilità ormonale.

Cefalea da esercizi

Se il mal di testa inizia rapidamente e improvvisamente con uno sforzo fisico violento, bisogna consultare subito un medico.
Potrebbe essere una cefalea benigna, ma potrebbe essere anche un’emorragia subaracnoidea che può provocare vista doppia, debolezza e perdita di sensibilità.

Quando si contraggono i muscoli del collo durante l’attività fisica, la tensione si accumula nella testa, causando una cefalea.
Il dolore è pulsante e prende entrambi i lati della testa.
Se dura più di pochi minuti (può rimanere anche un paio d’ore), un farmaco anti-infiammatorio dovrebbe alleviare il dolore.
Bisogna sapere che anche la disidratazione può causare il mal di testa che compare durante l’esercizio (per esempio la corsa).

Se il mal di testa si verifica regolarmente durante l’attività sessuale o gli allenamenti, il medico può consigliare un anti-infiammatorio come il brufen circa un’ora prima dell’attività.

Nevralgia del trigemino

La Nevralgia del trigemino è una patologia cronica che causa dolore atroce sul viso, lungo il decorso del nervo trigemino.
Questo nervo trasporta la sensibilità dal viso al cervello.
La nevralgia del trigemino può causare una scossa di dolore straziante anche con una lieve stimolazione del viso, per esempio lavarsi i denti o mettere il trucco.
Di solito, il problema è il contatto tra un vaso sanguigno normale e il nervo trigemino alla base del cervello. Questo contatto preme sul nervo e causa il malfunzionamento.

I sintomi sono:

  • Fitte di dolore lieve
  • Episodi di forte male simili a una scossa elettrica nelle zone innervate dal nervo trigemino, tra cui guancia, mandibola, denti, gengive, labbra o più raramente l’occhio e la fronte.
  • Generalmente, solo un lato del viso è interessato dalla nevralgia.

I medici possono gestire in modo efficace la nevralgia trigeminale con farmaci, iniezioni o interventi chirurgici.

Mal di testa cronico

Gli individui che hanno una cefalea cronica quotidiana sono considerati tra i pazienti più difficili dai neurologi.
Il piano di trattamento più efficace può prevedere un cambiamento dello stile di vita.
A causa di diversi fattori, molti individui con mal di testa cronico cercano nuove medicine e terapie alternative, ma alcuni entrano in una spirale verso il basso alimentata da un uso eccessivo e improprio di farmaci.
La cefalea cronica non è una diagnosi, il mal di testa ha una durata di almeno 15 giorni al mese per un periodo superiore a 3 mesi.

Cefalea di tipo tensivo nei bambini

Questo è il tipo più frequente di cefalea primaria nei bambini, i fattori emotivi sono la causa più probabile. Il dolore è descritto come diffuso e a volte come una banda stretta intorno alla testa.
Di solito non è associato a nausea o vomito.
Questi mal di testa sono quasi sempre legati a situazioni di stress a scuola, nello sport, in famiglia o sono dovuti alle aspettative eccessive da parte dei genitori. Un colloquio con il bambino e con i genitori è necessario per determinare se il problema è l’ansia o la depressione.

Bruxismo

Molte persone digrignano o stringono i denti sia di giorno che di notte senza essere consapevoli di ciò che stanno facendo.
Il bruxismo può essere provocato da una malocclusione dentale, stress o preoccupazioni.
L’eccessiva attività muscolare a volte provoca il mal di testa e spasmi muscolari.
I sintomi e i segni sono: dolore in testa e in viso, consumo dei denti o lesioni dentali, stanchezza muscolare, dolore alla mandibola ed eventualmente morsi alla lingua e alla parte interna delle guance.
Il dentista può alleviare quei sintomi con un piccolo apparecchio per i denti superiori da indossare durante il sonno.
Negli ultimi anni, la consapevolezza che il dolore in viso può essere causato dai denti ha permesso a molti individui di beneficiare di un appropriato trattamento.

Cefalea da lenti a contatto

Le lenti a contatto possono provocare mal di testa nei seguenti casi:

  • Quando si rimane troppe ore al computer a lavorare o a studiare si sviluppa tensione nei muscoli degli occhi e mal di testa, le lenti a contatto possono aggravare questo fastidio perché tendono ad seccare gli occhi.
  • La secchezza oculare può dare ipersensibilità alla luce e fa strizzare gli occhi, questo comportamento può aggiungere tensione muscolare.
  • Una lente a contatto può essere prescritta male per un errata visita oculistica oppure perché con il tempo è cambiata la vista. In questo caso può causare uno sforzo eccessivo per vedere meglio e può provocare la cefalea da tensione.

 

 

allergia,stagionale,rinite,allergica,reazione,dolore,testa,male
Allergia stagionale

Allergia stagionale

L‘allergia stagionale o rinite allergica causa mal di testa nella zona sopra il naso e si irradia verso l’alto.
I sintomi di questo disturbo sono solitamente la congestione nasale, starnuti e lacrime agli occhi.
La cefalea si verifica quando i seni nasali sono irritati da alcuni alimenti o da allergeni che si trovano nell’aria come muffe, pollini e graminacee.
L’assunzione di un antistaminico come il Clarityn dovrebbe calmare il mal di testa fermando la reazione all’allergene.
Se la reazione allergica è più grave bisogna consultare un medico che può prescrivere uno spray nasale al cortisone.
Non prendere una doppia dose di farmaci perché può causare una cefalea di rimbalzo.

Sinusite

I mal di testa da sinusite sono caratterizzati da dolore nella parte anteriore della testa.
Quando un seno paranasale o una cavità nasale si infiamma solitamente per un’infezione, può causare dolore.
Questa cefalea è dovuta a gonfiore nei passaggi dei seni dietro le guance, il naso e gli occhi. Il dolore tende ad essere peggiore quando ci si piega in avanti e appena svegli al mattino.
Il mal di testa provocato dall’infezione dei seni paranasali può essere trattato con antibiotici, oppure con gli antistaminici o i decongestionanti.

Mal di testa da tosse

Il mal di testa da tosse sono un tipo insolito di cefalea scatenata da starnuti e altri tipi di sforzi, ad esempio quando si soffia il naso, si ride, si piange, si canta o durante l’evacuazione intestinale.

I medici dividono il mal di testa da tosse in due categorie.

  • Il mal di testa da tosse primario è di solito innocuo, si verificano episodi limitati e migliora da sola.
    La causa primaria non è nota.
    È possibile che l’aumento di pressione nella testa (pressione intracranica) causata dalla tosse e altri tipi di sforzi può avere un ruolo in questi mal di testa.
    Inizia improvvisamente insieme o dopo la tosse o altri tipi di sforzi.
    La durata va da pochi secondi a pochi minuti in certi casi può durare fino a 30 minuti.
    Il dolore può essere acuto, lancinante o sordo.
    Di solito colpisce entrambi i lati della testa, in particolare nella parte posteriore della testa
    Può essere seguito da un dolore sordo e intenso per diverse ore
  • Il mal di testa da tosse secondario è più grave, può essere causato da problemi all’interno del cervello.
    Il trattamento del mal di testa da tosse secondario può comprendere un intervento chirurgico.

Farmaci e mal di testa

Alcuni farmaci hanno tra gli effetti collaterali anche l’aggravamento del mal di testa, per esempio:

  • Pillola anticoncezionale, C’è un evidenza scientifica che la cefalea può essere influenzata dagli estrogeni, questo spiega perché le donne soffrono di emicrania più degli uomini.
    Se una marca di pillola anticoncezionale provoca l’emicrania per la prima volta o se aumenta la frequenza e l’intensità, è meglio cambiare marca dopo la visita medica.
  • Antidolorifici – alcuni farmaci da banco possono contribuire alla cefalea ricorrente se utilizzati in modo improprio o se si abusa.
  • Farmaci per il diabete – alcuni di questi farmaci possono aggravare il mal di testa.
  • Per alcune donne, la terapia ormonale sostitutiva peggiora il mal di testa, i ricercatori credono che la colpa sia di piccole fluttuazioni degli estrogeni sintetici.
  • Anche l’alcool può causare il mal di testa, si chiama mal di testa post-sbornia perché si verifica il giorno dopo che una persona si ubriaca.
    Il dolore è localizzato alla fronte e nella parte superiore della testa, ma dura solo alcune ore o un giorno.

Farmaci e cefalea di rimbalzo

La cefalea da uso eccessivo di medicine è una delle cause di mal di testa frequenti o giornalieri.
È causata dall’assunzione di troppi antidolorifici o farmaci triptani per il mal di testa o l’emicrania, per esempio la codeina, l’aspirina, il brufen, sumatriptan (Imigran), zolmitriptan (Zomig), ecc.
La cefalea da uso eccessivo è la terza causa di cefalea dopo l’emicrania e il mal di testa muscolo tensivo. Circa 1 persona su 50 sviluppa questo disturbo nell’arco della vita. Può verificarsi a qualsiasi età ma è più frequente nelle persone tra i 30 e i 50 anni.
I farmaci per la cefalea andrebbero assunti ogni tanto, se invece si prendono quotidianamente per almeno una settimana possono causare dolore.
I sintomi sono:

Il trattamento consiste nel fermare l’abuso di antidolorifici o triptani.
Dopo l’arresto nell’assunzione di antidolorifici o triptani, la cefalea diventa più intensa e frequente per almeno una settimana. Tuttavia, la frequenza dei mal di testa o delle emicranie dovrebbe gradualmente tornare al livello che precede l’aggravamento.

Mal di testa da caffeina

caffeina,caffè,cefalea,mal,testa,dolore,vasodilatazioneLa caffeina è una sostanza naturale stimolante che è contenuta in determinati cibi e bevande: caffè, tè, coca cola, alcune bibite e qualche farmaco per alleviare il dolore e l’emicrania.
La caffeina è un lieve vasocostrittore che ha dimostrato di essere utile nei farmaci per l’emicrania.
A causa di un paradossale fenomeno noto come cefalea di rimbalzo, i pazienti con mal di testa dovrebbero astenersi dall’eccessivo uso quotidiano.
La maggior parte delle persone affette da cefalea può consumare fino a 200 mg. al giorno in totale.
Tuttavia, alcuni pazienti con frequenti emicranie dovrebbero evitare completamente l’uso quotidiano.
Una tazza di caffè contiene dai 60 ai 100 mg. di caffeina.
I sintomi più frequenti sono cefalea, sonnolenza e stanchezza, i ricercatori hanno scoperto che questi sintomi possono essere molto gravi e chi ne soffre può perdere anche il lavoro.
Alcuni farmaci usati per curare il mal di testa contengono caffeina che deve essere considerato nella determinazione del consumo quotidiano di caffeina.

Mal di testa del fine settimana

Chi soffre di emicrania nel week-end (sabato e in particolare la domenica) perché dorme troppe ore, dovrebbero provare a risvegliarsi nello stesso orario degli altri giorni.
Inoltre, è essenziale riposarsi abbastanza perché la stanchezza può provocare un mal di testa.
Un fattore che contribuisce ad avere un emicrania o una cefalea muscolo tensiva nel fine settimana è l’interruzione del consumo di caffeina.
Se una persona durante la settimana consuma grandi quantità di sostanze contenenti caffeina, il mal di testa può verificarsi nel weekend o durante le vacanze se si consumano quantità minori di questa sostanza.

Sindrome pre-mestruale

La cefalea può essere un sintomo della sindrome pre-mestruale, in questo caso il trattamento è uno dei più difficili.
Durante il ciclo mestruale, il livello di estrogeni può diminuire molto velocemente. I ricercatori ritengono che la fluttuazione ormonale provoca la dilatazione dei vasi sanguigni, innescando un emicrania mestruale.
Infatti fino al 60 per cento delle emicranie nelle donne sono correlate al ciclo mestruale.
Chi soffre regolarmente di questo disturbo può prendere un farmaco anti-infiammatorio non steroidei come ibuprofene uno o due giorni prima della comparsa dei sintomi mestruali. La medicina aiuta la vasocostrizione dei capillari e riduce il dolore associato a mal di testa mestruale.

Sintomi
I sintomi di emicrania mestruale sono simili all’emicrania senza aura, ma il dolore continuo si sente ogni 4 settimane.
Comincia come una cefalea unilaterale, palpitante, accompagnata da nausea, vomito o sensibilità ai suoni e alla luce.
Molte donne avvertono il dolore due o tre giorni prima del periodo premestruale.
Di solito, il mal di testa è  persistente e spesso è accompagnato da altri sintomi premestruali, come mal di pancia, crampi e gonfiore.

Terapia
Se si sente il mal di testa prima, durante o subito dopo le mestruazioni, è utile l’assunzione di farmaci anti-infiammatori non steroidei o di triptani.
Alcuni pazienti hanno beneficio dagli antidepressivi come la fluoxetina.

Trauma cranico

Il mal di testa iniziato dopo un trauma cranico.
Anche se è stato un urto moderato e non c’è stata perdita di conoscenza, si dovrebbe andare al pronto soccorso perché il mal di testa può derivare da una commozione cerebrale.
Anche se la maggior parte di tali lesioni non sono gravi, le commozioni e le emorragie cerebrali possono portare alla perdita della vista, confusione e anche la morte.

Infezioni

L’encefalite e la meningite sono infezioni virali che colpiscono il cervello, entrambi possono causare forti mal di testa.
Se la membrana che circonda il cervello si infiamma bisogna rivolgersi tempestivamente al medico.
Qualsiasi infiammazione che si verifica nel cervello a causa di un infezione può mettere una forte pressione sui nervi e può essere addirittura  fatale.
La febbre può causare il mal di testa, per esempio in caso di influenza.

Meningi,dura madre,aracnoide,pia madre

Le infezioni batteriche come quelle da streptococco possono causare il mal di testa. Le donne che hanno infezioni frequenti nelle vie urinarie e prendono antibiotici come la Ciprofloxacina possono peggiorare l’emicrania. Il malessere generale, lo stress e la tensione muscolare in tutto il corpo può aumentare la pressione alle tempie e il dolore in testa. Il medico probabilmente prescrive antibiotici per trattare l’infezione batterica.

Le persone che hanno il cancro o l’HIV/AIDS e sviluppa una nuova cefalea potrebbero avere un’infezione del cervello come la meningite che dev’essere prontamente valutata da un medico.
L’herpes zoster intorno all’occhio o alla fronte può causare un forte dolore in viso oltre a danni permanenti all’occhio e la perdita della vista.

Infiammazione della cornea, lesioni all’occhio e glaucoma acuto
Un mal di testa improvviso e grave, oltre all’arrossamento di un occhio può essere causato da un certo numero di patologie non pericolose per la vita, tra cui lesioni della cornea e infiammazione degli occhi.
Tuttavia, una forma di glaucoma acuto che causa un rapido aumento di pressione sul nervo ottico può verificarsi improvvisamente con questi stessi sintomi. Se il glaucoma acuto non viene trattato può portare alla perdita irreversibile della vista. Quindi, in questo caso, bisogna recarsi in pronto soccorso.


Il mal di testa che causa il risveglio.
Bisogna preoccuparsi se il mal di testa è peggiorato per settimane o se è presente ogni mattina al risveglio. Questo è il modello classico per una massa che si sta lentamente espandendo. In questo caso bisognerebbe fare una visita medica e programmare subito una risonanza magnetica.

Altri tipi di mal di testa:

  • La cefalea a grappolo è un forte mal di testa, molto doloroso che si verifica più volte al giorno per mesi, poi può andare via per un periodo di tempo simile.
  • Si può soffrire di mal di testa se si ha un raffreddore, l’influenza o la febbre.
  • L’arterite temporale è un disturbo che cause gonfiore e infiammazione di un’arteria che fornisce il sangue alle tempie e al collo.

Idrocefalo,liquido,cervello,cranioRaramente il mal di testa può essere la conseguenza di una patologia più grave, come ad esempio:

  • Un Tumore al cervello
  • Idrocefalo
  • La Sindrome di Arnold
  • Disturbi dei vasi sanguigni e emorragie nel cervello, come ad esempio una malformazione arterovenosa, l’aneurisma cerebrale o un ictus
  • Emorragia subdurale
  • Pressione del sangue molto alta.

Cefalea secondaria

La cefalea secondaria è un mal di testa provocato da un problema strutturale della testa o del collo, esistono numerose cause di mal di testa secondario: emorragia cerebrale, tumore, meningite, encefalite ecc.

Cosa provoca le cefalee secondarie? 

Il mal di testa secondario è causato da una patologia o un trauma che dev’essere diagnosticato e trattato.

Traumi a capo e collo
Le lesioni della testa possono causare un emorragia tra gli strati di tessuto che circondano il cervello oppure all’interno del cervello stesso.
Le commozioni cerebrali, in cui si verificano le lesioni alla testa senza sanguinamento possono essere il sintomo di un colpo di frusta.

Arteria temporale,occipitale,carotideDisturbi dei vasi sanguigni della testa e della cervicale:

  • Ictus o attacco ischemico transitorio (TIA),
  • Malformazioni artero-venose (AVM) possono causare mal di testa,
  • Infiammazione dell’arteria carotidea,
  • Arterite temporale (infiammazione dell’arteria temporale).

Problemi dei vasi sanguigni del cervello:
Tumore cerebrale: primario, originato nel cervello o metastasi di un cancro che è nato in un altro organo
Crisi epilettiche

Ipertensione intracranica idiopatica,la pressione del liquido cerebrospinale all’interno del canale spinale è troppo elevata.

Farmaci e droghe (compresa l’astinenza dai farmaci).

Infezioni
Meningite
Encefalite
HIV/AIDS
Infezioni sistemiche (per esempio, polmonite o influenza)
Sinusite

Alterazioni all’interno del corpo
Pressione alta (ipertensione)
Disidratazione
Ipotiroidismo
Dialisi renale
Gravidanza, il mal di testa è naturale in gravidanza a causa dell’aumento degli estrogeni.

Quali sono gli esami per la diagnosi delle cefalee secondarie? 

I test che possono essere utili per fare la diagnosi della patologia che causa il mal di testa sono:

Esami del sangue
Gli esami del sangue sono utili perché mostrano i valori che sono alterati in caso di certe malattie.
Per esempio in caso di infezione o infiammazione si vede un aumento dei globuli bianchi, della velocità di eritrosedimentazione (VES) o della proteina C – reattiva (CRP).

Tomografia computerizzata del capo
La tomografia computerizzata (TAC) è in grado di rilevare: emorragie, gonfiore e tumori.

Risonanza magnetica (MRI) della testa
La RMN mostra l’anatomia del cervello e delle meningi (gli strati che ricoprono il cervello e il midollo spinale).

Puntura lombare
Il fluido cerebro-spinale circonda il cervello e il midollo spinale, può essere prelevato con un ago che si inserisce nella colonna vertebrale lombare.


L’Esame del fluido può rivelare un’infezione (come la meningite a causa di batteri, virus o tubercolosi) o un emorragia.

Quando devo recarmi dal medico per il mal di testa?

Un paziente dovrebbe andare dal medico se il mal di testa è:

  • Il “mal di testa più forte della vita.” Può essere causato da un’emorragia subaracnoidea provocata dalla rottura di aneurisma cerebrale.
  • Diverso dal solito mal di testa.
  • Inizia improvvisamente o è aggravato da sforzi, tosse, chinarsi o attività sessuale.
  • A seguito di un trauma cranico o caduta.
  • Causato da cambiamenti nella vista, nei discorsi o nel comportamento.
  • Disturba il lavoro e la qualità della vita.

Aneurisma cerebrale,edema,aderenze,scissura rolando