Problemi dei denti nei bambini

INDICE

Problemi dei denti nei bambini che si vedono frequentemente dal dentista

  • Erosione dentale
  • Dente sensibile
  • Malocclusione
  • Alito cattivo
  • Suzione del pollice
  • Spinta linguale


 

Denti,problemi,sintomi,anatomia,polpa

Carie del dente
Dopo il raffreddore, i denti cariati sono il disturbo più frequente non solo nei bambini ma anche negli adolescenti e negli adulti degli Stati Uniti d’America. Questo problema è dovuto all’accumulo di placca sui denti.
La placca è una pellicola appiccicosa che forma un rivestimento sopra i denti. Essa è formata dalla combinazione dei batteri e dell’acido che rilasciano nella digestione di zuccheri, particelle di cibo e saliva.

Malattie gengivali
Conosciuta anche come parodontite, l’infezione delle gengive inizia dalla formazione della placca.
Sebbene la spazzolatura elimini questa pellicola appiccicosa dai denti, essa ritorna entro 24 ore.
Quando rimane più di 2 o 3 giorni, si trasforma in un’incrostazione più ostinata che si forma sotto il bordo gengivale.
Questa è nota come tartaro e può essere rimossa solo con una pulizia dentale e non con il semplice lavaggio o usando il filo interdentale.
Poiché il tartaro agisce come un terreno fertile per i batteri, col tempo provoca l’infiammazione della gengiva, chiamata gengivite.

Erosione dentale
Nota anche come erosione acida, questo problema dentale sta diventando sempre più frequente nei bambini e negli adulti.
I prodotti come i succhi di frutta e le bevande gassate sono acidi di natura e bere troppo spesso queste sostanze può causare l’erosione dello smalto dei denti.
Bruxismo notturno significa digrignare i denti, i bimbi che soffrono di questo disturbo possono erodere la parte occludente dei denti.

Dente sensibile
Un altro problema dentale frequente nei bambini è la sensibilità del dente.
Come dice il nome, questa malattia provoca fastidio in uno o più denti in risposta alle bevande e ai cibi caldi o freddi.

Malocclusione
La malocclusione è semplicemente definita come disallineamento dei denti che provoca un morso non corretto.
I bambini sono più predisposti a sviluppare questa malattia. Poiché hanno una mascella piccola, i denti potrebbero crescere in uno spazio troppo piccolo causando una crescita impropria dei denti.

Spinta linguale
Come la suzione del pollice, anche la spinta linguale potrebbe essere considerata un problema dentale frequente nei bambini.
È caratterizzata da una posizione errata della lingua durante la deglutizione.
Come la suzione del pollice, anche questo atto provoca una pressione sui denti che di conseguenza possono perdere il corretto allineamento.
Può causare un morso o in alcuni casi dei disturbi quando si parla.


 

Mio figlio necessita dell’apparecchio oppure no?

L’apparecchio è una terapia ortodontica frequente che aiuta ad allineare i denti storti.
Tuttavia i bambini sottoposti a questa cura stanno male e perdono fiducia a causa dell’aspetto anomalo.

Quando serve l’apparecchio al bambino?
Non c’è un momento prestabilito in cui il bambino potrebbe aver bisogno dell’apparecchio.
Di solito l’ortodontista consiglia una visita di controllo all’età di 7 anni.
Poiché i denti permanenti iniziano a saltar fuori dall’età di 6 anni, l’ortodontista può rilevare dei problemi lievi con la crescita della mascella e dei denti emergenti.
Questo aiuta l’ortodontista ad iniziare una terapia attiva quando il bambino ha un’età compresa tra i 9 e i 14 anni.
Una rilevazione e una terapia precoci prevengono problemi futuri e creano un ambiente adatto per l’eruzione e la crescita dei denti permanenti.


 
Perché i bambini necessitano dell’apparecchio?
Ci sono alcuni segni che aiutano l’ortodontista a decidere se il bambino ha bisogno dell’apparecchio. Questi comprendono:

  • Affollamento dentale grave, in cui i dentini sono vicini e non lasciano lo spazio sufficiente per la crescita dei denti da adulto.
  • Disallineamento della mascella e malocclusione, in cui la mandibola superiore e inferiore sono troppo strette, piccole o sottosviluppate. La mascella si sposta ed emette dei rumori.
  • Denti disallineati, i denti crescono o emergono con un angolatura anomala e spostano gli altri denti.
    I denti non combaciano bene.
  • Un morso in cui i denti superiori coprono i denti inferiori (per esempio gli incisivi sono davanti a quelli inferiori.
  • Un morso incrociato in cui i denti inferiori si sovrappongono ai denti superiori
  • Perdita prematura dei denti da latte.
  • Problemi durante la masticazione o il morso.
  • Respirazione attraverso la bocca.


 

Per quanto tempo i bambini hanno bisogno di portare l’apparecchio?
La maggior parte dei bambini necessita di portare gli apparecchi per una media di due anni, dopo di che può essere necessario un apparecchio di contenzione appositamente modellato.
Questo è un pezzo di plastica piccolo e duro con dei fili metallici o un pezzo di plastica sottile a forma di paradenti che impedisce ai denti di crescere all’esterno del percorso previsto.

Tenere l’apparecchio può essere un lavoro duro.
Questo è il motivo per cui gli apparecchi non sono consigliati ai bambini molto piccoli.
Il cibo può rimanere bloccato nell’apparecchio e i bambini hanno bisogno di fare molta fatica per pulire i denti.
Inoltre i bambini con l’apparecchio devono evitare alcuni cibi duri, caramelle appiccicose, popcorn e gomme da masticare.
Questi possono rimanere bloccati negli apparecchi provocando dei danni.


 

Denti gialli nei bambini, cause e rimedi

Smalto sottile
Una delle cause più frequenti e  mal diagnosticate dei denti ingialliti è la presenza di uno smalto sottile.
Lo smalto è lo strato più esterno del dente, non è solo la struttura più dura nel corpo umano ma è anche quello che da il colore bianco ai denti. All’interno dello smalto c’è la dentina che è leggermente giallastra ed è anche sensibile al caldo e al freddo.
Alcuni bambini hanno naturalmente uno smalto sottile o uno smalto che è diventato tale a causa di cibo, spazzolatura dei denti vigorosa o le bevande gassate. In questi casi non è una colorazione gialla ma è la dentina che riflette attraverso il dente.

Macchie
Alcuni bambini hanno un’igiene orale pessima che può provocare i denti gialli.
In tali casi, poiché non si prendono cura dei denti essi hanno a che fare con placca e tartaro.
Questo si vede soprattutto nei bambini che hanno degli apparecchi ortodontici poiché in questo caso diventa difficile mantenere l’igiene orale.
Con l’apparecchio non è sufficiente lavare i denti due volte al giorno.
La persona deve andare dal dentista e fare una pulizia per rimuovere le sostanze che si depositano sulla superficie del dente.

Farmaci: macchie interne ed esterne
Ci sono alcuni farmaci che provocano i denti macchiati. Questi potrebbero provocare una chiazza interna o esterna dei denti, ci può essere un ingiallimento o delle macchie nere.
Tra i responsabili frequenti ci sono le tetracicline.
Le tetracicline sono degli antibiotici utilizzati per curare diverse infezioni e la febbre.
Tuttavia, tra gli effetti collaterali principali delle tetracicline ci sono i denti gialli nei bambini.
Infatti si è visto che quando una donna incinta prende delle tetracicline, poi potrebbero essere colpiti i denti che fuoriescono nella bocca del neonato.

 

Denti neri nei bambini, cause e terapia

I denti neri possono essere un disturbo molto spiacevole e antiestetico.

Igiene orale pessima
Una delle cause più frequenti di denti neri è l’igiene orale. Nel mondo frenetico di oggi, mantenere l’igiene e la salute dentale è diventato un problema di secondo piano.
Quindi le persone non spazzolano i denti regolarmente e ritardano la visita dal dentista fino a quando il mal di denti diventa insopportabile.
Quando non si mantiene l’igiene orale, si accumulano placca e tartaro sui denti.
Quando si bevono il caffè e le bevande zuccherate, questi depositi sui denti diventano lentamente neri e sono una delle cause principali dei denti neri nei bambini.
I denti possono diventare anche grigi, opachi o marroni a causa di funghi e batteri che crescono sulla superficie dentale.

Carie dentale
La seconda causa frequente dei denti di colore nero è la carie dentale.
Quando una persona non si lava i denti regolarmente, i batteri si fissano nelle fessure tra i denti o nei solchi e nelle crepe sulla superficie dei denti.
Inizialmente, può apparire come una depigmentazione (alterazione del colore) lieve di colore marroncino.
Tuttavia quando la struttura del dente continua a perdere i minerali, la carie diventa lentamente morbida e provoca i denti neri.
Se la carie non è curata in questa fase, può progredire fino alla dentina e alla polpa, causando dolore e gonfiore.

Macchie bianche nei denti dei bambini
Le macchie bianche possono essere provocate dalla fluorosi, cioè un eccesso di fluoro nel sangue a causa dell’alimentazione o degli integratori.
Se il paziente non modifica l’alimentazione rischia la formazione di cavità o solchi nei denti.


 

Quando comincia l’eruzione dei denti nei bambini?

Quando nascono i denti dei bambini? Quanti sono?
È molto difficile fare una previsione riguardo alla dentizione del bambino. Non ci sono dei parametri che si possono utilizzare per prevedere esattamente il tempo necessario per la dentizione di un bambino.
Si dice che i bambini nascano con un set completo di 20 denti primari.
Questi denti sono nascosti sotto le gengive, in attesa di uscire.
Generalmente i primi dentini escono a 6 mesi circa e gli ultimi (i molari) intorno ai 30 mesi.

La fase dello sforzo per uscire
Questa fase inizia tra i 4 e i 7 mesi. La dentizione dei bambini all’età di 4 mesi è rara, ma non impossibile.
Anche la mancanza di denti in un bambino di circa 9 mesi non è rara.
Ci sono alcuni bambini che hanno festeggiato il primo compleanno mostrando un sorriso sdentato.
La maggior parte dei bambini ha un sorriso con un dente singolo quando ha circa 6 mesi di età.
Tra i sintomi della caduta dei denti da latte c’è un po’ di fastidio, inappetenza, gengive gonfie e infiammate.

 

Problemi dei denti nei bambiniLa fase del completamento dei denti nei bambini

Questa fase arriva quando il bambino ha circa 15-16 mesi, in questa fase i primi molari e gli incisivi sono già usciti.
Dopo questi nascono i canini seguiti dai secondi molari, poi spunta finalmente la serie intera.
Quando il bambino arriva a circa 3 anni di età, è possibile scattare una foto perfetta di un sorriso con 20 denti da latte.
La dentizione ha un modello ereditario.

All’età di 3 anni, il bambino possiede circa 20 denti da latte. Pochi anni dopo la crescita di una serie completa di denti, essi cominciano a cadere.
Questo inizia quando il bambino è vicino ai 6 anni.
Cadono nello stesso modo in cui sono arrivati.

Da 6 a 7 anni
Il primo dente comincia a dondolare e alla fine cade.
Di solito è l’incisivo centrale inferiore il primo ad apparire e cadere nella prima infanzia.
In realtà i denti da latte non cadono, il dente da adulto sottostante preme e le radici del dente da latte si dissolvono, così la corona non ha più un sostegno.

Da 7 a 8 anni
I denti da latte iniziano a cadere soprattutto nello stesso ordine in cui sono usciti, il primo arrivato è il primo che si stacca, a partire dal centro e andando verso l’esterno.

È normale che i denti siano larghi nei bambini, ma in certi casi si forma un frenulo ipertrofico tra due dentini che li tiene separati e distanti.
Il dentista debe valutare se bisogna effettuare una frenulectomia, cioè l’asportazione del frenulo.

Da 9 a 13 anni
Quando i denti da latte cadono, all’inizio i denti nuovi sono molto grandi.
Otto denti nuovi (molari e premolari) occupano tutto lo spazio nella bocca del bambino.
In questa fase il dentista può proporre la sigillatura dei molari.
Questo intervento consiste nell’applicazione di una resina per ricoprire il dente ed impedire la formazione di carie.

Da 14 a 23 anni
Ci sono 28 denti fino ai 20 anni, successivamente escono i terzi molari (o denti del giudizio) che aumentano il numero dei denti a 32.