Sintomi dei reumatismi

Cosa sono i reumatismi?
I sintomi dei reumatismi sono causati da alcune malattie che colpiscono le articolazioni, i muscoli e il tessuto connettivo del corpo.
Reumatismo è un termine generico e non specifico.

Alcune malattie reumatiche sono la conseguenza di un “usura” delle articolazioni (per esempio l’artrosi).
In altre malattie reumatiche, come l’artrite reumatoide, il sistema immunitario è iperattivo e attacca le strutture articolari provocando la distruzione e un forte dolore articolare. Ogni articolazione del nostro corpo può essere interessata da una patologia reumatica, inoltre esistono più di 100 tipi diversi di reumatismi, ma solo alcuni sono frequenti.

Sintomi dei reumatismi

 

Cause delle malattie reumatiche

Una persona nasce con una maggiore predisposizione ad ammalarsi di una determinata patologia, ma è necessaria la comparsa di un determinato fattore di rischio che provoca questa malattia: questa regola vale per tutte le patologie, comprese le malattie reumatiche. Per esempio, un raffreddore, l’influenza o altre infezioni virali favoriscono la comparsa di una malattia reumatica in alcune persone, mentre l’artrosi è provocata dall’usura delle articolazioni o da un trauma articolare.

Le donne hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini di sviluppare i reumatismi, in particolare il lupus, l’artrite reumatoide, la sclerodermia e la fibromialgia sono patologie molto più frequenti tra le donne: questo significa che gli ormoni femminili o altre differenze tra gli uomini e le donne svolgono un ruolo molto importante nello sviluppo di queste malattie reumatiche.

 

Quali sono le malattie reumatiche più frequenti?

Spondilite anchilosante – Questa è la più frequente patologia articolare a livello della colonna vertebrale. La spondilite anchilosante è più frequente negli adulti e provoca dolori articolari e rigidità perché i tendini che si inseriscono sul bacino, sulle ginocchia e sull’articolazione della spalla sono molto infiammati.
I segni ed i sintomi più frequenti di questa malattia sono:

  • Graduale comparsa del dolore alla parte bassa della schiena e ai glutei
  • Il dolore lombare peggiora e si irradia lungo la spina dorsale
  • Compare un dolore dorsale tra le scapole e il collo
  • Il mal di schiena e la rigidità compaiono soprattutto a riposo e quando il paziente si alza da letto al mattino
  • Il dolore e le rigidità migliorano dopo aver svolto attività fisica
  • Dopo 5-10 anni dalla diagnosi di spondilite anchilosante il dolore si presenta nella parte alta della schiena e sul collo
  • A livello extra articolare il paziente può soffrire di uveite

Fibromialgia – Milioni di persone lottano con la stanchezza cronica e il dolore provocato da questa malattia reumatica, che interessa i muscoli ed i tendini che si inseriscono sulle articolazioni: questi pazienti lamentano forti dolori articolari, rigidità e disturbi del sonno.
I dolori sono diffusi e vaganti (si spostano spesso), possono interessare la schiena, il torace, le braccia e le gambe.
Il paziente può avere anche formicolio alle mani e ai piedi (sintomo dell’ansia).
La fibromialgia è nove volte più frequente in una donna rispetto ad un uomo.

Gotta – Circa 8 milioni di persone nel mondo soffrono di questa malattia reumatica, che è caratterizzata dalla presenza di cristalli di acido urico nelle articolazioni, soprattutto nell’alluce: questo provoca seri episodi di dolore e gonfiore articolare. La gotta colpisce più frequentemente gli uomini rispetto alle donne.

Artrite infettiva – Alcune forme di artrite sono provocate da infezioni virali o batteriche: ad esempio, la malattia di Lyme causata dalla puntura di zecca che veicola i batteri del genere Borrelia, provoca un’infiammazione, dolori e rigidità articolari. Esistono alcune forme rare di artrite scatenate da un’infezione da parvovirus o da gonococco. La diagnosi precoce di un’artrite infettiva e la terapia antibiotica tempestiva sono molto importanti perchè prevengono i danni articolari.

Lupus – È chiamato lupus eritematoso sistemico, è una patologia reumatica e una malattia di origine autoimmune. Negli Stati Uniti circa 150.000 persone soffrono di lupus: questa malattia attacca i tessuti e le cellule sane provocando seri danni alle articolazioni e agli organi in tutto il corpo. Il 90 % delle persone affette dal lupus sono di genere femminile.
I segni ed i sintomi più frequenti del lupus sono:

  • Dolori articolari
  • Stanchezza
  • Rigidità articolare
  • Eruzioni cutanee, compreso il caratteristico eritema a farfalla che compare sulle guance
  • Ipersensibilità alla luce solare
  • Perdita dei capelli
  • Fenomeno di Raynaud: le dita delle mani e/o dei piedi diventano prima pallide, poi arrossate e infine di colore blu quando sono esposte al freddo
  • Interessamento degli organi interni, in particolare i reni
  • Disordini ematologici, come anemia, piastrine basse o leucopenia (globuli bianchi bassi)
  • Dolore al petto provocato da un’infiammazione della pleura o del pericardio
  • Ictus o crisi epilettiche

Artrosi – Questa è la forma più frequente di artrite e colpisce soprattutto gli anziani e le donne in menopausa (oltre i 50 anni). L’artrosi causa la degenrazione della cartilagine e delle ossa, provocando serie disabilità e un forte dolore.
I segni e sintomi di questa patologia sono:

  • Dolori alle ossa e articolazioni che peggiorano al mattino, soprattutto quando l’umidità è alta
  • Gonfiore (ginocchio gonfio, mani gonfie, ecc.)
  • L’articolazione è calda al tatto
  • Rigidità articolare
  • Debolezza muscolare e instabilità delle articolazioni
  • In caso di artrosi al ginocchio o all’anca, il paziente sente dolore mentre cammina
  • Se l’artrosi colpisce le dita delle mani, il paziente ha difficoltà ad afferrare gli oggetti, vestirsi o pettinarsi i capelli
  • In caso di spondiloartrosi (alla colonna vertebrale lombare), il paziente ha difficoltà a stare seduto o sente male quando si china per terra

Polimialgia reumatica – I pazienti affetti da questa malattia reumatica hanno spesso una patologia dei vasi sanguigni arteriosi chiamata arterite a cellule giganti e lamentano forti mal di testa, la febbre e una perdita di peso inspiegabile. Questi pazienti soffrono anche di rigidità articolari mattutine, di dolori nella parte bassa della schiena, sul collo, sulle spalle e sui fianchi. Questi sintomi sono provocati da importanti lesioni presenti in tendini, muscoli, legamenti e nei tessuti articolari.

Artrite psoriasica – Questa è una forma di artrite che compare molto frequentemente nei pazienti con la psoriasi, una malattia della pelle. L’artrite psoriasica è una patologia molto dolorosa che interessa le articolazioni delle mani e dei piedi, inoltre causa dei sintomi extra articolari come l’alterazione evidente delle dita e delle unghie.

Artrite reattiva – Conosciuta anche come sindrome di Reiter, è un’altra spondilo-artropatia. Questa malattia reumatica è spesso provocata da un’infezione intestinale, da un’infezione delle vie urinarie o di altri organi. Nei pazienti con l’artrite reattiva compaiono numerose eruzioni cutanee, ulcere nella cavità orale e dei disturbi agli occhi specifici chiamati uveiti.

Artrite reumatoide – Questa malattia reumatica distrugge il tessuto sinoviale, ovvero la superficie interna delle articolazioni, provocando gonfiore, dolore e rigidità in molte articolazioni del corpo.
L’artrite reumatoide è un tipo di reumatismo primario perché non si conosce la causa.
A differenza di altre malattie reumatiche, i sintomi dell’artrite reumatoide compaiono in modo simmetrico: questo significa che se la mano destra è interessata dalla patologia, lo è anche la sinistra. Le donne hanno una probabilità due o tre volte maggiore rispetto agli uomini di ammalarsi di artrite reumatoide.
Artrite reumatoide,reumatismi,articolazione,infiammazione,panno sinovialeQuali sono i sintomi più frequenti dell’artrite reumatoide?

  • Gonfiore e dolore articolare
  • Interessamento di più articolazioni, solitamente in maniera simmetrica o bilaterale
  • A volte la patologia colpisce gli occhi ed i polmoni
  • Rigidità articolare, soprattutto al mattino
  • Affaticamento e stanchezza
  • Compaiono i noduli reumatoidi sulla superficie dorsale dell’avambraccio
  • Spesso durante la gravidanza i sintomi dell’artrite reumatoide migliorano, ma al termine ritornano.

Artrite idiopatica giovanile – È l’artrite più frequente nei bambini, questa malattia reumatica infantile provoca un forte dolore, gonfiore e perdita della funzionalità articolare.
Raramente il paziente ha la febbre alta e compaiono delle eruzioni cutanee in tutto il corpo.

Sclerodermia – In questa malattia reumatica l’organismo produce troppo collagene, il materiale fibroso che sostiene strutturalmente la cute e gli altri organi. “Sclerodermia” significa letteralmente “pelle dura”, ma la patologia interessa anche i vasi sanguigni e le articolazioni.

Sindrome di Sjogren – È una malattia autoimmune di natura infiammatoria che compare spesso con altre malattie autoimmuni come il lupus e l’artrite reumatoide. La causa della sindrome di Sjogren è sconosciuta, questa patologia è più frequente nelle donne.
I segni ed i sintomi più importanti della sindrome di Sjogren sono:

  • Secchezza oculare: le ghiandole lacrimali non producono più le lacrime e l’occhio diventa secco
  • Irritazione e bruciore agli occhi
  • Bocca secca: le ghiandole salivari non producono una quantità sufficiente di saliva
  • Carie dentaria, malattie gengivali e mughetto
  • Ingrossamento delle ghiandole parotidi ai lati del viso
  • Dolori e rigidità articolari
  • Malattie degli organi interni, sono molto rare

Febbre reumatica (detta anche reumatismi nel sangue)
La febbre reumatica è una malattia infiammatoria che si può sviluppare come complicazione del mal di gola o di una tonsillite (infiammazione delle tonsille) causate dall’infezione da streptococco.
Segni e sintomi:

  • Febbre
  • Dolori alle seguenti articolazioni: caviglia, ginocchio, gomito, polso; raramente colpisce le spalle, fianchi, mani e piedi
  • Dolori migranti da un articolazione all’altra
  • Giunture gonfie, rosse e calde
  • Piccoli noduli sotto la pelle
  • Dolore al petto
  • Soffio al cuore
  • Stanchezza
  • Eruzione cutanea piatta o leggermente in rilievo e indolore con un bordo irregolare (eritema marginatum)
  • Movimenti del corpo a scatti e incontrollabile (Corea di Sydenham) soprattutto di mani, piedi e viso
  • Comportamento anomalo, per esempio la persona piange o ride senza motivo.

 

Diagnosi delle malattie reumatiche

Fare una diagnosi corretta di artrite, di una malattia reumatica o di una patologia correlata è molto difficile, numerosi segni e sintomi sono presenti in molte di queste patologie.
In genere il medico di famiglia esamina con attenzione i segni ed i sintomi del paziente e se lo ritiene necessario prescrive una visita specialistica da un reumatologo (un medico specializzato nella diagnosi dell’artrite e di altre malattie reumatiche).

Il medico reumatologo studia la storia clinica del paziente e fa uno scrupoloso esame obiettivo. Di solito prescrive anche dei test di laboratorio, in particolare gli esami del sangue e le analisi delle urine.
Ci sono alcuni valori del sangue che possono essere alterati, per esempio si può notare la ves alta (velocità di eritrosedimentazione) o la pcr alta, ma questi dati non indicano una malattia specifica.
Di solito prescrive anche degli esami strumentali come la radiografia o la risonanza magnetica: gli esiti di questi esami sono molto importanti per fare una diagnosi corretta.

 

Come combattere i reumatismi? La cura

È molto importante la partecipazione dei pazienti nella terapia: i pazienti con una patologia reumatica che collaborano con il medico per capire il piano terapeutico più adatto e con meno effetti collaterali convivono meglio con la malattia rispetto ai pazienti che subiscono in modo passivo la patologia e le terapie.
Spesso i pazienti più propositivi fanno domande su:

  1. I farmaci
  2. Programmi di esercizio fisico
  3. Gestione del dolore e tecniche di rilassamento
  4. Come proteggere le articolazioni
  5. Dieta e peso corporeo
  6. Stile di vita
  7. Cure per gestire lo stress

I cambiamenti della dieta e nello stile di vita sono efficaci ed alleviano i sintomi nei pazienti che soffrono di una patologia reumatica.

Farmaci
I seguenti farmaci possono essere prescritti dal medico per trattare le malattie reumatiche e le patologie ad esse correlate:

  • Analgesici-antidolorifici come il Paracetamolo (Tachipirina)
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei o FANS come l’Ibuprofene (Brufen), il Ketoprofene (Orudis) e il Naproxene sodico sono disponibili anche come farmaci da banco
  • Farmaci anti-reumatici modificanti la malattia o DMARD — Sono utilizzati per trattare alcune patologie come l’artrite reumatoide e la spondilite anchilosante. Questi farmaci agiscono rallentando o arrestando l’attività anomala del sistema immunitario quando attacca e lesiona le articolazioni
  • Farmaci biologici – Rappresentano una nuova famiglia di farmaci che bloccano specifiche vie di attivazione del sistema immunitario correlate all’infiammazione articolare
  • Cortisonici – Si utilizzano per trattare molte patologie reumatiche perché il cortisone riduce il gonfiore articolare e blocca o rallenta l’abnorme attività del sistema immunitario
  • Sostituti dell’acido ialuronico – Questi medicinali simulano l’attività di una sostanza naturale del corpo che bagna e nutre le superfici articolari e ne migliora il movimento. Di solito un paziente fa dalle 3 alle 5 iniezioni di questi medicinali direttamente nel ginocchio o nell’articolazione dell’anca interessata per alleviare il dolore e migliorare il movimento dell’articolazione

Integratori alimentari – I prodotti più utilizzati sono la S-adenosilmetionina (o SAM-e) per l’artrosi e la fibromialgia, il deidroepiandrosterone (o DHEA) per il lupus e la condroitina per l’artrosi. È necessario che ogni paziente si informi sull’efficacia e sugli effetti collaterali degli integratori alimentari prima dell’assunzione.

 

Rimedi naturali per i reumatismi e prevenzione

Esistono diversi rimedi naturali che alleviano i dolori muscolari ed articolari di questi pazienti: i più utilizzati sono le pomate all’Arnica o con l’Artiglio del Diavolo oppure un infuso con lo zenzero.
L’alimentazione è fondamentale per prevenire i reumatismi e per curarli.
Spesso, i fast food e il cibo che si trova al supermercato non contengono sostanze nutrienti, ma solo calorie.
Una sana alimentazione naturale (composta da frutta, verdura, legumi e cereali integrali) è la più corretta per la prevenzione di malattie e infiammazioni.