Sintomi dell’artrite

INDICE

L’artrite è l’infiammazione di una o più articolazioni e provoca sintomi che comprendono i dolori articolari e la limitazione funzionale.

Il reumatologo è un medico esperto di artriti. Se il medico esegue una tempestiva e accurata diagnosi è in grado di aiutare e prevenire disabilità e danni irreversibili dati dalla malattia. Gli uomini e le donne soffrono di artrite in egual misura, dai bambini agli adulti.


 
articolazioni,infammazione,diverse,multiple,dolore,male,limitazione,funzionale,artrite

Che cosa è l’artrite? Che cosa causa l’artrite?

L’artrite è un disturbo molto comune caratterizzato dall’infiammazione della giuntura (articolazione).
L’articolazione è una zona del corpo dove si incontrano due ossa e la sua funzione è quella di permettere lo spostamento dei segmenti corporei.
L’artrite letteralmente significa infiammazione di una o più giunture.
L’artrite è spesso accompagnata da dolori articolari che sono indicati come artralgia.

Ci sono molti tipi di artrite (oltre 100 identificati).
La gamma di tipi varia da quelli legati all’usura e lacerazione della cartilagine (come l’artrosi) a quelli provocati da un sistema immunitario iperattivo (come l’artrite reumatoide).
I diversi tipi di artrite costituiscono la malattia cronica più comune negli Stati Uniti.

Le cause dell’artrite dipendono da vari fattori, per esempio lesioni (che conducono all’artrosi), anomalie metaboliche (come la gotta e pseudogotta), fattori ereditari, l’effetto diretto e indiretto di infezioni (batteriche e virali) e un sistema immunitario mal funzionante (ad esempio l’artrite reumatoide e il lupus eritematoso sistemico).

L’artrite è classificata come una delle malattie reumatiche.
Ci sono caratteristiche che rendono le patologie diverse per ogni individuo, con differenti sintomi, trattamenti, complicazioni e prognosi. Esse sono simili in quanto hanno la tendenza a interessare le articolazioni, muscoli, legamenti, cartilagine e tendini, e molte hanno il potenziale per interessare altre aree interne del corpo.


 


Chi è colpito da artrite?

Chi soffre di artrite sono uomini e donne, bambini e adulti. Circa 350 milioni di persone in tutto il mondo che hanno l’artrite. Quasi 40 milioni di persone negli Stati Uniti sono affetti da artrite, oltre 250.000 bambini compresi!

Più di 27 milioni di americani hanno l’artrosi. Circa 1,3 milioni gli americani soffre di artrite reumatoide.
Più della metà di quelli con artrite sono di età inferiore a 65 anni. Quasi il 60% degli americani con artrite sono donne.


 

Quali sono i fattori di rischio per l’artrite?

I principali fattori di rischio per la maggior parte delle forme di artrite sono geni ereditati da antenati. Le artriti dovute a traumi sono correlate al rischio di lesioni da attività specifiche.


 

Quali sono i segni e sintomi di artrite?

I sintomi di artrite comprendono dolore e limitazione funzionale delle articolazioni.

Sintomi dell'artrite
Sintomi dell’artrite

L’infiammazione delle articolazioni dovuta all’artrite è caratterizzata da rigidità articolare, gonfiore, rossore e calore. I muscoli che agiscono sull’articolazione infiammata possono essere deboli.

Molte forme di artrite possono causare sintomi che interessano vari organi del corpo e non coinvolgono solo le articolazioni perché sono malattie reumatiche. Pertanto, sintomi in alcuni pazienti affetti da alcune forme di artrite possono essere: febbre, gonfiore alle ghiandole (linfonodi ingrossati), perdita di peso, stanchezza, malessere e sintomi provocati da anomalie di organi come i polmoni, cuore o reni.


 

Come viene diagnosticata l’artrite, e perché è importante una diagnosi?

Il primo passo nella diagnosi di artrite è la visita medica.
Il medico deve controllare la storia clinica, esaminare le articolazioni cercando infiammazione e deformità, inoltre deve porre domande ed esaminare altre parti del corpo per sapere se ci sono altri segni di malattie.
Deve anche effettuare alcuni esami del sangue, delle urine, del liquido articolare o una radiografia. La diagnosi si baserà sui sintomi, la distribuzione delle articolazioni infiammate e i risultati degli esami del sangue e delle lastre. Per arrivare ad una diagnosi corretta possono essere necessarie numerose visite mediche. il medico a cui rivolgersi ha una formazione specifica nell’artrite e nelle malattie correlate, si chiama reumatologo.


Molte forme di artrite sono dovute ad un disturbo più grave. Tuttavia, milioni di persone soffrono ogni giorno di dolore e invalidità causate da artrite o dalle sue complicazioni.
Una precedente e accurata diagnosi può aiutare a prevenire la disabilità e danni irreversibili. Le persone con artrite possono avere risultati a lungo termine se guidate correttamente con programmi di esercizio fisico, riposo, farmaci, terapia fisica ed eventualmente la chirurgia.


 

Qual è la terapia per l’artrite?

Il trattamento dipende molto dal tipo di artrite di cui si soffre. Un’accurata diagnosi aumenta le probabilità di successo del trattamento. I trattamenti possibili sono: la terapia fisica, i tutori, applicazione di ghiaccio, utilizzo di guanti di paraffina, farmaci antinfiammatori, farmaci antidolorifici che vanno dal paracetamolo (Efferalgan) ai narcotici, farmaci per il sistema immunitario e operazioni chirurgiche come la protesi d’anca.


 

Esiste una dieta speciale per l’artrite?

Per la maggior parte delle forme di artrite, le diete giocano poco o nessun ruolo nell’aggravare la patologia. Tuttavia, gli oli di pesce hanno dimostrato di avere proprietà anti-infiammatorie. Alcune artriti hanno beneficio da integratori di acidi grassi omega-3.

La gotta è un particolare tipo di artrite che è chiaramente legato all’alimentazione. Cibi ad alto contenuto di proteine, soprattutto carni rosse e crostacei, possono peggiorare la patologia. Inoltre, alcuni alimenti elevano i livelli di acido urico, compreso l’alcool (soprattutto birra) e quei cibi che contengono elevate quantità di fruttosio (come lo sciroppo di mais trovato nelle bevande analcoliche). Per le persone che soffrono di celiachia, gli alimenti contenenti glutine (frumento, orzo, segale) possono peggiorare i dolori articolari.


 

Quali sono le prospettive per l’artrite, e quali sono le complicanze dell’artrite?


Le prospettive per i pazienti con artrite dipende dalla sua gravità, dalle complicazioni e se ci sono o meno manifestazioni non comuni della malattia. Ad esempio, l’artrite reumatoide può colpire: polmoni, reni, occhi, ecc. L’infiammazione cronica delle articolazioni può portare a danni permanenti alla giuntura e perdita della funzionalità articolare, rendendo difficile o impossibile il movimento.


 

L’artrite può essere prevenuta?



Poiché la maggior parte delle forme di artrite sono in una certa misura ereditarie, non c’è nessun vero modo per prevenirle. Le artriti che provocano infortuni alle articolazionii possono essere prevenute seguendo i regolamenti di sicurezza e provando ad evitare l’insorgere degli infortuni. Le artriti relative ad infezioni (per esempio, artrite settica, artrite reattiva, malattia di Whipple) possono essere prevenute cercando di non essere infettati con gli organismi che le causano. La misura in cui ciò è possibile varia a seconda della condizione individuale.


 

A chi rivolgersi? Chi è il reumatologo?

Il reumatologo è il medico specializzato nel trattamento non chirurgico delle malattie reumatiche, soprattutto l’artrite.
I reumatologi si interessano particolarmente a sintomi come eruzioni cutanee, febbre, anemia, debolezza, perdita di peso, stanchezza, dolori muscolari o articolari, malattie autoimmuni e anoressia. Servono spesso come consulenti su richiesta di altri dottori.

I reumatologi hanno particolari competenze nella valutazione delle oltre 100 forme di artrite e si intendono di artrite reumatoide, anchilosante, artrite psoriasica, lupus eritematoso sistemico, la sindrome da anticorpi antifosfolipidi, malattia di Still, dermatomiosite, sindrome di Sjögren, vasculite, sclerodermia, connettiviti, sarcoidosi, malattia di Lyme, osteomielite, osteoartrite, gotta, pseudogotta, malattia da siero, artrite reattiva, malattia di Kawasaki, fibromialgia, malattia di Raynaud e altri.

Reumatologi pediatrici sono i medici che si specializzano nella cura dei disturbi reumatici dei bambini, soprattutto l’artrite.