Radiografia al torace e alle ossa

INDICE


La radiografia (RX) al torace e alle ossa è un esame diagnostico che si basa sull’utilizzo dei raggi X e consente di ottenere immagini dello scheletro e di alcuni organi.

I raggi x sono un tipo di radiazione ad alta energia. Una macchina per la radiografia è in grado di produrre brevi lampi di raggi x.

Radiografia al torace e alle ossa
Radiografia al torace e alle ossa

Le strutture più dense (ad esempio l’osso), il metallo e i mezzi di contrasto bloccano la maggior parte dei raggi x e appaiono di colore bianco.
Il mezzo di contrasto è un colorante speciale utilizzato per evidenziare alcune zone del corpo rispetto ad altre aree con la stessa densità.
Queste sostanze si utilizzano raramente durante gli esami diagnostici (Radiografia, risonanza magnetica ecc.),servono soprattutto per analizzare gli organi interni, per esempio la radiografia dell’apparato digerente.
Le strutture contenenti aria appaiono nere, mentre il muscolo, il grasso e i fluidi sono visualizzati con tonalità di grigio.


 

Come si effettua una radiografia?

Un film simile a una pellicola fotografica è posizionato dietro la parte del corpo, la macchina spara una breve raffica di raggi x attraverso il corpo che colpiscono la pellicola.
Successivmente si sviluppa la pellicola, il medico radiologo la osserva e scrive un referto (relazione).
Bisogna stare fermi durante l’esame altrimenti l’immagine può risultare offuscata.


 

Che cosa visualizza una radiografia?

L’esame mostra:

  • Ossa, denti (panoramica), fratture ossee e altre anomalie dell’osso
  • Gli spazi tra le ossa nelle articolazioni e alcune alterazioni degenerative come l’artrosi
  • La dimensione e la forma del cuore, così si possono rilevare alcune malattie cardiache
  • Cambiamenti nella densità di alcuni tessuti più morbidi. Ad esempio, un tumore al polmone è più denso rispetto ai polmoni pieni d’aria e si vede come un ‘ombra’ su una radiografia del torace. Un tumore al seno è più denso del tessuto mammario normale ed è visualizzato più chiaro.
  • Accumulo di liquido – per esempio, nel polmone si vede una macchia grigia contro il nero normale del torace pieno d’aria.


 

Rischi

Ci sono pochi rischi da una singola radiografia. Tuttavia, se si ripete quest’esame spesso c’è il rischio che i raggi x danneggiano alcune cellule del corpo, possono causare un cancro in futuro.
La dose di radiazioni è sempre impostata al minimo necessario per ottenere una buona immagine della parte del corpo da esaminare.
Le donne in gravidanza, se possibile, non dovrebbero fare le radiografie perché esiste un piccolo rischio di provocare una malformazione per il bambino.

 


 

Procedure che utilizzano i raggi X

I raggi x in medicina sono usati per molti tipi di esami.
Alcuni esempi sono:

  • Radiografia (per visualizzare le lesioni di tipo ortopedico, tumori, infezioni, corpi estranei, polmone del fumatore, ecc);
  • Mammografia serve per mostrare  le strutture interne del seno)
  • TAC (tomografia computerizzata) serve per produrre immagini del corpo in sezione trasversale
  • Fluoroscopia, è un esame che serve per visualizzare il corpo in modo dinamico e vedere ad esempio dove rimuovere la placca delle arterie coronarie o dove posizionare gli stent per mantenere aperte le arterie
  • Radioterapia nel trattamento del cancro.


 

Rapporto rischi/benefici

radiografia,rischi,benefici,dolore,radiazioni
Radiografia del ginocchio che mostra viti e placche di un precedente intervento chirurgico

Le radiografie in medicina hanno migliorato la capacità di individuare una malattia o un infortunio abbastanza presto per poterlo gestire, trattare o curare.
Se è applicato ed eseguito in modo appropriato, quest’esame può migliorare la salute e persino salvare la vita di una persona.

I raggi x possono danneggiare il tessuto vivente.
I rischi più significativi sono:
1) un piccolo aumento della possibilità di sviluppare il cancro in futuro, dipende da almeno tre fattori: la dose di radiazioni, l’età a cui si effettua l’esame e il genere (maschile o femminile) della persona esposta, le femmine hanno un rischio maggiore.
2) Cataratta e bruciature della pelle in caso di importante esposizione alle radiazioni e solo in alcuni tipi di esami o procedure mediche.


 

Informazioni per i pazienti
Bisogna informare i tecnici di radiologia in anticipo se si è incinta o si pensa di esserlo.


 

Quali anomalie mostra una radiografia?

  • Speroni ossei
  • Deformità della colonna vertebrale (ad esempio la scoliosi)
  • Lussazione
  • Fratture e formazione del callo osseo (saldatura)
  • Assottigliamento delle ossa (osteoporosi)
  • Riduzione dello spazio tra le vertebre
  • Artrosi cervicale
  • Osteomielite
  • Differenze nella lunghezza degli arti inferiori e slivellamento del bacino

Il test può essere eseguito anche per:

  • Forte tosse
  • Epiglottite
  • Individuazione di un corpo estraneo
  • Tumori


 

Radiografia del Torace

Una RX del torace è un esame sicuro e indolore che utilizza una piccola quantità di radiazioni per visualizzare un immagine del petto di una persona.
Quest’immagine include organi e strutture come cuore, polmoni, grandi vasi sanguigni, diaframma, una parte delle vie respiratorie, i linfonodi, la parte dorsale e cervicale della colonna vertebrale, le costole, la clavicola e lo sterno.
Le parti del corpo più dense come il cuore e le ossa bloccano il passaggio del fascio di raggi x attraverso il corpo e appaiono bianche sulla lastra.
I fasci di raggi x passano attraverso gli organi cavi come i polmoni che appaiono neri.


 

Rischi della radiografia del Torace

In generale, la radiografia del torace è molto sicura. Sebbene ogni esposizione ai raggi x comporta qualche rischio per il corpo, la quantità utilizzata per analizzare la gabbia toracica è piccola e non è considerata pericolosa.
I bambini nell’età dello sviluppo sono più sensibili alle radiazioni e corrono maggiori rischi.
Una RX del torace dà una dose di radiazioni simile alla quantità a cui si è esposti quotidianamente per circa 2-3 giorni.
La radiografia lombare causa l’assorbimento di una quantità di radiazioni che equivale a 7 mesi di esposizione alle fonti naturali.


 

Perchè si esegue la radiografia del torace?

Innanzitutto si può valutare il parenchima polmonare che è la struttura dei polmoni, se ci sono versamenti di liquidi, focolai, collassamenti, noduli, ecc.
Si possono vedere i segni dell’infezione da polmonite o da tubercolosi.

Le indicazioni della radiografia sono tante:

  • dolore al petto,
  • un trauma,
  • Respiro affannoso o tosse persistente,
  • Sospetto di un problema cardio-vascolare,
  • Presenza di malattie in altri organi che interessano anche il torace,
  • Controllo del posizionamento di alcuni dispositivi: drenaggi, pacemaker, cateteri venosi centrali, ecc,
  • In prospettiva di un intervento chirurgico,
  • Controllo dei pazienti critici.


 

Radiografia per la scoliosi

radiografia,lombare,scoliosi,dolore,lombare,vertebre
Radiografia della schiena

I bambini con scoliosi hanno una colonna vertebrale che curva da un lato, può avere una forma a S oppure a C.
In genere una piccola curvatura non causa problemi, ma una deviazione grande può essere visibile ad occhio nudo e quindi causa disagio.
Una curva della colonna vertebrale può inclinare il corpo a sinistra o a destra.
Una scapola é più in alto rispetto all’altra e il bacino può essere inclinato da un lato.
Se la scoliosi è grave può influenzare la funzionalità respiratoria e cardiaca, inoltre può causare danni alle articolazioni della colonna vertebrale e dolore nell’età adulta.
Durante le visite a scuola, i medici controllano regolarmente i bambini per vedere se i bimbi hanno questa deformità.
Se si sospetta una scoliosi, il medico può ordinare le radiografie per misurare la curvatura della colonna vertebrale.
L’angolo della curva è misurato in gradi sulla radiografia, questo valore serve al medico per decidere se c’è bisogno di una cura e come intervenire.
I raggi x aiutano a determinare il tipo di scoliosi e la maturità dello scheletro del bambino, così il medico può prevedere se la deformità progredirà.


 

Radiografia dell’addome

Una radiografia addominale è un esame che mostra l’immagine delle strutture e degli organi della pancia (addome): stomaco, fegato, milza, intestino e il diaframma che è il muscolo che separa il petto dalla pancia.
Spesso si fanno due radiografie in diverse posizioni.


 

Cosa analizza?

La radiografia all’addome si effettua per vedere:

  • La causa di mal di pancia o pancia gonfia con nausea e vomito continui
  • La causa di dolore lombare su entrambi i lati della colonna vertebrale (dolore al fianco destro o sinistro). La dimensione, la forma e la posizione del fegato, della milza e dei reni.
  • La presenza di calcoli nella cistifellea, nei reni, negli ureteri o nella vescica.
  • La presenza di aria nell’intestino.
  • La presenza di un oggetto che è stato ingoiato o messo in una cavità del corpo.
  • La forma, la lunghezza ed eventuali dilatazioni o restringimenti dell’esofago.
  • La corretta posizione dei tubi utilizzati dal medico durante alcuni trattamenti, come ad esempio un sondino nasogastrico nello stomaco, una sonda gastrica nello stomaco, un catetere ureterale, un catetere usato per la dialisi, uno shunt per drenare il liquido dal cervello allo stomaco, ecc.


 

È meglio la radiografia o la risonanza magnetica?


Una radiografia è un esame veloce, facile e relativamente a buon mercato.
Può essere sufficiente per diagnosticare o valutare i problemi di salute.
Tuttavia, una radiografia normale ha un uso limitato.
Ci sono altri esami di diagnostica che mostrano in maniera molto più dettagliata i tessuti del corpo, per esempio la TAC, la Risonanza magnetica (RMN) ecc.
Gli organi interni e i tessuti molli si valutano meglio con una Risonanza, quest’esame è prescritto anche per sapere se c’è una lesione dei tendini, del menisco o dei legamenti crociati del ginocchio.
Per valutare le ossa, la radiografia è l’esame di prima scelta, anche se per mostrare una microfrattura serve una TAC o una RMN.
Il vantaggio della radiografia è che permette di vedere le condizioni delle articolazioni con il carico, per esempio si esegue spesso alle ginocchia con il paziente in piedi per valutare l’artrosi del ginocchio.
La risonanza e la TAC si effettuano da sdraiati, non si vede l’effetto della gravità sul corpo, quindi le immagini non rispecchiano esattamente la realtà.

Non tutti possono eseguire la RMN perché sfrutta un forte campo magnetico che può interferire con dispositivi e protesi all’interno del corpo.
Il costo e i tempi d’attesa per una radiografia sono molto minori rispetto ad una Risonanza magnetica.