Linfonodo sentinella positivo o negativo

 

Risultati della biopsia del linfonodo sentinella

L’esito della biopsia del linfonodo sentinella può essere negativo o positivo.

 

INDICE

 

    1. Linfonodo sentinella negativo: il tumore non è presente nel linfonodo. Non si rimuovono le altre ghiandole linfatiche.
    2. Linfonodo sentinella positivo: La biopsia del linfonodo sentinella indica che il cancro si è sviluppato all’interno del linfonodo sentinella, può essere presente in altri linfonodi vicini (chiamati linfonodi regionali) ed eventualmente in altri organi. Si possono rimuovere ulteriori linfonodi nella zona.

 

Biopsia normale del linfonodo sentinella

  • Il colorante o tracciante fluisce uniformemente al linfonodo sentinella.
  • Il linfonodo ha un numero normale di cellule linfonodali.
  • La struttura del linfonodo e le cellule hanno un aspetto normale.
  • Non sono presenti tumori.È possibile che il paziente abbia un tumore benigno ad un organo.
Biopsia anomala del linfonodo sentinella

  • Il colorante o tracciante non fluisce uniformemente al linfonodo sentinella.
  • Il linfonodo sentinella non può essere identificato.
  • Si possono vedere delle cellule tumorali.Le cellule tumorali possono originare nei linfonodi, come nel linfoma di Hodgkin.
  • Le cellule tumorali possono diffondere o metastatizzare da altri siti, come nel carcinoma alla mammella o nel melanoma.

 

  • In una biopsia del linfonodo sentinella si preleva meno tessuto, ma se ne analizza di più rispetto a una dissezione linfonodale standard.
  • Se fosse presente un tumore, possono essere necessari più interventi chirurgici per controllare gli altri linfonodi.
  • Il gonfiore intorno alla zona trattata è meno frequente nella biopsia del linfonodo sentinella rispetto a una dissezione linfonodale.
  • Il colorante blu di metilene può rendere la pelle blu per diversi giorni dopo la biopsia. L’urina può diventare verde per 1 o 2 giorni.
  • È possibile avere dei risultati falsi-negativi dal piccolo campione prelevato durante una biopsia del linfonodo sentinella.

 


La chirurgia per il tumore al seno: la quadrantectomia

Esistono due tipi di chirurgia:

Mastectomia: prevede la rimozione totale del seno. Il seno è sostituito con protesi che garantiscono un buon risultato estetico

Quadrantectomia: La quadrantectomia è un’operazione chirurgica in cui si asporta un “quadrante” (circa un quarto) del seno, compreso il tessuto che circonda un tumore maligno. Si chiama anche mastectomia parziale o segmentale.

  • Questo diminuisce il rischio che le cellule anomale rimangano nel tessuto e si diffondano localmente o ad altre parti del corpo (un processo chiamato metastasi).
  • Generalmente, si effettua l’asportazione di circa un quarto della dimensione del seno (da qui, il “quadrante” in quadrantectomia).
  • Poi si ricostruisce il tessuto restante per ridurre al minimo gli eventuali difetti estetici e si sutura.
  • Si possono immettere nella pelle dei drenaggi temporanei per rimuovere il liquido in eccesso dalla regione trattata chirurgicamente.
  • In alcuni pazienti si possono rimuovere i linfonodi da sotto il braccio (chiamati linfonodi ascellari) sullo stesso lato del tumore.
  • Bisogna rimuovere meno linfonodi possibili perché asportarne troppi rischia di causare complicazioni gravi, per esempio un linfedema al braccio.
  • Il chirurgo sutura la ferita con punti riassorbibili: non devono essere rimossi.

 

Risultati
Nella maggior parte dei pazienti non si verificano recidive del cancro se si effettua la:

Uno studio ha seguito i pazienti per un periodo di 20 anni dopo l’intervento chirurgico conservativo al seno e ha mostrato che solo il 9% ha avute delle recidive del cancro.

 


Rischi della biopsia al linfonodo sentinella

In seguito alla rimozione dei linfonodi ascellari:

  • Il rischio di linfedema è del 25% circa,
  • Il rischio di sensazioni cutanee anomale (ad esempio perdita di sensibilità) è del 20%.
  • Circa il 17% delle donne sottoposte a un intervento chirurgico conservativo al seno ha uno scarso risultato estetico (per esempio, asimmetria o distorsione della forma).
  • Il rischio di complicanze provocate dall’anestesia generale è minore dell’1%.

 

Complicanze della biopsia del linfonodo sentinella

Generalmente la biopsia del linfonodo sentinella è una procedura sicura, ma come qualsiasi intervento chirurgico può dare delle complicazioni, per esempio

  • Sanguinamento;
  • Dolore o ecchimosi nella zona della biopsia;
  • Formazione di aderenze;
  • Infezione;
  • Reazione allergica al colorante utilizzato per la procedura;
  • Linfedema: una malattia in cui i vasi linfatici non sono in grado di drenare adeguatamente la linfa da una regione del corpo causando l’accumulo di liquidi e il gonfiore.