Linfociti alti o bassi

INDICE

Linfociti alti (o linfocitosi) significa che i globuli bianchi chiamati linfociti sono ad un livello più alto del normale.


I linfociti aiutano a combattere le malattie, quindi è normale vedere un temporaneo aumento del numero dei linfociti dopo un’infezione, per esempio un raffreddore.
I valori normali dei leucociti nell’uomo e nella donna adulta sono 3.000/mmc.
Nei bambini, il valore dipende dall’età, ma può arrivare a 7.000 a 9.000 per microlitro.
Nella formula leucocitaria (percentuale dei diversi tipi di globuli bianchi rispetto al totale), i linfociti dovrebbero avere una percentuale del 20-40% del totale.

Linfociti alti o bassi
Se i valori sono alti di poco, probabilmente non bisogna preoccuparsi, ma si consiglia di mostrare i dati al medico perché lui conosce il quadro clinico personale.
Non esiste un trattamento per questo sintomo specifico, la terapia dipende dalla causa.


 

Tipi di linfociti

I linfociti sono divisi in:
1. Linfociti B
2. Linfociti T
3. Cellule natural killer (NK)
4. Grandi linfociti granulari (LGL)

I linfociti B producono gli anticorpi, mentre i linfociti T distruggono i microrganismi patogeni o le cellule infettate con l’aiuto di questi anticorpi.
Le cellule NK distruggono le cellule infettate.


 

Cause dei linfociti alti

Pertosse o influenza
Sia la pertosse sia l’influenza sono malattie respiratorie che possono aumentare la conta dei linfociti.
La pertosse provoca una grave tosse, mentre l’influenza può causare stanchezza, febbre e difficoltà respiratorie.

Leucemia linfocitica acuta
La leucemia linfatica acuta è un tumore del midollo osseo e del sangue.
Questa malattia è considerata”acuta” perché causa una produzione eccessiva di cellule immature del sangue ed evolve rapidamente.
Oltre ai linfociti alti, tra gli altri sintomi ci sono i linfonodi ingrossati, epistassi (sangue dal naso), infezione, febbre, dolori alle ossa e sanguinamento alle gengive.

Leucemia linfatica cronica
Questa malattia è simile a quella acuta, ma progredisce più lentamente della maggior parte dei tipi di leucemia.
Questo disturbo provoca i linfociti alti nelle analisi del sangue degli adulti e degli anziani.

Mononucleosi
La mononucleosi è una patologia contagiosa che colpisce soprattutto gli adolescenti e i giovani.

Tra i sintomi ci sono:

Citomegalovirus
Il citomegalovirus (CMV) fa parte della famiglia degli herpes virus.
Anche se il virus rimane per tutta la vita nel corpo in forma latente, raramente si notano i sintomi.
Di solito le donne in gravidanza, i neonati o chi ha un sistema immunitario depresso possono lamentare i sintomi.

HIV/AIDS
L’AIDS è una malattia cronica e pericolosa, è causato dal virus dell’HIV (virus dell’immunodeficienza umana).
È una malattia sessualmente trasmissibile, ma il contagio si può verificare durante la gravidanza, il parto e l’allattamento al seno oppure a causa del contatto con sangue infetto.

Vasculite
La vasculite o arterite è provocata dall’infiammazione de vasi sanguignisi e può causare la fibrosi, il restringimento, l’indebolimento o l’ispessimento delle pareti dei vasi sanguigni. Alcuni tipi di vasculite sono solo in forma acuta e durano solo per poco tempo, ma altri sono cronici e di lunga durata.

Mieloma multiplo
Il mieloma multiplo è un tumore che colpisce le plasmacellule: un tipo di globuli bianchi (linfociti B) che si trova nel midollo osseo e produce degli anticorpi per combattere le infezioni.

Altre cause
L’epatite è l’infiammazione del fegato e può avere sintomi tra cui pancia gonfiadolore, stanchezza e pelle e occhi giallli. In questo caso anche la VES può risultare elevata (intorno a 30).
Il morbo di Crohn è una malattia autoimmune che provoca l’infiammazione cronica del tubo digerente.
Ulteriori sintomi includono perdita di peso, diarrea e dolore addominale.
Le infezioni da protozoi possono causare la leucocitosi, per esempio la toxoplasmosi.


 

Cause dei linfociti alti e neutrofili bassi

Infezione virale
La causa più prbabile di linfocitosi e neutropenia lieve è un’infezione virale, per esempio la parotite, morbillo, influenza, epatite e mononucleosi.
Di solito, in caso di infezione i leucociti totali sono alti, ma l’aumento dei linfociti provoca la riduzione della produzione e della maturazione dei neutrofili.
I linfociti possono rimanere alti anche dopo aver preso l’antibiotico.

Neutropenia ciclica
La neutropenia ciclica è una malattia genetica caratterizzata da una periodica diminuzione della conta dei neutrofili.
La fase di neutropenia dura per 3-5 giorni, in questo periodo il numero dei neutrofili (ANC) scende sotto le 200 cellule per µl di sangue.
Dopo questa fase, i neutrofili aumentano fino ad un livello normale.
Il calo di questi leucociti si verifica circa ogni 21 giorni ed è causato dalla durata dei neutrofili.
Il paziente avverte spesso ripetuti episodi di malessere, febbre, infezioni e ulcere.

Linfoma
Il linfoma è caratterizzato dalla formazione di tumori solidi, a causa di un anomalo aumento dei linfociti maturi.
Quando tali cellule tumorali infiltrano il midollo osseo, la proliferazione e la differenziazione dei neutrofili è ridotta, quindi si verifica una neutropenia.
Tra i sintomi ci sono linfonodi gonfi, febbre, sudorazione notturna, stanchezza, prurito sulla pelle, mal di pancia, splenomegalia e/o fegato ingrossato.
In questo caso, il medico può prescrivere la chemioterapia.

Malattie autoimmuni
Alcune malattie autoimmuni tra cui la sindrome di Felty (si verifica insieme all’artrite reumatoide) e lupus eritematoso sistemico (Les) sono caratterizzati da una risposta infiammatoria e causano un aumento del numero dei grandi linfociti granulari. Queste cellule si infiltrano il midollo osseo e ostacolano la produzione dei neutrofili.

 

Leucemia,linfociti,milza

La sindrome di Felty provoca dolori articolari, gonfiore, infezioni ricorrenti, stanchezza, deformità delle ossa e delle articolazioni , ecc.
Il lupus è caratterizzato dallo sviluppo di un’eruzione cutanea a farfalla sul viso insieme a perdita dei capelli, piaghe alla bocca, febbre e aumento della sensibilità alla luce solare (fotofobia).

Un valore alto di linfociti si può notare insieme alla VES e alla PCR alti. Questi valori indicano che c’è un’infiammazione, ma non sono specifici per una patologia ben precisa.

Leucemia
I diversi tipi di leucemie associate a neutropenia sono:

  1. Leucemia a grandi linfociti granulari (LGL)
  2. Leucemia mieloide acuta (AML)
  3. Leucemia linfatica acuta (ALL) e cronica (CLL)

La leucemia provoca l’aumento dei progenitori dei linfociti. Di conseguenza, la conta dei linfociti è elevata e influisce sulla produzione e differenziazione dei granulociti neutrofili.
Tra i sintomi ci sono:


 

Cosa significa linfociti bassi nel sangue?

I linfociti sono bassi quando scendono sotto il 15% dei globuli bianchi totali.
Tra le cause ci sono:

  • Corteccia surrenale iperattiva
  • Sclerosi multipla
  • Miastenia gravis (debolezza muscolare)
  • Sindrome di Guiallain-barré (debolezza alle braccia e gambe a causa del danno ai nervi)

Ematopoiesi,globuli bianchi,rossi,piastrine

 

Valori elevati degli altri tipi di globuli bianchi

I monociti alti possono essere causati da:

  • Una malattia infiammatoria cronica (ad es. il morbo di Crohn o la colite ulcerosa)
  • Un’infezione virale o da parassiti
  • Un’infezione batterica nel tuo cuore
  • Una malattia autoimmune (per esempio, vasculite, artrite reumatoide o lupus)
  • Alcuni tipi di leucemia

Gli eosinofili alti sono causati da:

  • Un’infiammazione della pelle (eczema o dermatite)
  • Un’infezione parassitaria
  • Un disturbo infiammatorio (per esempio la celiachia)
  • Alcuni tumori

I basofili alti nel sangue si vedono in caso di:

Se avete un persistente aumento o diminuzione dei livelli di questi tipi di globuli bianchi, il medico sarà probabilmente per ulteriori prove, come ad esempio una biopsia del midollo osseo, per determinare la causa sottostante. Una volta individuata la causa dei vostri risultati anormali, medico discuterà le opzioni di gestione con voi.

Biopsia del midollo osseo,bacino,ago


 

Rimedi naturali per i linfociti alti o bassi

Non esiste un rimedio naturale specifico per i linfociti alti o bassi, ma una sana alimentazione e l’esercizio fisico regolare sono fondamentali per curare le altre malattie.