Colesterolo HDL e LDL

INDICE


 

Cosa significa colesterolo HDL e LDL?

Il colesterolo è fondamentale per diverse funzioni nell’organismo, per esempio le membrane cellulari e gli ormoni sono composti dal colesterolo.
Una molecola di colesterolo è un lipide (grasso), cioè una categoria di sostanze insolubili in acqua come l’olio.

Dato che non si scioglie nell’acqua o nelle sostanze acquose come il sangue, il colesterolo non si può spostare nel sangue da solo.
Per viaggiare in tutto il corpo, il colesterolo si unisce ad alcune proteine formando una lipoproteina (lipidi + proteine).
Tuttavia, non tutte le lipoproteine sono uguali.
Ci sono delle lipoproteine ad alta densità (HDL) dette anche colesterolo “buono”.

Colesterolo HDL e LDL

Quando le lipoproteine hanno una quantità di colesterolo maggiore delle proteine, le cellule hanno dei recettori speciali che si legano strettamente a queste sostanze mentre circolano nel sangue.
Questa lipoproteina a bassa densità (LDL) o colesterolo “cattivo” si attacca alle arterie e forma delle placche.


 

Esami e test per il colesterolo HDL e LDL

I livelli di colesterolo dovrebbero essere misurati almeno una volta ogni cinque anni dopo aver compiuto i 20 anni.
Il colesterolo alto non provoca sintomi, ma può essere pericoloso.
Gli esperti raccomandano agli uomini over 35, agli anziani e alle donne con almeno 45 anni dei controlli più frequenti.

La prima cosa che il medico deve fare è il calcolo del colesterolo LDL secondo la Formula di Friedewald:

LDL = CT – (HDL + TR / 5)

in cui CT è il colesterolo totale, HDL la frazione HDL del colesterolo e TR sono i trigliceridi.
Se il colesterolo cattivo non è dosato nel plasma, si può calcolare con questa formula.
Il colesterolo LDL è infatti quello più pericoloso per il rischio cardiovascolare, ma bisogna sapere anche se il paziente ha i trigliceridi alti.
L’accumulo di colesterolo LDL ossidato nelle arterie provoca l’aterosclerosi che aumenta il rischio di infarto del miocardio e ictus.

Il test per il colesterolo consiste in un esame del sangue chiamato profilo lipidico.
Il profilo lipoproteico include:

  • Colesterolo totale, composto da HDL + LDL + VLDL (lipoproteina a densità molto bassa che contiene molti trigliceridi)
  • LDL (chiamato anche colesterolo”cattivo”)
  • HDL (chiamato anche colesterolo “buono”)
  • Trigliceridi (grassi trasportati nel sangue dal cibo che mangiamo). Le calorie in eccesso, l’alcool o lo zucchero nel corpo sono convertiti in trigliceridi e si accumulano nelle cellule adipose del corpo.

I valori normali (ottimali) di LDL non devono essere considerati come unico parametro di riferimento.
Bisogna valutare il paziente in base agli altri fattori di rischio cardiovascolare all’età, pressione sanguigna, se fuma e se prende dei farmaci per ridurre la pressione sanguigna.
In gravidanza, i valori giusti di colesterolo sono un po’ più alti della norma.
Nei bambini il valore ideale di colesterolo totale è minore di 160.
Il medico controlla queste informazioni per il calcolo del rischio di gravi problemi di cuore tra 10 anni.


 

Calcolo dell’indice di rischio 

L’indice di rischio cardiovascolare è il rapporto colesterolo totale / HDL non dev’essere superiore a 5 per gli uomini e 4,5 per le donne.
Per una persona sana, questo rapporto dovrebbe essere inferiore a 5 per gli uomini e 4,5 per le donne.
Una persona con colesterolo totale a 250 e colesterolo HDL a 85 ha un indice di rischio pari a 2,94 ed è in una situazione migliore rispetto a un individuo con colesterolo totale a 200 e HDL a 40 perchél’indice di rischio è 5.
È importante capire che il valore di colesterolo totale è meno importante dell’indice di rischio ed è meglio avere un colesterolo HDL alto.


 

Quanto dev’essere il colesterolo? I valori giusti 

 

Tabella del colesterolo totale

Inferiore a 200 mg/dL Desiderabile (normale)
Tra 200 e 239 mg/dL Un po’ alto, ma vicino ai limiti
Oltre 240 mg/dL Alto

 

Colesterolo HDL nel sangue

Inferiore a 40 mg/dL (uomini)
Inferiore a 50 mg/dL (donne)
Basso o troppo basso (fattore di rischio positivo)
40-49 mg/dL (uomini)
50-59 mg/dL (donne)
Medio
Superiore a 60 mg/dL Buono (fattore di rischio negativo o fattore protettivo)

 

Colesterolo LDL nel sangue

Inferiore a 70 mg/dL Ideale per le persone a rischio molto elevato di cardiopatia
Inferiore a 100 mg/dL Ideale per le persone a rischio moderato di malattie cardiache
100-129 mg/dL Vicino al valore ottimale
130-159 mg/dL Un po’ alto, ma vicino al limite
160-189 mg/dL Colesterolo LDL alto
sopra 190 mg/dL Troppo alto

 

Trigliceridi nel sangue

Sotto 150 mg/dL Desiderabile
150-199 mg/dL Al limite
200-499 mg/dL Elevato
Superiore a 500 mg/dL Molto alto

 


 

Colesterolo alto,ldl,hdl,placche ateroscleroticheCosa fare? Dieta e alimentazione per abbassare il colesterolo LDL e aumentare il colesterolo HDL

Le cause principali del colesterolo alto sono l’alimentazione, lo stile di vita sedentario e la predisposizione genetica.
Il cibo ha un effetto diretto sul livello di colesterolo.
Infatti, una dieta ricca di fibre e di altri alimenti che abbassano il colesterolo può aiutare a ridurre i valori nel sangue più dei farmaci.

Cosa mangiare? Scegliere i grassi più sani
I grassi saturi e i grassi trans alzano il colesterolo totale e colesterolo LDL.
Le calorie giornaliere ottenute con i grassi saturi devono essere meno del 10% del totale.

Dove si trova il colesterolo HDL (buono)?
I grassi monoinsaturi, presenti nell’olio di oliva, di colza e nelle arachidi fanno bene.
Le mandorle e le noci sono altre fonti di grassi che aiutano per avere un colesterolo più basso.
I grassi polinsaturi contenuti nel pesce, nell’olio di pesce, nei semi di lino e nelle verdure a foglia verde sono ricchi di acidi grassi Omega 3 e Omega 6 che sono indispensabili per l’uomo.
Questi elementi devono essere presenti in modo bilanciato nell’alimentazione perché generalmente si mangiano molti omega 6 e pochi omega 3. Nel corpo, gli enzimi che servono per digerire gli omega 6 sono gli stessi di quelli degli omega 3, quindi il rischio è di non poter utilizzare gli omega 3 necessari perché gli enzimi sono già occupati.

Eliminare i grassi trans
I grassi trans sono contenuti nelle margarine esi trovano nei biscotti, cracker e snack dolci. Queste sostanze alzano i livelli del colesterolo LDL (“cattivo”) e abbassano anche il colesterolo di HDL (“buono”).
Bisogna leggere la lista degli ingredienti nelle confezioni degli alimenti perché se c’è scritto olio parzialmente idrogenato significa che è un grasso trans.

Limitare il colesterolo alimentare
Si consiglia di mangiare meno di 300 milligrammi (mg) di colesterolo al giorno, ma se il paziente soffre di una malattia di cuore dovrebbe mangiare meno di 200 mg di colesterolo.
Le fonti più concentrate di colesterolo sono la carne rossa, uova, latte e latticini.
Si consiglia di eliminare questi alimenti dalla dieta, ma se non è possibile bisogna scegliere la carne magra e il latte scremato.

Scegliere i cereali integrali
I nutrienti che si trovano nei grani interi sono utili per  la salute del cuore. Si consiglia di evitare i prodotti raffinati (come il riso bianco) e di mangiare il pane integrale, pasta integrale e riso integrale. L’avena e il miglio sono altre buone scelte.

Mangiare molta frutta e verdura
Frutta e verdure sono ricche di fibra alimentare che può aiutare a ridurre il colesterolo.
La frutta di stagione è perfetta contro il colesterolo alto.

Mangiare del pesce che favorisce la salute del cuore
Alcuni tipi di pesce, come il merluzzo, tonno e halibut hanno meno grassi totali, grassi saturi e colesterolo rispetto carne e pollame.
Salmone, sgombro e aringa sono ricchi di acidi grassi omega-3 (polinsaturi), che favoriscono la salute del cuore.


 

Rimedi naturali per abbassare il colesterolo HDL e LDL

Tra i prodotti naturali che possono ridurre il colesterolo LDL ci sono:

  • Aglio
  • Zenzero
  • Guggul
  • Thè verde
  • Tarassaco

Evitare le bevande alcoliche
L’alcol può aumentare i livelli di colesterolo HDL, ma ci sono troppi effetti collaterali, quindi è meglio limitare più possibile.
Questo significa non più di una un bicchiere di vino rosso al giorno per le donne e due per gli uomini.

Attività fisica regolare
L’attività fisica regolare può aumentare i livelli di colesterolo HDL.
Se il medico lo permette, si possono effettuare fino a 30 a 60 minuti di esercizi al giorno.
Si consiglia una passeggiata giornaliera, pedalare in bicicletta o nuotare quotidianamente.

Non fumare
Se una persona ha il vizio del fumo dovrebbe smettere di fumare per migliorare il livello dicolesterolo HDL.


 

Perché i grassi saturi causano il colesterolo alto? Colesterolo hdl,ldl, differenza

Ci sono due tipi di colesterolo:

  1. LDL, le lipoproteine a bassa densità, conosciute come colesterolo cattivo
  2. HDL, le lipoproteine ad alta densità, dette colesterolo buono

I grassi saturi aumentano il livellodi colesterolo LDL.
Questi grassi sono generalmente solidi a temperatura ambiente.
Il nome saturi indica che gli atomi di carbonio della molecola di grasso sono saturati con degli atomi di idrogeno.

Quali cibi evitare per il colesterolo alto?
I grassi saturi sono presenti in alcuni alimenti di origine animale:

  • Bistecca di carne
  • Pollo
  • Latte intero
  • Formaggio
  • Gelato

Gli esperti raccomandano di mangiare meno di 16 grammi di grassi saturi al giorno (7% delle calorie totali).
Per esempio, 1 cucchiaio di maionese ha 1,5 grammi di grassi saturi, 1 tazza di latte intero contiene 5 grammi di grassi saturi, mentre un panino con uova, formaggio e salsiccia ha circa 18 grammi di grassi saturi.

Come si può vedere, una colazione pesante può causare il superamento del limite giornaliero consigliato.
Ridurre il burro, margarina, latte intero, formaggio e lardo nell’alimentazione non è difficile, ma ci sono tanti prodotti con almeno uno di questi ingredienti.
Si consiglia di eliminare torte e carne dalla dieta, ma bisogna anche ridurre il formaggio, pizza, cioccolato e altri dolci.

Gli oli vegetali non sono sempre salutari, l’olio di cocco o l’olio di palma contengono molti grassi saturi.
Se consiglia di cucinare con oli vegetali come l’olio di mais, olio di oliva o di girasole perché contengono soprattutto grassi insaturi.
È meglio sostituire la carne con pesce, fagioli e noci per abbassare l’apporto totale di grassi saturi.


 

Perché i grassi trans sono cibi da evitare?

C’è un motivo per cui la crema di formaggio è gradevole e liscia quando si apre il pacchetto.
Probabilmente, quel blocco di crema insieme a tanti altri alimenti è stato fatto con olio vegetale che è stato modificato.
I produttori di cibo aggiungono l’olio vegetale (olio di soia spesso) ai biscotti, cracker, ciambelle, patatine fritte e altri dolci e poi lo riscaldano.
Successivamente, pompano delle bolle di idrogeno nell’olio ad alta pressione.
Quando gli atomi di idrogeno si legano agli atomi di carbonio nell’olio, la nuova sostanza (olio parzialmente idrogenato) diventa più solido. Se fosse completamente idrogenato sarebbe duro come una roccia.

L’olio vegetale parzialmente idrogenato è cremoso e più economico del burro, quindi i consumatori e i produttori alimentari lo preferiscono.
Utilizzando questo olio alterato, il cibo si conserva più a lungo e diminuisce la sensazione di unto, ma è molto dannoso per l’uomo.
Questo olio parzialmente idrogenato ha un altro nome: grassi trans o acidi grassi trans.
I grassi trans sono utilizzati in diversi alimenti come biscotti, pasta della pizza, margarina.
I grassi trans aumentano i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e contemporaneamente abbassano il colesterolo buono.