Periartrite della spalla

Il dolore alla spalla può essere causato da infiammazioni o lesioni di muscoli, tendini, ossa, legamenti e nervi, ma anche dagli organi del torace e dell’addome.

spalla,dolore, lesione,infiammazione

Esercizio per la riabilitazione della spalla

La maggior parte delle persone pensano che la spalla si trova nella zona tra il collo e parte superiore del braccio, tuttavia il dolore dalla spalla si sente nella parte superiore del braccio e può irradiarsi verso il braccio.
Il dolore proveniente dal collo si avverte solitamente nella zona tra la spalla e la colonna cervicale.
Il dolore dietro la scapola può originare dalla colonna vertebrale toracica o dalla scapola.

 

Momento di comparsa del dolore:

Dolore costante

La maggior parte dei problemi della spalla causano più fastidi con il movimento.
Strappi e tendiniti della cuffia dei rotatori (sovraspinoso, sottospinoso, sottoscapolare e piccolo rotondo) sono più dolorosi svolgendo attività come il alzare il braccio o lanciare una palla.
Il dolore costante è raro per chi soffre di queste patologie.
La spalla congelata o capsulite adesiva può causare dolore costante, ma solitamente fa più male quando si arrivare dietro la schiena o sopra la testa.
D’altra parte alcune patologie causano dolore costante a prescindere dal movimento: l’infiammazione dei nervi del collo, l’artrite e la sindrome dello stretto toracico.

 

Dolore notturno


È tipico nei disturbi della cuffia dei rotatori.
I pazienti con una lesione o una tendinite della cuffia dei rotatori possono essere svegliati durante la notte oppure hanno difficoltà ad addormentarsi a causa del dolore alla spalla.

Il dolore notturno alla spalla è un problema frequente che interessa milioni di persone ogni anno. Quando un individuo soffre di tendinite della cuffia dei rotatori, riferisce dolore a letto nelle prime ore di sonno. Questo fastidio provoca frequentemente disturbi del sonno al paziente.
Per il soggetto colpito, il dolore notturno alla spalla è importante in quanto interferisce con il riposo e non permette di avere un sonno ristoratore.
Il corpo in genere si ripara e attiva i processi di guarigione durante la notte, ma quando il corpo soffre di problemi della cuffia dei rotatori, aumenta i danni al tendine del sopraspinato.
Il paziente, spesso non avverte fastidio durante il giorno perchè la spalla sta in posizione verticale quando la persona è in piedi o seduta.
Durante il giorno, il tronco è in posizione verticale e il peso del braccio esercita una trazione sulle spalle allargando lo spazio tra l’acromion e la testa dell’Omero.
In questo modo, la pressione sulla borsa e sui tendini dell’articolazione diminuisce e la circolazione sanguigna riesce ad arrivare ai tendini senza ostacoli.
Di notte il corpo è orizzontale e la gravità non esercita una forza di trazione, quindi il dolore torna perché la parte superiore del braccio pizzica il tendine del sovraspinoso ostacolando il flusso di sangue.
Questa carenza di ossigeno e di sangue arterioso provoca infiammazione del sovraspinato e questo causa dolore notturno alla spalla.
Questo è un problema per molti motivi, principalmente perché si instaura un circolo vizioso dato che le persone dormono in posizione orizzontale.
In genere se qualcuno dorme con il gomito sotto il cuscino o lontano dal tronco può peggiorare la situazione perché la tuberosità maggiore dell’omero spinge ulteriormente il sovraspinato contro il legamento coraco-acromiale.

 

Limitazione dei movimenti

limitazione,movimento,elevazione,flessione,spalla

Limitazione del movimento di elevazione

La mobilità della spalla può essere limitata per molte patologie, ma in modi diversi.
In generale, si parla di ampiezza attiva di movimento (quello che il paziente riesce a fare da solo) e ampiezza passiva di movimento (il livello in cui si arriva con l’aiuto del fisioterapista).
Una limitazione della mobilità attiva è generalmente un problema della cuffia dei rotatori.
In questa situazione, il muscolo non lavora in modo appropriato, quindi la spalla si sente rigida, ma se qualcuno alza il braccio del paziente, la spalla si muove normalmente.
La perdita dell’ampiezza di movimento passivo si verifica in caso di spalla congelata e artrite.
La spalla congelata è caratterizzata da un accumulo di tessuto cicatriziale intorno alla spalla che causa la perdita di mobilità, anche se qualcun’altro cerca di muoverlo.
L’artrite della spalla può causare calcificazioni e un erosione della cartilagine che possono limitare l’ampiezza di movimento.

 

Debolezza

Dato che la spalla è circondata da 17 muscoli, esistono molte patologie che possono limitare la forza.
Ci sono quattro muscoli nella “cuffia dei rotatori” che sono fondamentali per il movimento dell’articolazione.
Questi non sono i grandi muscoli che si usano per sollevare gli oggetti pesanti, ma sono fondamentali per il normale funzionamento della spalla e i disturbi della cuffia dei rotatori limitano significativamente la forza della spalla.
Il medico può isolare ogni muscol<o della cuffia dei rotatori con test specifici per capire dove può essere l’origine del problema.
A volte i muscoli della cuffia dei rotatori non funzionano normalmente a causa di un infiammazione, altre volte perché sono lacerati o strappati.


Instabilità

In caso di spalla instabile la sensazione è di un braccio che sta per staccarsi dall’articolazione.
Dopo una lussazione di spalla,  i legamenti che tengono la testa dell’omero nella sua posizione potrebbero essere danneggiati e spesso si continua a sentire la tendenza al distacco per parecchi mesi.
Altre persone hanno legamenti allentati che provocano una spalla cronicamente instabile chiamata instabilità multi-direzionale.
Questo disturbo è chiamato sublussazione e colpisce le donne giovani e atletiche che non sentono la spalla stabile nella sua posizione.

 

Scrosci articolari o scricchiolio

I rumori della spalla tendono a verificarsi a causa di un disturbo sottostante.
I problemi del labbro (o cercine) glenoideo oppure del tendine del bicipite possono causare una sensazione di spalla che salta via.
Quando il tendine del bicipite è instabile, si può spostare dalla sua sede anatomica provocando una sensazione di schiocco.
Il cercine della spalla è un bracciale di cartilagine che rende più profonda la cavità della spalla in cui si inserisce il braccio.
Le lesioni del cercine possono rendere instabile la spalla causando un click durante i movimenti.
L’artrite può provocare l’usura della cartilagine dell’articolazione della spalla.

Se le superfici articolari hanno cartilagine consumata, le ossa scorrono una contro l’altra causando un rumore chiamato crepitio.

 

Dolore lancinante alla spalla

Se si pensa alle attività quotidiane ci si rende conto che molte coinvolgono l’uso dei muscoli della spalla e dell’articolazione, direttamente o indirettamente.
Quindi, a causa dell’uso eccessivo si può verificare un forte dolore, ma ci sono altre cause.

Distrazione o lacerazione muscolare
A volte, i muscoli della spalla si possono lesionare a causa di un programma di allenamento estremamente duro.
Un muscolo si può strappare perché si esegue un movimento violento che provoca a una forte pressione su una parte delicata del muscolo.
Quando il muscolo subisce uno stiramento, causa un dolore lancinante quando si prova a muovere.
Per evitare questo dolore, è meglio fare un adeguato riscaldamento prima dell’allenamento.

Infortunio della cuffia dei rotatori
Il dolore alla spalla può anche essere causato da un infortunio alla cuffia dei rotatori. La cuffia dei rotatori è una struttura composta da muscoli e tendini che aiutano a mantenere la spalla nella sua sede.
Una lesione può essere provocata da un eccessivo allenamento, un movimento ripetitivo sbagliato o un forte trauma alla spalla come una caduta o un incidente.
Gli sport che mettono più in pericolo la spalla sono: tennis, pallavolo, football americano,  judo, lancio del peso e del giavellotto.

kinesio,taping,dolore,contrattura,gonfiore

Kinesio-taping per contratture e gonfiore

Kinesio Taping per contratture, infiammazioni, contusioni ed edemi alla spalla
Azione: decontratturante-drenante. Forma: Due strisce a ventaglio. Lunghezza: 25cm. Applicare il ventaglio anteriore estendendo il braccio posteriormente, quello posteriore portando il braccio anteriormente. Evitare le prominenze ossee come l’acromion della scapola.

 

Dolore post-intervento

Il dolore post-operatorio della spalla varia in base all’intervento subito.
In caso di acromion-plastica, instabilità di spalla e ricostruzione della cuffia dei rotatori, il dolore passa gradualmente in 6 mesi circa, può rimanere un fastidio in certe situazioni anche dopo questo periodo di convalescenza.

Dolore respirando profondamente
Se si avverte dolore alla spalla respirando profondamente o quando si tossisce o starnutisce, è probabile che la causa sia dorsale.

Leggi anche: Cause di dolore alla spalla  –  zone di dolore alla spalla  –  test e diagnosi per la spalla

 

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista Tel 0522/260654 Defilippo.massimo@gmail.com
P. IVA 02360680355

http://www.facebook.com/fisioterapiarubierese?ref=hl

http://www.fisioterapiareggio.com

© Scott Maxwell – fotolia.com