Instabilità della spalla – sublussazione

L’instabilità della spalla si verifica quando la testa dell’omero è spinta fuori dalla spalla. Questo può accadere a causa di un trauma improvviso o di un movimento violento.
Le lussazioni di spalla possono essere parziali, con la testa dell’omero solo parzialmente separata dalla scapola.
La lussazione parziale è chiamata sublussazione, in questo caso non serve che l’ortopedico la rimetta al suo posto.

Lussazione significa che l’omero esce completamente dalla glena della scapola.
Dopo la prima volta, i legamenti, i tendini e i muscoli intorno alla spalla diventano lassi o strappati, da quel momento è probabile che si verifichino ulteriori lussazioni.
L’instabilità cronica della spalla avviene quando i muscoli e i legamenti non sono in grado di tenere il braccio unito alla la scapola in maniera sufficiente e la spalla scivola fuori posto ripetutamente.
Le lussazioni ricorrenti possono essere parziali o complete, causano dolore e instabilità quando si solleva il braccio o si allontana dal corpo.
Ripetuti episodi di sublussazioni o lussazioni portano ad un aumento del rischio di sviluppare l’artrosi dell’articolazione.

Il cercine glenoideo o labbro glenoideo è un anello di cartilagine fibrosa che circonda la glena della scapola, è uno stabilizzatore statico in cui si inseriscono la capsula e alcuni legamenti.
La lesione di Bankart è il distacco della parte anteriore e inferiore del cercine.

 

Lesione del labbro glenoideo,bankart,slap,instabilità

 

Sintomi
I sintomi di instabilità cronica della spalla sono:

  • Dolore causato dall’infortunio
  • Lussazioni ricorrenti
  • Una persistente sensazione di braccio slegato che scivola dentro e fuori dalla spalla, o semplicemente si sente “appeso”

Trattamento
Inizialmente, il trattamento per l’instabilità cronica di spalla non è chirurgico.
Se quest’opzione non allevia il dolore e l’instabilità, l’intervento può essere necessario.

Spesso ci vogliono parecchi mesi di terapie ed esercizi di rinforzo prima che la spalla ritorni abbastanza stabile.
È necessario effettuare alcuni cambiamenti dello stile di vita per evitare attività che aggravano i sintomi.
I farmaci antinfiammatori non steroidei come l’aspirina e l’ibuprofene riducono il dolore e il gonfiore.
Il rinforzo dei muscoli della spalla e gli esercizi per il controllo della spalla possono aumentare la stabilità. Il fisioterapista imposta un programma di esercizi da effettuare:

  • A casa
  • In palestra.
Dolore alla spalla
Dolore alla spalla

Kinesio-Taping per instabilità di spalla
Azione: stabilizzante. Forma: Una striscia a ”Y”. Lunghezza: da sotto al deltoide fino all’acromion. Applicare sia la coda anteriore che quella posteriore con una discreta tensione (25-50% della lunghezza), tenendo la spalla in posizione neutra.

Intervento chirurgico
La chirurgia è spesso necessaria per riparare i legamenti strappati o allungati in modo da tenere l’articolazione della spalla in sede.

Le lesioni di Bankart (del labbro glenoideo) possono essere riparate chirurgicamente. Si inseriscono delle suture e delle “ancorine” in plastica per riattaccare il cercine glenoideo all’osso.
Artroscopia. I tessuti molli della spalla possono essere riparati utilizzando piccoli strumenti e piccole incisioni. Questa è una procedura che si può eseguire in day hospital.
L’artroscopia è la chirurgia mini-invasiva. Il chirurgo vede dentro la spalla tramite una piccola telecamera ed esegue l’operazione con speciali strumenti lunghi e sottili.

Chirurgia a cielo aperto
Alcuni pazienti potrebbero aver bisogno di un intervento chirurgico a cielo aperto.
Il chirurgo deve eseguire un’incisione più grande sulla spalla per riparare i tessuti danneggiati.
Riabilitazione – Dopo l’intervento chirurgico, la spalla dev’essere immobilizzata temporaneamente con un tutore.
Quando si rimuove il tutore, si deve iniziare un programma di esercizi di riabilitazione per i legamenti.
Questo migliora l’ampiezza di movimento della spalla ed evita la formazione di cicatrici quando i legamenti guariscono.
Gli esercizi per rinforzare la spalla sono inseriti gradualmente nel programma di riabilitazione.
L’obiettivo da raggiungere è il ritorno a tutte le attività svolte precedentemente.

Dolore alla spalla da lesione del cercine glenoideo
La lacerazione del labbro o cercine glenoideo può avvenire in diversi modi e il tipo di trattamento dipende dal danno che si è verificato.
La lesione SLAP è un tipo di strappo del labbro glenoideo. La causa più frequente è una caduta sulla mano tesa.

Lesione del labbro glenoideo

Il morbido tessuto labrale può essere schiacciato tra la scapola e l’omero. Quando questo accade, il labbro si può strappare. Se la lesione del cercine glenoideo si espande, può diventare un lembo di tessuto che si muove dentro e fuori dall’articolazione, impigliato tra la testa dell’omero e la glena della scapola.
Il lembo può causare dolore quando si muove la spalla.
Diversi tendini e legamenti si inseriscono sul cercine e aiutano a mantenere la stabilità della spalla.
Se il labbro si strappa, la spalla diventa spesso molto meno stabile e può lussarsi più facilmente.

 

Sintomi
I sintomi di uno strappo del cercine glenoideo della spalla sono:

  • Dolore durante le attività della vita quotidiana
  • Blocchi o scricchiolii durante il movimento
  • Dolore notturno
  • Sensazione di instabilità della spalla
  • Riduzione del range di movimento
  • Perdita di forza

Trattamento
Il medico può prescrivere i farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) e riposo per alleviare i sintomi.
Gli esercizi di riabilitazione per rinforzare i muscoli della cuffia dei rotatori sono utili.
Se questi rimedi non sono sufficienti, il medico può raccomandare la chirurgia artroscopica.
Durante l’intervento chirurgico in artroscopia, il medico esamina il cercine e il tendine del bicipite.
Se la lesione è limitata al labbro glenoideo e non coinvolge i tendini, la spalla è ancora stabile.
Il chirurgo rimuove il lembo strappato e corregge altri eventuali problemi associati.
Se la lesione si estende nel tendine del bicipite o se questo si è staccato, la spalla è instabile.
Il chirurgo deve riparare e riattaccare il tendine utilizzando delle ancore (piccole viti).
Le lesioni nella parte inferiore della glena causano instabilità di spalla.

Intervento,chirurgia,rottura del labbro glenoideo

Riabilitazione
Dopo l’intervento chirurgico, è necessario mantenere la spalla in un tutore per 3-4 settimane. Il medico prescrive anche dolci esercizi per recuperare l’ampiezza di movimento rispettando la soglia del dolore (cioè che non fanno male).
Quando si toglie il tutore, è necessario eseguire esercizi di movimento e flessibilità per rinforzare gradualmente il bicipite e gli altri muscoli della spalla, in particolare la cuffia dei rotatori.
Solitamente, gli atleti possono iniziare facendo esercizi specifici per il ritorno all’attività sportiva 6 settimane dopo l’intervento chirurgico, anche i tempi di guarigione completa sono di 3-4 mesi.