Dolore alla spalla, al braccio e al collo

Il dolore alla spalla può avere origine nell’articolazione stessa oppure dai tessuti molli (per esempio i tendini della cuffia dei rotatori).

INDICE

Il dolore alla spalla di solito peggiora con le attività o il movimento del braccio.

spalla,dolore,lesione,infiammazione
Anatomia della spalla
Alila/bigstockphoto.com

Alcune malattie e disturbi che interessano il petto o l’addome, come le patologie cardiache o quelle della colecisti, possono anche causare dolore alla spalla.
Il dolore alla spalla che origina da un’altra struttura è chiamato “dolore riferito”.
Questo tipo di fastidio non peggiora con il movimento della spalla.

 

Cause del dolore alla spalla

La causa più frequente di dolore alla spalla e al collo sono gli infortuni dei tessuti molli:

  • Muscoli,
  • Tendini,
  • Legamenti.

Questo può verificarsi dopo un colpo di frusta o una caduta.
La spondilosi (artrosi vertebrale) della colonna cervicale può pizzicare i nervi del plesso brachiale che possono causare:

Una protrusione o un’ernia del disco nel collo possono provocare male al collo che si irradia al braccio (cervicobrachialgia).
Anche le patologie che coinvolgono il midollo spinale, cuore, polmoni e alcuni organi addominali possono causare dolore riferito alla spalla.

 

Sintomi e segni che si sentono insieme al dolore alla spalla

Il dolore può essere descritto come:

Il male può dare sintomi simili a un torcicollo con la perdita dell’ampiezza di movimento.
La valutazione di ogni sintomo è importante per il medico perché in base al tipo si può capire la causa del disturbo.

Debolezza: La debolezza può essere dovuta ad un grave dolore causato dal movimento di ossa o muscoli.
I nervi che innervano i muscoli, potrebbero essere irritati o lesionati.
È importante distinguere la vera debolezza (lesioni muscolari o nervose) dall’incapacità o la paura a muoversi per non avvertire il dolore.

Intorpidimento: Se i nervi sono pizzicati, schiacciati o lesionati, la sensibilità è alterata.
Si può avvertire:

  • Un bruciore,
  • Una sensazione di formicolio,
  • La perdita o un’alterazione della sensibilità come se il braccio fosse “addormentato”.

In base al nervo irritato, si può sentire dolore:

  • nel collo e nella parte anteriore del braccio,
  • nel dorso e nella regione posteriore dell’arto superiore, fino al dito medio, in questo caso il dolore si può aggravare quando si tossisce o si respira profondamente,
  • nell’ascella e nella parte interna del braccio.

Freddezza: Una sensazione di freddo alla mano o al braccio indica che le arterie, le vene o entrambe non lasciano circolare bene il sangue. Questo può significare che non arriva sufficiente sangue al braccio.
Le arterie del braccio sono controllate dai nervi del sistema nervoso simpatico.
L’osteopatia e la chiropratica possono agire indirettamente su questi nervi.

Cambiamenti di colore: l’arrossamento può indicare infezione o infiammazione.

Gonfiore: Questo può essere generalizzato a tutto il braccio oppure è localizzato sulle strutture coinvolte (per esempio, una frattura dell’omero o una borsite della spalla).
La lussazione o una deformità possono provocare un aspetto gonfio o un’area infossata.

Deformità: Una deformità può essere presente in caso di:

  • Frattura
  • Lussazione.
  • Strappo del muscolo (per esempio il bicipite)

Alcuni strappi dei legamenti possono causare un posizionamento anomalo delle strutture ossee.

 

borsite subacromiale,spalla

Dolore alla spalla nella parte posteriore

Borsite alla spalla
Le borse sono sacche piene di liquido sinoviale che si trovano nelle articolazioni in tutto il corpo, compresa la spalla.
Agiscono come cuscini tra le ossa e i tessuti molli sovrastanti, servono a ridurre l’attrito tra i muscoli e l’osso durante il movimento.
A volte, un uso eccessivo della spalla provoca infiammazione e gonfiore della borsa che si trova tra la cuffia dei rotatori e la parte esterna della scapola, ovvero l’acromion.
L’infiammazione della borsa si verifica spesso insieme alla tendinite della cuffia dei rotatori.
Molte attività quotidiane, come pettinarsi o vestirsi possono diventare difficili.
Tra i rimedi naturali, l’agopuntura e l’omeopatia possono essere utili per alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione.

Dolore alla spalla nella parte anteriore

Dolore alla spalla da lussazione
Lussazione della spalla significa che l’osso del braccio si è staccato dalla cavità in cui è inserito (la glena della scapola) e i tessuti di sostegno si stirano o si rompono.
La lussazione della spalla si verifica solitamente dopo una caduta sul braccio. Sono necessarie 12-16 settimane per guarire dopo che il braccio è stato rimesso nella sua posizione.


La spalla è l’articolazione che si lussa più facilmente perché:

  • La testa dell’omero è appoggiata ad un pezzo di osso (glena della scapola) poco concavo.
  • I tessuti che tengono unite le due ossa sono meno grossi e resistenti rispetto a quelli dell’anca (per esempio).

Questo rende il braccio estremamente mobile e in grado di muoversi in molte direzioni, ma non dà molta stabilità.

In quasi tutti i casi di lussazione alla spalla, l’osso del braccio esce davanti alla spalla.
I segni della lussazione sono evidenti perché:

  • la spalla sembra quadrata anziché rotonda
  • si può vedere una protuberanza o un rigonfiamento sotto la pelle (la parte superiore dell’osso del braccio) davanti alla spalla
  • non si può di muovere il braccio e il dolore è fortissimo.

L’ortopedico deve rimettere il braccio in posizione prima possibile, successivamente l’arto dev’essere immobilizzato per 3 settimane.
Al termine bisogna effettuare la fisioterapia e riabilitazione per recuperare il movimento e la forza della spalla.

 

 

Diastasi dell’articolazione acromion-claveare (AC)

diastasi,lussazione,separazione,acromion,clavicola,spalla
Diastasi acromion-claveare

La separazione della clavicola dall’acromion è chiamata anche diastasi Acromion-Clavicolare.
Generalmente questo disturbo è causato da una caduta sulla spalla, ma è molto diverso da una lussazione della spalla.
Il trauma lesiona i legamenti che circondano e stabilizzano l’articolazione tra la clavicola e la scapola.

La diastasi di spalla è un infortunio che si verifica all’incrocio tra la clavicola e la spalla. Di solito è una lesione dei tessuti molli o dei legamenti, ma può avvenire anche una frattura.
Nelle separazioni più gravi, anche il legamento coraco-clavicolare (tra la clavicola e il processo coracoideo della scapola) è lacerato.

  • Una diastasi lieve comporta uno stiramento del legamento acromion-clavicolare che non provoca lo spostamento della clavicola e la radiografia è normale.
  • Un infortunio più grave causa anche la lesione del legamento coraco-clavicolare, in questo caso la clavicola va fuori allineamento e si sposta dalla sua posizione anatomica.
    La diastasi di spalla più grave comporta la rottura completa dei legamenti e causa uno spostamento ben visibile della clavicola.

Il trattamento non chirurgico si fa immobilizzando la spalla con un tutore, gli impacchi di ghiaccio e i farmaci possono aiutare ad alleviare il dolore.


La maggior parte dei pazienti tornano quasi alla completa funzionalità della spalla dopo questo infortunio, anche se rimane una deformità significativa.
Alcune persone sentono ancora dolore a livello dell’articolazione acromion-claveare, anche se c’è solo una lieve deformità.
Il fastidio può essere dovuto a:

  • al contatto scorretto tra le ossa quando l’articolazione è in movimento
  • all’artrite
  • alle lesioni di un pezzo di disco di cartilagine che si trova tra le estremità delle ossa dell’articolazione.

Spesso vale la pena di aspettare prima di intervenire chirurgicamente.
L’operazione chirurgica può essere presa in considerazione se il dolore persiste o se la deformità è grave. L’ortopedico può raccomandare il taglio della parte finale della clavicola in modo che non sfreghi contro l’acromion.
Se c’è una significativa deformità, è utile la ricostruzione dei legamenti che si inseriscono sulla parte inferiore della clavicola. Questo tipo di chirurgia funziona bene anche se i tempi per il recupero sono lunghi alcuni mesi.
A prescindere se il trattamento è conservativo o chirurgico, la spalla necessita di riabilitazione per recuperare:

  • La normale ampiezza di movimento,
  • La forza
  • La flessibilità.

 

 

 

Dolore riferito alla spalla

Patologie Organiche 

Gli attacchi di cuore: anche se il problema è il cuore, gli attacchi di cuore possono causare dolore “riferito” alla spalla sinistra o al collo.

Tumore all’apice del polmone

Il tumore all’apice del polmone può causare un forte dolore alla spalla, il paziente può non avere altri sintomi, ma quando arriva in ambulatorio sostiene il braccio dolorante con quello sano perché fa molto male.

 

Leggi anche:  Dolore alla spalla e sintomi associati  –  zone di dolore alla spalla  –  test e diagnosi per la spalla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code