Dieta per i calcoli renali

INDICE

Alimentazione e dieta per i calcoli renali e la renella
Esistono molte cause dei calcoli renali, come la disidratazione e l’eccesso di calcio o di ossalato di calcio all’interno del corpo.
Nel caso dell’ipercalciuria ovvero la presenza di calcio altamente concentrato nelle urine, si dovrebbe seguire una dieta ben pianificata a seconda della gravità del problema.

Non si può prevedere in quanto tempo si forma un calcolo renale, quindi bisogna seguire alcuni consigli per prevenire questo disturbo.
La visita dal dietologo o dietista permette di creare una dieta personalizzata perché un paziente potrebbe avere altre malattie oltre ai calcoli renali.


 

Controllo del calcio

Solitamente il corpo espelle l’eccesso di calcio attraverso i rifiuti.
A volte il sovraccarico di calcio può provocare stress ai reni.
Pertanto bisogna controllarne l’apporto con una dieta che permetta di mangiare moderatamente degli alimenti ricchi di calcio poiché questo è un composto importante per altre funzioni corporee.

Gestione del sodio e dell’apporto di fibra solubile
I livelli di sodio pericolosamente bassi nel corpo peggiorano i calcoli di calcio o d’ossalato di calcio nel corpo.
Le persone devono evitare grandi dosi di zucchero e ridurre il consumo eccessivo di alimenti trasformati/preconfezionati.
La quantità ideale di sodio che il corpo dovrebbe assorbire è compresa tra 2300-3500 mg al giorno.
La fibra solubile favorisce il passaggio del calcio attraverso l’intestino più velocemente, così da impedirne l’assorbimento corporeo eccessivo.
Invece la fibra insolubile si lega al calcio in eccesso quando passa attraverso le feci e in questo caso i reni non l’assorbono.

Riduzione di ossalato per curare i calcoli renali
Le quantità elevate d’ossalato all’interno del corpo sono espulse attraverso l’urina.
Questo è noto come iperossaluria.
Quando si verifica, si formano dei calcoli d’ossalato di calcio/ossalato.
Nel corpo la carenza di calcio ostacola l’assorbimento dell’ossalato in eccesso.
Le persone con questo problema devono ridurre l’apporto d’ossalato e aumentare leggermente l’assunzione di calcio.
Bisogna consumare una quantità minore o nulla di alimenti ricchi d’ossalato per eliminare l’eccessiva assunzione di questo sale.
Non ci sono alimenti che possono sciogliere i calcoli già esistenti, ma l’alimentazione serve per evitare il peggioramento della situazione.

 

Lista degli alimenti che causano i calcoli renali

Alimenti ricchi di calcio

  • Sardine;
  • Aringhe;
  • Verdure a foglia verde scura;
  • Erbe secche:
  • Formaggio (come mozzarella, provolone, romano, groviera e svizzero);
  • Broccoli;
  • Farina d’avena;
  • Cereali fortificati;
  • Tofu;
  • Semi di soia;
  • Latte;
  • Yogurt;
  • Latticello;
  • Noci del Brasile;
  • Melassa;
  • Semi di lino;
  • Succo di frutta fortificato (anche latte normale/di soia);
  • Semi di sesamo;
  • Alimenti bianchi arricchiti (pane, cialde, frittelle, cereali).

 

Alimenti ricchi d’ossalato

  • Patate dolci;
  • Bietole;
  • Barbabietola verde;
  • Spinaci;
  • Bacche di sambuco;
  • Barbabietola rossa;
  • Dadi;
  • Melanzane;
  • Fagioli;
  • Verdure a foglia verde scuro;
  • Lampone nero;
  • Carambola (frutto stella);
  • Rapa svedese;
  • Polvere di carruba;
  • Uva spina verde;
  • Porro;
  • Sedano;
  • Germe di grano;
  • Cavolo;
  • Rabarbaro;
  • Prezzemolo;
  • Legumi;
  • Grano saraceno;
  • Tahini;
  • Crusca di frumento;
  • Tempeh;
  • Fichi secchi;
  • Ribes rosso;
  • Mais bianco;
  • Zucca;
  • Fitolacca;
  • Prodotti di soia (tofu, farina di soia, latte di soia, noci di soia, yogurt di soia);
  • Amaranto;
  • Farina di grano intero;
  • Tè nero;
  • Caffè;
  • Frutta secca (nocciole, noci pecan, arachidi, pistacchi, mandorle).

 

Non ci sono alimenti vietati o nocivi, ma chi soffre di calcoli dovrebbe mangiare una quantità minore di alcuni cibi.


 

Perché si usa il succo di limone per i calcoli renali?

I calcoli renali possono essere costituiti da diversi depositi chimici all’interno del corpo. I più frequenti sono l’ossalato di calcio, l’acido urico, la cistina e la struvite (magnesio, ammonio e fosfato).

Calcoli renali,struvite,ossalato di calcio,acido urico
I calcoli renali si possono riformare facilmente. Pertanto si consiglia di cambiare la dieta e l’apporto nutrizionale.
Si dovrebbero bere più liquidi. Quando si beve meno o troppo poco, l’urina rimane nel corpo, diventa acida e concentrata e aumenta il rischio dei calcoli renali.
Chi beve una quantità adeguata di liquidi, elimina l’urina e riduce il rischio dei calcoli renali. Quindi bere molta acqua aiuta.
Un modo meno conosciuto e altrettanto efficace è bere il succo di limone.
Il succo di limone è costituito principalmente da acqua, acido citrico e acido fosforico.
Il limone ha il più alto contenuto di citrato rispetto a tutti gli altri agrumi.
Il citrato è una sostanza chimica che diminuisce l’acidità delle urine e previene la formazione dei calcoli renali.
Quindi l’aumento dei livelli del citrato sfavorisce i calcoli renali esistenti e riduce il rischio di nuovi depositi.


 

Dieta per i calcoli renaliCosa mangiare? Dieta a basso contenuto d’ossalato per i calcoli renali

Prodotti lattiero-caseari
I prodotti lattiero-caseari presentano dei livelli bassi d’ossalato.
Tra gli alimenti lattiero-caseari ci sono:

  • Latte;
  • Latticello;
  • Yogurt magro;
  • Formaggio.

Verdure
Le persone con i calcoli renali possono inserire queste verdure o legumi nella dieta:

  • Piselli surgelati;
  • Cetriolo sbucciato;
  • Cavolo bianco;
  • Zucchini;
  • Germogli d’erba medica.

Tuttavia, le persone con una storia di calcoli renali devono evitare le patate, spinaci, cavoli e piselli perché hanno dei livelli elevati d’ossalato.

Carne
Le sardine contengono delle grandi quantità d’ossalato e bisogna evitare questo pesce per prevenire i calcoli.
Tra le carni che si possono scegliere ci sono:

  • Carne di pollo (magra);
  • Uova;
  • Agnello;
  • Tacchino;
  • Carne di maiale (magra).

Dolci
In questa dieta sono state messe alcune restrizioni sulla quantità di dolci che si possono mangiare.
Si devono evitare i prodotti da forno come le torte e i dolci in quanto hanno dei livelli alti d’ossalato.
Tra i dolci a basso livello d’ossalato ci sono:

  • Marmellata;
  • Gelatina;
  • Miele;
  • Sciroppo d’acero puro.

Questi dolci devono essere consumati in quantità limitata (non più di 1 cucchiaio).
Bisogna evitare anche la cioccolata poiché l’analisi di un campione di cioccolato fondente e di cacao in polvere ha mostrato l’alto contenuto d’ossalato.

Frutta
Sono molti i frutti che si possono scegliere con un contenuto basso d’ossalato. Alcuni sono riportati di seguito:

  • Anguria;
  • Cantalupo;
  • Mango;
  • Papaia;
  • Uva;
  • Mela sbucciata;
  • Prugna.

Aromi
Ci sono molti aromi che si possono aggiungere ai piatti, per esempio:
1. Zenzero,
2. Cannella,
3. Basilico,
4. Peperoncino,
5. Salvia,
6. Menta,
7. Paprica.

 

 

Quale acqua scegliere?
Si consiglia di cambiare il tipo di acqua che si beve per evitare di assumere una quantità eccessiva di certi minerali.
È meglio evitare l’acqua che contiene troppo sodio.

Quanta acqua bisogna bere?
La quantità ideale è di circa due litri per un adulto con una corporatura di circa 70kg.

Si può bere l’acqua frizzante?
Si, non influisce sui calcoli renali.


 

Bevande e alcolici che causano i calcoli renali

La birra contiene molte purine e quindi favorisce la formazione di calcoli di acido urico.
Il thè nero e la coca cola aumentano il rischio di formazione di un calcolo di ossalato di calcio.


 

Alimentazione indicata per chi soffre di calcoli ai reni

È corretto mangiare spaghetti, riso integrale o pane integrale a colazione?
Tutti questi prodotti alimentari possono far parte della dieta per i calcoli renali.
Durante i pasti si possono mangiare anche cereali, pasta e farina d’avena perché hanno dei livelli bassi d’ossalato.

Esempio menù di un giorno della settimana per i malati di calcoli renali

Colazione
½ bicchiere di succo d’arancia
1 tazza di cornflakes
1 uovo sodo
1 fetta di toast bianco con 1 cucchiaino di margarina
1 tazzina di caffè con 1 cucchiaino di zucchero
1 bicchiere d’acqua

Pranzo
1 tazza di riso integrale
30 g di formaggio magro svizzero, 2 foglie di lattuga, 1 pomodoro piccolo, 1 cucchiaino di maionese
½ tazza di insalata di cetrioli con olio e aceto
1 mela media
1 bicchiere d’acqua

Cena
100 g di salmone al forno
1 tazza di riso integrale
1 tazza di carote
1 tazza d’insalata con olio e aceto
½ tazza di conserva di pere fresche
1 bicchiere d’acqua

Spuntino
1 tazza di yogurt alla pesca
1 bicchiere d’acqua


 

Rimedi naturali per i calcoli renali

Il rimedio più semplice e comodo per i calcoli renali è la borsa dell’acqua calda che può dare un po’ di sollievo, ma ovviamente non risolve il problema.


 

Erbe utili per la disintossicazione dei reni

Equiseto
È una delle erbe utili per espellere le tossine dai reni poiché ha un alto contenuto di silice. Oltre a questo, nel tratto genito-urinario funziona come astringente e diuretico.
L’aumento del volume di urina aiuta a ripulire il corpo dalle tossine e altre sostanze irritanti.
La riparazione tissutale è permessa da alti livelli di silice e le qualità astringenti migliorano il tono della vescica.

Uva ursina
L’uva ursina è un rimedio efficace per le infezioni della vescica e del tratto urinario (UTI). Quest’erba è ricca di arbutina e idrochinone che lo rendono una sostanza antibatterica efficace.
Molte infezioni urinarie sono curate da quest’erba.
Ha anche il tannino, un astringente che riduce l’infiammazione e previene le infezioni.
Quando assunto per via orale, passa attraverso l’apparato urinario e libera i reni dalle tossine.

Gramigna
La gramigna è un diuretico che aumenta la quantità di rifiuti urinari, quindi libera il corpo dalle sostanze tossiche. Inoltre, favorisce la guarigione del tratto urinario.
Ha anche un effetto antibiotico naturale: combatte e cura cistite, nefrite, prostatite, infiammazione dell’uretra e altre malattie del tratto urinario.

Ortica
Quest’erba aiuta notevolmente l’eliminazione delle tossine e dei rifiuti. L’ortica è molto nutriente e contiene molta clorofilla, beta-carotene e vitamine A, B2, C ed E, calcio, potassio e ferro.
Questa erba serve per eliminare l’acido urico con le urine.
Anche l’ortica è un diuretico che provoca questi effetti benefici.

Prezzemolo
Il prezzemolo che si utilizza per guarnire e decorare un piatto è una potente sostanza disintossicante che libera il corpo dalle tossine come l’urea.
Migliora il funzionamento del sistema urinario molto efficacemente.
Aiuta anche a ridurre l’edema e la comparsa dei calcoli renali a causa delle proprietà diuretiche.