Blocco renale

INDICE

Che cos’è il blocco renale acuto?
Il blocco renale acuto o insufficienza renale acuta è la perdita improvvisa della funzionalità dei reni.

I reni rimuovono i rifiuti degli organi e mantengono l’equilibrio di acqua, sale e altri minerali (elettroliti) nel sangue.

Questo si verifica soprattutto nell’anziano e può causare dei problemi gravi.

Cosa succede in condizioni normali?
I reni sono due organi a forma di fagiolo ognuno delle dimensioni di un pugno, situati nella parte posteriore dell’addome su entrambi i lati della colonna vertebrale.

Reni,anatomia
Quando i reni smettono di funzionare si accumulano i prodotti di scarto, i fluidi e gli elettroliti nel corpo.
I reni sani producono l’urina per purificare il sangue dai rifiuti.
Riequilibrano anche gli elementi essenziali come sodio e potassio e forniscono gli ormoni necessari per regolare la pressione sanguigna o la produzione dei globuli rossi.

Quali sono i diversi tipi d’insufficienza renale?

Ci sono due tipi principali d’insufficienza renale: l’insufficienza renale acuta e cronica.

  • L’insufficienza renale acuta (ARF) si verifica quando i reni smettono improvvisamente di filtrare i prodotti di scarto dal sangue.
  • L’insufficienza renale cronica (CRF) si sviluppa lentamente con pochi sintomi nelle fasi iniziali.


Qual è la causa del blocco renale acuto?

Il blocco renale acuto ha 3 cause principali:
1. L’improvviso calo del flusso sanguigno ai reni. Questo afflusso può essere ridotto dall’abbondante perdita di sangue, da una ferita o un’infezione chiamata sepsi. La carenza di fluidi nel corpo (disidratazione) può danneggiare i reni.
2. Danni da alcuni farmaci, veleni o infezioni. La maggior parte delle persone non presenta dei problemi renali in seguito all’assunzione di farmaci.
Nelle persone con problemi di salute seri a lungo termine aumenta il rischio di avere un problema renale da farmaci.
3. Un blocco improvviso che impedisce la fuoriuscita dell’urina dai reni.
Il blocco può essere causato dai calcoli renali, un tumore, un infortunio o dall’ingrossamento della prostata.

Nei bambini l’ostruzione può essere provocata da difetti congeniti dell’apparato urinario.
Reni,uretere,vescica,bacino,anatomia

Esempi di farmaci che possono danneggiare i reni:

  • Antibiotici, come la gentamicina e la streptomicina.
  • Farmaci antinfiammatori, come il naprossene e l’ibuprofene.
  • Alcuni farmaci antipertensivi, come gli ACE-inibitori.
  • Alcuni oppioidi come la morfina.
  • I coloranti utilizzati in alcune radiografie.

Il blocco renale acuto è più frequente in:

  1. Anziani.
  2. Persone con patologie a lungo termine come malattie epatiche e renali, diabete, ipertensione, insufficienza cardiaca o obesità.
  3. Persone già molto malate che sono in ospedale o in terapia intensiva.
  4. L’intervento chirurgico al cuore o allo stomaco e il trapianto del midollo osseo possono aumentare il rischio di malattie renali.
  5. Nel post operatorio si può sviluppare l’insufficienza renale.


Sintomi e conseguenze del blocco renale

Tra i sintomi del blocco renale acuto ci sono:

Alcune persone non manifestano sintomi. Per le persone malate, la causa del blocco renale può provocare degli altri sintomi.

Diagnosi del blocco renale acuto

Spesso il blocco renale acuto è diagnosticato durante una degenza in ospedale per un’altra causa.
Per chi è in ospedale, gli esami che si eseguono per altre malattie possono identificare un problema renale.
Chi non è in ospedale ma ha i sintomi del blocco renale si può rivolgere al medico che chiede quali farmaci si stanno assumendo e quali esami sono stati effettuati.
I sintomi possono aiutare a stabilire la causa del problema renale.
Gli esami del sangue e delle urine possono servire per controllare la funzionalità renale. L’analisi chimica può mostrare i livelli normali di sodio, potassio e calcio.
Si può effettuare anche l’ecografia che permette al medico di visualizzare un’immagine dei reni.

Rene,surrene,anatomia,calici,midollare,corticaleTerapia del blocco renale

In genere la terapia dell’insufficienza renale acuta prevede la degenza in ospedale.
La durata del ricovero dipende dalla causa del blocco renale e dal tempo di recupero dei reni.

Curare la causa sottostante dell’insufficienza renale
La terapia dell’insufficienza renale acuta serve a identificare la malattia o l’infortunio che originariamente ha danneggiato i reni.
Le opzioni di trattamento dipendono dalla causa del blocco renale.

Trattare le complicazioni fino al recupero dei reni
Il medico dovrebbe prevenire le complicanze e consentire ai reni di guarire.
I trattamenti che aiutano a prevenire le complicanze comprendono:

  • Terapie per bilanciare la quantità di liquidi nel sangue.
    Se l’insufficienza renale acuta è causata dalla mancanza di fluidi nel sangue, il medico può consigliare l’iniezione di liquidi endovena. In altri casi, il blocco renale acuto può causare l’accumulo di liquidi e provocare il gonfiore alle braccia e alle gambe. In questi casi il medico può consigliare dei farmaci (diuretici) che facilitano l’eliminazione dei liquidi dal corpo, per esempio la furosemide (Lasix).
  • Farmaci per il controllo del potassio nel sangue. Se i reni non filtrano correttamente il potassio dal sangue, il medico può prescrivere calcio, glucosio o sodio polistirene sulfonato (Kayexalate, Kionex) per evitare l’accumulo di alti livelli di potassio. L’eccesso di potassio nel sangue può causare aritmie e debolezza muscolare.
  • Farmaci per ripristinare i livelli del calcio nel sangue. Se i livelli di calcio nel sangue sono troppo bassi, il medico può raccomandare l’infusione di calcio.
  • Dialisi per rimuovere le tossine dal sangue. Se le tossine si accumulano nel sangue, potrebbe essere necessaria l’emodialisi temporanea (dialisi) per eliminare i rifiuti e liquidi in eccesso dal corpo durante la guarigione renale.
    La macchina della dialisi svolge la funzione di un rene artificiale e può aiutare a eliminare anche il potassio in eccesso dal corpo.
    Durante la dialisi, si inserisce un catetere nell’addome del paziente e una macchina pompa il sangue fuori dal corpo tramite un rene artificiale (dializzatore) che filtra le sostanze di scarto.
    Poi restituisce il sangue all’organismo.
    Il paziente che effettua questa terapia non può bere molto.

Non ci sono rimedi naturali per il blocco renale.

Trapianto di rene

Quando la funzionalità dei reni scende sotto il 10% rispetto al normale, di solito la gestione conservativa non è più sufficiente per controllare i sintomi dell’insufficienza renale.
La dialisi è urgentemente necessaria quando il paziente presenta dei sintomi incontrollati (ad esempio nausea e anoressia), alti livelli sanguigni di potassio resistenti al trattamento medico, pericardite (infiammazione della membrana esterna del cuore) e danni ai nervi.
Il trapianto del rene è diventato la migliore terapia per molte persone con l’insufficienza renale allo stadio finale.
Negli ultimi 5-10 anni la maggior parte degli ospedali ha raggiunto dei tassi di successo molto alti mediante lo sviluppo di farmaci immunosoppressori più specifici e meno tossici.
Il successo del trapianto ha allungato i tempi d’attesa per gli organi da cadavere e molti pazienti rimangono in dialisi per anni fino alla disponibilità dell’organo.

Il vantaggio di avere un donatore vivo è la capacità di effettuare il trapianto con dei tempi brevi d’attesa e in molti casi come procedura prevista prima che il destinatario abbia bisogno della dialisi.
Inoltre, gli esiti del trapianto renale da donatore vivente sono migliori di quelli da donatore deceduto.
Nei grandi centri ospedalieri, i trapianti del rene da donatore vivente correlato e non correlato sono diventati delle opzioni interessanti per evitare i tempi d’attesa degli organi da donatori deceduti.

Blocco renaleIl blocco renale acuto può causare dei problemi duraturi?

I medici possono risolvere i problemi che causano l’insufficienza renale.
Il trattamento dura un paio di giorni o settimane.
I reni di queste persone funzionano abbastanza bene per vivere normalmente.
Altre persone potrebbero subire dei danni permanenti ai reni che conducono alla malattia renale cronica.
Queste devono effettuare la dialisi regolarmente o sottoporsi al trapianto renale.
Gli anziani e le persone colpite da altre malattie potrebbero non guarire.
Di solito le persone muoiono a causa della malattia che ha provocato il blocco renale.

Quanto tempo si può vivere? Prognosi e aspettative di vita del paziente con blocco renale

Il blocco renale acuto e le complicanze immediate come la ritenzione idrica, i livelli alti di acido e potassio e l’aumento dell’azoto ureico nel sangue possono essere trattati con successo.
Il tasso di sopravvivenza globale è del 50% circa.

Purtroppo, la morte è inevitabile almeno nel 50% delle persone con dei blocchi in diversi organi contemporaneamente.
La sopravvivenza è del 90% se l’insufficienza renale acuta è causata della riduzione del flusso sanguigno in seguito a emorragia, vomito o diarrea ovvero delle condizioni reversibili con la terapia.
Circa il 10% delle persone che sopravvive al blocco renale acuto necessita della dialisi o del trapianto renale perché la funzionalità dei reni si deteriora lentamente.
Con la dialisi, i pazienti possono sopravvivere anche per tanti anni.
Le donne con insufficienza renale che programmano una gravidanza dovrebbero parlare prima con il nefrologo.

Si può prevenire il blocco renale acuto?

Il modo migliore per prevenire l’insufficienza renale acuta è prendere le misure necessarie per rimanere in buona salute.

In caso di ricovero in ospedale per un’operazione chirurgica o una malattia, bisogna essere consapevoli dei rischi e delle complicanze legati alla procedura.
Segnalare immediatamente eventuali alterazioni nella produzione dell’urina.
Seguire le istruzioni del medico.

Domande frequenti sul blocco renale

Il medico dice che la prostata grande ha causato dei danni lievi ai reni.

Che cosa si può fare?
L’ostruzione della vescica non trattata causata dall’iperplasia prostatica benigna può portare all’insufficienza renale cronica. Se questa è l’unica causa del CRF si deve valutare la terapia dell’iperplasia prostatica benigna.
Il più delle volte si manifestano altri sintomi del BPH prima di sviluppare il blocco renale. L’urologo può spiegare le diverse opzioni di trattamento.

Ho il diabete ma il medico dice che i reni sono sani. Avrò l’insufficienza renale come mia nonna?

Gli studi recenti hanno dimostrato che l’attento controllo dei livelli di zucchero può prevenire tutti i tipi di problemi legati al diabete, tra cui l’insufficienza renale.
I controlli regolari e il lavoro di laboratorio possono aiutare il medico a prescrivere i farmaci per il diabete e per i reni.

Ho bisogno del trapianto renale, ma non voglio essere su un elenco. Il mio migliore amico può donare il rene?

Se l’amico è sano, ha un gruppo sanguigno compatibile e passa diversi esami del sangue e di screening può fungere da donatore. I trapianti del rene da donatori viventi non correlati stanno diventando frequenti.
Anche gli stranieri stanno iniziando a donare i reni a pazienti che necessitano del trapianto renale.