Dolore ai reni

INDICE

 

Il dolore ai reni può essere il sintomo di diverse malattie renali.
I reni sono organi vitali a forma di fagiolo che si trovano nei due fianchi.
Le funzioni principali dei reni sono:

  • Mantenere l’omeostasi tra i fluidi corporei;
  • Filtrare il sangue;
  • Eliminare le tossine nocive dal corpo sotto forma di urina.
  • Monitorare la concentrazione degli elettroliti come sodio e potassio per il mantenimento dell’equilibrio acido-base nel corpo.

Dolore ai reni,colica,irradiazione,calcoli

Localizzazione del mal di reni

Il rene destro è leggermente inferiore a quello di sinistra a causa della presenza e forma del fegato.
Questa differenza rende più difficile individuare la posizione, sia nell’uomo che nella donna.
I reni sono localizzati nello spazio retroperitoneale che si trova appena sotto il diaframma su entrambi i lati.
Molte donne confondono questo dolore con quello che si sente una settimana prima del ciclo circa.

Secondo la medicina cinese, i reni sono il deposito di energia del corpo e controllano la funzionalità sessuale e riproduttiva.


Segni e sintomi che si verificano insieme al dolore ai reni

È probabile che si tratti di malattie dei reni quando si verificano i sintomi seguenti:

Rene,arteria,vena,caliciCome distinguere il dolore ai reni dal mal di schiena

Spesso il dolore dovuto alle malattie renali è grave e crampiforme in contrasto con il dolore sordo provocato dal mal di schiena di tipo muscolo-scheletrico nella zona lombare.

Il dolore lancinante e costante a prescindere dalla posizione e causato da patologie renali è chiamato colica renale.
Il mal di schiena lombare deriva principalmente da un infortunio a:

  • Muscoli,
  • Legamenti,
  • Dischi intervertebrali.

Quando un paziente dice che avverte dolore solo quando si muove (per esempio quando si piega) è più probabile che dipenda dai muscoli piuttosto che da un organo.

Cause di colica renale

Il dolore ai reni si sente nella schiena e nei fianchi fino all’altezza dell’inguine , in genere acuto e straziante.
Tra le diverse malattie responsabili di questo dolore ci sono:


Infezione renale: conosciuta come pielonefrite, è un tipo d’infezione batterica del tratto urinario (UTI) che provoca dolore e infiammazione renale.
La capsula sensibile al dolore che circonda i reni si estende e i reni si gonfiano.
L’infezione può essere acuta o cronica.
Le probabilità di contrarre un’infezione renale sono elevate se una persona soffre di calcoli renali. L’infezione provoca il gonfiore dei reni, la conseguenza è un dolore forte.
Tra i sintomi principali ci sono mal di pancia, alla schiena e al fianco destro o sinistro.
In caso d’infezione, il dolore è intenso e può causare torpore nella zona interessata. Può essere accompagnato dalla febbre alta e urina maleodorante.
Anche i bambini possono essere colpiti dall’infezione renale.
La terapia dell’infezione renale consiste nella prescrizione di antibiotici. Il medico può somministrare anche dei farmaci antidolorifici per alleviare il dolore.

Calcoli renali,dolore ai reni,colicheCalcoli renali: una delle cause più frequenti del dolore ai reni sono i calcoli. Questi derivano dalla cristallizzazione dell’urina in piccole sostanze dure come pietra, come conseguenza dell’alterazione dell’equilibrio di fluidi e minerali.
Ci sono diversi tipi di calcoli renali che si possono sviluppare a causa di quantità variabili di determinate sostanze presenti nelle urine.
La renella è una specie di sabbia formata da calcoli molto piccoli.
Se sono grossi e duri possono bloccare gli ureteri e interrompere il flusso di urina.
Di conseguenza, l’urina non è escreta e provoca il gonfiore dei reni.
Il dolore ai reni causato da calcoli renali è considerato come una colica.

I sintomi sono:

  • Il dolore ha origine nel fianco destro o sinistro e si diffonde verso il basso quando le pietre si spostano ulteriormente nella vescica.
  • La persona può sentire anche la sensazione di nausea e vomito.
  • Il dolore è lancinante e continuo, può colpire anche di notte.
  • Sangue nelle urine
  • Questo disturbo causa anche le urine scure
  • Bisogno di urinare spesso
  • Dolore durante la minzione

I calcoli renali possono essere trattati con i farmaci o essere rimossi chirurgicamente.
Il medico prescrive i farmaci antinfiammatori non steroidei per alleviare il dolore.


Infezione del tratto urinario (UTI): l’UTI è un’altra causa frequente di dolore ai reni, soprattutto nelle donne.
I batteri Gram Negativi sono i principali responsabili dell’UTI.
L’infezione colpisce la vescica e si chiama cistite, tuttavia si può diffondere ai reni.
Tra i sintomi ci sono:

Gli antibiotici sono prescritti per curare questa malattia.

 

Cause di dolore sordo ai reni

Spesso il dolore ai reni è forte e intenso. Tuttavia, alcune persone possono sentire anche un dolore sordo.
Esistono determinate malattie che possono causare questo tipo di dolori renali.

rene policistico
rene policistico
  • Rene policistico (PKD): è una malattia genetica renale che causa l’ingrossamento dei reni per la formazione di numerose cisti nel corso degli anni.
    Il rene policistico può causare dolore sordo e intenso ai reni che si avverte nella zona anteriore dell’addome e lombare, sangue nelle urine, pressione alta e urinare spesso.
    Le complicanze possono essere infezioni delle vie urinarie e insufficienza renale.
    La dialisi e il trapianto renale sono le terapie prescritte dal medico per il PKD.
  • Tumore al rene: in casi rari, il tumore si può espandere così tanto da danneggiare la capsula renale che si allunga eccessivamente. Questo può portare a un fastidio intenso e lancinante.
    Tuttavia, il tumore può essere asportato chirurgicamente.
  • Ostruzione del flusso di urina: alcune malattie come l’uropatia ostruttiva cronica bilaterale o l’ingrossamento della prostata possono causare il blocco del flusso di urina.
    La terapia dipende dalla causa dell’ostruzione.
  • Un trauma può causare dolore ai reni, non dev’essere diretto, può essere causato anche da una caduta dall’alto o da una caduta sull’osso sacro.
  • L’alimentazione con troppe proteine può sovraccaricare i reni e causare dolore, si consiglia di mangiare poca carne, pesce o uova.
  • Le lesioni e le malattie renali (come l’insufficienza renale acuta o cronica) possono causare il dolore ai reni.
  • Spesso l’insufficienza renale è definita come una malattia silenziosa perché difficilmente si sente nelle fasi iniziali.
    Chi soffre di blocco renale può provare dolore.
  • Altre cause di dolore ai reni sono la tubercolosi renale e le cisti renali semplici.

Dolore ai reni durante la gravidanza

Il dolore renale all’inizio della gravidanza si sente come un male lancinante nella parte bassa della schiena o dell’addome.
Può essere causato principalmente da due motivi: un’infezione delle vie urinarie o del rene.
Riconoscere i sintomi di queste malattie e un trattamento tempestivo sono essenziali dato che entrambe queste malattie si possono rivelare mortali per la donna incinta e per il bambino.
Il dolore nella zona dei reni può essere uno dei sintomi delle prime settimane di gravidanza, insieme a:

Non sempre questo sintomo significa che la donna è incinta, alcune donne sentono dolore ai reni durante l’ovulazione o pochi giorni prima del ciclo.

 

Dolore ai reniDolore ai reni al mattino

Calcoli renali
Questa malattia provoca un forte dolore ai reni, basso addome e schiena.
L’eccesso di calcio e acido urico nei reni si accumula nel corpo sotto forma di pietre.
Le persone che bevono poco hanno molte più probabilità di avere questo disturbo, si può verificare anche dopo una lunga corsa che causa la disidratazione.
Il dolore varia in base alle dimensioni dei calcoli.
Tra i sintomi caratteristici dei calcoli renali ci sono:

  • Colica renale finché il calcolo arriva alla vescica, poi il dolore scompare improvvisamente.
  • Difficoltà a urinare;
  • Dolore durante la minzione (mentre si urina).

Infezione renale
L’infezione renale o pielonefrite è un’altra delle principali cause di dolore mattutino ai reni, anche al risveglio.
Quest’infezione batterica si sviluppa quando l’urina torna nuovamente dentro l’uretere.
Le persone con i calcoli renali hanno un alto rischio d’infezione ai reni.
Tra i sintomi dell’infezione renale ci sono:

  1. Forti dolori addominali e alla schiena,
  2. Minzione dolorosa;
  3. Brividi;
  4. Nausea;
  5. Vomito;
  6. Febbre alta.

Infezione del tratto urinario (UTI)
È un’infezione batterica che si sviluppa nelle vie urinarie.
Secondo la medicina convenzionale, il batterio Escherichia coli (E. coli) è la causa più frequente di quest’infezione, soprattutto nelle donne.
Tra i sintomi più significativi per identificare l’UTI ci sono:

  1. Presenza di sangue nelle urine o ematuria;
  2. Dolore ai reni;
  3. Difficoltà a urinare.

Tumore al rene
La crescita incontrollata e la moltiplicazione delle cellule nel corpo provocano il tumore. La causa esatta del cancro del rene è sconosciuta, ma è uno dei tipi più frequenti di tumore in tutto il mondo.
Il carcinoma a cellule renali (RCC) è il tipo più frequente di tumore al rene.
Tra i sintomi della neoplasia renale ci sono:

  1. Dolore sotto le costole del fianco destro o sinistro
  2. Dolore nella parte inferiore della schiena;
  3. Stanchezza importante
  4. Perdita di peso
  5. Febbre
  6. In fase avanzata si sente una massa a livello del fianco
  7. Presenza di sangue nelle urine o ematuria.

 

 

Cosa fare? Terapia per il dolore ai reni

Si deve effettuare una visita medica approfondita per diagnosticare la malattia.

  • La somministrazione di antidolorifici per risolvere il dolore non è certamente il modo migliore per curare queste patologie.
  • Per la febbre e le coliche ai reni il medico può prescrivere il paracetamolo e un antispastico (Buscopan) o (Tachipirina).
  • Gli antinfiammatori servono per ridurre l’infiammazione, per esempio il ketoprofene (Oki) può ridurre il dolore e il gonfiore.
  • L’uso di antibiotici serve a risolvere l’infezione batterica, mentre la terapia estensiva è necessaria per i problemi renali gravi.
  • Se il paziente sente degli attacchi ricorrenti di dolore severo, il medico può analizzare le condizioni di salute e consigliare le opzioni di trattamento tra cui la dialisi o l’intervento chirurgico.
  • La litotrissia extracorporea (onde d’urto) o la nefrolitotomia percutanea servono per la rimozione dei calcoli renali.
    La litotrissia prevede l’uso di onde d’urto per distruggere i calcoli, mentre la nefrolitotomia percutanea è una procedura in cui uno strumento chirurgico chiamato nefroscopio è inserito attraverso una piccola incisione nella parte posteriore per rompere ed estrarre la pietra del rene.

tumore,al,rene

Dieta e alimentazione per il mal di reni

Anche se la terapia farmacologica o le altre opzioni di trattamento possono curare le malattie renali, sono fondamentali dei cambiamenti dello stile di vita.
Alcuni di questi rimedi naturali possono aiutare a ridurre l’intensità del dolore, altri prevengono il dolore in futuro.

Ci sono due tipi di dieta che hanno aiutato molte persone a risolvere i problemi renali:

  1. La dieta del gruppo sanguigno del Dr. D’Adamo/Mozzi
  2. La dieta vegana/crudista consigliata da igienisti e medici naturali.

 

Dieta del gruppo sanguigno

In base a questo tipo di alimentazione, alcuni cibi possono causare sintomi e malattie solo alle persone di un gruppo, mentre gli altri le possono mangiare.

Tuttavia, ci sono degli alimenti che possono provocare problemi renali a tutti, per esempio:

  • Latte e latticini, per esempio provocano la formazione di cisti renali;
  • Dolci cremosi;
  • Tutti i cereali, ma in particolare quelli con il glutine;
  • Tè e caffé;
  • Frutta, in certi casi è meglio cotta.

Non serve bere molta acqua, anzi mezzo litro al giorno è più che sufficiente.

Alimentazione vegana/crudista

In base alla medicina naturale di Lezaeta e l’igienismo di Shelton, le infezioni non sono causate dalla trasmissione di batteri, funghi, parassiti, ecc., ma dalla digestione di proteine animali che causano la putrefazione intestinale e i sintomi.
La conseguenza è la formazione di un ambiente adatto alla crescita e proliferazione di questi microrganismi che servono al corpo per la digestione e per eliminare i rifiuti.

Secondo questa teoria, la guarigione da infezioni, calcoli, cisti, ecc. consiste:

  1. In fase acuta si può digiunare se il paziente non ha controindicazioni come la gravidanza, un trapianto di organo, la bulimia o tumori che provocano una forte debolezza.
  2. In fase subacuta bisogna seguire un alimentazione a base di frutta e verdure crude, legumi, semi e noci.

I prodotti lavorati e trasformati, dolci e condimenti dovrebbero essere tolti dalla dieta.
Carne e proteine animali rallentano la digestione e provocano la putrefazione nell’intestino, quindi è meglio evitarli.

In base alle teorie igienistiche, bisogna bere poco perché nella frutta che si mangia c’è molto liquido.

 

Alimentazione secondo la medicina convenzionale

Bere acqua
I sali e i minerali presenti nelle urine sono più propensi a cristallizzare in calcoli renali se non si beve un’adeguata quantità d’acqua.
L’aumento dell’apporto di liquidi favorisce l’espulsione della pietra insieme all’urina.
I frutti come uva, anguria e mirtilli hanno un alto contenuto d’acqua e agiscono come diuretici.
Pertanto il consumo di questi frutti è utile.

Bere del succo di limone serve a rompere i calcoli renali.
L’anguria è ricca di potassio e previene la formazione dei calcoli renali.
Il mirtillo aiuta ad aumentare l’acidità dell’urina ed elimina i batteri che potrebbero causare le infezioni renali.

Cibi da evitare
Il consumo di alimenti ricchi d’ossalato di calcio può aumentare il rischio di sviluppare i calcoli renali.
Pertanto si dovrebbero evitare questi alimenti.
Si dovrebbe evitare il consumo eccessivo di:

  • Ceci;
  • Bietole;
  • Spinaci;
  • Gombo;
  • Patate dolci;
  • Cocco;
  • Cavolfiore;
  • Rape;
  • Carote.

Bisogna ridurre l’assunzione di tè e caffè poiché le bevande contenenti caffeina possono causare disidratazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code