Caviglie gonfie e piedi gonfi

INDICE


Il gonfiore alle caviglie e ai piedi è frequente e di solito non dovrebbe preoccupare, specialmente se si sta in piedi o si cammina molto.

Se i piedi e le caviglie gonfie o sono accompagnate da altri sintomi potrebbero segnalare un grave problema di salute.

Il gonfiore al piede può avvenire anche senza un trauma o una caduta.

La caviglia può diventare gonfia all’improvviso o gradualmente.
Se la causa è un trauma o una lesione (per esempio al tendine d’achille) allora il gonfiore è limitato a un solo piede, mentre se la causa è una patologia organica si gonfiano entrambe le caviglie.

Il piede si gonfia soprattutto nel dorso (sopra al collo del piede) e ai lati, raramente si vede un accumulo di liquido sotto la pianta.

I più colpiti sono gli anziani e le donne in menopausa.
I piedi gonfi sono molto rari nei bambini, se la pelle è rossa la causa può essere un trauma, una distorsione o una puntura d’insetto.

Quali sono le cause dei piedi gonfi?

Perché i piedi si gonfiano durante la gravidanza?

Molte donne incinte hanno un rapido aumento di peso, questo applica maggior pressione alle gambe, caviglie e piedi, causando il gonfiore.
Un eccessivo gonfiore durante la gravidanza potrebbe essere un segno di preeclampsia, questo potrebbe causare ulteriori problemi. Il piede gonfio può essere il segno di un disturbo del cuore, insufficienza epatica o renale.
Complicazioni durante la gravidanza
Il gonfiore delle caviglie e dei piedi è normale durante la gravidanza, soprattutto nell’ottavo e nel nono mese. L’eccessivo o improvviso gonfiore può essere un segno di preeclampsia, cioè una grave patologia in cui la pressione alta e le proteine nelle urine si sviluppano dopo la 20° settimana di gravidanza.
Se si verifica un grave gonfiore o se è accompagnato da altri sintomi come mal di pancia, mal di testa, minzione poco frequente, nausea, vomito o perdita della vista bisogna chiamare immediatamente il medico.


Piedi e caviglie gonfi dopo il parto
Il gonfiore post parto è assolutamente normale. Dopo il parto naturale o cesareo, l’utero “spreme” il sangue nel corpo.
Inoltre, probabilmente il medico ha somministrato dei fluidi durante il travaglio.
Il sangue e il fluido devono andare da qualche parte, quindi scende nei piedi o nelle mani.
Il gonfiore dovrebbe passare da solo entro una settimana o dieci giorni.

Caviglie gonfie per disturbi della circolazione

Linfedema
Questa è una raccolta di fluido linfatico nei tessuti che può svilupparsi a causa di problemi dei vasi linfatici o per la rimozione dei linfonodi.
La linfa è un fluido ricco di proteine che normalmente viaggia lungo un’estesa rete di vasi e capillari sanguigni.
Essa viene filtrata attraverso i linfonodi, che intercettano e distruggono le sostanze indesiderate come i batteri.
Quando c’è un problema con i vasi o i linfonodi, tuttavia, il movimento del fluido può essere bloccato.
Se non è trattata, l’accumulo di linfa può compromettere la guarigione della ferita e portare a infezioni e deformità.
Oltre al gonfiore il paziente può avvertire dolore alla caviglia o bruciore sulla pelle sotto al ginocchio.


Il linfedema è frequente dopo la radioterapia o la rimozione dei linfonodi nei pazienti con cancro. Se dopo il trattamento per il cancro si nota il gonfiore, consultare il medico immediatamente.

Cattiva circolazione del sangue
Le persone con problemi di  circolazione del sangue hanno più probabilità di avere caviglie e piedi gonfi.
Questo perché il sangue ristagna negli arti inferiori.
Chi rimane in piedi tutto il giorno sovraccarica il cuore che quindi ha più difficoltà a pompare il sangue indietro lungo il corpo dagli arti inferiori.
Quindi è importante sollevare i piedi sopra il cuore per un’ora ogni notte consentendo al cuore di pompare il sangue in circolo.
Un erba indiana a base di Ginkgo Biloba (un integratore che favorisce la circolazione) ogni giorno può dare risultati sorprendenti nel miglioramento della circolazione sanguigna e aiuta a risolvere il problema dei piedi gonfi e delle caviglie gonfie.
Ci sono anche scarpe speciali disponibili sul mercato per le persone che hanno piedi gonfi o gonfiore alle caviglie.
Con le scarpe normali il piede fa male, invece le scarpe speciali utilizzate per piedi gonfi sono molto sottili e comode e sono appositamente realizzate per i piedi gonfi.

Caviglie gonfie e piedi gonfi
Caviglie gonfie e piedi gonfi

Ritenzione idrica alle caviglie

Gli studi mostrano che le persone che non hanno una grande percentuale di grasso corporeo possono avere le caviglie gonfie o grosse a causa della ritenzione idrica nella zona delle caviglie.
Un rimedio naturale per la ritenzione idrica è bere bevande diuretiche naturali, 2-3 tazze di tè verde e due o tre cucchiai di succo di limone in un bicchiere d’acqua calda al giorno.
Questo è utile per risolvere il ristagno o la congestione d’acqua.

Insufficienza venosa
Il gonfiore delle caviglie e dei piedi è spesso un sintomo di insufficienza venosa, una patologia in cui il sangue non circola adeguatamente nelle vene delle gambe e dei piedi fino al cuore.
Normalmente, le vene mantengono lo scorrimento del sangue verso l’alto con valvole unidirezionali.
Quando queste valvole sono danneggiate o indebolite, il sangue ritorna verso il basso lungo le vene e i fluidi corporei rimangono nei tessuti molli delle gambe, specialmente delle caviglie e dei piedi.
L’insufficienza venosa cronica può causare alterazioni della pelle, ulcere e infezioni, le caviglie possono sembrare nere.
Se si verificano segni di insufficienza venosa si deve consultare il medico.

Coagulo di sangue
I coaguli di sangue che si formano nelle vene delle gambe possono interrompere il flusso di ritorno del sangue dalle gambe fino al cuore e causa del gonfiore alle caviglie e ai piedi.
I coaguli di sangue possono essere sia superficiali (presenti nelle vene appena sotto la pelle), o profondi (una patologia nota come trombosi venosa profonda o flebite).

Trombosi,trombo,coagulo di sangue,aterosclerosi
I coaguli profondi possono bloccare una o più vene principali delle gambe. Questi coaguli di sangue possono essere letali se si staccano e viaggiano verso il cuore e i polmoni.
In caso di gonfiore in una gamba, insieme a dolore, febbricola ed eventualmente un’alterazione del colore della gamba colpita, chiamare immediatamente il medico.
La terapia per piedi gonfi con fluidificanti del sangue può essere necessaria.

 

Caviglie gonfie e piedi gonfi per disturbi muscolo-scheletrici e traumi

DISTORSIONE alla caviglia,lesione dei legamentiLesioni del piede o della caviglia
Un infortunio al piede o alla caviglia può provocare il versamento (o gonfiore).
Il trauma più frequente è una distorsione alla caviglia che si verifica durante un trauma o un passo falso.
La distorsione della caviglia provoca un allungamento eccessivo dei legamenti che stabilizzano la caviglia.

I rimedi naturali per ridurre il gonfiore da infortunio al piede o alla caviglia sono:

  • riposare,
  • evitare di camminare,
  • applicare un bendaggio di compressione (kinesio taping) alla caviglia o al piede,
  • mettere degli impacchi di ghiaccio,
  • appoggiare il piede su uno sgabello o un cuscino.

Se il gonfiore e il dolore sono gravi o non migliorano con il trattamento domiciliare, consultare il medico.

In caso di frattura, l’ortopedico può dover mettere il gesso al piede. Bisogna stare attenti che non sia troppo stretto perché se il liquido è compresso eccessivamente può premere sui vasi sanguigni e sui nervi causando dei danni.

Tendinite

Spesso le tendiniti della caviglia e del piede causano gonfiore intorno al tendine, in particolare all’interno del piede sul tendine del tibiale posteriore e posteriormente sul tendine d’achille.

 

 

 

Patologie organiche

Malattie di cuore, fegato o reni
A volte il piede gonfio può essere il sintomo di un problema di cuore, fegato o una malattia renale.
Le caviglie che si gonfiano di sera potrebbero essere un segno di ristagno di acqua e sale a causa dell’insufficienza cardiaca destra.
Una malattia renale può causare anche gonfiore ai piedi e alla caviglia.
Quando i reni non funzionano correttamente, il liquido può accumularsi nel corpo.

La malattia epatica può influenzare la produzione di una proteina chiamata albumina da parte del fegato.
L’albumina trattiene il sangue ed evita la fuoriuscita dai vasi sanguigni verso i tessuti circostanti.
Una produzione inadeguata di albumina può portare alla perdita di liquido.
La gravità provoca un maggior accumulo di fluido nei piedi e nelle caviglie, ma il liquido può accumularsi anche nell’addome e nel torace.
Se il gonfiore è accompagnato da altri sintomi, tra cui affaticamento, perdita di appetito e aumento di peso, bisogna andare immediatamente dal medico.

Infezione

Il gonfiore dei piedi e delle caviglie può essere un segno di infezione.
Le persone con neuropatia diabetica o altri problemi ai nervi dei piedi sono a maggior rischio di infezioni del piede.
Chi ha il diabete dovrebbe ispezionare i piedi ogni giorno alla ricerca di vesciche e piaghe, perché il danno del nervo può smussare la sensazione di dolore e i problemi del piede possono progredire rapidamente.
Se notate un piede gonfio o una bolla e sembra essere infetto, contattare subito il medico.

 

Piedi gonfi per effetto collaterale dei farmaci

Molti farmaci possono causare il gonfiore al piede e alla caviglia come un possibile effetto collaterale.
Tra questi ci sono:

  • Ormoni come il testosterone e gli estrogeni (si trova nella pillola contraccettiva e nella terapia ormonale sostitutiva)
  • Calcio-antagonisti (bloccanti dei canali del calcio) , un tipo di farmaco per la pressione sanguigna, che comprende la Nifedipina (Adalat, Nifedicor, Nifedipina, Adalat crono), Verapamil (Isoptin, Isoptin R, Isoptin Press) Diltiazem (Altiazem, Altiazem R, Diltazem rk, Tildiem, Tildiem R).
  • Steroidi, tra cui androgeni, steroidi anabolizzanti e cortisonici come il prednisone
  • Antidepressivi, tra cui: triciclici come la nortriptilina (Noritren, Dominans, Noritren), desipramina (Nortimil) e amitriptilina (Adepril, Laroxyl, Triptizol); e gli Inibitori della Monoaminossidasi (IMAO) come la fenelzina (Nardil).
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS)
  • Farmaci per il diabete.

Se si sospetta che il gonfiore possa essere correlato a un farmaco che si sta assumendo, bisogna parlarne con il medico.
Anche se i benefici del farmaco possono valere la pena di sopportare un piccolo gonfiore, se la situazione diventa grave potrebbe rendere necessario cambiare il farmaco o il suo dosaggio.

Caviglie gonfie e piedi gonfi per altre cause

L’obesità o il grasso in eccesso
L’obesità può essere valutata misurando l’indice di massa corporea. Esso è calcolato dividendo il peso in chilogrammi per il quadrato dell’altezza in metri. Se è superiore al normale, la tabella della dieta che mostra il numero di calorie da mangiare durante il giorno dovrebbe essere rigorosamente rispettato. Sicuramente, se c’è del grasso corporeo in eccesso, si accumula del tessuto adiposo anche nei piedi e nelle caviglie.

La dieta quotidiana dovrebbe contenere circa 1800 calorie giornaliere di cibi salutari per il cuore come i cereali integrali e i grassi sani.
La dieta dovrebbe essere ricca di proteine per dare il tono ai muscoli e per definirli meglio.
L’aggiunta di alcuni esercizi per i muscoli delle caviglie consentono di avere una caviglia tonica e sgonfia.

Altri disturbi
Altri disturbi che possono causare il gonfiore ai piedi sono:

  • Reazione allergica
  • Abuso di lassativi
  • Abuso di diuretici
  • Abuso di droga
  • Ritenzione di sodio

Fattori di rischio delle caviglie gonfie e dei  piedi gonfi:

  • Vecchiaia (anche nell’uomo),
  • Gravidanza,
  • Consumare troppo sale,
  • Consumare troppo alcol,
  • Le mestruazioni e/o la sindrome premestruale,
  • Stare seduti o in piedi nella stessa posizione per un lungo periodo di tempo, per esempio durante un viaggio aereo;
  • Il caldo, in estate è normale che il piede diventa gonfio, soprattutto la sera e può anche dare dolore e prurito.
  • Alta quota.