Dolore al petto sinistro

Il dolore al petto sinistro può indicare un problema cardiaco, per esempio un infarto.

INDICE

Cause correlate al cuore

Attacco di cuore
Un attacco di cuore (o infarto del miocardico) si verifica quando le arterie coronarie del cuore si bloccano.
Il cuore funziona 24 ore al giorno senza fermarsi.
I muscoli cardiaci hanno bisogno di un flusso costante di sangue ricco di ossigeno dalle arterie coronarie.

Petto,sinistro,cuore,polmone
Se ci sono delle placche nelle arterie coronarie, si può verificare un attacco di cuore.
Quando si forma una placca sulla parete interna delle arterie, si sviluppa un coagulo di sangue o trombo che ostruisce parzialmente o completamente l’arteria.
La conseguenza è l’interruzione del flusso sanguigno ai muscoli del cuore.
Il muscolo cardiaco dipende dalle coronarie per l’apporto di sangue ricco di ossigeno.
Se il periodo di tempo in cui l’arteria è bloccata supera i 15 minuti, i tessuti in quella zona del cuore iniziano a morire.
Il tipo di dolore è simile a quello dell’ischemia, infatti l’attacco di cuore è una conseguenza dell’ischemia prolungata.
Il dolore non rimane localizzato alla regione toracica, ma si muove verso la spalla sinistra e il collo.
In alcuni casi, i pazienti soffrono di mal di schiena che si irradia verso il cuore.
I pazienti possono sentire un dolore al petto sordo oppure urente.
È importante sapere che in caso di un attacco di cuore, la persona può non provare dolore al centro del petto.

Attacco cardiaco nelle donne
I sintomi di un attacco cardiaco nelle donne possono essere diversi da quelli che sentono gli uomini.
Alcune donne non sentono dolore al petto durante un attacco di cuore.
Tra i sintomi ci sono:
1. Mancanza di respiro
2. Nausea,
3. Dolore nell’addome superiore a livello dello stomaco
4. Stanchezza insolita
5. Vomito
6. Vertigini
7. Mal di schiena
8. Sudore freddo
9. Dolore al braccio, zona cervicale e mandibola

Alcuni di questi sintomi possono essere presenti per diversi giorni prima dell’attacco di cuore.

Come riconoscere il dolore toracico causato da un attacco di cuore
Di solito, il dolore al petto legato al cuore si verifica gradualmente e dura pochi minuti (almeno cinque), poi si riduce oppure si verifica un infarto (attacco cardiaco).
Un dolore al centro del petto che si irradia al braccio sinistro, spalla, collo, mascella e anche alla punta delle dita può essere causato da un infarto del miocardio.
Il dolore al petto ricorrente che si presenta dopo uno sforzo e diminuisce con il riposo può essere causato da un infarto cardiaco.
Se il dolore toracico è di tipo trafittivo (simile a una coltellata), peggiora durante i movimenti, la tosse, gli starnuti o la respirazione profonda non è un sintomo di attacchi cardiaco.
Il dolore al petto potrebbe indicare un imminente attacco di cuore se è accompagnato da:
1. Sudorazione,
2. Vertigini,
3. Dolore nel braccio, spalla, collo e mascella.
4. Oppressione o schiacciamento al torace come un mattone che preme sul petto
5. Sensazione di morte.

 

Diagnosi dell’infarto

  1. In pronto soccorso, il medico ascolta i sintomi del paziente ed effettua un esame fisico.
  2. Il paziente con attacco di cuore lo indica con il palmo aperto perché è un dolore diffuso, se invece è localizzato e il paziente lo indica con un dito, generalmente non è causato da un infarto.
  3. Il momento in cui compare il dolore è fondamentale, per esempio se compare durante alcuni movimenti del torace può essere di tipo muscolo scheletrico, mentre se diminuisce da seduto può essere causato da pericardite.
  4. Gli esami che effettua il medico sono:
  • Elettrocardiogramma – sul tracciato si vedono le onde con una forma anomala, ma non è sufficiente perché potrebbe essere negativo anche se il paziente ha un infarto,
  • Ecocardiogramma con Color Doppler – serve per valutare l’eventuale danno cardiaco causato dall’attacco di cuore.

 

Ischemia del cuore
L’ischemia cardiaca è un disturbo acuto caratterizzato dalla riduzione del flusso sanguigno al cuore.
La mancanza di sangue arterioso per un po’ può causare danni ai muscoli del cuore.
Questo influisce sulla capacità del cuore di pompare il sangue al resto del corpo e riduce la sua efficienza.
Il dolore toracico (angina pectoris) si sente soprattutto nel lato sinistro del petto.
L’ischemia cardiaca può causare un infarto, aritmia (battito cardiaco irregolare) e insufficienza cardiaca.

I fattori di rischio sono:

Cause non cardiache di dolore al petto sinistro

Reflusso gastroesofageo e bruciore di stomaco

I sintomi sono:

Se i sintomi dell’attacco cardiaco (Palpitazioni, Tachicardia, Sudorazione, Pallore) non si sentono insieme al dolore toracico, spesso significa che la persona soffre di acidità o bruciore di stomaco.

Ansia e stile di vita stressante
L’ansia può causare dolore al petto e difficoltà di respirazione, inoltre è un fattore che ostacola gravemente la funzionalità del miocardio.
Lo stress da solo non causa un attacco di cuore, tuttavia, un attacco di panico provoca sintomi simili all’infarto tranne il dolore irradiato al braccio sinistro e la stanchezza estrema.

Dolore o nevralgia intercostale
Tra le costole passano i nervi intercostali che possono causare dolore al petto continuo quando sono lesi o danneggiati a causa di un trauma o un’infezione.
I sintomi sono il dolore simile a una coltellata che peggiora con la tosse, lo starnuto o quando il paziente ride.
Il dolore si può irradiare anche dal petto fino alla spalla e nei casi più gravi arriva alla schiena.
Un disturbo simile alla nevralgia intercostale è la cervicobrachialgia.
Questo disturbo è provocato dall’infiammazione dei nervi del collo e della parte superiore del dorso.
La conseguenza è un dolore cervicale o nella parte alta del dorso che si irradia lungo il braccio destro o sinistro fino alla mano.
Può causare anche formicolio alle dita della mano.

Costocondrite
Le costole superiori sono collegate allo sterno tramite la cartilagine.
Questa giuntura è chiamata articolazione costosternale.
L’infiammazione di questa articolazione è chiamata costocondrite. Di solito si osserva negli adolescenti e nei giovani.
Questa malattia provoca un dolore toracico localizzato, acuto e lancinante.

Diagnosi – Il dolore peggiora dopo l’attività fisica durante alcuni movimenti del torace (rotazione e piegamento) e quando il paziente inspira.
La pressione localizzata (con un dito) sulla zona aumenta il dolore, cosa che non avviene in caso di problemi cardiaci o polmonari.

Dolore al petto sinistroDolore al petto in alto a sinistra

Strappo al muscolo pettorale sinistro
Il dolore sordo nella parte sinistra del petto può essere causato da un muscolo pettorale stirato.
I muscoli pettorali sono situati sul lato sinistro e destro del torace. La lesione del muscolo pettorale si può verificare negli sport di contatto o in palestra.
Gli esercizi con il bilanciere sulla panca piana possono causare un dolore al centro del petto a pochi centimetri dallo sterno, sia a destra sia a sinistra.
Un muscolo pettorale stirato o strappato nel lato sinistro del torace può causare un forte dolore.
Il dolore si può irradiare anche alla spalla sinistra e all’ascella.
I sintomi si aggravano durante l’attività fisica e quando si sposta tutto il braccio dietro al torace.

Angina pectoris
L’angina è dovuta alle placche di colesterolo duro che si accumulano gradualmente sulle pareti interne delle arterie che portano il sangue al cuore.
La conseguenza è il restringimento delle arterie e un minor apporto di sangue ossigenato al cuore.
Quando l’apporto di sangue è limitato può causare episodi ricorrenti di dolore toracico.
Il dolore aumenta durante un attività fisica intensa che causa un battito cardiaco accelerato e un maggior bisogno di ossigeno.

Spasmo delle coronarie
Questa malattia è detta anche angina di Prinzmetal. Quando le arterie che portano il sangue al cuore vanno in spasmo, si verifica l’arresto temporaneo del flusso sanguigno che provoca dolore toracico.
Una persona può soffrire anche a riposo.

Spasmo esofageo
Il dolore nel quadrante superiore sinistro del petto mentre si respira può essere causato da uno spasmo esofageo.
I nervi che innervano il cuore e l’esofago sono gli stessi.
Un disturbo all’esofago causa difficoltà nella deglutizione, dolore durante la respirazione e quando si mangia.
Il reflusso gastroesofageo può causare dolore nella zona centrale.

Disturbi di cistifellea, pancreas o polmoni
Il dolore al petto sinistro non è sempre causato dal cuore.
L’infiammazione del pancreas (pancreatite) o della cistifellea possono provocare un dolore acuto.

cistifellea infiammata,infiammazione
Il dolore può iniziare nel petto, soprattutto se è causato da disturbi come un’ulcera, la sindrome dell’intestino irritabile, ecc.
Tra le malattie polmonari che possono dare dolore toracico ci sono:
1. Embolia polmonare,
2. Ipertensione polmonare, ecc..

 

Embolia polmonare, trombosi, embolo

Fibromialgia
La fibromialgia provoca dolori muscolari cronici nel corpo, tra cui anche il petto.

 

 


Dolore al petto dopo aver mangiato

Reflusso gastroesofageo
Uno dei motivi principali per la costrizione toracica dopo un pasto è il reflusso acido che causa anche il bruciore di stomaco e l’aria nello stomaco.

Ci sono diversi motivi che possono provocare il reflusso acido, tra cui:
1. Saltare i pasti, soprattutto la colazione,
2. Mangiare cibi grassi e fritti,
3. Cenare molto tardi, prima di andare a letto,
4. Fumo,
5. Alcol,
6. Obesità,
7. Disturbi del sistema digerente,
8. Stress, ansia e altre emozioni negative,
9. Gravidanza,
10. Dispepsia (cattiva digestione).

I disturbi della digestione che possono causare questo senso di costrizione al petto dopo mangiato sono:
1. Ulcera gastrica o duodenale,
7. Bruciore di stomaco,
8. Tumore allo stomaco.

Indigestione
Il senso di costrizione al petto dopo mangiato può essere causato dall’eccesso di cibo.
Quando una persona mangia eccessivamente causa una forte pressione sullo stomaco e sull’intestino.
La conseguenza è la sensazione di dolore al petto e mal di pancia.

 

Malattie della colecisti

La cistifellea è un organo che contiene la bile, cioè un liquido che serve per l’assorbimento dei lipidi.
Se nella cistifellea c’è un eccesso di colesterolo si possono formare dei sassolini chiamati calcoli biliari.
I calcoli biliari causano un grave dolore nella regione superiore ed inferiore dell’addome che si può irradiare alla spalla e alla scapola.
Il dolore aumenta soprattutto dopo un pasto pesante.
Tra gli altri sintomi di questo disturbo ci sono il vomito e la nausea.

I disturbi della cistifellea possono essere causati da:
1. Livelli di colesterolo elevati,
2. Obesità,
3. Morbo di Crohn,
4. Pillola anticoncezionale che alza il livello di estrogeni.

radiografia,torace,pettoAritmia
L’aritmia è un disturbo che causa un battito cardiaco irregolare.
Questo non è normale e si può verificare dopo aver mangiato.
Tre le conseguenze c’è il senso di costrizione toracica.

Dolore toracico durante la corsa

Il dolore al petto durante la corsa può essere causato dalla respirazione irregolare o dallo sforzo dei pettorali.

Oppressione precordiale
Il precordio è la porzione della parete toracica davanti al cuore.
Questo disturbo può causare dolori al torace nei bambini e nei giovani. Produce un forte dolore al petto durante l’inspirazione e l’espirazione (soprattutto in caso di respiri profondi).
Questo dolore dura appena 2-3 secondi. Tuttavia, in alcuni rari casi, può durare circa mezz’ora.
Non esiste una cura perché le cause sono sconosciute.

Angina Pectoris
L’angina si verifica quando non arriva abbastanza sangue ossigenato al cuore.
Durante la corsa, gli arti inferiori consumano molto ossigeno e la riduzione del flusso sanguigno al cuore provoca un forte dolore al petto.

Attacco di cuore
Alcuni studi mostrano che i maratoneti hanno un maggior rischio di soffrire di disturbi cardiaci perché gli sport di lunga durata possono causare delle modifiche strutturali al cuore e alle grandi arterie.
Un forte dolore al petto durante al corsa può essere il sintomo di un attacco di cuore.

Il segno caratteristico di un infarto è il dolore sul lato sinistro del torace che si irradia al braccio, spalla, collo fino ai denti.
Tra gli altri sintomi ci sono la sudorazione eccessiva e le vertigini.

Clima freddo
Il dolore al petto durante l’inverno può essere causato dall’aumento del ritmo respiratorio mentre si corre che provoca l’inalazione di troppa aria fredda nei polmoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code