Osteoporosi e osteopenia, sintomi e cause

Com’è composto l’osso?

Il tessuto osseo è una parte importantissima del corpo umano perché:

  • dà forma al corpo umano;
  • protegge gli organi e i visceri;
  • contiene il midollo osseo dove si producono le cellule sanguigne.


Osteoporosi e osteopenia, sintomi e cause
Osteoporosi e osteopenia, sintomi e cause

Le ossa sono costituite da minerali: calcio, fosforo, magnesio, fluoro ecc. contenuti in una matrice proteica composta soprattutto da collagene.
Una delle caratteristiche più importanti dell’osso è che si rinnova continuamente, è un fenomeno chiamato rimodellamento e consente, per esempio, di riparare le fratture.
La densità di massa ossea varia con il tempo, è minima nei neonati, aumenta fino a toccare un picco intorno ai 25-30 anni e successivamente cala gradualmente.
Ci sono due tipi di ossa:

  • quello spugnoso, sono le più porose e composte da trabecole, si trova principalmente nelle vertebre, polso e femore;
  • quello compatto, è solido e pieno: per esempio le ossa lunghe degli arti superiori.

Il rimodellamento osseo è operato da cellule specifiche: gli osteoblasti depositano sali di calcio e aumentano la densità ossea, mentre gli osteoclasti distruggono e assorbono l’osso.
Se la formazione di nuovo tessuto osseo è minore rispetto alla demolizione, si crea il deficit che caratterizza l’osteoporosi.

 

 

Quali sono le patologie associate all’osteoporosi?

Ci sono alcune patologie che favoriscono la comparsa dell’osteoporosi:

  • la sindrome di Cushing che comporta un eccesso di cortisolo;
  • La celiachia;
  • patologie organiche come la cirrosi o la sarcoidosi;
  • Patologie oncologiche come i sarcomi.
  • patologie ormonali: morbo di Basedow (ipertiroidismo), iperparatiroidismo;
  • Malattie dell’apparato muscolo scheletrico come l’osteogenesi imperfetta e l’artrite reumatoide, algoneurodistrofia