Plica sinoviale del ginocchio

Plica sinoviale del ginocchio: cos’è e perché provoca dolore

Nella pratica clinica, spesso il chirurgo ortopedico si trova davanti a casi di soggetti per lo più giovani (e spesso di sesso femminile) con dolore al ginocchio a cui non si riesce a dare una spiegazione chiara.
I medici spesso parlano genericamente di “dolori della crescita” o di “dolori cartilaginei”, mentre in realtà la causa dei dolori è rappresentata da una plica sinoviale.

 

Cos’è la plica sinoviale?

A livello anatomico, la plica è un normale setto sinoviale presente nell’articolazione che appare come parte integrante della capsula articolare.
Nel ginocchio alla nascita ci sono diverse pliche, ma generalmente nei primi anni di vita si verifica un riassorbimento (per apoptosi cellulare).
Durante lo sviluppo embrionale, le pliche dividono il ginocchio in tre comparti, ma nei primi mesi le pliche cominciano ad assottigliarsi fino a sparire completamente.
Se per qualche motivo una di queste pliche non sparisce, può dare (e non deve dare) fastidio/dolore ed essere fonte di preoccupazione per il ginocchio.
In realtà, almeno una delle pliche viene riscontrata nel 50% dei casi in cui viene esaminata una articolazione del ginocchio.

 

Tipi di pliche sinoviali:

Esistono 4 tipi di plica sinoviale:

  • La plica sovrapatellare
  • La plica mediopatellare
  • La plica parapatellare
  • La plica infrapatellare

La plica sovrapatellare e la plica parapatellare sono quelle che raramente si ritrovano e danno problematiche.

La plica infrapatellare è chiamata anche ligamento mucoso, di solito non da  problemi e spesso è considerata come una struttura protettiva per il legamento crociato anteriore.
Se è molto abbondante, soprattutto in artroscopia, può creare problematiche alla visualizzazione del legamento; in questi casi è indicata l’asportazione chirurgica, senza alcuna conseguenza.

Risonanza magnetica,plica prepatellare,ispessitaLa plica che più frequentemente può provocare sintomatologia dolorosa è la plica medio patellare.
Questa è presente in senso verticale sul bordo mediale della rotula. La sintomatologia è legata ad una eventuale infiammazione ed ipertrofia della plica.

L’infiammazione e l’ipertrofia sono dovute alla sindrome da conflitto con l’articolazione femoro-rotulea durante la flessione del ginocchio.
Secondo un’altra teoria, la plica si può infiammare per un ipertono o ipertrofia del muscolo genu articolaris (davanti al corpo di hoffa), muscolo che si inserisce sullo sfondato della capsula articolare (spazio capsulare sotto al quadricipite).
La funzione di questo muscolo è di evitare un conflitto articolare tra la rotula e la troclea femorale durante l’estensione del ginocchio.
Studi anatomici su cadavere hanno dimostrato che spesso alcune fibre di questo muscolo continuano nella plica mediopatellare .
Un’eccessiva trazione da parte di questo muscolo può causare una maggior tensione della plica, la quale durante il movimento di flesso estensione del ginocchio aumenta l’attrito da sfregamento sul condilo.
Questo sfregamento eccessivo può causare con il tempo un’ipertrofia che a sua volta aumenterebbe l’attrito instaurando un circolo vizioso.

Nei casi più gravi può evolvere fino a diventare un lembo fibrotico e cordoniforme.

 

Sintomi della plica sinoviale del ginocchio infiammata

In caso di plica medio patellare patologica, la sintomatologia è evidente e si può avere:

 

Diagnosi della plica sinoviale infiammata e ipertrofica

Il paziente sentirà principalmente un dolore al ginocchio nella regione antero-mediale durante i movimenti di flesso estensione dell’articolazione.
L’eventuale comparsa di blocchi articolari dovuti alla plica ispessita (che rappresenta un ostacolo) possono far sospettare l’altra patologia che può provocare un blocco articolare del ginocchio, cioè la lesione al menisco.

La diagnosi differenziale comunque non è facile e va tenuta in considerazione, oltre alla lesione meniscale, la condropatia femoro rotulea del ginocchio (alterazione della cartilagine articolare tra la rotula e il femore, nella parte superiore del ginocchio, dovuta a cause diverse) e l’instabilità della rotula.

 

Esame obiettivo nel dolore da plica mediopatellare:

Il paziente sente dolore anteriore al ginocchio che peggiora con la mobilizzazione della rotula.
Spesso è possibile avvertire un caratteristico “clic” durante la mobilizzazione della rotula o durante la flesso-estensione.

 

Esami diagnostici strumentali

Non esiste un esame strumentale “gold standard” per la diagnosi della plica sinoviale.
Infatti anche l’esame considerato più accurato, cioè la risonanza magnetica, spesso non riesce a distinguere tra una plica sinoviale fisiologica ed una patologica.
La diagnosi e l’indicazione al trattamento è quindi affidata al chirurgo ortopedico.
La prima cosa da fare è un’accurata visita, valutazione del ginocchio del paziente e controllo della storia clinica.
La prova definitiva dell’esistenza della plica si può avere con l’artroscopia di ginocchio.

 

 

Terapia per la plica sinoviale infiammata e ispessita

Nonostante l’estrema frequenza con cui si riscontrano le pliche sinoviali (se consideriamo anche la plica infrapatellare siamo a oltre l’80%), quelle patologiche sono circa il 5% del totale dei casi.

Intervento chirurgico,plica mediale,resezioneQuando si pone una diagnosi di plica sinoviale, è sempre opportuno cominciare una cura a base di antinfiammatori non steroidei e fisioterapia, oltre ad una fase di riposo funzionale per ridurre la sintomatologia dolorosa.

Quando operare la plica sinoviale?
Nei casi resistenti alle cure mediche, fisiche e ai rimedi naturali, è indicato l’intervento chirurgico di artroscopia del ginocchio. Durante questa operazione, se il chirurgo trova una plica patologica ( es. plica sinoviale fibrotica, plica sinoviale ispessita che impronta la cartilagine articolare, plica iperemica soggetta a facile sanguinamento) procederà all’asportazione.

 

Riabilitazione post intervento alla plica sinoviale e tempi di recupero

La riabilitazione dopo intervento chirurgico di artroscopia per rimozione di plica sinoviale è simile a quella che si fa per una asportazione del menisco.

Il carico è concesso il giorno stesso dell’intervento, dopo aver smaltito l’anestesia.
Successivamente il medico prescrive degli esercizi per ripristinare la mobilità del ginocchio e per recuperare il tono muscolare dei muscoli della coscia.

 

Specialista in Ortopedia e Traumatologia
Specialista in chirurgia ortopedica e protesica mini invasiva dell’anca e del ginocchio
Cliniche Humanitas, Milano e Bergamo