Lesione al menisco, sintomi e cause

INDICE

Quali sono le cause della lesione al menisco?

La rottura del menisco può essere causata da:

– Un elevata pressione o schiacciamento, avvvengono nella ricaduta dopo un salto, in particolare se si atterra con le gambe distese.


menisco,normale,cause,lesione,rottura,corno,anteriore,posteriore,legamenti
Menisco normale, con didascalia
alila/ bigstockphoto.com

– Se il menisco viene compresso intensamente, nello sport o durante attività pesanti, corre il rischio di rompersi, da una microfrattura a una rottura a tutto spessore.
– Dopo aver mantenuto per parecchio tempo una posizione accovacciata, nel momento in cui ci si rialza è possibile avvertire una fitta per la lesione.
– Con una violenta rotazione del ginocchio nella deambulazione o mentre si corre, per esempio un cambio di direzione.
-Una brusca iperestensione del ginocchio, per esempio un calcio a vuoto nel football, in cui è possibile lesionare il menisco interno oltre ai muscoli ischio-crurali.

In particolare se un calciatore imprime la massima forza contro il pallone, ma lo manca, questo movimento eseguito in catena cinetica aperta non è per niente fisiologico e comporta uno squilibrio tra l’attività di flessori, estensori e rotatori del ginocchio.

Cause minori sono i microtraumi ripetuti, una contusione o l’attività fisica svolta da soggetti non allenati e preparati a sufficienza.

Quali sono i segni e i sintomi della lesione al menisco?

Nella fase acuta i sintomi sono:

  1. Il dolore al ginocchio,
  2. La limitazione nei movimenti attivi e passivi,
  3. La zoppia.

In caso di lesione del menisco mediale, il dolore si avverte nel lato interno del ginocchio, mentre se si lede il menisco laterale i sintomi sono nel lato esterno.
I sintomi si aggravano con la pressione sulla zona colpita, nell’iperestensione e durante il piegamento (squat) oltre i 90°.
I primi giorni dopo l’infortunio, si avverte dolore anche camminando e il soggetto zoppica.
La sintomatologia tende a ridursi con il tempo, nei casi meno gravi può scomparire senza cure.

I segni sono: la tumefazione (ginocchio gonfio) con emartro (versamento di sangue) e il calore intorno all’articolazione, segni tipici del ginocchio infiammato.

Il ballottamento rotuleo è un test che esegue l’ortopedico per valutare l’entità dell’infiammazione, si sposta la rotula verso un estremità, è positivo se questa rimbalza  per effetto della pressione del liquido infiammatorio.

Come si arriva alla diagnosi di lesione meniscale? Quali esami si eseguono?

Lesione al menisco, sintomi e cause
Lesione al menisco, sintomi e cause

La prima cosa da fare è un esame clinico da uno specialista (ortopedico o fisiatra), egli analizza l’anamnesi, effettua la palpazione del contorno dei menischi, valuta  i segni e i sintomi, poi esegue i test: di Bohler, di Mac Murray, il Griding Test ecc.
Una diagnosi corretta è necessaria per decidere qual’é la terapia più indicata. Sarà il medico, se lo ritiene opportuno, che chiederà conferma della sua diagnosi prescrivendo una Risonanza Magnetica (rmn ginocchio) che in questo caso è l’esame più accurato perché riescono a visualizzare anche i tessuti molli.
La radiografia mostra solo le ossa e l’ecografia visualizza solamente i tessuti più esterni, quindi non sono adatti per una sospetta lesione di menischi o legamenti.
Dall’anamnesi risulterà un trauma indiretto in torsione, oppure il sollevamento dopo un periodo prolungato in posizione accovacciata.

Test per il menisco interno o mediale, mc murray con compressione dei menischi e rotazione esterna del ginocchio
Test per il menisco interno o mediale

sintomi sono diversi a seconda del tipo di lesione, nei pazienti con lesione traumatica si riscontrerà forte dolore, perdita funzionale e limitazione del movimento anche grave in estensione e in flessione, nei pazienti affetti da meniscosi, invece, prevarrà il dolore e gonfiore locale.
La dolenzia si avverte salendo le scale, ma soprattutto scendendole.
Per la diagnosi differenziale si considerano anche fratture del ginocchio, patologie della cartilagine articolare, calcificazioni, cisti meniscali e tumori.
Bisogna tener conto che il menisco può ledersi in seguito ad un trauma oppure in presenza di meniscopatia degenerativa simile all’artrosi.

 

Menisco rotto,rottura

 

Rottura del menisco, che cos’è, quale tipo di lesione avviene

Lesione meniscale, terapia, chirurgia, riabilitazione e prognosi