Rimedi per il dolore al ginocchio

Rimedi naturali e casalinghi per il dolore al ginocchio

lesione,menisco,manico,secchio,dolore,infiammazione

Lesione del menisco
alexonline-bigstockphoto.com_.jpg

Per il dolore al ginocchio in fase acuta:

  • Riposo ed evitare attività che aggravano il dolore, soprattutto quelle in cui si deve appoggiare il peso sulla gamba dolorante.
  • Applicare ghiaccio ogni ora per 15 minuti. Dopo il primo giorno, applicare non più di quattro volte al giorno.
  • Dopo i primi tre giorni dalla comparsa dell’infiammazione è consigliabile tenere l’articolazione al caldo per favorire i processi di guarigione, mentre il freddo rallenta l’attività delle cellule.
  • Tenere il ginocchio sollevato più possibile per farlo sgonfiare sfruttando la forza di gravità.
  • Indossare un bendaggio elastico che si può acquistare in farmacia per il problema del ginocchio gonfio.
  • Il medico può consigliare il Paracetamolo per ridurre il fastidio o l’Ibuprofene per il dolore e il versamento (edema).
  • Dormire con un cuscino sotto le ginocchia.

Per il dolore al ginocchio legato al sovraccarico

Scaldarsi bene prima dell’allenamento. Eseguire lo stretching del quadricipite e dei muscoli posteriori della coscia.
Evitare di correre in discesa, meglio camminare in quel caso.
Allenarsi in bicicletta o in piscina invece che correre.
Ridurre il numero e l’intensità degli allenamenti.
Correre su una superficie liscia e morbida come un prato anziché sull’asfalto.
Chi è in sovrappeso dovrebbe perdere peso.
Ogni chilo di troppo corrisponde a 10 chili in più di pressione sul ginocchio quando si scendono le scale.
Chiedere al medico un aiuto per perdere peso.
Se si soffre di piedi disallineati, bisogna usare dei plantari.
Assicurarsi che le scarpe da running sono buone e hanno una buona ammortizzazione.

Per il dolore al ginocchio da borsite
Utilizzare ghiaccio tre o quattro volte al giorno per i primi 2 o 3 giorni. Coprire il ginocchio con un panno di lana e appoggiare il ghiaccio su di esso per 15 minuti.
Non addormentarsi mentre si applica il ghiaccio. È possibile bruciare la pelle perché si lascia a contatto troppo a lungo.
Il caldo serve dopo le pirme 72 ore per accelerare la guarigione, mentre il freddo la rallenta.
Evitare di stare in piedi per lunghi periodi di tempo.
Se si deve stare in piedi, rimanere su una superficie morbida. Dividere il peso in egual misura su ogni gamba.
Quando si dorme, non si dovrebbe stare sul lato che ha la borsite. Posizionare un cuscino tra le ginocchia per ridurre il dolore.
Indossare scarpe ammortizzanti e confortevoli.
Chi è sovrappeso può stare meglio se dimagrisce.

Taping per la parte posteriore del ginocchio

Kinesio-taping utilizzato per drenare i linfonodi dietro al ginocchio. Azione: drenante. Forma: Una striscia a ventaglio. Lunghezza: 15-20cm. Applicare la striscia con il ginocchio in estensione, senza tensione, formando un ventaglio sul cavo popliteo. Molto utile se associato al doppio ventaglio anteriore di ginocchio.

tapnig,posteriore,ginocchio,dolore,cisti,baker,cavo,popliteo

Taping per la parte posteriore del ginocchio

 

 

Fisioterapia ed esercizi

I muscoli deboli sono tra le principali cause di infortunio al ginocchio, si può avere beneficio rinforzando il quadricipite e i muscoli posteriori della coscia che supportano le ginocchia.
Gli esercizi per l’equilibrio e la stabilità aiutano i muscoli delle ginocchia a lavorare insieme in maniera più efficace.

Dato che i muscoli accorciati possono favorire i disturbi, è importante fare stretching.
Bisogna effettuare degli esercizi di allungamento prima e dopo l’allenamento.
Eseguire in maniera corretta gli esercizi.
In caso di artrosi, dolore cronico o infiammazioni ricorrenti, può essere necessario cambiare il modo di allenarsi.
Si dovrebbero considerare altri sport come il nuoto, la ginnastica in acqua o altre attività a basso impatto per almeno per un paio di giorni a settimana.
A volte, è sufficiente limitare le attività che causano troppo carico sull’articolazione per avere sollievo.
Evitare il nuoto a rana che causa continue “frustate” al ginocchio.
La magnetoterapia è utile in caso di infiammazione da artrosi per alleviare il dolore e ridurre il gonfiore.

 

Trattamento medico

Il trattamenti variano in base alla causa del dolore al ginocchio.
Farmaci
Il medico può prescrivere alcuni farmaci per alleviare il dolore e per risolvere le patologie sottostanti, come l’artrite reumatoide o la gotta.
In caso di lesioni interne o infiammazione da artrosi, si può spalmare una crema o un gel di Voltaren che è un antinfiammatorio non steriodeo.

rinforzo,muscolare,quadricipite,leg,extension,palestra,fisioterapia,riabiltazione

Leg-extension per rinforzare il quadricipite

Rinforzare i muscoli che si inseriscono sul ginocchio, lo rende più stabile.
L’allenamento rischia di concentrarsi troppo sui muscoli della parte anteriore della coscia (quadricipite), ma sono importanti anche i flessori della coscia (in particolare il bicipite femorale).
Bisogna eseguire anche gli esercizi per migliorare l’equilibrio.

In caso di artrosi più pronunciata da una parte, i plantari su misura possono essere costriuti in modo da spostare il peso sul lato “sano” del ginocchio.
In determinate condizioni, le ginocchiere possono essere utilizzate per aiutare a proteggere e sostenere l’articolazione.

Infiltrazioni. il medico può suggerire l’iniezione di farmaci direttamente nell’articolazione.
Alcuni esempi:
Le iniezioni di cortisone nel ginocchio possono aiutare a ridurre i sintomi di infiammazione provocata dall’artrite e danno sollievo dal dolore che dura pochi mesi. Le iniezioni non sono efficaci in tutti i casi. C’è un piccolo rischio di infezione.
Infiltrazioni di acido ialuronico. Si può iniettare un fluido denso, simile al liquido sinoviale, che lubrifica naturalmente le articolazioni.
Queste punture nel ginocchio servono per migliorare la mobilità e alleviare il dolore, inoltre hanno anche uno scopo preventivo.
Il sollievo da un ciclo di infiltrazioni può durare fino a un anno.

 

Chirurgia

In caso di infortunio che necessita di un intervento chirurgico, solitamente non occorre eseguire subito l’operazione.

Prima di prendere qualsiasi decisione, considerare i pro e i contro del trattamento riabilitativo semplice e della ricostruzione chirurgica in base ai risultati attesi.
Se si sceglie di sottoporsi ad un intervento chirurgico, le opzioni sono:

Chirurgia artroscopica.
A seconda del tipo infortunio, l’ortopedico può essere in grado di esaminare e riparare il danno articolare inserendo una telecamera a fibre ottiche e alcuni strumenti lunghi e stretti attraverso 2/3 piccole incisioni nel ginocchio.
L’artroscopia serve per rimuovere corpi estranei nell’articolazione, per riparare la cartilagine danneggiata e per ricostruire i legamenti lesionati.

protesi,ginocchio,intervento,chirurgico,sostituzione,articolazione

Protesi al ginocchio

Intervento di sostituzione parziale dell’articolazione del ginocchio.
In questa procedura (artroplastica mono-compartimentale), il chirurgo sostituisce solo la parte più danneggiata del ginocchio con pezzi in metallo e plastica.
Di solito, la chirurgia si esegue con una piccola incisione e il ricovero in ospedale dura poche notti.
È probabile che il recupero sia più rapido rispetto ad un intervento chirurgico per sostituire completamente il ginocchio.

La sostituzione totale del ginocchio.
In questa procedura, il chirurgo rimuove l’osso e la cartilagine danneggiati di femore, tibia e rotula e lo sostituisce con un articolazione artificiale fatta di leghe metalliche, materie plastiche e polimeri di alta qualità.

Leggia anche: Dolore al ginocchio, le cause   –  Dolore al ginocchio, gonfiore e piegamento

 

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista Tel 0522/260654 Defilippo.massimo@gmail.com
P. IVA 02360680355

http://www.facebook.com/fisioterapiarubierese?ref=hl

http://www.fisioterapiareggio.com

© Scott Maxwell – fotolia.com