Dolore all’anca di corsa e a riposo

INDICE


Il dolore all’articolazione dell’anca può essere provocato da diverse cause.

Tra le cause di dolore all’anca ci sono:


Dolore all’anca al mattino

Il dolore che si sente al risveglio e diminuisce lentamente nel corso della giornata indica la presenza di un infiammazione come l’artrosi dell’anca, artrite settica, gotta o spondilite anchilosante. In genere, le patologie infiammatorie rispondono ai farmaci anti-infiammatori e alla modifica dell’attività fisica.

Artrosi
L’artrosi è la patologia dell’articolazione più diffusa, colpisce gli individui di età superiore a 50 anni di età e interessa le articolazioni portanti come l’anca.
Questa patologia è caratterizzata da un dolore profondo che si può anche sentire anche nella parte anteriore e interna della coscia.
L’artrosi provoca rigidità e una riduzione del movimento, questi sintomi peggiorano al mattino. In genere, i farmaci anti-infiammatori insieme alla ginnastica dolce alleviano il disagio.
L’artrosi è una patologia cronica.
Alcuni casi richiedono un intervento chirurgico di protesi d’anca per mantenere uno stile di vita attivo.


Artrite settica
L’Artrite settica o infettiva può colpire chiunque a qualsiasi età ed è causata da un’infezione batterica che entra nella articolazione dell’anca.
Le cause possibili sono tante, tra cui la malattia di Lyme, la gonorrea e l’infezione da stafilococco.
Il dolore da artrite settica è più intenso al mattino, inoltre l’anca colpita può bloccarsi.
Altri sintomi sono calore e rossore intorno all’articolazione, gonfiore, febbre e brividi.
Il trattamento prevede farmaci antibiotici ed eventualmente un’intervento chirurgico.

Gotta
La gotta è un’infiammazione delle articolazioni causata da un accumulo di acido urico. È classificata come artrite e può colpire qualsiasi articolazione. In genere, la gotta si presenta con degli attacchi acuti e si sente più forte al mattino.
La gotta può essere causata da abuso di alcool, obesità, diabete, ipertensione o un alimentazione ricca di proteine, in particolare il salmone e la carne.

Spondilite anchilosante
La spondilite anchilosante è una malattia infiammatoria classificata come artrite.
Circa un terzo delle persone affette da spondilite anchilosante hanno sintomi all’anca, coscia e inguine.
Oltre al dolore mattutino, la spondilite anchilosante provoca rigidità e dolore che si irradia verso il basso alla gamba intera.
Questi sintomi sono alleviati dall’esercizio.


Cause di dolore all’anca durante la corsa

Le cause benigne più comuni di dolore all’anca mentre si corre sono: borsite trocanterica, sindrome della bendelletta Ileotibiale e la sindrome del piriforme.
Le cause più gravi sono: frattura da stress, infiammazione dei nervi della colonna vertebrale lombare (in particolare lo sciatico e il crurale), la lesione del labbro dell’acetabolo e l’artrosi dell’anca.

nervi,dolore, anca, sciatico,corsa,seduto,cammino,mattina
Sebastian-Kaulitzki-Fotolia.com

Ernia del disco o protrusione discale: un nervo che passa davanti o dietro all’anca può essere compresso a livello della colonna vertebrale.

Borsite trocanterica: si tratta dell’infiammazione della borsa sierosa che si trova nella parte esterna dell’anca e serve per ridurre l’attrito tra i tendini e l’osso del femore.

Sindrome della bandelletta Ileotibiale è l’infiammazione della fascia fibrosa che si trova lungo la parte esterna della coscia, vicino all’anca. La Bandelletta ileotibiale Inizia a livello dell’anca e termina sul ginocchio.
Questa sindrome colpisce soprattutto i podisti e i ciclisti.

Sindrome del muscolo piriforme: è un disturbo del muscolo piriforme che si trova nella parte posteriore dell’anca e la sua azione è la rotazione esterna dell’articolazione. Il tendine del piriforme può comprimere il nervo sciatico, causando un dolore simile alla sciatalgia, con formicolio alla gamba e dolore urente (bruciore).
La sindrome del piriforme si verifica quasi sempre a sinistra perché il corpo non è simmetrico e questo muscolo è più teso nel lato sinistro del corpo.
Raramente il paziente soffre di questo disturbo a destra, generalmente capita ai pazienti che hanno l’anca ruotata verso l’interno.

Frattura da stress: si tratta di microfratture ripetute della testa del femore.
Questo tipo di frattura colpisce gli sportivi, in particolare i runner (podisti) che fanno molti chilometri.
I sintomi sono: dolore, gonfiore, limitazione del movimento e zoppia.

Strappo del labbro acetabolare: il labbro acetabolare è una struttura formata da cartilagine che circonda l’acetabolo del bacino.
Una lesione del labbro causa dolore all’anca. La cura consiste nell’operazione chirurgica.

L’Artrosi è una patologia degenerativa che si sviluppa con il tempo.
La cartilagine che si trova tra le ossa si consuma e la conseguenza è l’attrito tra le ossa durante il movimento.Chi soffre di questa patologia sente molto dolore durante o dopo la corsa.

Altre cause di dolore all’anca dopo la corsa sono: differenza di lunghezza delle gambe, l’iperpronazione della caviglia (quando il piede è ruotato verso l’interno), gli sforzi eccessivi (troppo allenamento senza una preparazione sufficiente).

Possibili cause di dolore all’anca stando seduti

Esistono numerose patologie che provocano dolore all’anca a sedere.

Artrosi d’Anca o coxartrosi, questo disturbo è causato dalla degradazione della cartilagine nell’articolazione.
Di solito si verifica quando si invecchia. Questa patologia necessita di un trattamento precoce per non continuare a peggiorare.
Di solito il dolore si avverte all’inguine e sull’interno coscia durante le attività quotidiane come camminare e stare seduti.

Borsite trocanterica, può essere la conseguenza di un infortunio sportivo, comporta l’infiammazione della borsa, cioè un sacco pieno di liquido che serve per ridurre l’attrito dei tendini durante il movimento.
Di solito le borse sono sensibili al tatto, quindi è molto probabile sentire dolore perché si rimane seduti in una posizione che applica pressione su una borsa infiammata.

 

borsite trocanterica all'anca

 

Osteonecrosi, questa non è una patologia frequente, ma si può avere uno scarso flusso di sangue che causa le prime fasi dell’osteonecrosi.
Quando non c’è un sufficiente flusso di sangue alle ossa, il tessuto può morire e la prima conseguenza è il dolore.
A seconda della posizione da seduti ci può essere una riduzione di flusso sanguigno che aumenta il fastidio.

 

Necrosi avascolare della testa del femore

 

Lombosciatalgia, in caso di dolore cronico e sensazione di bruciore si potrebbe soffrire di lombosciatalgia.
La sciatalgia si verifica quando c’è qualcosa che interferisce con il nervo sciatico lungo la parte posteriore della gamba.
Il dolore si avverte dalla zona lombare all’anca, dietro al ginocchio, sul polpaccio e al piede.
In gravidanza è facile avere una sciatalgia perché l’utero può causare una compressione e infiammazione del nervo sciatico.
È possibile che questo nervo sia compresso o stirato in posizione seduta.

piriforme,grande gluteo,medio,piccoloSindrome del piriforme, se il disturbo è causato solo dalla retrazione e ispessimento del muscolo può provocare un dolore che si estende fino al ginocchio, nella parte posteriore della coscia.
Se il piriforme preme sul nervo sciatico, il dolore si può irradiare lungo la parte posteriore della gamba fino al piede.
In questo caso i sintomi sono gli stessi della lombosciatalgia.
La terapia più indicata è l’osteopatia oppure gli ultrasuoni a massaggio.

 


Dolore all’anca dopo aver camminato

Cause:

Artrosi: L’artrosi è una delle cause più frequenti di disturbi all’anca.
Questa patologia si verifica quando la cartilagine che ammortizza le ossa dell’anca si consuma, lasciando sfregare le ossa tra loro senza alcuna protezione. Le infiammazioni articolari, come l’artrosi e l’artrite reumatoide sono spesso associate al dolore dell’anca nelle persone anziane.
In caso di artrite grave, il dolore si presenta anche quando si smette di camminare o si va a letto.
A volte peggiora quando si sta nella stessa posizione per lungo tempo.

Tendiniti: i tendini sono delle corde fibrose che collegano le ossa ai muscoli. L’infiammazione dei tendini è chiamata tendinite e può essere causata da un uso eccessivo o da un trauma.
La tendinite dei muscoli rotatori interni (piccolo e medio gluteo) e degli abduttori (per esempio il tensore della fascia lata) possono dare dolore nella parte laterale del fianco.

Lussazione dell’anca, a causa di qualche disturbo dello sviluppo, l’articolazione dell’anca può sviluppasi in maniera anomala come se fosse lussata o fuori posizione.
Questa patologia è chiamata displasia congenita. Può non essere dolorosa durante l’infanzia, ma generalmente causa l’artrite e quindi dolore nell’anca.

frattura,anca,femore,dolore,appoggio,collo,testa
©-rob3000-Fotolia.com

Frattura ossea dell’anca: La rottura di un osso dell’anca può essere causata da incidenti o cadute.
È frequente nelle persone anziane che soffrono di osteoporosi, cioè l’osso diventa più debole e sottile, questo lo rende incline alle fratture.
La frattura del femore è una causa di dolore improvviso all’anca e può essere causata da un trauma o da una malattia (per esempio un tumore osseo o una metastasi).
Il dolore all’anca da frattura è intenso e bisogna rivolgersi subito al pronto soccorso.

Osteonecrosi: La necrosi della testa del femore è una patologia in cui il flusso del sangue nelle ossa è limitato, così si provoca la morte del tessuto osseo.
La necrosi ossea può essere causata da uso prolungato di farmaci steroidei, lesioni, lussazione dell’anca, ecc.
Il sintomo principale in caso di necrosi della testa del femore è il dolore intenso a livello dell’anca quando si cammina.

L’anca a scatto, si tratta di una sindrome caratterizzata da uno scatto udibile che si verifica intorno all’articolazione.
Si può classificare dalla posizione di provenienza come extra o intra-articolare.
L’anca a scatto provoca dolore mentre si cammina e solitamente diminuisce con il riposo.

Affaticamento muscolare: il muscolo e i tendini intorno all’anca e al bacino possono diventare tesi a causa di pressioni eccessive.
Gli sportivi hanno un maggior rischio di sviluppare una contrattura muscolare o uno stiramento.
È importante effettuare un buon riscaldamento perché a freddo è più facile subire un infortunio.
Tuttavia, questo disturbo non è limitato agli atleti e può accadere anche quando si eseguono le attività quotidiane.
La contrattura muscolare può causare fastidio mentre si cammina.
Tra i rimedi naturali ci sono l’arnica e l’artiglio del diavolo.

Quali sono le cause di dolore all’anca a riposo e durante la notte?

Materasso
Un materasso inadeguato può causare dolore all’anca notturno.
Il fastidio si avverte soprattutto se si dorme sul fianco interessato.
Il materasso può causare dolore perché è troppo duro o troppo morbido.
Se la spina dorsale e i fianchi non sono supportati correttamente possono diventare tesi e dolenti.
Spesso, quando si cambia posizione il dolore all’anca scompare.
Si dovrebbe provare a dormire nel letto di un altra persona per vedere se il dolore all’anca diminuisce. Nonostante quello chesi vede in pubblicità, non esiste un materasso che soddisfa tutti i tipi di schiena.

Artrosi: È una patologia che consiste nell’usura dell’anca e può colpire l’uomo e la donna allo stesso modo.
Se l’articolazione si infiamma, negli ultimi stadi il dolore può peggiorare di notte.
La terapia ha come obiettivo la riduzione dell’infiammazione.
Generalmente, il medico prescrive esercizi di stretching, farmaci antinfiammatori e fisioterapia.
Nei casi più gravi si può ricorrere all’intervento di protesi d’anca.

Muscoli accorciati: intorno all’anca e alla schiena ci possono essere dei muscoli retratti che agiscono sull’anca, per esempio il quadricipite.
Quando si dorme ci sono determinate posizioni che mettono in tensione i muscoli e possono causare dolore all’articolazione.

Problemi intestinali: I disturbi dell’intestino possono causare dolore riferito all’anca.


Dolore all’anca nei bambini

I bambini che lamentano dolore all’anca o alla coscia non dovrebbero essere ignorati.
Se il dolore è persistente e il bambino zoppica, potrebbe avere un disturbo dell’epifisi femorale, una patologia in cui il nucleo di crescita ossea della testa del femore si sposta fuori dalla sua posizione,
La malattia di Legg-Calvé-Perthes è la necrosi avascolare della testa femorale nei bambini.
Tra le patologie dell’infanzia, ci sono l’artrite reumatoide giovanile e la malattia di Still.
Se il bambino ha la febbre potrebbe avere l’artrite settica o un’infezione dell’articolazione dell’anca.
L’anca infetta può essere causata da virus o batteri.
I sintomi sono: febbre, dolore, zoppia e a volte rifiuto a camminare.
Le infezioni virali sono la causa più frequente di sinovite nei neonati e si risolve senza trattamento.