Terapia e i rimedi per la tendinite dei peronei

INDICE


 

Terapia e i rimedi per la tendinite dei peronei

La maggior parte delle tendiniti guarisce con il riposo, la fisioterapia e i farmaci, ma senza chirurgia.

Questo è possibile poiché è una lesione da sovraccarico e quindi può guarire con il riposo.


 

Cura per la tendinite dei peronei

Auto-trattamento

Tendini dei peronei,cavigliaSe è presente molto dolore, potrebbe essere una buona idea portare un tutore per alcune settimane.
Se non c’è nessuna rigidità a camminare, si può provare a portare una cavigliera.
I pazienti dovrebbero limitare le ore di attività in piedi e le camminate finchè il dolore non si attenua.
Questa fase di solito richiede parecchie settimane. La ripresa delle attività deve iniziare molto lentamente e deve essere programmata in base alle sensazioni di dolore.
Per quei pazienti che hanno il tallone tendente al varismo, può essere utile portare un plantare che inclini la caviglia verso il lato opposto, scaricando i tendini dei peronei.
È importante parlare con il medico, cambiando le abitudini di allenamento, come per esempio usare un nuovo paio di scarpe per la corsa.
Anche la terapia fisica è molto importante.
Questa, come per le distorsioni di caviglia, può essere fatta per rinforzare i tendini.
Ultimamente c’è molto interesse per le iniezioni di plasma ricco di piastrine(PRP) per stimolare i processi di guarigione.
Attualmente, non esistono studi che dimostrino l’efficacia di questa tecnica per i tendini peronei. Sarebbe meglio evitare le iniezioni di cortisone, in quanto possono indebolire il tendine.
Il trattamento chirurgico è indicato solo se il dolore non migliora con il trattamento conservativo. Il trattamento conservativo può durare anche fino a un anno, prima di considerare la chirurgia.
Se è presente una lesione, ovvero una scissura che corre lungo la lunghezza dei tendini, si può considerare un intervento di pulizia e riparazione dei tendini.
A volte, si può rendere più profondo il canale nella parte posteriore del perone (dove scorrono i tendini), in modo da dare ai tendini uno spazio più ampio dove scorrere.
Infine, se il tendine è molto degenerato, potrebbe essere necessario tagliare il tendine e collegare il peroneo breve e lungo insieme.
Solitamente solo uno dei due tendini è coinvolto, ma in qualche caso possono essere coinvolti entrambi.


 

Trattamento conservativo per la tendinite dei peronei

I pazienti con la tendinite dei peronei, ma con nessuna lesione significativa, possono essere trattati con successo senza chirurgia. Il trattamento è volto a diminuire il carico sui tendini peronei e successivamente a ridurre l’infiammazione.

Il trattamento conservativo comprende:

  • Farmaci anti-infiammatori per ridurre la risposta infiammatoria dei tendini;
  • Utilizzo di un tutore o cavigliera per diminuire il movimento di inversione;
  • Limitare le attività che evocano i sintomi per un paio di settimane in modo da consentire all’infiammazione di attenuarsi;
  • Effettuare terapie fisiche (esempio laser terapia e ultrasuoni) ed esercizi in modo da ridurre l’infiammazione e rinforzare la caviglia;
  • Evitare movimenti bruschi e veloci che pongono maggiore stress sui tendini dei peronei, in modo da attenuare l’infiammazione. Queste attività includono movimenti di taglio e cambi di direzione;
  • Utilizzare un plantare con un’area ribassata sotto la testa del primo metatarso. Nei pazienti con piede cavo un plantare come questo può correggere parzialmente o completamente l’allineamento del retropiede. Sembrerebbe intuitivo che i pazienti con un piede cavo dovrebbero avere un arco plantare alto costruito all’interno del plantare. In realtà un arco plantare alto non è consigliato poiché tende a portare il piede in rotazione interna (supinazione), aggravando il carico sulle strutture esterne come i tendini dei peronei.
  • Applicare del ghiaccio sulla zona interessata ad intervalli di 10-20 minuti per far sparire i sintomi più acuti.

 

kinesio,taping,teninite,peronei,gonfiore,dolore,
Kinesio taping per la tendinite dei peronei

Kinesio Taping per distorsione di caviglia, gonfiore del piede e della caviglia: Azione: drenante. Forma: Due strisce a ventaglio. Lunghezza: 25cm. Applicare le strisce in modo da formare un doppio ventaglio incrociato sulla caviglia. Posizionare in allungamento la caviglia e applicare senza tensione.


 

Trattamento chirurgico per la tendinite dei peronei

Nei pazienti con una lesione importante dei tendini peroneali o con una prominenza ossea che irrita il tendine, la chirurgia può essere utile. Gli agenti irritanti includono un tubercolo peroneale prominente o uno sperone osseo sulla parte posteriore del perone. L’intervento chirurgico può essere eseguito quindi per: uno sbrigliamento dei tendini o una sinoviectomia per riparare qualsiasi significativa lacerazione dei tendini.

Spesso c’è una rottura dei tendini dei peronei. Se la lacerazione longitudinale rappresenta meno del 50% del tendine, allora viene rimossa la parte strappata del tendine. Se è oltre il 50%, il tendine viene ripulito e il tendine coinvolto viene suturato con altri tendini.


 
Recupero

Solitamente i pazienti recuperano completamente. Tuttavia, questo può richiedere molto tempo. Non bisogna avere fretta per dare tempo al tendine di recuperare completamente prima di tornare in attività.
Se bisogna intervenire chirurgicamente, è necessario un periodo di riposo totale.
Solitamente i pazienti non possono appoggiare i piedi per terra per circa 6 settimane.

Terapia e i rimedi per la tendinite dei peronei
Terapia e i rimedi per la tendinite dei peronei

Appena il chirurgo consiglia la fisioterapia e riabilitazione, bisogna iniziare a eseguire gli esercizi per il recupero del movimento, della forza e dell’equilibrio.


 

Esito

Il risultato finale è generalmente buono. Tuttavia, a volte la guarigione è molto difficile e richiede più tempo per le persone che devono tornare alle loro attività. Se si sviluppa una lesione cronica, si crea un ispessimento a livello del tendine e la prognosi non è buona.


 

Complicanze della tendinite dei peronei

Se non ci si rivolge ad un fisioterapista, la tendinosi può cronicizzare aumentando il rischio di rottura del tendine. Inoltre, la debolezza dei tendini può portare ad una distorsione di caviglia.
Nel caso di intervento chirurgico, si possono sviluppare delle infezioni.
Il nervo surale scorre sul lato esterno della gamba e fornisce la sensibilità al piede.
Se questo nervo si stira o si strappa può causare sintomi gravi come la perdita di sensibilità o paralisi muscolare nel piede.

Un’instabilità stessa della caviglia può portare a numerose distorsioni che possono danneggiare la cartilagine all’interno della caviglia e i tendini dei peronei.