Sintomi della labirintite

INDICE

La labirintite è un’infezione dell’orecchio interno. In questa patologia si sviluppa un’infiammazione del labirinto (delicata struttura dell’orecchio interno) e causa perdita dell’udito e dell’equilibrio.
Generalmente colpisce gli adulti, raramente i bambini sviluppano questo disturbo.
La labirintite non si attacca (non è contagiosa).

Anatomia del labirinto
Il labirinto è la parte più interna dell’orecchio.

Labirintite,otorino,medico,dottoressa

Esso si divide in due aree:

  • La coclea: responsabile dell’udito,
  • Il sistema vestibolare: responsabile dell’equilibrio.


 

Cause della labirintite

Le cause della labirintite possono essere:

Labirintite infettiva. Le infezioni virali e batteriche delle vie respiratorie superiori causano la labirintite.
I virus che più frequentemente causano la labirintite sono:

La labirintite batterica può essere:
1) Tossica, se è provocata da tossine batteriche;
2) Suppurativa, in questo caso c’è una grave infiammazione che può evolvere in 4 stadi:

  • Sierosa, causa un infiammazione e la formazione di liquido,
  • Purulenta, con l’accumulo di Pus,
  • Fibrosa, caratterizzata dalla formazione di tessuto di granulazione,
  • Ossificante, in cui si accumula del tessuto osseo nel labirinto.

Malattie autoimmuni. Il sistema immunitario produce globuli bianchi e anticorpi per combattere le infezioni.
In una patologia autoimmune, il sistema immunitario attacca i tessuti sani del corpo provocando lesioni e infiammazione.

Un’emicrania, un ictus o un attacco ischemico transitorio (TIA) possono causare alcuni sintomi della labirintite come le vertigini.

Tra le cause minori ci sono:

  • I viaggi in aereo oppure in macchina nelle strade di montagna con molte curve,
  • La pressione alta,
  • Il diabete.


 

Sintomi della labirintite

I tre sintomi più frequenti della labirintite sono le vertigini (o giramenti di testa), ipoacusia e la pseudovertigine (la persona ha una sensazione di “ruotare” mentre la stanza è ferma oppure la persona è ferma ma la stanza le “gira” intorno).
La labirintite può essere lieve (leggera) o grave.
Alcune persone si sentono solo leggermente stordite e senza equilibrio; altri individui non riescono a stare in piedi.

La perdita dell’udito si può verificare in una o in entrambe le orecchie.
La labirintite virale non causa danni permanenti, mentre quella batterica può provocare sordità.

Altri sintomi della labirintite acuta sono i seguenti:


Ci sono molte attività che peggiorano i sintomi, tra cui:

  • Movimenti della testa
  • Raffreddore
  • Stare al computer tante ore
  • Buio
  • Ambienti piccoli
  • Molte persone radunate
  • Stanchezza
  • Mestruazioni
  • Mantenere la concentrazione per lunghi periodi
  • Stare seduto per molto tempo
  • Camminare per lunghi percorsi

Labirintite cronica
In rari casi le persone soffrono di capogiri e vertigini per molti mesi, anche anni. Questa patologia è chiamata labirintite cronica.
I sintomi della labirintite cronica non sono molto gravi, anche se le vertigini lievi sono un problema da non sottovalutare.


 

Diagnosi differenziale

Infezione batterica,orecchio,otite mediaIl medico a cui rivolgersi è l’otorino.
Per confermare la diagnosi si devono escludere altre patologie tra cui:

Le cattive abitudini che possono provocare un’emoragia sono le seguenti:

La risonanza magnetica, la TAC e gli esami del sangue sono gli esami strumentali prescritti dal medico per diagnosticare dei problemi al labirinto.


 

Complicanze della labirintite

Spesso la labirintite si manifesta senza complicazioni.
A volte, questa patologia può causare la perdita permanente dell’udito e danni al sistema dell’equilibrio.
Il cervello compensa il danno, ma la persona si sente instabile.


 

Sintomi della labirintiteCura per la labirintite

Il paziente con labirintite acuta spesso non riesce a stare in piedi e quindi bisogna andare in pronto soccorso per capire l’origine del problema.

Farmaci
Se le vertigini, pseudovertigini e perdita dell’equilibrio sono gravi, il medico di base può prescrivere farmaci come le benzodiazepine o gli antiemetici (sedativi vestibolari).

Benzodiazepine
Le benzodiazepine riducono l’attività all’interno del sistema nervoso centrale.
Questo significa che il cervello sente meno i segnali anomali provenienti dal sistema vestibolare.
Si sconsiglia l’uso di benzodiazepine per lunghi periodi perché causano problemi al sistema nervoso centrale.

Antiemetici

Un antiemetico si prescrive quando si verificano nausea e vomito.
La proclorperazina 5mg compresse è un medicinale antiemetico usato per trattare le vertigini e i capogiri.
La maggior parte delle persone tollerano la proclorperazina e gli effetti collaterali sono rari, ma questo principio attivo può causare:

  • Tremori (tremante),
  • Movimenti del corpo involontari,
  • Movimenti facciali,
  • Sonnolenza.

Si consiglia di controllare sempre il foglietto illustrativo per conoscere l’elenco completo degli effetti collaterali.

Cortisone
I cortisonici si consigliano quando i sintomi sono gravi.
Questi principi attivi sono ottimi antinfiammatori.

Effetti collaterali del prednisolone (corticosteroidi) sono i seguenti:

Antibiotici
Quando la labirintite è causata da un’infezione batterica, il dottore prescrive l’antibiotico.
Questi farmaci si trovano in commercio come compresse (antibiotici per via orale) o iniezioni (antibiotici per via endovenosa).
Esistono anche medicine antivirali, ma questi principi attivi sono meno efficaci degli antibiotici.
Il medico di base sa quale farmaco è migliore per curare la labirintite.

Farmaci per ridurre le vertigini
Il metoclopramide (Plasil) è un farmaco della famiglia dei bloccanti della dopamina e si prescrive in caso di giramenti di testa, nausea e vomito.
Questa medicina si può prendere anche durante la gravidanza.
Tra gli altri farmaci per le vertigini ci sono la betaistina (Microser e Vertiserc).

Le seguenti azioni riducono la vertigine:

  • Riposo,
  • Evitare movimenti bruschi,
  • Evitare di cambiare posizione,
  • Riprendere lentamente le attività,
  • Usare un bastone,
  • Evitare le luci abbaglianti,
  • Evitare la TV e la lettura,
  • Evitare di guidare,
  • Terapia farmacologica contro la nausea e il vomito.

Nella settimana successiva alla guarigione si dovrebbero evitare le seguenti attività:

  • Guidare,
  • Arrampicata,
  • Lavori con macchinari pesanti,

Le vertigini improvvise durante queste attività possono essere pericolosa.


 

Terapia di riabilitazione vestibolare (VRT)

La terapia di riabilitazione vestibolare (VRT) è un trattamento efficace per le persone con la labirintite cronica. La VRT tenta di “riequilibrare” il cervello e il sistema nervoso per compensare “l’interferenza” dei segnali anomali che provengono dal sistema vestibolare.

La VRT si esegue con la supervisione di un fisioterapista e consiste in una serie di esercizi con lo scopo di:

  • Coordinare i movimenti della mano e dell’occhio,
  • Ignorare la sensazioni di vertigini,
  • Migliorare l’equilibrio e il cammino,
  • Migliorare la forza muscolare.


 

Rimedi naturali per la labirintite

Un’alimentazione sana e alcalina è il rimedio casalingo migliore per rinforzare il sistema immunitario, ridurre la pressione alta e favorire il buon funzionamento del corpo.


 

Quanto tempo dura la labirintite? Prognosi a lungo termine

Nella maggior parte dei casi, la labirintite dura da 1 a 3 settimane.
Generalmente i tempi per un recupero completo sono di circa pochi mesi.

Se i sintomi non migliorano dopo molti mesi, il medico prescrive altri test per escludere le patologie neurologiche.
Di solito i pazienti hanno solo un singolo episodio di labirintite; raramente si verifica una recidiva o diventa una patologia cronica.