Dolore agli occhi

Il dolore agli occhi può essere descritto come pulsante, un bruciore o una fitta lancinante all’interno o all’esterno degli occhi.
Si può avere la sensazione di un corpo estraneo nell’occhio.

Dolore agli occhi,male,rossi,infiammazione,ragazza
In base a dove si verifica il fastidio, il dolore agli occhi si può dividere in due categorie:

  1. Dolore oculare (che si verifica sulla superficie dell’occhio);
  2. Dolore orbitale (che si verifica all’interno dell’occhio).

Il dolore oculare è abbastanza frequente, ma raramente è il sintomo di una patologia grave.
Il dolore dentro l’occhio può essere il sintomo di un problema di salute importante.
È possibile avvertire il male agli occhi anche quando sono chiusi.

 

Cause del dolore agli occhi

Il fastidio o il dolore può essere causato da un problema nell’occhio o nelle strutture circostanti, tra cui:

  • Cornea: La membrana trasparente nella parte anteriore dell’occhio dove si focalizza la luce in arrivo;
  • Sclera: La parte bianca all’esterno della parete dell’occhio;
  • Congiuntiva: Il rivestimento sottilissimo dello sclera;
  • Iride: parte colorata dell’occhio con la pupilla al centro;
  • Orbita: Cavità ossuta in cui si trova l’occhio e i muscoli oculari;
  • Muscoli extraoculari: muscoli che ruotano l’occhio;
  • Nervi: Trasportano le informazioni visive dagli occhi al cervello.

 

Dolore oculare o superficiale

Irritazione da lenti a contatto
Le Persone che indossano le lenti a contatto durante la notte o non le disinfettano correttamente sono più sensibili al dolore oculare causato da un’irritazione o da un’infezione.

Ulcera corneale (infezione)
L’ulcera corneale (o cheratite ulcerosa) può causare un grave dolore oculare. Un’infezione corneale si verifica quando i batteri entrano nella cornea attraverso un taglio.
Con l’uso di lenti a contatto usa e getta usurate è più facile sviluppare delle ulcere corneali.
Tra i sintomi ci sono: male agli occhi, arrossamento, lacrimazione, sensazione di corpo estraneo, fotofobia (ipersensibilità alla luce) e vista offuscata.
Un’ulcera corneale può diventare una patologia grave.
Alcuni batteri possono essere estremamente aggressivi e la cornea si può perforare causando un’endofitalmite o un’infezione all’interno dell’occhio.
La terapia è basata sui colliri antibiotici da applicare frequentemente (a volte ogni 1/2 ora.)

Blefarite
La blefarite è l’infiammazione o infezione della palpebra che provoca irritazione o dolore.

Congiuntivite
La congiuntivite è l’infiammazione della congiuntiva causata da allergie o infezioni (virali o batteriche). I vasi sanguigni nella congiuntiva diventano gonfi, e la parte normalmente bianca dell’occhio diventa rossa.
Altri sintomi della congiuntivite possono essere prurito e perdite.

Corpi estranei
Se rimane qualcosa nell’occhio: un po’ di sporcizia, residui vegetali o il frammento di una lente a contatto.
I corpi estranei di solito sono irritanti, bisogna risciacquare gli occhi con l’acqua. Se non sono rimossi, i corpi estranei possono causare abrasioni corneali.
L’abrasione corneale è la causa più frequente di dolore notturno agli occhi.
Se l’epitelio corneale non ritorna come prima del trauma, si possono avere delle erosioni recidivanti.
Si avverte anche una sensazione di qualcosa che gratta quando si aprono le palpebre al mattino.

Orzaiolo
L’orzaiolo è un’infezione o infiammazione dei bordi della palpebra causata dai follicoli delle ciglia o dalle ghiandole sebacee.
Solitamente un orzaiolo è una zona molto localizzata e dolente su una palpebra.

 

Dolore orbitale o interno

Le cause del dolore orbitale o profondo sono:

Infezione corneale (detta anche cheratite): la cornea infiammata o infetta può essere causata dall’herpes zoster, per aver tenuto le lenti a contatto durante la notte o per un inadeguata pulizia.

Glaucoma
Il glaucoma è una patologia oculare che di solito non causa sintomi all’inizio.
Nel caso di glaucoma ad angolo acuto, però, la pressione all’interno dell’occhio aumenta improvvisamente.
I sintomi sono dolore oculare grave, nausea, vomito, mal di testa e perdita della vista.
Questi sintomi rappresentano un’emergenza, serve un trattamento immediato per prevenire la cecità.

Irite
L’irite o uveite è infiammazione all’interno dell’occhio, è una malattia rara.
Può essere dovuta a traumi, infezioni o malattie autoimmuni. I sintomi includono dolore, occhi rossi e spesso un calo della vista.

Neurite ottica
La neurite ottica è l’infiammazione del nervo ottico (il nervo che collega la parte posteriore del bulbo oculare al cervello).
I sintomi della neurite ottica comprendono un forte dolore agli occhi quando si muovono insieme ad una perdita della vista.
La causa può essere una patologia autoimmune, un’infezione virale o batterica.

Sinusite
La sinusite è un’infezione dei seni nasali e paranasali che può causare una pressione dietro agli occhi. La sinusite può causare dolore in uno o entrambi gli occhi, naso chiuso e dolore alle tempie.

 

Cause di dolore agli occhi intermittente che origina dalla testa

Se il paziente presenta un dolore intermittente intorno agli occhi, ma questi sono sani, è possibile che la causa sia una delle seguenti:

Emicrania. L’emicrania è un disturbo che provoca un dolore oculare palpitante, fotofobia, nausea o disturbi della vista.

Cefalea a grappolo. La cefalea a grappolo causa dolore oculare episodico che può durare da 15 minuti a due ore.
È caratterizzato solitamente da una disfunzione del sistema nervoso simpatico.

Nevralgia del trigemino. La Nevralgia del trigemino è la malattia più fastidiosa perché causa dolore cronico con sporadiche fitte lancinanti o bruciore.
Il dolore dura pochi minuti o secondi, non ha una frequenza stabilita.
Il dolore può essere innescato da vibrazioni o dal contatto, per esempio la pettinatura dei capelli, lavarsi i denti, toccare le tempie o un getto d’aria fredda.
Generalmente, la causa è l’herpes zoster, un’infezione che può causare un dolore straziante che è resistente alla terapia medica.

Pressione intracranica elevata
Le malattie che provocano un alta pressione intracranica e dolore oculare possono essere:

  • L’aneurisma cerebrale,
  • I tumori cerebrali,
  • La trombosi del seno venoso
  • Lo pseudotumor cerebri,

Il dolore oculare causato dalla pressione intracranica elevata può essere aggravato dalla manovra di Valsalva

Malattie vascolari

Esame oculistico,lampada a fessuraRaramente, il dolore agli occhi è il sintomo di un’emorragia subdurale, epidurale, subaracnoidea o intracerebrale.

Qualsiasi malattia dell’arteria carotica (per esempio, infiammazione, emboli, trombosi, dissezione) può provocare sintomi monoculari e potrebbe preannunciare un ictus imminente, anche se il dolore oculare isolato non è l’unico sintomo.

Sclerite
La sclerite è un disturbo abbastanza raro che coinvolge l’infiammazione della parete dell’occhio (sclera).
È spesso legato a gravi problemi di salute come le malattie auto-immuni o vascolari (artrite reumatoide, poliarterite nodosa, lupus).
La parte bianca dell’occhio può diventare rossa, gonfia e dolente.

Dolore al collo
Il dolore cervicale superiore può causare mal di testa che si irradia in fronte fin dietro all’occhio, vertigini (giramenti di testa) e confusione mentale.
Tra le prime due vertebre del collo (C1 E C2) non ci sono i dischi, quindi il dolore non può essere causato da un ernia discale.
Le cause possono essere l’artrosi cervicale, un blocco delle articolazioni che interferisce con i nervi oppure le aderenze del tessuto connettivo.

Tiroide
L’ipertiroidismo causato dal morbo di Basedow-Graves può causare dolore agli occhi, in particolare quando si guarda verso l’alto, oltre ai tipici sintomi:

 

Sintomi legati al dolore agli occhi

  • Congiuntivite – prurito e rossore
  • Sensibilità alla luce (fotofobia)
  • Perdite chiare o colorate (pus)
  • Difficoltà ad aprire l’occhio dopo aver dormito a causa delle perdite.
  • Sensazione di corpo estraneo,
  • Nausea o vomito
  • Calo della vista
  • Mal di testa

 

Diagnosi del dolore agli occhi

Il medico può diagnosticare alcune patologie oculari frequenti come la congiuntivite.
Per qualsiasi causa potenzialmente grave di male agli occhi, il medico fa riferimento all’oculista.
Gli oculisti hanno diversi strumenti per diagnosticare il dolore agli occhi, tutti generalmente utilizzati in ambulatorio:
Un esame con lampada a fessura che utilizza luce brillante per guardare negli occhi per vedere le strutture dell’occhio.
Dilatazione della pupilla con gocce per consentire al medico di vedere in profondità nell’occhio.
Uno strumento che misura la pressione (tonometro) può rilevare l’alta pressione nell’occhio da glaucoma.

 

Rimedi casalinghi

Di solito, i rimedi domiciliari consistono nell’idratare l’occhio con l’acqua.
Con l’ingresso di un corpo estraneo o chimico nell’occhio, è importante sciacquare l’occhio con l’acqua di rubinetto tiepida o con un collirio.

Se si pensa che un corpo estraneo è entrato nell’occhio, non strofinare l’occhio perché può peggiorare la situazione.
Non tentare di rimuovere un corpo estraneo dall’occhio, bisogna rivolgersi ai professionisti del settore medicale.

Per i casi lievi di fastidio all’occhio, riposare gli occhi, prendere antidolorifici da banco ed evitare la luce intensa.

 

Terapia per il dolore agli occhi

Il trattamento varia in base alla malattia degli occhi.

Congiuntivite: La forma infettiva si cura con colliri antibiotici o pomate se i sintomi sono gravi o persistono per più di due settimane.
La congiuntivite allergica si tratta con antistaminici e colliri antiallergici.

Abrasioni corneali e ulcerazioni: Per il dolore ci sono dei colliri e farmaci antinfiammatori, ma se si sospetta un infezione serve un collirio antibiotico.
Il collirio per dilatare l’occhio può essere raccomandato dal medico.

Corpo estraneo nell’occhio: ci sono diverse tecniche per rimuovere corpi estranei:

  1. Irrigazione con lavaggio dell’occhio,
  2. Rimozione con un cotton fioc,
  3. Rimozione con un piccolo ago o con un trapano oftalmologico.

Ustioni chimiche all’occhio e alla cornea: le ustioni chimiche all’occhio sono trattate immediatamente con grandi quantità di acqua per lavare l’occhio, seguite da collirio anestetico fino a raggiungere i livelli normali di acidità o alcalinità dell’occhio.

Blefarite: Il medico insegna come pulire i bordi della palpebra con uno shampoo delicato su un tessuto di flanella morbido due volte al giorno per rimuovere l’olio in eccesso.

Orzaiolo o calazio: la terapia per queste formazioni consiste nel collocare impacchi caldi agli occhi per 15-20 minuti, quattro volte al giorno.
È possibile applicare una pomata antibiotica.
Se il Calazio non va via in tre o quattro settimane, l’oculista può svuotarlo chirurgicamente.

Glaucoma: Il Glaucoma ha molte opzioni terapeutiche a seconda del tipo, della gravità e della durata dell’attacco.
Il glaucoma può essere un’emergenza medica, con il rischio di danni permanenti all’occhio che si verificano in alcune ore, se non è trattato.
Il trattamento inizia con i farmaci per ridurre il liquido negli occhi, ad esempio i beta-bloccanti, il collirio o le gocce di cortisonici per ridurre l’infiammazione, oltre alle gocce di un farmaco costrittivo della pupilla.
Altri farmaci possono essere somministrati per via endovenosa o in forma di compresse.
Se questi trattamenti non riescono a ridurre la pressione intraoculare dell’occhio, si può considerare l’intervento chirurgico.

Irite: Questa malattia può essere trattata con colliri che causano la dilatazione delle pupille e con colliri steroidei topici.
Nei casi gravi di irite, il medico può prescrivere gli steroidi per via orale.

Neurite ottica: la perdita graduale della vista e il dolore agli occhi durante il movimento sono segni di una malattia che dev’essere diagnosticata dall’oculista e dal neurologo.

Sinusite: Quando la sinusite è provocata da un’infezione batterica, può essere trattata con gli antibiotici.

Emicrania: Le emicranie causano dolore anche agli occhi, ci sono diversi farmaci che si possono assumere singolarmente o in combinazione, per esempio l’ibuprofene o il paracetamolo.

 

Cosa succede se non si cura il dolore agli occhi?

Nella maggior parte dei casi il dolore oculare passa da solo o con dei rimedi naturali.
Le malattie che causano dolore agli occhi raramente provocano danni permanenti all’occhio, ma è possibile.
Ad esempio, il dolore e i sintomi causati dal glaucoma sono il segno di un problema incombente. Se non è diagnosticato e trattato precocemente, il glaucoma può causare problemi di vista e perfino cecità totale.