Disturbo di personalità

INDICE

Quando un individuo soffre di un disturbo di personalità significa che pensa, percepisce le cose e si relaziona con gli altri diversamente da una persona normale.



 

Tipi di disturbo di personalità

Il DSM (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) descrive una lista dei disturbi di personalità ed è diviso in 5 rami.

Di solito ogni tipo descrive delle persone che non sono in grado di controllare i sentimenti e agiscono danneggiando sé stessi o gli altri.
Qui si analizza l’asse II che è diviso in tre cluster (o gruppi) in base al tipo di comportamento:

Disturbo di personalità,bambino


 

Disturbi di personalità gruppo A

Una persona con un disturbo di personalità del gruppo A ha difficoltà a relazionarsi con gli altri e di solito si comporta in modo eccentrico e strano.

Disturbo personalità paranoide. L’individuo con questo tipo di disturbo è estremamente diffidente, crede che gli altri possano fargli del male, approfittare di lui o umiliarlo. Si impegna molto per proteggere sé stesso e mantenere le distanze dagli altri. Molto spesso è litigioso e può sviluppare gelosie patologiche. È evidente il pensiero distorto. La vita emotiva è dominata dalla diffidenza e dall’ostilità. Per queste ragioni, il paziente non si confida e non riesce a sviluppare rapporti intimi.

Disturbo di personalità schizoide
Il disturbo di personalità schizoide è un tipo di disturbo egocentrico. Chi soffre di disturbo di personalità schizoide evita le relazioni sociali, può sembrare disinteressato o senza personalità. Tuttavia, le persone con questo tipo di disturbo sono in grado di vivere bene nella società.
Segni e sintomi
Questo disturbo di solito è diagnosticato nell’adolescenza o nei giovani. I sintomi possono essere:

Indifferenza
Solitudine
Evitare interazioni sociali
Rifiutare le relazioni
Sembrare sordo o indifferente
Non riuscire a divertirsi
Mancanza di motivazione

Disturbo schizotipico di personalità
Il paziente che soffre di disturbo schizotipico di personalità ha grandi difficoltà a stabilire e mantenere stretti rapporti con gli altri. Egli può avere distorsioni cognitive o percettive e un comportamento eccentrico.
Gli individui con questo tipo di disturbo possono essere superstiziosi oppure si possono preoccupare di fenomeni paranormali. Spesso cercano un trattamento per i sintomi associati, come ansia, depressione o altre caratteristiche tipiche del disturbo disforico invece di quello della personalità.


 

Disturbi di personalità del gruppo B

Il paziente affetto da disturbo di personalità del gruppo B si sforza di controllare i sentimenti e cambia spesso opinione sugli altri. Questo può causare comportamenti teatrali, imprevedibili e inquietanti.

Disturbo antisociale di personalità
Il disturbo antisociale di personalità è un tipo di disturbo mentale cronico, caratterizzato da modi di pensare, percepire le situazioni e relazionarsi anormali o dannosi. Generalmente gli individui affetti da questo disturbo non capiscono cos’è giusto e cos’è sbagliato, spesso ignorano i diritti, i desideri e i sentimenti degli altri.
Questi malati hanno spesso molti nemici, manipolano o trattare male gli altri oppure mostrano indifferenza. Spesso violano la legge, si mettono nei guai, ma nonostante questo non mostrano sensi di colpa o rimorsi. Essi possono mentire, comportarsi in modo violento o impulsivo e avere problemi di droga e alcool. Di conseguenza le persone che soffrono di disturbo antisociale di personalità sono incapaci di assumere le responsabilità familiari, lavorative o scolastiche.

Disturbo borderline di personalità
Gli individui con disturbo borderline di personalità hanno un’immagine di sé molto distorta, si sentono inutili e fondamentalmente sbagliati.
Essi vedono il mondo come polarizzato, semplificato, come tutto o niente. Cambiano frequentemente professione, relazioni, obiettivi o residenza. Di solito questi cambiamenti radicali sono improvvisi.
Per illustrare il modo di pensare “bianco-o-nero”, la fragilità emotiva e lo scarso controllo degli impulsi, che caratterizzano lo stress e i conflitti interpersonali, si può usare un esempio.
Supponiamo che il partner di una donna che soffre di disturbo borderline di personalità non ricorda la data del loro anniversario. Il modo di pensare in “bianco-o-nero” la porta a concludere, “Lui non mi ama più” e di conseguenza, “Se non mi ama più, allora mi odia”.

Disturbo narcisistico di personalità
Il disturbo narcisistico di personalità è un disturbo mentale caratterizzato da un profondo bisogno di ammirazione e un senso esagerato della propria importanza.
Il comportamento narcisistico è definito come un’eccessiva attrazione per sé stessi. Gli individui che soffrono di disturbo narcisistico di personalità hanno un enorme senso di presunzione, esagerano i loro successi o talenti e si aspettano che gli altri ammettano lo loro superiorità. Le persone con comportamento narcisistico spesso non riescono ad avere relazioni durature a causa del loro egocentrismo e indifferenza nei confronti degli altri.
I narcisisti si considerano perfetti e senza difetti, desiderano essere sempre al centro dell’attenzione, faticano ad accettare le critiche. Se commettono qualcosa di sbagliato essi nascondono le loro colpe dietro la rabbia narcisistica.

Disturbo istrionico di personalità
Il disturbo istrionico di personalità (o isterico) è caratterizzato da un’emotività eccessiva e la ricerca dell’attenzione.
Riassunto delle caratteristiche di una persona con disturbo istrionico di personalità:
• Sentirsi a disagio se non è al centro dell’attenzione
• Sentirsi a proprio agio se è “la vita e l’anima della festa”
• Pensare di intrattenere la gente
• Flirtare o comportarsi in modo provocatorio per rimanere al centro dell’attenzione
• Farsi una reputazione di persona teatrale ed eccessivamente emotiva
• Dipendere dall’approvazione degli altri
• Personalità facilmente inflenzabile dagli altri.

Disturbi di personalità del gruppo C
Una persona con un disturbo di personalità del gruppo C soffre di sensazioni d’ansia e pauratravolgenti e persistenti. Può avere comportamenti asociali e introversi.
Questi disturbi di personalità provocano una forte ambivalenza, cioè il malato alterna diversi comportamenti in base alla situazione.

Disturbo evitante di personalità
L’individuo con disturbo evitante di personalità si sente inadeguato ed è estremamente sensibile al giudizio degli altri.
Non si tratta di un individuo fobico, ma la sensazione è di una persona inadatta.
L’inadeguatezza può causare una sensazione di disagio e incapacità nelle situazioni sociali.
Un paziente con disturbo evitante di personalità può:
• Evitare il lavoro o le attività sociali in cui bisogna stare con gli altri
• Essere molto sensibile a disapprovazioni e critiche
• Preoccuparsi costantemente di essere ‘scoperto’ e rifiutato
• Preoccuparsi di essere umiliato dagli altri
• Ritiro sociale (evitare rapporti, amicizie e rapporti di coppia) per paura di essere rifiutato
• Sentirsi solo, isolato e inferiore agli altri
• Rifiutare di provare nuove attività per l’imbarazzo.


 

Disturbo dipendente di personalità

Il disturbo dipendente di personalità è una malattia caratterizzata da un bisogno prolungato di essere accuditi e dalla paura di essere abbandonati o separati da persone importanti.
Di conseguenza i pazienti affetti da questo disturbo hanno una dipendenza affettiva o si sottomettono per avere l’attenzione e il supporto dagli altri.
Un paziente con disturbo dipendente di personalità può:

• sentire debolezza, incapacità di prendere decisioni o di comportarsi correttamente senza un aiuto o un sostegno
• consentire ad altri di assumersi responsabilità in molti ambiti della sua vita
• accettare cose sbagliate o che non piacciono per evitare di restare soli o perdere il supporto di una persona
• avere paura di essere lasciato solo (a causa della personalità instabile)
• avere un’autostima bassa
• vedere gli altri molto più capaci
• essere visto da altri come troppo remissivo e passivo.

Ossessivo-compulsivo
Le persone con disturbo ossessivo-compulsivo di personalità (detto anche anancastico) hanno alti livelli di perfezionismo. Essi osservano tutto ciò che cattura la loro attenzione e hanno una grande cura per i dettagli, inoltre:

  • Agiscono con pazienza e con la massima concentrazione nel lavoro
  • Sono estremamente affidabili
  • Non hanno momenti sereni per sé stessi, ma si sentono costantemente come in una corsa a ostacoli
  • Cercano sempre di superare i loro limiti e di lavorare in modo perfezionistico

Gli individui con disturbo ossessivo-compulsivo di personalità si preoccupano spesso di commettere errori o fare qualcosa di sbagliato e si sentono ansiosi e preoccupati quando si trovano in situazioni su cui non hanno il controllo.


 

Psichiatra,disturbo di personalità,psicosiDisturbo di personalità non altrimenti specificato (nas)

Esistono molti tipi di disturbi di personalità, ciascuno con diversi sintomi e diverse modalità di trattamento. Tuttavia, un paziente con un particolare disturbo può manifestare i sintomi di altri disturbi di personalità. Questo comportamento sintomatico può essere diagnosticato se il paziente ha i sintomi di almeno due disturbi di personalità.
Il NAS comprende i seguenti 4 disturbi:

Disturbo depressivo di personalità
Il disturbo depressivo di personalità è uno dei disturbi di personalità non facilmente identificabili. È anche conosciuto come disturbo di personalità malinconica. Come suggerisce il nome, gli individui che soffrono di questo disturbo sono spesso pessimisti e malinconici. Inoltre soffrono di sbalzi d’umore e appaiono inflessibili. Queste caratteristiche si trovano anche in altri disturbi di personalità, quindi è molto difficile da diagnosticare.

Disturbo di personalità passivo-aggressivo
Il disturbo di personalità passivo aggressivo è una malattia cronica in cui una persona sembra vivere normalmente ma ha un carattere aggressivo in maniera passiva.
Questi soggetti sono risentiti nei confronti degli altri, inflessibili e testardi, ma agiscono passivamente.
Sintomi
Gli individui che soffrono di questo disturbo non sopportano le responsabilità e lo dimostrano con il comportamento, piuttosto che esprimendo apertamente le proprie emozioni. Spesso per evitare di fare i compiti o ciò che gli è stato detto dagli altri, essi temporeggiano, sono inefficienti o si dimenticano.
Alcuni sintomi frequenti di disturbo di personalità passivo-aggressiva sono:

  • Aggressività
  • Evitare di rispettare le responsabilità, dicendo di essersi dimenticati
  • Essere inefficienti di proposito
  • Incolpare gli altri
  • Lamentarsi
  • Risentimento
  • Paura dell’autorità
  • Rabbia o ostilità represse
  • Temporeggiare
  • Opporsi ai consigli di altre persone

Una persona con questo disturbo può sembrare che rispetti le volontà degli altri e può anche dimostrare entusiasmo, tuttavia:

  • Esegue l’azione richiesta troppo tardi per essere utile
  • La esegue in modo che sia inutile
  • Sabota l’azione per mostrare la rabbia che non può esprimere a parole

Disturbo sadico di personalità
Il disturbo sadico di personalità è un tipo di disturbo di personalità caratterizzato da azioni, atteggiamenti e comportamenti compiuti dalla persona sadica per divertirsi e per causare sofferenza ad altri. Le persone sadiche tendono ad avere rapporti dominati dalla violenza, eliminano l’autonomia dell’altra persona, provano piacere alla vista di persone e animali che soffrono, sono affascinate dalla violenza e dalle armi.
Secondo il DSM-III, questo disturbo è caratterizzato dall’uso della violenza fisica o dalla crudeltà per stabilire il dominio in un rapporto, come un matrimonio o con un bambino.
In genere una persona con disturbo sadico di personalità causa sofferenza agli altri.

– Disturbo della personalità autolesionista (masochista)
Il disturbo della personalità autolesionista è un esempio pervasivo di comportamento autodistruttivo, che può apparire sin da giovani e presentarsi in diverse situazioni. Il paziente con questo tipo di disturbo spesso evita o danneggia esperienze piacevoli, ed è attratto da situazioni o rapporti sofferenti, infatti:
Sceglie persone e situazioni che causano delusione, fallimento o maltrattamento, anche quando ci sono opzioni migliori.
Rifiuta i tentativi di aiuto degli altri.
In seguito a eventi personali positivi (per esempio, nuova conquista), reagisce con depressione, senso di colpa o con un comportamento che provoca dolore (per esempio, un incidente).


 

Personalità multiple,doppiaAltri disturbi di personalità

Disturbo di personalità multipla (o dissociata)
Disturbo dissociativo dell’identità (DID) è una grave malattia per cui in un individuo è presente (o prendono il controllo) una personalità doppia o multiple personalità.
L’individuo che soffre di questo disturbo può avere anche una perdita di memoria molto importante per essere spiegata come una semplice dimenticanza.

I sintomi si possono manifestare quando almeno una funzione è interrotta.
Questi sintomi possono interferire in generale con la vita della persona, comprese le attività sociali, il lavoro e le relazioni.
Le persone con DID hanno spesso problemi con la propria identità e la propria storia personale.
La dissociazione è una tratto specifico dei disturbi dissociativi.

La dissociazione è un meccanismo di reazione di una persona per staccarsi da una situazione stressante o traumatica o per separare i ricordi traumatici dalla normale conoscenza.
È un modo per staccarsi dal mondo esterno, di prendere le distanze dalla consapevolezza di ciò che è successo.

Terapia
La cura si basa sui farmaci, la psicoterapia e i rimedi naturali consistono nella modifica dello stile di vita, una dieta sana e l’esercizio fisico regolare.