Smettere di fumare

Smettere di fumare è molto difficile perché si verificano alcuni sintomi da astinenza.

INDICE

Perché si aumenta di peso dopo aver smesso di fumare le sigarette?

L’aumento di peso è circa 5-10 chili nei mesi iniziali, le cause sono:

Metabolismo più lento

Il fumo (la nicotina) aumenta il metabolismo perché causa una scarica di adrenalina che provoca il rilascio di glicogeno, quindi aumenta il livello di zucchero nel sangue.
In questo modo la nicotina riduce il senso della fame.
Smettere di fumare fa ingrassare perché:

  • Il tasso di metabolismo diminuisce notevolmente,
  • Aumenta l’appetito.

Ci vogliono un paio di settimane per il ritorno alla normalità del metabolismo.

Fumo,fumare,smettere

Cibo come sostituto della sigaretta
Quando si smette di fumare, si cerca qualcos’altro da fare con la bocca e le mani, è naturale provare con il cibo:

Tosse con muco nero dopo aver smesso di fumare
Le mucose del polmone di un fumatore producono più muco quando sono esposte a:

  • Nicotina,
  • Catrame.

Le ciglia sono delle minuscole formazioni simili a peli che si trovano nei passaggi delle vie respiratorie superiori, spazzano il muco o bloccano le particelle che così non entrano nei polmoni.
Quando una persona smette di fumare, il corpo tenta di espellere le sostanze chimiche dannose che si accumulano sotto forma di catarro neroo marrone scuro.
La tosse solitamente inizia 1-2 settimane dopo aver smesso di fumare.
La durata della tosse con muco nero è di circa 2/3 mesi, ma in certi casi può arrivare fino a 8/9 mesi.

 

Sintomi da astinenza

Il fumo di sigarette, canne, pipa e sigaretta elettronica si comportano come una medicina e come un veleno per il corpo.
Per esempio:

Nelle prime settimane si verificano dei sintomi da astinenza, per esempio:

  1. Mal di testa,
  2. Vertigini o giramenti di testa,
  3. Ansia,
  4. Voglie e forte desiderio di fumare,
  5. Nervosismo,
  6. Stanchezza,
  7. Aumento di peso,
  8. Calo della concentrazione.

 

Quanto tempo dura la crisi d’astinenza da fumo di sigaretta o pipa? Tempi di recupero

Il momento peggiore della crisi di astinenza si verifica 48 ore dopo l’ultima sigaretta.
In due giorni il corpo:

  • Ha smaltito tutta la nicotina,
  • Deve adattarsi a questa mancanza.

La crisi di astinenza acuta dura 1 settimana, ma i sintomi sono presenti per circa 2-3 settimane.
La durata dipende dalla quantità di sigarette fumate.

 

Effetti positivi e negativi dopo aver smesso di fumare

Il primo giorno
Entro 20-30 minuti dall’ultima sigaretta, i benefici immediati sono:

la riduzione della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca che tornano alla normalità.
Dopo 8 ore i livelli di monossido di carbonio nel sangue tornano alla normalità.
Entro 24 ore, si possono verificare le seguenti conseguenze da astinenza:

  1. Cefalea,
  2. Ansia,
  3. Irritabilità,
  4. Difficoltà di concentrazione.

Prima settimana:
Tra 24 e 36 ore dopo l’ultima sigaretta:

  • Il senso del gusto e dell’odorato tornano alla normalità,
  • Le probabilità di avere un attacco di cuore si riducono notevolmente.

Dopo 72 ore i muscoli dei bronchi iniziano a rilassarsi e la respirazione migliora molto.

Il primo mese e il periodo successivo:
Nella settimana successiva, la persona avrà voglia di fumare spesso.
Servono circa 3-4 settimane per non avere più il desiderio di fumare.

Dopo circa 4/5 mesi si riducono:

Dopo 1 anno
Entro un anno, il rischio di infarto o ictus si riduce alla metà.

Dopo 10 anni
Il pericolo di ictus o di infarto è lo stesso dei non fumatori.
Dopo 10 anni si riduce del 70% il rischio di tumore al polmone rispetto ai fumatori.

 

Che vantaggi e benefici alla salute avrò se smetto di fumare?

Oltre il 95% dei fumatori rischiano di soffrire di alcuni tipi di neoplasia, per esempio:

Un fumatore incallito può sviluppare diverse malattie respiratorie, per esempio:

Le tossine delle sigarette indeboliscono il sistema immunitario.
Smettere di fumare riduce il rischio di infezioni respiratorie sin dai primi giorni.

Fumare aumenta la pressione sanguigna e può causare uno sforzo eccessivo del cuore
La conseguenza può essere:

  • Un ictus,
  • Un attacco cardiaco.

L’erezione del pene diventa molto più rapida da raggiungere.
I livelli di testosterone scendono quando si fuma, ma dopo aver perso il vizio gli ormoni tornano ai valori normali in poco tempo.

Le donne possono soffrire di diversi problemi ostetrici o di fertilità a causa del fumo.
Fumare prima, durante e dopo la gravidanza, può avere effetti negativi sullo sviluppo fisico e mentale del neonato.
Gli uomini possono avere problemi di fertilità come le donne.

Alcuni studi scientifici mostrano che quando si smette di fumare la pelle ringiovanisce, diventa più luminosa, fresca e le rughe si riducono.

Smettere di fumare
Smettere di fumare

Effetti collaterali dopo aver smesso di fumare di colpo

Irritazione
Alcune sostanze chimiche nelle sigarette attivano dei neurotrasmettitori nel cervello che provocano una sensazione di euforia.
Quando si smette di fumare, le stimolazioni si interrompono e il fumatore si sente nervoso.
Questo può causare una difficoltà di concentrazione.

Insonnia
Una delle prime cose che si verificano quando si smette di fumare è l’insonnia.

Costipazione
Smettere di fumare può provocare anche la stitichezza in alcune persone, questo sintomo può durare per un paio di giorni.

Raffreddore e influenza
Si può prendere il raffreddore o l’influenza perché il riadattamento del corpo causa un peggioramento del sistema immunitario.

Nei primi 6 mesi è frequente soffrire di infezioni:

  • All’apparato respiratorio,
  • Alla gola.

Si possono verificare i sintomi influenzali per un paio di giorni e anche brividi di freddo.

Bocca e gengive
Il fumo danneggia gravemente la mucosa della bocca e le gengive.
Il fumo ha un effetto vasocostrittore, riduce il flusso di sangue ai tessuti.
In caso di infezione in bocca, un fumatore non nota i segni tipici del problema, ad esempio la gengiva che sanguina.
Quando si smette di fumare il flusso del sangue in bocca torna a livelli normali e questo favorisce lo sviluppo di:

La stomatite si verifica nel 40% delle persone che smettono di fumare, soprattutto quelli che hanno fumato molto.

 

Depressione
La depressione dopo aver smesso di fumare può durare per un paio di settimane, poi torna il buon umore.

 


Consigli per smettere di fumare naturalmente

Ci sono diverse attività che possono rilassare e distrarre dalla voglia di fumare:

  • Esercizi fisici regolari,
  • Una passeggiata,
  • Ascoltare la musica,
  • Parlare con amici e familiari nelle fasi di depressione,
  • La meditazione,
  • Hobby.

 

Metodi per smettere di fumare

 

Le pillole anti-fumo funzionano realmente?

Le pillole a base di bupropione (Zyban) e Varnicline (Chantix) sono tra le più prescritte.
Queste pastiglie rilasciano delle endorfine che aiutano a stimolare le ghiandole pituitarie.
Le endorfine aumentano il livello di energia di una persona creando un falso senso del piacere.
Il piacere è lo stesso che provano i fumatori quando fumano.
Nelle sigarette, la nicotina è l’ingrediente che provoca questo effetto.
Le pillole anti-fumo servono per ridurre i sintomi dell’astinenza.

Non si possono assumere più di due compresse al giorno.
Ci sono diversi effetti collaterali di questi farmaci, per esempio:

La cura prevede l’assunzione delle pillole per un periodo di 8-12 settimane.

 

Smettere di fumare con l’ipnosi

L’ipnosi è una condizione mentale in cui la mente diventa completamente rilassata e calma.
Ci sono stimoli esterni che alterano lo stato della mente.
La persona cade in trance quando è sotto ipnosi.
Si tratta di uno stato di rilassamento totale, ma il paziente è ben consapevole:

  • Del suo ambiente,
  • Di ciò che sta accadendo.

Quando la mente è in questo stato è possibile suggerire un motivo valido per cambiare.

Come funziona l’ipnosi contro il fumo?
L’ipnosi agisce con due principi:

  1. Altera il rapporto tra fumo e piacere,
  2. Modifica l’abitudine a fumare quando si svolge un’attività.

Ad esempio, una persona potrebbe accendere una sigaretta dopo pranzo o dopo cena, quindi il cervello diventa programmato per fumare in quel momento.
L’altro fattore su cui agisce l’ipnosi è eliminare il motivo per cui si fuma.
Per esempio, se il paziente accende la sigaretta per:

  • La tensione emotiva,
  • Lo stress.

L’ipnosi per smettere di fumare funziona nell’80% dei casi. Ma è importante capire che non è una pillola magica.
Il successo dell’ipnosi è una questione soggettiva.
Dipende da diversi fattori, è importante che la persona voglia veramente smettere.

 

Smettere di fumare,polmoni,danniLaserterapia per smettere di fumare

Come funziona la Laserterapia?

Il raggio laser freddo favorisce il rilascio delle endorfine che riducono i sintomi da astinenza delle sigarette, senza aumentare l’appetito.
Si basa sullo stesso principio dell’agopuntura ma si usa un laser invece degli aghi.
Si applica su alcuni punti energetici collegati alla dipendenza da fumo nelle orecchie.
Il paziente sente solo una sensazione di calore.

Se la terapia funziona, il paziente non riesce più a fumare perché:

  • Non ha voglia di fumare,
  • È disgustato dal fumo.

La laserterapia dura circa 15 minuti e si effettua una sola seduta, ma è prevista la visita medica prima del trattamento.
Uno studio condotto nell’ospedale di scampia “Scampia” in campania ha mostrato che dopo un anno dal trattamento, il 23% dei partecipanti ha smesso di fumare.

 

Rimedi naturali per smettere di fumare

Erbe che aiutano a smettere di fumare gradualmente

Lobelia
Lobelia è molto efficace per ridurre la dipendenza da nicotina.
Gli estratti liquidi e le erbe secche sono disponibili in erboristeria.
Per smettere di fumare gli omeopati 10 gocce di lobelia sciolte in un bicchiere d’acqua 3 volte al giorno.
Lobelia contiene una sostanza che:

  • Agisce come sostituto della nicotina,
  • Ha le stesse proprietà rilassanti.

Avena Sativa (fiori di bach)
La pianta di Wild oat è la fonte principale di avena sativa.
Secondo molti ricercatori, questi fiori di bach aiutano i fumatori a liberarsi dalla dipendenza da nicotina.
Si usa anche per trattare:

La dose che consiglia l’omeopata è di 40-50 gocce di tintura madre di avena sativa 3 volte al giorno.

 

Centella asiatica
Fumare riduce la memoria.
Questo problema può essere risolto con l’assunzione appropriata di Gotu kola o centella asiatica.
La centella migliora la circolazione del sangue in tutto il corpo.
Per migliorare la circolazione la dose consigliata dall’omeopata vada 60 a 180 mg.

Garcinia Cambogia
Il fumo è responsabile dell’aumento di peso.
L’acido idrossicitrico contenuto nella garcinia cambogia può aiutare a bruciare le calorie in eccesso e quindi riduce il peso.
Sono sufficienti 2 capsule di carcinia cambogia al giorno.

Tè di mimosa
Questo tè rilassa e aiuta a combattere:

Come la lobelia, questa erba non dà dipendenza.

Agopuntura
L’agopuntura può essere utile per ridurre il bisogno di nicotina, rilassa il corpo e riduce i sintomi della sindrome da astinenza.
Questa terapia può anche alterare il sapore delle sigarette che diventa sgradevole.

Orecchino antifumo con magneti (auricoloterapia)
L’orecchino antifumo si inserisce tra il padiglione auricolare e il lobo dell’orecchio.
É composto da 2 calamite che si applicano su due superfici opposte dell’orecchio.
La durata della terapia è di circa 50 giorni.
L’orecchino stimola la produzione di endorfine che riducono i sintomi da astinenza.
In base ai commenti online, pochi hanno avuto beneficio da questa terapia.

    Articoli utili correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code