Sintomi della pleurite e cura

La pleurite è un’infiammazione della pleura, cioè della membrana a doppio strato che riveste la parte esterna dei polmoni e li separa dalla gabbia toracica.

INDICE

 

La pleura ha due strati o foglietti:

  • Lo strato esterno (pleura parietale) di questa struttura è attaccato alla gabbia toracica,
  • Lo strato interno (pleura viscerale) si trova intorno a ciascun polmone e ricopre le strutture adiacenti come i vasi sanguigni, bronchi e nervi.

I due strati scorrono uno sull’altro, quasi senza attrito.

Questo è possibile perché c’è una piccola quantità di fluido lubrificante tra loro (nello spazio pleurico).
Lo scorrimento senza attrito permette ai polmoni di funzionare correttamente durante la respirazione, senza causare un affaticamento.
Se la pleura si infiamma, i due strati premono uno contro l’altro, la conseguenza è:

  • Un maggior attrito,
  • Una pressione sui polmoni.

Una conseguenza della pleurite può essere l’accumulo di fluido in eccesso nello spazio pleurico: versamento pleurico.
Generalmente questa malattia è bilaterale e può colpire la pleura in zone diverse, per esempio nella parte:

  • Superiore (pleurite apicale),
  • Inferiore (pleurite diaframmatica).

Questa malattia è più frequente negli anziani, ma può colpire anche i bambini.
La pleurite può essere molto grave, se non è curata può causare la morte.

 

Classificazione della pleurite

1. La pleurite può essere divisa in base alla causa in:

  • Pleurite infettiva: batterica, virale e da infezioni fungine.
  • Pleurite irritativa: dovuta a traumi, infarto polmonare o neoplasie,
  • Pleurite autoimmune: legata a malattie autoimmuni come il lupus eritematoso sistemico;
  • La pleurite idiopatica o aspecifica non ha una causa chiara.

In base alla durata, la pleurite può essere:

  • Acuta, questo significa che si verifica improvvisamente, provoca i sintomi e poi va via;
  • Cronica se i sintomi sono continui o ricorrenti con il tempo.


In base alla presenza di liquido, la pleurite si divide in:

  1. Pleurite fibrinosa o secca (la più frequente) si verifica un accumulo di fibrina tra la pleura parietale (attaccata alla gabbia toracica) e viscerale (intorno ai polmoni) ed elimina tutto lo spazio pleurico o una parte. Le pleure infiammate strisciano direttamente una contro l’altra.
  2. La pleurite siero-fibrinosa o umida è caratterizzata da fluido che filtra (essuda) dal tessuto infiammato fino alla cavità pleurica. Se questo fluido si accumula in grandi quantità (versamento pleurico), può comprimere i polmoni, causando difficoltà nella respirazione.

Tipi di pleurite in base alla localizzazione

  1. La pleurite diaframmatica è l’infiammazione del rivestimento pleurico del diaframma (la parte basale dei polmoni). Il diaframma è innervato dal nervo frenico che origina dalle radici nervose delle vertebre C3-C4-C5.
    La conseguenza è un dolore riflesso nel territorio innervato dai nervi che originano a questo livello: l’area addominale superiore e un forte dolore riferito anche al collo e alla spalla.
  2.  La pleurite interlobare è localizzata tra i lobi del polmone.
  3.  La pleurite saccata è localizzata in una sola area della pleura. La pleurite saccata si sviluppa solitamente all’apice del polmone.

 

Sintomi della pleurite e cura
Sintomi della pleurite e cura

Cause della pleurite

  1. Malattia infettive provocate da virus, batteri, funghi, parassiti, per esempio la polmonite, la broncopolmonite o la tubercolosi (la pleurite tubercolare è piuttosto frequente).
  2. Tumori: Tumore al polmone come il mesotelioma o le metastasi da altri organi (soprattutto il tumore al seno o carcinoma alla mammella).
  3. Malattia autoimmune o reumatica come il lupus, l’artrite reumatoide, sarcoidosi o sclerodermia.
  4. Trauma che causa la frattura delle costole e lo pneumotorace o una contusione.
  5. Malattie gastrointestinali, per esempio la pancreatite, peritonite o un accumulo di pus sotto al diaframma.
  6. Una grave patologia del cuore, per esempio lo scompenso cardiaco o la pericardite.
  7. Malattie dei reniInsufficienza renale, in questo caso la pleurite si definisce uremica.
  8. Reazione a farmaci come il metotrexate, nitrofurantoina e metisergide.

Altre cause

Alcuni casi sono dovuti a determinate malattie di organi addominali, in particolare:

  • Del fegato (ad esempio l’ascesso epatico),
  • Del pancreas (ad esempio la pancreatite).

Queste malattie possono infiammare il diaframma (il grande muscolo che separa il torace e la cavità addominale) e la porzione della pleura che copre il diaframma.

 

La pleurite è contagiosa?

  • La pleurite non è una malattia contagiosa, ma il microrganismo che ha causato il disturbo può essere un virus o batterio che si può trasmettere ad altri.
  • Le persone con un sistema immunitario compromesso hanno più probabilità di sviluppare infezioni e la pleurite.
  • I bacilli si possono diffondere:
    • Attraverso starnuti e tosse,
    • Condividendo utensili,
    • Manipolando oggetti infetti.

 

Pleurite,polmoneSintomi della pleurite

La pleurite può colpire individui di tutte le età, tuttavia i soggetti più a rischio sono le persone anziane over 65. Individuare i segni durante le fasi iniziali aiuta a evitare le complicazioni.
I sintomi sono classificati come iniziali e gravi in base allo stato della malattia.

Sintomi iniziali

  • Dolore al petto durante l’inspirazione. Il male è preceduto da una sensazione di bruciore nella regione esterna dei polmoni dovuto allo sfregamento delle pleure

Sintomi gravi

 

Complicanze della pleurite

La pleurite si può risolvere in modo spontaneo o può peggiorare, in tal caso, una quantità importante di liquido si accumula all’interno della cavità pleurica (versamento pleurico).
A volte si forma un tessuto cicatriziale che forma aderenze come esito della malattia.
Le persone con aderenze pleuriche soffriranno di:

  • Recidive frequenti di pleurite,
  • Dolore cronico,
  • Mancanza di respiro.

 

Polmone,diaframma,alevoli,respiroDiagnosi ed esami per la pleurite

Per diagnosticare la pleurite il medico effettua un esame obiettivo che comprende:

Esami strumentali
Il medico prescrive alcuni esami, tra cui:

  • La radiografia del torace è un esame utile a individuare danni ai polmoni (collasso polmonare, tumore). La radiografia può mostrare anche la presenza di liquido nei polmoni (versamento pleurico). In tal caso si vede una grande opacità (macchia bianca).
  • TAC del torace, la TAC è un esame utile per individuare malattie polmonari (es. polmonite) o tumori nei polmoni.

 

Esami di laboratorio

Le analisi del sangue servono per diagnosticare:

  • Le infezioni,
  • Le malattie autoimmuni.

Toracentesi
Per avere un’ulteriore conferma, il medico può eseguire una toracentesi: una procedura medica che permette di asportare un campione di liquido nello spazio pleurico per l’analisi e per ridurre i sintomi del paziente con versamento pleurico.

 

Cura per la pleurite

La pleurite virale si risolve senza farmaci.

Per diminuire i sintomi il medico può prescrivere:

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), ed esempio l’ibuprofene (Brufen)
  • Farmaci contro la tosse, ad esempio gli antitussivi a base di codeina (Paracodina Sciroppo)

In caso di pleurite batterica, gli antibiotici potrebbero essere necessari, i medici prescrivono spesso:

  • La Levofloxacina (Tavanic ®),
  • L’amoxicillina (Zimox ®).

Se la causa della pleurite sono dei coaguli di sangue nei polmoni (tromboembolia polmonare), il medico prescrive anticoagulanti come il warfarin (Coumadin) per “scioglierli” e mantenere fluido il sangue.
In gravidanza bisogna consultare il medico prima di assumere dei farmaci.

In caso di versamento pleurico si utilizza una procedura chirurgica (toracentesi o drenaggio toracico) per drenare il fluido infetto.

Le aderenze possono causare difficoltà respiratorie. In casi gravi può essere necessario l’intervento chirurgico per rimuovere le aderenze.

 

Quanto dura la pleurite? In quanto tempo si guarisce?

La durata della pleurite dipende dall’agente patogeno responsabile dell’infezione.

Se la causa è una patologia neoplastica maligna (cancro), si può agire per ridurre la gravità dei sintomi considerando il quadro clinico dell’individuo.
La pleurite causata da un tumore al polmone o metastasi è spesso recidivante.

In caso di pleurite batterica infettiva, la prognosi non è chiara e le persone possono sviluppare delle complicanze che potrebbero provocare dei danni permanenti.

I tempi di guarigione della pleurite virale sono abbastanza lunghi, servono almeno due settimane di tempo.

È essenziale diagnosticare la malattia nei primi stadi e si consiglia di iniziare immediatamente il trattamento per evitare le complicanze.
In certi casi rimangono degli esiti di una pleurite pregressa, cioè del tessuto fibroso (aderenze) in eccesso simile alle cicatrici nello spazio pleurico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code