Apnea notturna

L’apnea notturna è un disturbo frequente della respirazione in cui durante il sonno non si respira per alcuni secondi.

INDICE

 

L’apnea notturna può causare molti disturbi all’apparato cardio-circolatorio e può colpire tutti:

  • Neonati,
  • Bambini,
  • Giovani,
  • Adulti,
  • Anziani.

 

Tipi di apnea del sonno

L’apnea del sonno può essere classificata in tre tipi:

1. Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno: Questo tipo è più frequente degli altri.
I muscoli della gola si rilassano e collassano durante il sonno
Il paziente ha delle pause frequenti durante la respirazione a causa dell’ostruzione fisica delle vie aeree.

Polmone,apnea

2. Apnea centrale del sonno: Questo tipo si verifica quando il cervello non invia i segnali ai nervi per avviare le azioni che servono a respirare.
In questo modo l’ordine di respirare non arriva al sistema respiratorio per tenere aperta la gola.

La conseguenza è una serie di pause nella respirazione durante il sonno.

3. Apnea mista: Si tratta di un mix di apnea del sonno ostruttiva e centrale.
Le cause sono:

  • L’ostruzione fisica,
  • Il controllo anomalo della respirazione da parte del cervello.

 

Cause di apnea nel sonno

Obesità e sovrappeso
Il grasso in eccesso ostacola il passaggio dell’aria e può causare anche il collasso (con ostruzione) dei condotti delle vie aeree.
I pazienti più colpiti dall’apnea del sonno sono:

  • In sovrappeso,
  • Con un’ampia circonferenza del collo.

Reflusso acido
Se l’acido presente nello stomaco entra nell’esofago, danneggia il tessuto esofageo.
Se diventa più grave può danneggiare i tessuti delle corde vocali.
Se la persona soffre di reflusso gastroesofageo cronico, si possono sviluppare delle cicatrici all’interno della gola che bloccano le vie aeree e possono causare l’apnea notturna.

Asma
Le persone che soffrono di asma hanno un rischio maggiore di avere episodi di apnee del sonno.
L’asma può ostacolare le vie aeree durante il sonno e quindi causa l’apnea.

Allergia
Le allergie possono causare l’infiammazione della gola mentre si dorme.
La gola infiammata è più gonfia e quindi riduce il flusso dell’aria.
Il raffreddore e il naso chiuso possono aggravare la malattia.

Forma fisica del corpo
Il blocco delle vie respiratorie può essere causato da diversi fattori, tra cui:

  • L’ostruzione nasale (es. deviazione del setto nasale),
  • La forma della mascella,
  • Un collo grande,
  • Una grande lingua,
  • Tonsille ingrossate,
  • La trachea stretta,
  • L’ugola e il palato molle possono essere ingrossati o troppo lunghi.

Stile di vita malsano
Il fumo e il consumo di alcol causa il rilassamento dei muscoli della gola e ostacola la respirazione durante il sonno.
L’abuso di droga e di stupefacenti può provocare l’apnea centrale nel sonno.

 


Segni dell’apnea del sonno

Le persone che soffrono di apnea nel sonno spesso russano.
Circa il 50% delle persone che russano soffre anche di apnee del sonno.
Si può russare in modo molto rumoroso, soprattutto in caso di apnea notturna ostruttiva.

Tra gli altri segni ci sono:

1. Sbuffare nel sonno,
2. Sonno ansimante,
3. Soffocamento,
4. Lunghe pause nella respirazione,
5. Bruschi risvegli nel sonno

 


Sintomi dell’apnea notturna

La quantità di ossigeno che raggiunge il cervello si riduce a causa delle pause nella respirazione.
I sintomi dell’apnea notturna sono:

Sintomi durante la giornata

  1. Incapacità di concentrarsi
  2. Insonnia
  3. Riduzione della memoria
  4. Stanchezza
  5. Sonnolenza di giorno
  6. Mal di testa al mattino
  7. Frequenti sonnellini
  8. Irritabilità
  9.  Cattivo umore
  10. Depressione
  11. Cambiamenti della personalità
  12. Ansia
  13. Bocca secca al mattino
  14. Dimenticanze.

Sintomi durante il sonno

  1. Tachicardia (quando si riprende a respirare)
  2. Minzione frequente durante la notte
  3. Russare
  4. Respirazione con la bocca
  5. Sudorazione notturna
  6. Alzarsi spesso per urinare
  7. Incubi.

La durata della malattia dipende dal trattamento perché da sola non guarisce.


Apnea del sonno e disturbo da stress post-traumatico 

Si tratta di un disturbo d’ansia che si può sviluppare nelle persone che sono state sottoposte recentemente a traumi:

  • Fisici,
  • Mentali.

Qualsiasi evento traumatico, in cui uno si trova ad affrontare la paura di perdere la vita, qualcuno o qualcosa che è molto caro a lui, può agire come fattore scatenante per il PTSD.

Gli studi mostrano che le persone affette da disturbo da stress post-traumatico soffrono spesso di:

  • Apnea del sonno,
  • Respirazione superficiale di notte.

Lo stress può colpire la meccanica della respirazione e queste irregolarità di respirazione potrebbero privare il sonno.
La connessione tra disturbi del sonno e PTSD è attribuita principalmente a:

  • Flashback ricorrenti,
  • Incubi.

Infatti, gli episodi di respirazione disordinata causati dall’apnea del sonno possono diventare più frequenti se il paziente rivive l’evento traumatico durante il sonno REM.
Gli incubi possono indurre la respirazione rapida e a volte il paziente si può svegliare senza fiato.

 

Alveoli,ostruzione,polmoneApnea del sonno nei bambini

Cause

Tonsille e adenoidi
La causa più frequente dell’apnea nel sonno dei bambini sono le adenoidi e le tonsille gonfie o ingrossate.
Di solito bloccano le vie respiratorie mentre il bambino dorme.
Dato che i bambini hanno dei condotti per l’aria più stretti rispetto agli adulti, anche un piccolo gonfiore può causare questa malattia.

Polipi nasali
I tumori benigni come i polipi nasalo o alla gola possono causare l’apnea del sonno.
Specialmente di notte quando il bambino dorme, i muscoli si rilassano e le vie respiratorie sono bloccate dal tumore.

Obesità infantile
L’obesità infantile e l’eccesso di grasso nel petto causa il restringimento delle vie aeree e può causare l’apnea notturna.

Problemi neurologici
Alcuni bambini hanno dei disturbi neurologici che possono influenzare la respirazione notturna e causare le apnee notturne.

 

Sintomi dell’apnea notturna nei bambini

Durante il sonno

  1. Il sintomo più frequente è il russamento.
  2. Il bambino può avere un sonno inquieto e non ristoratore.
  3. I disturbi del sonno e l’enuresi notturna (fare la pipì a letto) hanno un rapporto molto profondo. Un bambino con l’apnea del sonno ha più probabilità di sviluppare questo disturbo rispetto agli altri.

Durante il giorno
A differenza degli adulti con apnee notturne, il bambino non soffre di sonnolenza diurna, ma di disturbi psicologici e comportamentali.
Si possono osservare anche:

  • Cambiamento comportamentale,
  • Mancanza di attenzione,
  • Irritazione,
  • Aggressività
  • Iperattività,
  • Mal di testa al mattino,
  • Scarsi risultati a scuola,
  • Scarsa memoria,
  • Respiro rumoroso e a bocca aperta,

 



Apnea notturna in gravidanza

La gravidanza è un fattore di rischio perché c’è un legame tra aumento del progesterone e apnea nel sonno.
Nei primi mesi di gestazione, il progesterone provoca:

  • Gonfiore addominale,
  • Rilassamento della mucosa intestinale,
  • Congestione nasale.

Negli ultimi mesi di gravidanza, l’aumento delle dimensioni dell’utero:

  • Sposta il diaframma verso l’alto,
  • Modifica la meccanica della respirazione.

La conseguenza può essere un ritardo della crescita intra uterina perché il feto riceve meno ossigeno dalla madre.


Apnea notturna e patente di guida

Per ottenere la patente di guida e per il rinnovo, i pazienti che soffrono di apnea notturna e sonnolenza diurna possono aver bisogno di:

  • Valutazione di una commissione speciale,
  • Superare alcuni test specifici.

La durata della patente potrebbe essere ridotta da 5 a 3 anni, la patente professionale potrebbe avere una durata ridotta a 1 anno.

 

Rischi e conseguenze dell’apnea notturna

  1. La sonnolenza diurna può causare un maggior rischio di incidenti in auto;
  2. Aumenta il rischio di malattie cardiovascolari come:
    1. Le embolie (che possono causare un ictus),
    2. Pressione alta,
    3. Infarto,
    4. Fibrillazione atriale,
    5.  L’affaticamento del cuore;
  3. Deficit di attenzione e di memoria a causa del ridotto apporto di ossigeno al cervello;
  4. Impotenza a causa dell’ipossia (carenza di ossigeno) che colpisce le cellule che producono testosterone;
  5. Tra i pericoli dell’apnea notturna, le donne in gravidanza hanno un maggio rischio di sviluppare il diabete gestazionale.

 

Diagnosi dell’apnea notturna

Il medico che si occupa di questo disturbo è lo pneumologo.

Il medico deve:

  • Controllare la storia clinica,
  • Chiedere al partner se il paziente russa o ha delle pause nella respirazione.
  • Sottoporre dei test e questionari al paziente tra cui:
    1. La Scala di Epworth, si tratta di una scala che misura la sonnolenza del paziente:
    2. Il test di Berlino, misura il rischio di apnee notturna;
    3. I questionari Stop e Stop-Bang, test a domande chiuse (si o no) che misura il rischio e la predisposizione alle apnee;

 

Esami strumentali

L’esame strumentale più indicato è la polisonnografia che:
1. Registra le apnee notturne,
2. Permettere di capire il tipo (centrale, ostruttiva o mista),
3. Mostra i valori della saturazione di ossigeno nel sangue
4. Rileva l’aritmia.

 

Cosa fare? La cura per l’apnea notturna

Apparecchi per l’apnea del sonno

apparecchio, avanzamento mandibolare, apnea notturna1. Apparecchio di avanzamento mandibolare
È un apparecchio dentale di plastica che dev’essere fissato 1. ai denti e all’interno della bocca.
Questo strumento porta in avanti la mandibola ed eleva il palato molle.
L’apparecchio funziona perché ci sono due strisce rigide ai lati delle arcate dentarie che collegano l’arcata superiore e quella inferiore. In questo modo si previene lo scivolamento posteriore della mandibola.
In questo modo aiuta:

  • Ad aprire le vie aeree,
  • A mantenere un adeguato flusso d’aria ai polmoni.

Si utilizza anche per curare il russamento.
Questo dispositivo è tra le migliori alternative alla macchina a pressione positiva continua  (CPAP) sulle vie aeree.
È un dispositivo efficace, confortevole e conveniente.
Chi è interessato dovrebbe consultare un dentista o un ortodonzista per creare un apparecchio su misura.
Si può dormire in qualsiasi posizione, è possibile bere e parlare.

2. Apparecchi di ritenzione della lingua
È molto efficace nel trattamento delle malattie che causano insonnia e russamento.
Questo apparecchio in gomma impedisce alla lingua di spostarsi verso la faringe.

 

apparecchio,ritenzione,lingua

 

Fonti: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2762714/

 

Dispositivi meccanici per la ventilazione

Ci sono diversi dispositivi e macchine per la ventilazione che aiutano ad aprire le vie aeree mentre si dorme.
Il dispositivo più popolare è la maschera CPAP (pressione positiva continua delle vie aeree) che dev’essere indossata a letto.
Questa maschera aumenta la pressione dell’aria nelle narici per impedire:

  • Il rilassamento dei muscoli della gola,
  • L’ostruzione delle vie aeree.

Bisogna mettere la mascherina prima di addormentarsi e tenerla tutta la notte.
Alcune persone potrebbero avere delle difficoltà ad indossare la mascherina.

 

CPAP, maschera, apnea notturna

 

Tratamento farmacológico

Farmaci: Anche se le medicine non sono la soluzione al problema, possono ridurre i sintomi che provoca l’apnea.
Alcuni farmaci possono avere degli effetti collaterali gravi.
Per evitare la sonnoloenza diurna il medico prescrive spesso degli stimolanti come il Modafinil (Provigil).

 

Intervento chirurgico

Terapia chirurgica del palato: se la causa dell’apnea notturna è il palato molle, il trattamento più efficace è l’operazione chirurgica.
È una tecnica minimamente invasiva che prevede l’asportazione di una parte dell’ugola e del palato molle.
Questa procedura è efficace nella riduzione:

  • Del russamento,
  • Degli altri disturbi della respirazione.


Oggi si può utilizzare anche il laser per modellare l’ugola e il palato (Uvulo Palato Plastica), l’intervento si effettua in anestesia locale.

Intervento chirurgico alla mascella: Questa operazione si effettua sugli individui che hanno una forma particolare della mascella e della mandibola che aggrava l’ostruzione delle vie respiratorie.
Il chirurgo corregge la posizione della mandibola per risolvere il problema.

Tracheostomia: In questo intervento, il chirurgo effettua una piccola incisione ed inserisce un tubo piccolo e flessibile nel collo.
L’operazione si esegue in anestesia totale o generale con il paziente che dorme.
Il tubo serve come ausilio per la respirazione bypassando le vie respiratorie bloccate.
Questo intervento viene eseguito su pazienti obesi con grave apnea ostruttiva che non è migliorata con gli altri trattamenti disponibili.
Ci sono diverse complicazioni a lungo termine della tracheostomia, tra cui:

  • Alcuni problemi di linguaggio,
  • Le infezioni polmonari.

 

Tracheostomia,intervento chirurgico,tracheite,intubazione

Rimedi e terapie naturali per l’apnea del sonno

Alcuni trattamenti alternativi per l’apnea del sonno sono utili per controllare la malattia.

Dieta e alimentazione
Per l’obesità si consiglia di dimagrire con:

Si consiglia di evitare i dolci e gli alimenti che causano allergie.

Esercizi per l’apnea notturna
Gli esercizi di respirazione sono utili,. il rafforzamento dei muscoli della gola può prevenire il collasso delle vie respiratorie, che provoca l’apnea nel sonno.
Tra gli esercizi ci sono:

  • Deglutizione,
  • Masticazione,
  • Spingere la punta della lingua contro il palato e riportarla indietro,
  • Emettere il suono di alcune vocali velocemente e continuamente,
  • Le lezioni di canto,
  • Suonare uno strumento a fiato.

Rimedi fitoterapici
Tra i rimedi fitoterapici, la Verbena è efficace nel controllare la malattia in alcuni soggetti ansiosi.
Le persone che hanno avuto un trauma emotivo possono sviluppare questa malattia e Verbena:

  • Ha un effetto calmante,
  • Aiuta a dormire.

 

I rimedi casalinghi utili sono:

  • Perdere peso,
  • Smettere di fumare e di bere alcool,
  • Tenere i condotti nasali liberi e aperti la sera prima di dormire, per esempio si può inalare il vapore.
  • Dormire sul fianco per evitare lo spostamento del palato molle e della lingua sulla parte posteriore della gola.

Fonti: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19234106

    Articoli utili correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code