Rimedi per le caviglie gonfie

INDICE

Caviglie gonfie? Alcuni rimedi e cure naturali per diminuire il gonfiore.
Piedi gonfi, stanchi e doloranti, le scarpe non si adattano e le calze lasciano un impronta intorno alle caviglie.

Ci sono tante cause che possono provocare il gonfiore ai piedi, noto anche come edema.

Fortunatamente, è possibile trattare i piedi gonfi da casa.
Molte persone sane notano semplici cose che possono causare gonfiore ai piedi, per esempio rimanere su un aeroplano, perdere una notte di sonno o mangiare un pasto salato.

Esercizi per i piedi gonfi

1. Fare un po’ di Yoga
L’esercizio fisico può aiutare a migliorare la circolazione, e lo yoga è un ottimo modo per muoversi e concentrarsi.
Naturalmente, si consiglia di parlare con il medico prima di iniziare con lo yoga, soprattutto se non si è mai fatto prima.
Chi vuole fare yoga per la prima volta, mi raccomando di iscriversi ad un corso per principianti.
Un istruttore di yoga può aiutare a superare eventuali esitazioni riguardo lo yoga, inoltre fa in modo che si tengano le posizioni correttamente e può anche essere in grado di suggerire ulteriori posture per ridurre l’edema del piede.
Una volta che si impara a mantenere le posizioni, si può continuare a casa, ma generalmente se una persona non ha un impegno fisso tende a rimandare o a dimenticarsi.

2. Prendere in considerazione questi semplici esercizi per ridurre il gonfiore
Usare i muscoli del polpaccio come pompa per diminuire il gonfiore. Uno dei modi in cui il corpo naturalmente porta il sangue verso il cuore è la contrazione dei muscoli del polpaccio nella gamba, compresi i muscoli Gastrocnemio e Soleo, i muscoli utilizzati per flettere ed estendere la caviglia. Per sfruttare questo sistema per il gonfiore dei piedi, fare un esercizio che gli insegnanti di ballo chiamano “dita corte, dita lunghe.” Riposare comodamente seduti con le gambe distese, sul letto, sul divano o sul pavimento. Gradualmente puntare le dita dei piedi in avanti (il movimento utilizzato per salire sulle punte dei piedi). Tenere premuto per alcuni secondi e poi puntare le dita dei piedi verso il soffitto (o verso la testa). Tenere premuto per alcuni secondi ancora e ripetere. Quando si muovono i piedi in questo modo, i muscoli spremono le vene della gamba in modo da aiutare il sangue a ritornare verso il cuore contro la gravità.

3. Fare una nuotata
Il nuoto o anche galleggiare in acqua può aiutare con le caviglie gonfie e i piedi gonfi. La pressione dell’acqua può aiutare a mantenere una buona circolazione nelle gambe, e galleggiare nell’acqua dà al sistema circolatorio una pausa dalla costante forza di gravità. Se non si dispone di una piscina, si possono frequentare le palestre per vedere cosa offrono.

Bagni e pediluvi per le caviglie gonfie

1, Utilizzare bagni di contrasto per gonfiore.
È un ottimo metodo per migliorare la circolazione andando a immergere il piede a una temperatura calde e subito dopo a una fredda.
Questa terapia si fa immergendo i piedi per 30 secondi in una bacinella di acqua calda. (Naturalmente, verificare la temperatura prima di mettere i piedi in acqua. Se è troppo calda, lasciarla raffreddare)
Una volta che i piedi sono stati in acqua calda per 30 secondi, bisogna alzarsi e mettere i piedi in una bacinella di acqua fredda per 30 secondi.
La stessa regola si applica all’acqua fredda, non bisogna causare i geloni ai piedi, ma dev’essere fresca, qualche grado in meno della temperatura ambiente.
Dopo 20 minuti di alternanza tra acqua calda e fredda ci si può fermare e asciugare i piedi.

Lo stesso principio è valido per il precorso vascolare, in pratica si cammina su due vasche separate, una con acqua calda a circa 32°/35° e l’altra con una temperatura intorno ai 20°.
Il pavimento delle vasche è fatto da ciottoli per favorire la circolazione.
Si tratta di una ginnastica vascolare in cui si provoca prima la vadodilatazione e poi la vasocostrizione.

2. Immergere i piedi in acqua tonica
Questo potrebbe sembrare un po’ strano, ma l’immersione in una bacinella a temperatura ambiente o fresca (se non crea disagio) di acqua tonica può aiutare a diminuire il gonfiore. Le bolle possono aiutare a ridurre l’infiammazione, e francamente mettere semplicemente ammollo i piedi gonfi, ci si sente alla grande.

3. Prendere un olio essenziale di pompelmo
Un bagno caldo può aiutare con il gonfiore e si può dare un aiuto all’acqua con poche gocce di olio essenziale di pompelmo.
È possibile anche solo riempire un secchio con acqua calda e mettere il piede in ammollo.
Se i bagni non sono piacevoli, si può anche mescolare poche gocce di olio di pompelmo in una bottiglietta di olio, per esempio l’olio di mandorle dolce o di oliva e spalmarlo con un piccolo massaggio ai piedi e alle gambe.
Quando si massaggiano i piedi, le caviglie e i polpacci, bisogna rivolgere la pressione verso l’alto, piuttosto che verso il basso, oppure effettuare un movimento circolare.

4. Immergere in acqua salata
Aggiungere una sana dose di sali di Epsom alla vasca è un altro modo per migliorare quel bagno.
Come l’olio di pompelmo, si può anche usare un secchio, se sei solo e hai gonfiore a piedi e caviglie.
Se i polpacci sono gonfi, un bagno è probabilmente la cosa migliore.
I sali di Epsom sono come una magia per i pied gonfi.

Massaggio e linfodrenaggio ai piedi gonfi

È meglio se eseguito da un amico, un partner o un professionista, dato che è difficile raggiungere un buon flusso di sangue quando il ginocchio è piegato.

Rimedi per le caviglie gonfie
Rimedi per le caviglie gonfie

Il linfodrenaggio manuale è eseguito con una spinta dalle dita verso il ginocchio. Questo toglie il fluido che si accumula nei piedi e lo spinge verso i reni, dove può essere inviato fuori dal corpo.
Un massaggiatore può fare miracoli per piedi e le caviglie gonfie.
Non bisogna essere timidi di parlare del problema quando si arriva all’appuntamento, così lei o lui può concentrarsi su come migliorare la circolazione delle estremità inferiori del corpo.
Se sei incinta, si consiglia di trovare un terapista che si specializza nel massaggio prenatale.
Un terapista del massaggio prenatale è molto più informato su come posizionare la donna nel modo più comodo possibile.

Dieta e alimentazione

Che cosa si potrebbe mangiare per evitare i piedi gonfi?
I cibi salati fanno trattenere l’acqua e possono aumentare il gonfiore nei piedi. Molti alimenti, come gli antipasti congelati e la zuppa in scatola, sono estremamente ricchi di sodio.
Il sodio aumenta anche la pressione del sangue, motivo per cui si dovrebbe discutere con il medico curante dei cambiamenti nella dieta.
Assicurarsi di rimanere idratati perché più acqua si immette nel corpo, meno liquido il corpo cerca di conservare.
Bere più acqua permette al corpo di eliminare i liquidi accumulati.

Integratori per le caviglie gonfie

Provare un integratore di magnesio.
La carenza di magnesio può contribuire all’edema e prendendo un integratore si può ridurre il gonfiore.
La maggior parte delle raccomandazioni che ho visto sono per 200mg due volte al giorno, ma chi è incinta dovrebbe parlare con il medico prima di assumerlo.
Il fabbisogno necessario di magnesio è di 350mg al giorno e il medico non può consigliare di prendere altri 400mg extra dal momento che si assume una discreta quantità anche dalla dieta.
A sei mesi di gravidanza, ci sono donne che iniziano a prendere 250mg di magnesio la sera e la differenza nel gonfiore può essere enorme, senza cambiare lo stile di vita o l’alimentazione.

Bere tanto
L’eccesso di sale è un fattore importante che contribuisce a dare il gonfiore, aumentando l’assunzione di liquidi si può aiutare a diluire il sale nel corpo.
L’obiettivo per 8-10 bicchieri di acqua al giorno per risolvere il problema.
Si può provare a bere acqua di cetriolo e limone. Basta spremere un paio di fette di cetriolo e limone nel bicchiere prima di berlo.
Entrambi questi frutti hanno proprietà anti-infiammatorie, quindi se si beve l’acqua con queste sostanza si riduce il gonfiore ai piedi.

Trattamenti topici alle erbe e creme per piedi gonfi

Applicare le erbe per il trattamento topico del gonfiore. Una miscela che si prepara per curare il gonfiore è composta da succo di limone, latte, cannella, olio d’oliva e acqua. Mescolare tutti gli ingredienti in una ciotola e applicare nella zona gonfia per circa 20 minuti. Si può anche immergere i piedi in una soluzione di acqua e bicarbonato. Un altra terapia popolare per il gonfiore ai piedi e alle caviglie è un pediluvio con acqua e gli olii essenziali di menta piperita, limone, eucalipto.

L’olio dell’albero del tè può essere applicato per stimolare la circolazione e togliere il gonfiore dai piedi.
Applicare l’olio dell’albero del tè prima di coricarsi poiché da sdraiati a letto si favorisce lo scorrimento del sangue verso il cuore.

Argilla
L’argilla è una sostanza che ha proprietà antiedema o anti-gonfiore.
Ci sono persone che bevono un bicchiere con acqua e argilla per avere la pancia meno gonfia.
In caso di piedi gonfi il consiglio è di fare un impacco con acqua e argilla verde, poi si deve spalmare su tutta la superficie del piede e infine va coperta con un bendaggio.
Si dovrebbe mantenere alcune ore, appena l’argilla si secca, inizia ad assorbire il liquido del piede attraverso i pori della pelle.

 Suggerimenti per prevenire il gonfiore

1. Le scarpe
Indossare scarpe comode per prevenire o attenuare i piedi gonfi. A volte il gonfiore è il segno che si sta facendo qualcosa di dannoso per i piedi, soprattutto mentre si cammina o si sta in piedi.
Tra le azioni da evitare ci sono: indossare scarpe troppo strette o tacchi alti.
Nella mia esperienza, le scarpe che hanno un tacco troppo basso possono causare il gonfiore del piede.

 

2. Kinesio-taping

taping,kinesio,gunfire,caviglia,piedi,gonfi

Taping per distorsione di caviglia, gonfiore del piede e della caviglia
Azione: drenante. Forma: Due strisce a ventaglio. Lunghezza: 25cm. Applicare le strisce in modo da formare un doppio ventaglio incrociato sulla caviglia. Posizionare in allungamento la caviglia e applicare senza tensione.

3. Indossare una calza compressiva o elastica
Una calza elastica può prevenire i piedi gonfi, soprattutto quando si sta in piedi.

È possibile trovare calze compressive che vengono arrivano al ginocchio e alla parte alta della coscia oppure che avvolgono solo piede, caviglia e polpaccio.
Questi strumenti sono difficili da sopportare, perché sono piuttosto stretti sulle gambe, soprattutto in estate con il caldo, ma si può davvero fare la differenza.
Ho letto tante grandi soddisfazioni con le calze elastiche, ho visto che all’inizio danno una sensazione incredibile, ma dopo circa quattro ore cominciano a dare crampi ai piedi.
Potete trovare calze a compressione senza la parte dei piedi, così se si verifica lo stesso problema, potrebbe essere una buona soluzione.
Attenzione perché le calze elastiche che non avvolgono il piede possono essere controproducenti e possono bloccare il gonfiore sotto alla caviglia.

4. Elevare i piedi.

La gravità non è un’amica quando si tratta di edema, così elevare i piedi ogni volta che c’è la possibilità.
Quando sei rilassata la sera, appoggiare le gambe su alcuni cuscini. Idealmente, si desidera che i piedi siano ad un livello superiore al cuore.
Se si lavora tutto il giorno, si debe cercare di trovare un modo per appoggiare i piedi su uno sgabello sotto la scrivania. Elevando solo un po’, può fare una grande differenza nel gonfiore anche per il giorno successivo.


Attenzione
Una causa comune di piedi gonfi è la gravidanza. L’aumento di peso e i cambiamenti ormonali associati alla gravidanza gonfiano i piedi, ma piedi gonfi sono anche uno dei primi segni della pre-eclampsia, una patologia potenzialmente pericolosa. Chi è incinta dovrebbe discutere del gonfiore ai piedi con il medico curante per escludere la pre-eclampsia e per trovare eventuali trattamenti per il gonfiore che si usano o si prevede di utilizzare.

In questo modo si raggiunge la tranquillità perché non ci sono effetti negativo sul bambino.