Rimedi per la forfora

Ci sono dei rimedi per la forfora efficaci?
La forfora è un problema del cuoio capelluto che provoca la formazione di scagliette di colore bianco tra i capelli.
La desquamazione della pelle è fisiologica, ma quando si vedono diversi fiocchi tra i capelli significa che c’è un disturbo al cuoio cappelluto.

Le cause della forfora possono essere:

  • Il cuoio capelluto secco
  • Una malattia della pelle chiamata dermatite seborroica provoca la forfora grassa e si può vedere la pelle rossa, umida e desquamata anche in altre parti del viso come intorno alle orecchie e vicino al naso
  •  

    Rimedi per la forfora
    Rimedi per la forfora
     

  • L’eczema causa la forfora secca
  • Psoriasi
  • Infezione di un lievito (fungo) chiamato malassezia
  • Squilibri ormonali
  • Alcuni farmaci per la caduta dei capelli, per esempio il minoxidil
  • Lo stress è tra le cause della forfora come indicato dalla metamedicina (metodo che studia le cause psicosomatiche delle malattie)

Tra i motivi che peggiorano la forfora ci sono dei fattori stagionali, in autunno e in inverno la situazione si aggrava.

La forfora è sempre una perdita di cellule della pelle. Ma se questo fenomeno è normale, perché la forfora sui capelli e sulle sopracciglia è così imbarazzante?
Gli scienziati hanno scoperto che la forfora si verifica quando un fungo chiamato malassezia si sviluppa sul cuoio capelluto. Questo microscopico fungo è presente su tutte le teste umane sane e si nutre degli oli grassi prodotti dai follicoli piliferi del cuoio capelluto.

Ma a volte, per ragioni che non sono ancora chiare, il fungo cresce fuori controllo, causando irritazione che in realtà accelera il ricambio cellulare del cuoio capelluto.
La malassezia causa l’irritazione del cuoio capelluto e di conseguenza il normale ricambio cellulare può durare meno di due settimane, invece di un mese.
Tutte le cellule morte cadono allo stesso tempo e quando si mescolano con il sebo prodotto dalle ghiandole adiacenti ai follicoli piliferi, formano dei pezzi di grasso abbastanza grandi che sono visibili ad occhio nudo.
A causa del sebo, i pezzi di grasso hanno più probabilità di restare attaccati ai capelli e sulle spalle, piuttosto che volare via.

La terapia farmacologica comprende degli shampoo con:

  • Zincopiritione, per funghi e batteri
  • Ketoconazolo, che combatte anche i funghi
  • Catrame e solfuro di selenio, che rallentano la crescita e la diminuzione delle cellule cutanee del cuoio capelluto
  • Acido salicilico, che scioglie i fiocchi che così possono essere lavati via

Aspirina
L’aspirina è un farmaco che contiene lo stesso principio attivo (acido salicilico) di molti shampoo antiforfora medicati.
Per evitare la desquamazione persistente, schiacciare due aspirine fino ad ottenere una polvere fine e aggiungerla alla normale quantità di shampoo che si utilizza ogni volta che si lavano i capelli.
Lasciare il composto sui capelli per 1-2 minuti, poi sciacquare bene e lavare nuovamente con lo shampoo normale.

Rimedi naturali per eliminare la forfora

Non esiste un rimedio migliore degli altri o istantaneo, ma tutti funzionano se applicati correttamente e regolarmente.

Olio di tea tree
Uno studio ha dimostrato che lo shampoo con solo il 5% di tea tree oil migliora notevolmente la gravità della forfora.
Si possono aggiungere anche alcune gocce di olio di tea tree al proprio shampoo preferito durante il lavaggio.

Bicarbonato di sodio
Tra i rimedi fai da te c’è il bicarbonato di sodio che può aiutare a ridurre l’iperattività dei funghi che provocano tanta forfora.
L’uso ripetuto aiuta anche a ripristinare la produzione di oli naturali che evitano la secchezza della pelle del cuoio capelluto e la comparsa di squame.
Bagnare i capelli e strofinare un po’ di bicarbonato di sodio sul cuoio capelluto. Dopo alcuni minuti, sciacquare i capelli con l’acqua. Non fare lo shampoo per un po’ dopo questo trattamento.
In alternativa, è possibile aggiungere un po’ di bicarbonato di sodio allo shampoo durante il lavaggio dei capelli.

Aceto di mele
L’aceto di sidro di mele è tra i rimedi immediati per la forfora perché la sua acidità cambia il pH del cuoio capelluto e rende più difficile la crescita del fungo.
Mescolare un quarto di tazza di aceto di sidro di mele con un quarto di acqua in un flacone spray e spruzzare sul cuoio capelluto. Avvolgere la testa in un asciugamano e aspettare da 15 minuti a un’ora, poi lavare i capelli come al solito.
Ripetere due volte a settimana per eliminare la forfora e i pidocchi.

Collutorio
Per curare la forfora e i capelli grassi, lavare i capelli con lo shampoo normale, poi sciacquare con un collutorio a base di alcool.
Finire il lavaggio con il balsamo.
Le proprietà anti-fungine del collutorio sono utili per impedire la crescita del fungo che causa la forfora.
Se necessario, si può applicare il colluttorio anche alla pelle sotto la barba o alla fronte.

Aloe vera
Per smettere di grattarsi la cute, massaggiare dell’aloe vera sul cuoio capelluto prima dello shampoo. Gli effetti rinfrescanti dell’aloe vera sono molto utili per placare il prurito.

Ortica
Tra i rimedi naturali più efficaci secondo la medicina tradizionale cinese c’è l’ortica.
Ricetta
Servono 100 grammi di estratto di ortica, mezzo litro di aceto e altrettanto di acqua.
Bollire il composto per mezz’ora, poi filtrare e aspettare che si raffreddi.
Dopo si filtra e si utilizza il liquido per frizionare i capelli già lavati.

Rosmarino
Contro la forfora, si può frizionare il cuoio cappelluto con alcune gocce di olio essenziale di rosmarino unito ad un cucchiaio di olio di jojoba.

 

Rimedi per la forforaQuali sono i migliori rimedi casalinghi per la forfora?

Sfruttare i limoni
L’acidità nel succo di limone puro appena spremuto contiene acidi che possono aiutare a sconfiggere il fungo che spesso causa lo sviluppo della forfora.
Inoltre il succo di limone non contiene prodotti chimici e altri ingredienti dannosi per i capelli e la pelle, quindi lo possono usare anche i bambini e le donne in gravidanza. In più lascia un odore pulito e fresco.
Generalmente, i limoni si trovano in casa, per preparare questo rimedio della nonna servono:
– 2 cucchiai
– 1 cucchiaino di succo di limone fresco divisi
– 1 tazza di acqua
Procedimento
Massaggiare 2 cucchiai di succo di limone sul cuoio capelluto e lasciare riposare per un minuto. Mescolare 1 cucchiaino di succo di limone in 1 tazza d’acqua e sciacquare i capelli con questo composto.
Ripetere ogni giorno fino a quando la forfora sparisce.

Olio d’oliva
La secchezza del cuoio capelluto può essere curata con l’uso regolare di olio extravergine di oliva, un idratante naturale efficace.
1. Riscaldare semplicemente un po’ di olio extra vergine di oliva fino a quando è leggermente tiepido. Massaggiare sul cuoio capelluto e poi avvolgere i capelli in un asciugamano per mezz’ora.
2. Spazzolare i capelli accuratamente per rimuovere i fiocchi di forfora secchi e poi lavarli.

Dieta e alimentazione per la forfora

Una sana alimentazione è fondamentale per il benessere dei capelli e del cuoio cappelluto, può prevenire la caduta e la formazione della forfora.
Naturalmente, il cibo molto grasso e/o non salutare dovrebbe essere evitato, ma questo si sa.
Ciò che si può non sapere è cosa si può mangiare per aiutare il cuoio capelluto e perché.
Quindi si consiglia di controllare la lista qui sotto di alcuni alimenti che possono aiutare a risolvere quei fastidiosi fiocchi di forfora e impedire la loro ricomparsa.

 

 

Lavaggio dei capelli,forfora,shampoo antiforfora

Verdure: soprattutto le verdure a foglia verde contengono molte vitamine che favoriscono la salute della pelle. Incoraggiano la crescita delle unghie, capelli e pelle sani. Così si consiglia di aggiungere alla dieta alcuni cibi, ad esempio broccoli, cavoli, lattuga (non surgelati) e zenzero.

Gli oli di pesce: l’olio di pesce può fare la differenza sulla consistenza della pelle. Assumere integratori di olio di pesce non cura la forfora, ma può aiutare a ridurre la sua gravità e/o a prevenirla.

Proteine magre: Per ridurre la forfora, si consiglia di mangiare più proteine magre. Esse sono utili per la costruzione dei capelli e della pelle e la mantengono in buona salute. Mangiare pesce e proteine non della carne, come uova, noci e fagioli.

Lavaggio dei capelli per la forfora

1. Smettere di usare shampoo normali (che contengono degli ingredienti aggressivi) o shampoo antiforfora e iniziare a usare shampoo naturali / organici senza siliconi, solfati e altri prodotti chimici sgradevoli, come Rahua.

2. Quando ci si lava i capelli, in primo luogo bagnarli con acqua tiepida. Poi molto delicatamente massaggiare lo shampoo naturale/biologico (non usare le unghie) quindi non irritare la pelle. Poi, e questo è molto importante: Sciacquare con acqua fredda. Più fredda che si può. L’acqua fredda fa chiudere le cuticole dei capelli e i pori della pelle e così è molto più facile tenere fuori la sporcizia o le sostanze nocive che possono causare reazioni negative come la forfora. I capelli saranno più morbidi, setosi, lucidi e brillanti. Dopo risciacquare con acqua tiepida – quindi è necessario anche utilizzare meno o addirittura nessun prodotto per la piega.

3. Evitare lavaggi frequenti. Iniziare con due volte a settimana. Poi ancora meno. All’inizio può essere difficile perchè la forfora può peggiorare e i capelli diventano più grassi, ma non bisogna smettere. A un certo punto si noterà un cambiamento radicale: il prurito sparisce e i capelli appaiono sani. A quanto pare il cuoio capelluto realizza che qualcosa è cambiato e non ha bisogno di produrre più tanto olio.

4. Asciugare i capelli con un asciugamano pulito che si usa solo per i capelli. Effettuare l’asciugatura molto delicatamente. Non strofinare, tamponare e lasciare che l’asciugamano assorba l’acqua.

5. Piega – poiché non si toglie l’olio dei capelli, difficilmente servono dei prodotti per la piega. Solo a volte si può usare un po’ di balsamo con Tea Trea che funziona benissimo come prodotto per la piega dei capelli. Il Tea Tree oil ha grandi qualità antivirali, antibatteriche, antimicotiche e antisettiche e quindi crea un clima che non favorisce la crescita del fungo. Purtroppo l’odore non è molto gradevole.

6. Attenzione all’acqua. L’acqua contiene minerali come il calcio e gli shampoo naturali / organici senza solfato, sono meno adatti a rimuovere questi dai capelli. Così quando l’acqua è molto dura si può iniziare a notare che i capelli diventano un po’ grigi. In realtà sono solo le piccole particelle di calcio, che possono essere scambiate per forfora.

 

Quale shampoo usare per la forfora?

Se lo shampoo che si usa regolarmente non funziona bisogna passare ad uno shampoo anti-forfora.
Controllare gli ingredienti degli shampoo antiforfora da banco e cercare un prodotto che contiene lo zinco piritione che può ridurre il fungo; solfuro di selenio che può ridurre il ciclo cellulare e possibilmente anche ridurre i funghi; acido salicilico che funziona come una sorta di scrub per eliminare la pelle morta oppure ketoconazolo che funziona contro diversi tipi di funghi.

Gli shampoo antiforfora potrebbero smettere di funzionare dopo un po’ e quei piccoli fiocchi possono tornare.
Non bisogna dare la colpa allo shampoo, per esempio il bioscalin o il restivoil che combatte la forfora senza aggredire il cuoio cappelluto.
Semplicemente, il corpo ha creato una resistenza al suo principio attivo.
Per evitare questo problema, provare a rotazione tre marche di shampoo antiforfora (ognuno con una diversa formulazione), utilizzando ognuno di questi per un mese.