Applicazione delle onde d’urto

La terapia ad onde d’urto è molto utilizzata in fisioterapia, ortopedia e medicina dello sport.

Applicazione,onde,urto

Onde d’urto sul ginocchio

Le applicazioni in fisioterapia sono per lo più associate al trattamento di disturbi muscolari e tendinei cronici, dolori cervicali e trigger point. Rispetto alla terapia manuale e strumentale convenzionale, l’onda d’urto, riduce la durata del trattamento e porta risultati migliori a lungo termine.

Le indicazioni più comuni comprendono:

Le applicazioni ortopediche delle onde d’urto invece si concentrano sul trattamento delle calcificazioni, di esostosi dolorose, tendiniti varie e problemi di guarigione delle fratture. Le onde d’urto in molti casi possono essere una valida alternativa quando la soluzione chirurgica sembra essere inevitabile.

Le principali indicazioni sono:

Onda d'urto,bombardamento,gomitoL’onda d’urto molto spesso è applicata in medicina dello sport per il suo effetto di guarigione e rigenerazione dei tessuti molli. In questo modo il tempo di recupero dopo lesione può essere ridotto al massimo. Le indicazioni più comuni sono:

Nello sport quindi l’onda d’urto può essere utilizzata per curare affezioni croniche e acute dei tessuti molli. I risultati più recenti dimostrano che le onde d’urto sono efficaci nella guarigione degli infortuni muscolari, riducendo drasticamente i tempi di guarigione.

 

Domande frequenti

 

Il trattamento fa male?
Durante il trattamento si può avvertire dolore a seconda del problema del paziente. Tuttavia, poiché i trattamenti durano solo otto minuti, la maggior parte dei pazienti è in grado di tollerare abbastanza bene questa sensazione. Inoltre, è possibile regolare l’intensità del trattamento all’inizio di ogni sessione per consentire l’effetto analgesico.

Sentirò male dopo il trattamento?
La maggior parte dei pazienti avverte un immediato sollievo dopo il trattamento. Tuttavia, entro 2-4 ore dal trattamento, si può avvertire l’indolenzimento della zona trattata. Questo dolore è comunque molto tollerabile e può durare da poche ore a diversi giorni.

Devo stare a riposo mentre eseguo le sedute di onde d’urto?
Si consiglia ai pazienti di astenersi da ogni attività fisica, soprattutto quelle che interessano la zona trattata, per 48 ore dopo il trattamento.

Quanti trattamenti si devono fare e a quale distanza uno dall’altro?
Ogni sessione di trattamento dura 5-10 minuti. La maggior parte delle condizioni richiede 3-5 sessioni. I trattamenti vengono effettuati ogni 3-10 giorni, in base alla tolleranza del paziente e alla risposta del tessuto.

 

Effetti collaterali e controindicazioni

Gli effetti collaterali più riportati sono un piccolo dolore durante e immediatamente dopo il trattamento oltre a un arrossamento della pelle nella zona trattata. Questi effetti collaterali tipici sono di breve durata e spariscono nel giro 24-48 ore.

Prima di sottoporsi alle onde d’urto bisogna consultare il fisioterapista e il medico.

Le controindicazioni alla terapia includono:

  • disturbi della coagulazione e l’uso di anticoagulanti come il coumadin e l’eparina
  • cancro
  • gravidanza
  • polineuropatia in caso di diabete mellito
  • non assumere FANS una settimana prima del trattamento
  • non assumere cortisone sei settimane prima del trattamento
  • nessuna applicazione di ghiaccio dopo il trattamento.

La terapia ad onde d’urto radiale è stato scientificamente dimostrata?

Le onde d’urto radiali sono state sottoposte a studi scientifici più importanti rispetto a qualsiasi altra modalità in medicina fisica.
I risultati sono stati pubblicati in numerose riviste mediche di tutto rispetto..

Ecco alcuni esempi:

Il tasso di successo sulla Tendinite calcifica della spalla è del 91% secondo il Journal of American Medical Association 2003

Il tasso di successo nel trattamento della fascite plantare è del 90%, cita il Journal of Orthopaedic Research 2005

Il tasso di successo nel trattamento del gomito del tennista è del 77%, dati del Journal of Orthopaedics 2005

 

Tutte le macchine sono uguali?

Non tutte le macchine per le onde d’urto sono uguali.
Attualmente sono commercializzate delle macchine che non generano un’onda d’urto vera e propria, ma un’onda balistica o radiale.
Questo tipo di onda è completamente diverso rispetto ad una vera onda d’urto. L’onda balistica o radiale viene creata quando un proiettile è rapidamente accelerato mediante aria compressa (si presenta come un piccolo martello pneumatico).
Con questo tipo di onda tutta l’energia viene dissipata sulla pelle, senza penetrare tanto in profondità. In questo modo i tessuti non ricevono l’energia necessaria alla guarigione.
Inoltre, siccome con questo tipo di macchina l’onda non è focalizzata, l’intera area intorno al sito di trattamento viene colpita e potenzialmente può avere effetti nocivi.

Attualmente in circolazione ci sono anche delle macchine per onde d’urto molto focalizzate che permettono una penetrazione nei tessuti molto profonda.
In queste macchine il rilascio di energia è così concentrato che ci può essere il rischio di lesione ai tessuti sottostanti.
Inoltre, concentrandosi in una zona molto focale, c’è una probabilità maggiore di mancare la zona bersaglio, rendendo il trattamento inutile o addirittura dannoso.

Leggi anche: Le onde d’urto, riassunto  –  Le onde d’urto, effetti

 

Dr. Massimo Defilippo Fisioterapista Tel 0522/260654 Defilippo.massimo@gmail.com P. IVA 02360680355

http://www.facebook.com/fisioterapiarubierese?ref=hl

http://www.fisioterapiareggio.com

© Scott Maxwell – fotolia.com