Cura per l’artrosi al ginocchio e rimedi

INDICE

La cura per l’artrosi del ginocchio e i rimedi sono tanti. L’efficacia del trattamento varia da persona a persona.

La scelta della terapia dovrebbe essere una decisione concordata tra paziente e medico.

Cura per l'artrosi al ginocchio e rimedi
Cura per l’artrosi al ginocchio e rimedi

Lo scopo del trattamento è quello di ridurre il dolore, migliorare la funzionalità e diminuire i sintomi.
La soddisfazione del paziente è un obiettivo fondamentale nel trattamento dell’artrosi del ginocchio.
Nelle sue fasi iniziali, l’artrosi del ginocchio è trattata con terapie non chirurgiche o conservative.
I trattamenti non chirurgici sono sostanzialmente quattro gruppi principali: le modifiche dello stile di vita; gli esercizi di riabilitazione; gli ausili; altri metodi.

Rimedi naturali per l’artrosi al ginocchio

I rimedi casalinghi possono essere: la perdita di peso, evitare le attività come correre e saltare che sovraccaricano l’articolazione.
Gli sport consigliati sono il nuoto,  la bicicletta (ciclismo) o la ginnastica in palestra.
Bisogna ridurre al minimo le attività che aggravano il disturbo, come salire le scale.
Molte persone con artrosi del ginocchio sono sovrappeso.
La semplice perdita di peso può ridurre il carico sulle articolazioni che devono reggere il peso corporeo come il ginocchio.
Una minor pressione sull’articolazione può ridurre il dolore e migliorare la funzionalità, in particolare permette di camminare senza zoppicare.

In caso di dolore e gonfiore si può applicare un impacco di argilla verde che assorbe il liquido, inoltre si può spalmare una pomata con l’arnica.
La fisioterapia può aiutare, soprattutto se ci sono problemi con le attività quotidiane.
Tra le terapie fisiche, la magneto terapia e la Tecar terapia danno buoni risultati e penetrano fino all’interno dell’articolazione.
La laserterapia agisce a livello superficiale, quindi non è indicata.
Il fisioterapista può insegnare come rinforzare i muscoli della coscia e come aumentare la flessibilità del ginocchio. I terapisti occupazionali possono mostrare il modo migliore per eseguire le attività quotidiane riducendo la pressione sul ginocchio.
L’osteopatia può essere utile perché sblocca l’articolazione, rilassa i muscoli contratti e riduce la pressione sui nervi delle gambe.

Ausili per l’artrosi al ginocchio

Utilizzare degli ausili per appoggiarsi come: un bastone, scarpe ammortizzate, un plantare, una ginocchiera può essere utile, soprattutto in fase acuta.
Ci sono degli studi riguardo all’uso di ginocchiere per il trattamento dell’artrosi del ginocchio. Questo tipo di tutore è particolarmente utile se l’artrosi è più accentuata su un lato del ginocchio.
Un tutore può aiutare a stabilizzare e a migliorare la funzionalità. Ci sono due tipi di tutori che vengono utilizzati solitamente.

  • Un tutore “di scarico” sposta il carico dalla parte più consumata del ginocchio.
  • Un Tutore di “supporto” aiuta a sostenere l’intero carico del ginocchio.

Nella maggior parte degli studi, i sintomi del ginocchio migliorano con una diminuzione di dolore sul carico e una capacità generale di camminare distanze più lunghe.

Artrosi al ginocchio,femore,rotula,tibiaAltre terapie per l’artrosi al ginocchio

Altri trattamenti possibili sono: le applicazioni di caldo o freddo, l’idrokinesiterapia (in piscina), creme o bende elastiche.
Tra i rimedi della nonna, un impacco di ghiaccio può servire per ridurre il dolore temporaneamente in fase acuta, ma non riduce l’infiammazione e non serve per curare l’artrosi al ginocchio.
Un oggetto caldo si può appoggiare sull’articolazione in fase post-acuta per ridurre il dolore, ma non è una terapia a lungo termine.

Trattamento farmacologico
Esistono diversi tipi di farmaci che possono essere utilizzati nel trattamento dell’artrosi del ginocchio. Poiché ogni paziente risponde in modo diverso alle terapie e ai farmaci, l’ortopedico deve impostare un programma personalizzato per ogni paziente.

I farmaci antinfiammatori sono: l’aspirina, il paracetamolo e l’ibuprofene (Brufen) e servono per ridurre il gonfiore dell’articolazione. Semplici antidolorifici come Efferalgan possono essere molto efficaci nel ridurre il dolore, ma non agiscono sull’infiammazione.

Gli analgesici (anti dolorifici) di solito sono la prima scelta tra le terapie per l’artrosi del ginocchio.

Tutti i farmaci hanno effetti collaterali, anche gli analgesici. Con il tempo, il tuo corpo può assuefarsi, cioè si riducono gli effetti dell’anti-dolorifico. È importante sapere che questi farmaci possono anche interagire con altri farmaci che si assumono, per esempio i fluidificanti o anticoagulanti del sangue. Bisogna parlare degli effetti collaterali e delle interazioni con il proprio ortopedico o medico di famiglia.


Ci sono potenti farmaci antidolorifici che si chiamano antinfiammatori non steroidei o FANS.
Queste medicine sono prodotte con il nome di Oki, Aulin, Aleve, ecc. e sono disponibili in farmacia con la prescrizione medica.
Come tutti gli antidolorifici, i FANS possono causare effetti collaterali anche gravi, tra i quali ci sono i danni renali ed epatici, emorragie e problemi di stomaco. Questi effetti sono generalmente reversibili quando si interrompe l’assunzione del farmaco.

Integratori
Glucosamina e condroitina solfato sono integratori orali che possono alleviare il dolore dell’artrosi. Sono composti da due grandi molecole che si trovano nella cartilagine delle nostre articolazioni. Gli Integratori alimentari venduti in farmacia sono solitamente composti da prodotti sintetici o animali.

Iniezioni di acido ialuronico
La Viscosupplementazione consiste nell’iniettare sostanze lubrificanti nel ginocchio per migliorare la qualità del fluido articolare.

Infiltrazioni di gel piastrinico
Tra le nuove cure c’è ll gel piastrinico che è composto da frammenti di cellule che quando si attivano rilasciano dei fattori di crescita capaci di stimolare la crescita delle cellule di origine mesenchimale (tessuto connettivo dell’embrione).

 

Terapie alternative per l’artrosi al ginocchio

Tra le terapie non convenzionali ci sono l’agopuntura e l’applicazione di prodotti di erboristeria.
Molti tipi di terapia non hanno un efficacia dimostrata scientificamente, ma è ragionevole tentare purché si trovi un professionista qualificato, inoltre bisogna sempre informare il medico delle scelte prese.
L’agopuntura utilizza aghi sottili per stimolare alcuni punti specifici del corpo per alleviare il dolore o addormentare temporaneamente un’area.
È praticato in molti paesi del mondo e le ricerche mostrano che può aiutare ad alleviare il dolore da artrosi, ma ci sono pochi studi scientifici al riguardo.
Ci si deve assicurare che il medico agopuntore sia certificato e non si può esitate a chiedere sul metodo di sterilizzazione degli aghi.

Tra le cure termali, i fanghi possono essere molto utili in caso di artrosi al ginocchio perché riducono l’infiammazione e il gonfiore.

Dieta e alimentazione per l’artrosi al ginocchio

Spesso le persone che soffrono di artrosi al ginocchio sono in sovrappeso, la conseguenza è un maggior carico sul ginocchio che provoca il consumo della cartilagine.
Per curare e prevenire il dolore al ginocchio causato dall’artrosi si consiglia una dieta per dimagrire con degli alimenti antinfiammatori naturali, evitando la carne e i latticini.

Quando operare? Intervento Chirurgico per l’artrosi al ginocchio

Se l’artrosi non risponde ai trattamenti conservativi e il paziente sente dolore anche di notte, potrebbe essere necessaria la chirurgia.

protesi, artrosi, totale, ginocchio, male, articolazione, infiammazione, dolore, fisioterapia, riabilitazione
protesi totale ginocchio
protesi, ginocchio, artrosi, dolore, infiammazione, zoppia, camminare, chirurgia, intervento, fisioterapia, riabilitazione
mini protesi ginocchio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci sono diverse opzioni chirurgiche:

  • L’artroscopia è un operazione chirurgica che utilizza una tecnologia in fibra ottica per consentire al chirurgo di vedere all’interno dell’articolazione, rimuovere i detriti (corpi estranei) o riparare la cartilagine degradata.
  • L’osteotomia è una procedura che serve per migliorare l’allineamento del ginocchio modificando la forma delle ossa. Questo tipo di chirurgia può essere consigliata se l’usura dell’articolazione è localizzata principalmente in un lato del ginocchio, di solito a causa del varismo o valgismo del ginocchio.
    Può essere un intervento raccomandato dopo una frattura del ginocchio se le ossa non sono rimaste ben allineate. Un’osteotomia non è permanente, un ulteriore intervento chirurgico può essere necessario in seguito.

 

ADW5JF Knee Surgery Tibial Wedge Osteotomy Procedure

 

  • L’intervento chirurgico di sostituzione dell’articolazione o artroplastica è una procedura chirurgica in cui le articolazioni sono sostituite con protesi di ginocchio artificiali realizzate con metallo e plastica. La sostituzione può interessare un lato del ginocchio o tutta l’articolazione. Di solito l’intervento chirurgico di protesizzazione è riservato a persone sopra i 50 anni con grave artrosi. È possibile dover ripetere l’intervento chirurgico in futuro se avviene un infezione, se si stacca dalla sua sede o se l’articolazione si usura ulteriormente dopo diversi anni.
    Oggi, con le attuali tecniche chirurgiche, la maggior parte delle nuove articolazioni resiste più di 20 anni. L’intervento chirurgico ha dei rischi, ma generalmente i risultati sono molto buoni.

 

Operazione chirurgica di protesi di ginocchio

 

L’innesto di cartilagine è possibile solo per pochi pazienti. Le condizioni sono che il paziente sia giovane, che abbia solo un distacco parziale di cartilagine, che il danno sia provocato da un trauma e che non ci siano i segni dell’artrosi.