Come dormire bene

INDICE

Molte persone vogliono sapere come dormire bene perché è fondamentale per il benessere fisico e mentale.
Raramente gli individui che soffrono di insonnia cercano di cambiare le abitudini che causano i disturbi del sonno e l’ansia.

La causa principale di poche ore di sonno è di natura psicologica, infatti lo stress, l’ansia, la depressione e le preoccupazioni ostacolano il riposo.

Come dormire bene
Una buona qualità del sonno influisce su un esame e una gara, inoltre può causare un calo di attenzione e difficoltà di concentrazione.
È stato dimostrato che per dimagrire bisogna dormire abbastanza, infatti chi dorme poco ha più probabilità di ingrassare.
Infatti, anche solo una variazione della dieta può migliorare il sonno e può aiutare a riposarsi meglio e ad avere una giornata migliore.
L’acqua potabile aiuta a vivere meglio.
Allo stesso modo la scelta di un buon materasso e un buon cuscino può aiutare a cambiare la qualità del sonno.
Non devono essere per forza costosi o i migliori, a meno che non ci siano alcuni gravi problemi di salute.
Devono essere semplicemente comodi e mantenere la colonna vertebrale nel corretto allineamento.


 

Cuscino per dormire

La forma della colonna vertebrale non è uguale per tutti. Di conseguenza un cuscino può essere adatto per una persona, ma non per altre.
Quando si sceglie un cuscino, bisogna optare per uno comodo, ma che supporta anche il collo e la testa.
Se un cuscino mantiene la testa troppo in alto o troppo in basso, si rischia di trascorrere molte ore con il collo nella posizione sbagliata.
Non bisogna meravigliarsi se al risveglio si sente mal di testa.
La maggior parte dei cuscini ha un involucro di plastica.
Quando si compra, si consiglia di non togliere la plastica, metterlo in una federa e provare a dormire per 10 o 15 minuti.

Le persone che dormono spesso in hotel diversi o in tenda dovrebbero tenere un cuscino apposito in valigia oppure dovrebbero inserire un cuscinetto a forma di salsiccia nella federa per tenere più in alto solo il collo.
Per dormire in aereo o in macchina, esistono dei cuscinetti gonfiabili o pieni di sabbia a forma di “C” che si mettono intorno al collo.


 

Posizione a letto per dormire bene

Ogni persona ha una propria posizione preferita per dormire, ma non tutti conoscono le conseguenze di alcune posture.
Quando una persona dorme in posizione prona (pancia in giù) tiene in tensione i muscoli del collo e può causare dolore cervicale al mattino, ma non provoca mal di schiena (tranne rare eccezioni).
Il riposo sul fianco è probabilmente la posizione migliore, ma chi ha dolore all’anca o la pubalgia potrebbe stare meglio se tiene un cuscino tra le gambe.
Le persone che soffrono di reflusso gastroesofageo, in particolare le donne in gravidanza, dovrebbero tenere la testa più in alto dello stomaco.
Il trucco per sollevare la testa mentre si dorme di lato consiste nel posizionamento di qualcosa sotto i piedi del letto (per esempio due libri) per sollevare la parte superiore del corpo.


 

Posizione e orientamento del letto secondo il Feng Shui

Applicare i principi del Feng Shui al proprio letto può dare molti benefici e aiuta a svegliarsi riposati.
Il Feng Shui ha molti principi per il giusto posizionamento del letto ma bisogna tenere in considerazione le caratteristiche della propria camera. Ad esempio, il concetto del “controllo della posizione” spiega come trovare la migliore posizione del letto secondo una scuola di pensiero Feng Shui.

La posizione del letto rispetto alla porta
Il primo principio del “controllo della posizione” afferma che la posizione del letto rispetto alla porta è molto più importante dell’orientamento rispetto ai punti cardinali, cioè, non bisogna guardare se il letto è orientato a est, ovest, nord o sud. Si può riposare bene e posizionare il letto in base agli altri elementi della stanza, come la porta.
Alcuni libri consigliano di dormire con la testa a nord per un miglior allineamento con il campo magnetico terrestre, ma non è stato dimostrato un miglioramento della qualità del sonno.

La distanza tra il letto e la porta
Il secondo principio del “controllo della posizione” afferma che il letto dovrebbe essere il più lontano possibile dalla porta. Se la porta è a sinistra, la miglior posizione per il letto è nell’angolo a destra più distante e viceversa; se la porta è al centro, la miglior posizione è l’angolo a sinistra o a destra della stanza.
Più il letto è lontano dalla porta, più si sente di avere il controllo sul proprio spazio e sulla propria vita, quindi ha abbastanza tempo per prepararsi ad affrontare gli eventi.

La visuale di chi dorme
Secondo il terzo principio del “Feng Shui”, la posizione del letto dovrebbe permettere a chi dorme di avere la visuale più ampia della stanza. Una visuale minore può limitare l’energia e la visione della vita di chi dorme. Più spazio c’è davanti al letto, più la propria vita si espande, traspira e migliora. Per questa ragione, il Feng Shui sconsiglia di posizionare i piedi del letto contro il muro, perché può impedire di far carriera e causare problemi ai piedi e alle anche. Inoltre, posizionare il letto direttamente contro un lato del muro (senza spazio tra il lato del letto e il muro) può dare la sensazione di soffocamento, limitazione e avere meno flessibilità nella vita.

La visibilità della porta della camera da letto
Secondo il quarto principio del “controllo della posizione” la porta dovrebbe essere chiaramente visibile dal letto.
Ciò significa che quando un individuo è sdraiato in posizione supina sul letto – al centro del letto (quando si dorme da soli) o su un lato del letto (quando si dorme con un partner) – può aprire gli occhi e vedere immediatamente la porta della stanza senza spostarsi.
Se bisogna sforzarsi per vedere chi o cosa sta entrando dalla porta, la posizione del letto non soddisfa questo principio.

Posizione sbagliata,feng shui
Posizione sbagliata del letto

La linea diretta dalla porta
Il quinto principio del “controllo della posizione” afferma che il letto non dovrebbe stare sulla linea diretta della porta d’ingresso. Se il letto è in questa posizione, l’energia della porta arriva direttamente e troppo potentemente al centro del letto. Questo può causare disturbi lungo la linea mediana del corpo. Più si dorme lontano dalla porta e più la visuale della stanza è ampia, più l’individuo sente di avere il controllo del proprio spazio e della propria vita.
Vedere la porta dal letto significa che la persona si sente preparata ad affrontare qualsiasi cosa. Sente di avere il comando e può vedere i risultati positivi in molti aspetti della vita.


 

Dormire meglio quando una persona è malata

Se una persona è raffreddata o influenzata, tutto quello che desidera è andare a letto e dormire.
Ma quando vede la camera capisce di non poter riposare.
Se dorme con un altra persona, possono essere entrambi a perdere il sonno.
Perché succede questo?
Oltre al malessere dei sintomi, il naso chiuso e la congestione generale obbligano l’individuo a respirare con la bocca e non dal naso.
Perciò quando si è sdraiati la congestione peggiora.

Modi per dormire meglio con il raffreddore
1. Bere una bevanda molto calda e senza caffeina prima di andare a letto, ad esempio un thè alle erbe e miele, miele e acqua calda, caffè decaffeinato o un brodo leggero. Questi rimedi naturali possono liberare le vie nasali, placare il mal di gola e favorire il sonno.
2. Sciogliere in bocca una caramella dura prima di andare a letto per inumidire la gola e tenere una bottiglia d’acqua vicino in caso di tosse durante la notte.
3. Se possibile, è meglio addormentarsi senza prendere dei farmaci per dormire perché possono dare assuefazione.
Meglio utilizzare alcuni rimedi naturali, per esempio si può spalmare il balsamo di tigre sul petto o inalare l’olio essenziale di eucalipto.
4. Versare alcune gocce di olio essenziale di eucalipto sulla federa del cuscino, in questo modo il naso dovrebbe rimanere libero durante la notte.


 

Dormire bene in estate

Stare al fresco durante le calde notti estive per non dormire poco.

Quando l’estate si avvicina, si avvicinano anche le notti calde e il calore è una delle cose peggiori per dormire.
La stessa cosa succede alle donne in menopausa a causa delle vampate di calore.
Per stare freschi e riuscire a riposare meglio d’estate, si possono seguire questi 7 consigli:

1. Evitare di allenarsi alla sera
Questo è molto importante e può fare la differenza per tutto l’anno. Allenarsi in qualsiasi momento della giornata causa un aumento significativo della temperatura corporea, a volte per poche ore. L’aumento della temperatura del corpo e del metabolismo può causare disturbi del sonno e se fuori c’è caldo è peggio. La soluzione è molto semplice: anticipare il proprio allenamento.

2. Usare il ghiaccio
Se non si ha l’aria condizionata, un semplice trucco per raffreddare l’aria è quello di mettere una vaschetta piena di ghiaccio davanti al ventilatore. Questo è utile per raffreddare l’aria e combattere il caldo e l’umidità, quindi permette di dormire un po’.

3. Tenere un po’ d’acqua ghiacciata vicino
Questa è un’altra semplice soluzione.
Se una persona si sveglia durante la notte sudata e non riesce a dormire, bere un sorso d’acqua ghiacciata può ridurre rapidamente la temperatura corporea.
Può anche essere utile avere vicino un asciugamano bagnato con acqua fredda per tamponarsi la fronte.

4. Dormire più in basso possibile
Questo consiglio dipende dalla propria situazione, ma bisogna ricordarsi che il calore va verso l’alto.
Se non c’è altro rimedio, si può stare più in basso.
Alcune persone spostano la loro camera al piano inferiore o dormono più vicini al pavimento.


 

Sane abitudini per il sonno dei bambini

Stabilire un orario per dormire e rispettarlo
I bambini dovrebbero andare a letto e svegliarsi presto, circa alla stessa ora ogni giorno, a prescindere se devono andare a scuola.
Un orario di sveglia regolare permette di vivere meglio e consente di addormentarsi più velocemente e ad un giusto orario di notte.

Fare attività fisica ogni giorno. Far praticare al proprio figlio attività fisica quotidianamente. L’attività fisica dovrebbe diventare un’abitudine quotidiana in giovane età per mantenere una routine salutare per tutta la vita.

Non andare a letto con la fame. Controllare che il bambino non vada a letto affamato. Preparare uno spuntino leggero, come un bicchiere di thé con i cereali o un po’ di frutta. Evitare un pasto pesante 1 o 2 ore prima di andare a letto perché può interferire con il sonno.

Evitare prodotti contenenti caffeina. Il bambino dovrebbe evitare prodotti che contengono caffeina nel tardo pomeriggio/sera. Bisogna ricordare che alcuni alimenti contenenti caffeina oltre alla coca-cola e il caffè sono: tè freddo, alcuni tipi di cola, bevande energizzanti e cioccolatini.

I neonati possono avere un disturbo del sonno, i genitori dovrebbero evitare di lasciare il bimbo da solo a piangere e si consiglia di coccolare e consolare il neonato per evitare l’ansia da separazione.


 

Rimedi naturali per dormire bene

Tra le cure naturali per dormire rilassati e senza pensieri ci sono la dieta sana, l’attività fisica regolare, tecniche di rilassamento e alcuni prodotti di fitoterapia, per esempio la valeriana che aiuta ad addormentarsi.