Bere tanta acqua

INDICE

Ci sono molti motivi per bere tanta acqua. Infatti l’acqua (sia semplice sia sotto forma di altri liquidi o alimenti) è essenziale per la salute.

Quando l’assunzione di acqua non eguaglia la perdita di liquidi, si rischia la disidratazione.

Le perdite di fluidi sono maggiori nei climi più caldi, durante l’attività fisica intensa, in alta quota e nelle persone anziane (che di solito non hanno tanta sete).
L’acqua dev’essere potabile, cioè non deve contenere sostanze pericolose per la salute.
L’acqua ozonizzata è più sicura perché l’ozono ha un effetto antibatterico.

Bere tanta acqua,bottiglia
Bisogna bere molta acqua per i seguenti motivi:

1. Bere acqua aiuta a mantenere l’equilibrio dei liquidi corporei. Il corpo è composto da circa il 60% di acqua. Le funzioni di questi fluidi corporei comprendono:

  • Digestione
  • Assorbimento delle sostanze nutritizie
  • Circolazione
  • Produzione di saliva
  • Trasporto di sostanze nutritizie
  • Mantenimento della temperatura corporea.

Attraverso l’ipofisi, il cervello comunica con i reni e segnala quanta acqua espellere sotto forma di urina o quanta acqua trattenere.
Quando si hanno pochi fluidi, il cervello trasmette lo stimolo della sete.
Si dovrebbe bere acqua o succo di frutta fresca senza succhero, evitare il latte o il caffè e soprattutto l’alcool.
L’alcool interferisce con la comunicazione tra il rene e il cervello e provoca una secrezione eccessiva di fluidi che può causare la disidratazione.

2. L’acqua può aiutare a dimagrire. Sostituire le bevande molto caloriche con l’acqua riduce le calorie e a aiuta a perdere peso.
L’acqua gassata (frizzante) dilata le pareti dello stomaco e quindi dà una sensazione di sazietà, in ogni caso bere acqua quando si sente la fame riduce l’appetito.
Dopo il vomito, la prima cosa da ingerire è l’acqua, se non causa problemi si può provare a mangiare dei cibi solidi.
Quando si ha la diarrea è fondamentale bere tanta acqua per rimanere idratati.

3. Riduzione della pressione sanguigna e della ritenzione idrica o le gambe gonfie (perché diluisce la concentrazione di sodio nel sangue)

Attenzione: si sconsiglia di bere l’acqua molto fredda (e velocemente) perché può provocare una congestione e un blocco della digestione.
Nelle bottiglie c’è una data di scadenza, in realtà se l’acqua è conservata in una bottiglia di vetro può durare molto più a lungo.
È pericoloso tenere l’acqua in un contenitore di plastica, soprattutto se è esposto a fonti di luce e calore perché la plastica potrebbe rilasciare delle sostanze nocive nel liquido.

Acqua potabile distillata

L’acqua distillata è sicura da bere.
Si prepara togliendo le impurità solide dall’acqua, ma si rimuovono anche i minerali preziosi che sono necessari per l’organismo.

Una controargomentazione è che la quantità di minerali dell’acqua è molto piccola e la dieta deve integrare adeguatamente i minerali.
Un altro inconveniente minore è la mancanza del gusto a cui siamo abituati.
Si può rimediare a questo aggiungendo la quantità di sali minerali necessaria per la salute e il gusto.

L’acqua distillata è priva di impurità, quindi è  ideale da utilizzare in molte applicazioni industriali, come liquido refrigerante, lubrificante e solvente.


Acqua del rubinetto

L’acqua del rubinetto è piuttosto calcarea, ma non è questo il problema perché i sali minerali (soprattutto calcio e magnesio) sono utili per l’uomo.

Nell’85% circa del territorio degli Stati Uniti l’acqua contiene l’arsenico.
Questa sostanza può causare il cancro e molte altre malattie, come ipertensione arteriosa, disturbi del comportamento nei bambini, quoziente intellettivo basso, problemi dell’apparato riproduttivo e del sistema nervoso centrale.
I metodi di purificazione dell’acqua potabile negli USA sono così antiquati che l’acqua del rubinetto può causare dei rischi seri per la salute dei cittadini.
L’acqua fluorurata è ancora frequente negli Stati Uniti mentre è vietata in molte parti d’Europa.
Quest’acqua provoca cancro e sterilità, inoltre aumenta anche il rischio di frattura dell’anca (soprattutto negli anziani).
Si è scoperto che la maggior parte dell’acqua del rubinetto passa attraverso dei tubi di piombo che hanno più di 100 anni, quindi può contenere grandi quantità di tossine e inquinanti nocivi.

Benefici per la salute nel bere l’acqua con l’aggiunta di ossigeno

L’acqua con una quantità di ossigeno superiore a quella che si può bere non è l’acqua ossigenata della farmacia (si usa per disinfettare le ferite) che potrebbe causare delle lesioni interne.

Favorisce la respirazione aerobica
La respirazione cellulare (in cui le cellule prendono energia dal cibo ingerito) può essere sia aerobica che anaerobica.
Quando la respirazione cellulare si verifica in presenza di ossigeno si chiama respirazione aerobica, quando si verifica in assenza di ossigeno si chiama respirazione anaerobica.

Riduce l’acidosi lattica
L’acidosi lattica è una patologia in cui c’è un accumulo eccessivo di acido lattico (un sottoprodotto della respirazione anaerobica) nel sangue e una diminuzione netta dei livelli di ossigeno.
Per diminuire in modo significativo l’acidosi lattica e aumentare l’apporto di ossigeno, si consiglia di bere l’acqua con l’aggiunta di ossigeno durante l’esercizio fisico. Questa acqua arricchita con l’ossigeno ritarda la respirazione anaerobica durante l’esercizio, aiutando ad aumentare la prestazione.

Mantiene un livello del pH sana
Mantenere il giusto equilibrio corporeo del pH è la chiave per stare sani. Spesso mangiare il cibo sbagliato abbassa il pH del corpo, creando un ambiente acido. Tuttavia bere acqua con l’aggiunta di ossigeno favorisce un ambiente alcalino ricco di ossigeno, contribuendo così a bilanciare i livelli del pH.

Aumenta naturalmente la difesa immunitaria
Quando si beve l’acqua arricchita di ossigeno, si crea essenzialmente un ambiente ricco di ossigeno al corpo. Tale ambiente offre delle situazioni di crescita buone per i ‘batteri sani’ che risiedono nel sistema digestivo. Invece gli agenti patogeni che causano le malattie non sopravvivono quando c’è una quantità adeguata di ossigeno.

Migliora la digestione
I batteri positivi che si trovano nell’intestino aiutano a scomporre il cibo ingerito e a favorire la digestione.
Poiché i batteri buoni prosperano in situazioni ricche di ossigeno, bere l’acqua con l’aggiunta di ossigeno può aiutare a migliorare la digestione.

Aumenta l’energia
Con più ossigeno che circola nel sangue, durante il giorno la persona si può sentire più energica, sveglia e meno stanca.
Bere l’acqua arricchita di ossigeno può aiutare a mantenere l’ossigeno nel sangue a livelli normali.
Questo permette al sangue di trasportare ossigeno sufficiente ai muscoli e al cervello, aumentando così l’energia e il benessere generale.

Riduce il rischio di cancro
Le cellule tumorali si moltiplicano in un ambiente povero di ossigeno.
Tuttavia bevendo regolarmente l’acqua arricchita di ossigeno si offre più ossigeno a livello cellulare, in modo che per le cellule tumorali sia difficile sopravvivere.

Bere acqua sulfurea (con zolfo)

Le acque sulfuree contengono zolfo e si utilizzano in medicina perché riducono i sintomi di tante patologie, in particolare:
1. Malattie croniche dell’orecchio, faringe, laringe e naso.
2. Dolori articolari (hanno proprietà antinfiammatorie naturali),
3. Patologie della pelle,
4. Malattie ginecologiche,
5. A livello intestinale favoriscono la mobilità,
6. Aumentano la secrezione di muco nello stomaco.

Acqua e sale
L’acqua salata (per esempio l’acqua marina) e tiepida è utile per curare diversi disturbi.
Quando si immerge un braccio o una gamba nell’acqua salata (anche di mare) e calda gli effetti sono:
1. Riduzione della ritenzione idrica, soprattutto alle gambe,
2. Assorbimento del versamento (liquido) nelle zone infiammate e quindi diminuzione del dolore,
3. Disinfettante sulle ferite e favorisce la chiusura delle lesioni cutanee.

Acqua e bicarbonato
Il bicarbonato di sodio è una sostanza alcalina e si utilizza per neutralizzare gli acidi.
Si beve per:

Bere tanta acquaAcqua e limone
Una bevanda con acqua e limone fa bene per i seguenti motivi:

  • Favorisce la digestione,
  • Agisce come diuretico,
  • Rafforza il sistema immunitario,
  • Rende il sangue più alcalino,
  • Ritarda l’invecchiamento perché contiene molta vitamina C,
  • Combatte l’alito cattivo,
  • È un antiossidante e favorisce la detossificazione del fegato.

Quant’acqua si dovrebbe bere ogni giorno?

Gli studi hanno mostrato dati diversi, ma in realtà l’acqua dipende da molti fattori tra cui la salute, quanto si è attivi e dove si vive.

Ogni giorno si perde acqua attraverso la respirazione, il sudore, l’urina e le feci. Per un funzionamento corretto del corpo, bisogna idratare il corpo bevendo molto e mangiando alimenti che contengono acqua.

Per gli uomini si consiglia di bere molto, almeno 2,5 litri di liquidi totali al giorno.
Per le donne la quantità è di circa 2,2 litri di liquidi.
Bisogna iniziare al mattino appena svegli e continuare fino a sera, è meglio bere poco durante i pasti per evitare di diluire i succhi gastrici e quindi di rallentare la digestione.
Si consiglia di smettere di bere almeno 1 ora prima di dormire per evitare di svegliarsi a causa dello stimolo ad urinare.
Alcune persone pensano che non si può bere prima delle analisi del sangue o delle urine, in realtà non influisce sui risultati degli esami.

Intossicazione da acqua
Il corpo umano ha un meccanismo di regolazione dell’equilibrio di fluidi ed elettroliti (come calcio, potassio, sodio, magnesio ecc).
I reni sono degli organi che servono per l’equilibrio di fluidi ed elettroliti.
Il sodio svolge un ruolo fondamentale nella regolazione del bilanciamento dei fluidi.
L’intossicazione da acqua è una malattia in cui la concentrazione di sodio nel sangue si abbassa perché la persona beve troppa acqua.

Sintomi e conseguenze

  • I sintomi più frequenti dell’intossicazione da acqua sono la nausea e il vomito,
  • L’individuo colpito potrebbe soffrire di debolezza, stanchezza e agitazione,
  • Gonfiore,
  • Confusione e disorientamento,
  • Crampi muscolari,
  • Nei casi estremi si possono verificare convulsioni, coma, arresto respiratorio e perfino la morte.