Terapia per l’artrosi

INDICE


Non esiste una terapia che risolva l’artrosi, ma il trattamento può aiutare a ridurre il dolore e mantenere la mobilità articolare.

Alcuni pazienti con artrosi non hanno dolore o sentono un leggero fastidio, quindi possono non aver bisogno del trattamento.

artrosi,trattamento,esesercizi,movement,terapia,trattamento,anti,infiammatorio,tendinite
esercizio per il recupero della mobilità

Altri possono beneficiare di misure conservative come:

  • Riposo,
  • Esercizi,
  • Riduzione del peso,
  • Fisioterapia
  • Terapia occupazionale per imparare ad usare gli ausili o i tutori.

Questi rimedi sono importanti soprattutto se le articolazioni interessate sono quelle che devono sopportare il peso corporeo (anca e ginocchia).

 

Stile di vita per l’artrosi

Il ghiaccio serve in fase acuta, cioè nei primi 2 giorni di dolore, oppure in fase post-acuta si può applicare per diminuire lo spasmo muscolare.
Il calore allevia il dolore e la rigidità dell’articolazione.
Utilizzare gli ausili può rendere più facile lo svolgimento delle attività della vita quotidiana.
Un bastone può sollevare il ginocchio o l’anca dal peso corporeo.
Con l’artrosi alle dita, alcuni strumenti da cucina possono rendere più facile il lavoro in cucina.
Il vostro fisioterapista o terapista occupazionale possono aiutare a scegliere e usare lo strumento più adatto.
Come primo rimedio, i soggetti con artrosi potrebbero provare degli integratori di glucosamina e condroitina.
Ci sono studi che dimostrano che questi prodotti alleviano il dolore e la rigidità di alcuni pazienti con artrosi.


 

Farmaci per l’artrosi

Il paracetamolo (Efferalgan) può alleviare il dolore, ma non riduce l’infiammazione.
Gli studi dimostrano che è efficace per le persone con artrosi che hanno dolore da lieve a moderato.
Prendere una dose superiore a quella raccomandata può causare danni al fegato.
Gli antinfiammatori non steroidei (FANS) riducono l’infiammazione e alleviano il dolore.
I più prescritti sono l’ibuprofene (brufen) e il naproxene (Aleve).
I Fans possono causare irritazione dello stomaco, disturbi cardiovascolari, emorragie, danni al fegato e ai reni.
Le persone anziane hanno un maggior rischio di complicanze.
I narcotici sono un tipi di medicine che necessita di una prescrizione, in genere contengono ingredienti simili alla codeina e possono dare sollievo in caso di grave artrosi.
È estremamente raro che un medico prescriva questo tipo di farmaci perché hanno un rischio di dipendenza, anche se tale rischio sembra minore nelle persone con forti dolori.
Gli effetti collaterali sono: nausea, costipazione e sonnolenza.

 


 

Fisioterapia per l’artrosi

Bisogna seguire un programma di esercizi impostato dal fisioterapista per rinforzare i muscoli che agiscono sull’articolazione colpita, per aumentare l’ampiezza di movimento e per ridurre il dolore.

Terapia per l'artrosi
Terapia per l’artrosi

La fisioterapia può essere molto utile se la cartilagine non è completamente sparita per ridurre l’infiammazione della membrana sinoviale, in particolare la Magneto terapia per il ginocchio e la Laser terapia per la mano.

Bisogna modificare il proprio stile di vita per evitare di sovraccaricare le articolazioni.
Cercare il modo di effettuare le attività quotidiane senza caricare il peso sulle articolazioni.
Un terapista occupazionale può aiutare a trovare il modo di svolgere i compiti quotidiani o di lavorare senza sforzare la giuntura già infiammata.
Per esempio, la spazzolino da denti con impugnatura larga può permettere di lavarsi i denti senza dolore in caso di artrosi alle dita.
Una sedia nella doccia può alleviare il dolore in piedi se c’è l’artrosi del ginocchio.

Provare i tutori e i plantari. Prendere in considerazione l’utilizzo di un tutore, un bastone, dei plantari o altri ausili per ridurre il carico del peso sull’articolazione.
Questi rimedi servono per ridurre il dolore perché immobilizzano, proteggono e supportano l’articolazione diminuendo la pressione su di essa.

Chi non trae beneficio dai farmaci per il dolore, cerca altri ambulatori di medicina alternativa e complementare per avere sollievo.
Tra i trattamenti che hanno mostrato qualche risultato per l’artrosi c’è l’agopuntura.
Alcuni studi indicano che l’agopuntura può alleviare il dolore e migliorare la funzionalità del ginocchio con artrosi.
La seduta di agopuntura consiste nell’inserimento di aghi sottili nella pelle in punti precisi del corpo.
I rischi sono: l’infezione, lividi e il dolore nel punto in cui sono inseriti gli aghi.

 

Terapia medica per l’artrosi

Le infiltrazioni di cortisone possono alleviare il dolore nell’articolazione.
Durante questa iniezione il medico inserisce un ago nello spazio all’interno dell’articolazione interessata e inietta il farmaco.
Il numero di infiltrazioni di cortisone che è possibile effettuare ogni anno è limitato, generalmente se ne fanno solo 3 perché il farmaco può causare dei danni alla giuntura.
Le iniezioni di acido ialuronico si eseguono per il dolore persistente provocato da una grave artrosi del ginocchio o dell’anca.
Se il dolore non cala nonostante la riduzione del peso, l’esercizio fisico regolare e i farmaci, si possono eseguire una serie di iniezioni di acido ialuronico (Hyalgan, hyalart, Euflexxa, ecc) nella giuntura.
In molti casi queste iniezioni sono state efficaci, soprattutto se il paziente non si vuole operare.
Questi prodotti agiscono ripristinando temporaneamente lo spessore del fluido articolare, permettendo una miglior lubrificazione, aumentando la capacità di ammortizzare gli urti e forse incidendo direttamente sui recettori del dolore.


 

Chirurgia per l’artrosi

Tra le opzioni chirurgiche, si trova il riallineamento osseo. Le procedura chirurgica è denominata osteotomia.
Il chirurgo taglia (incisione) l’osso sopra o sotto il ginocchio per riallineare la gamba. L’osteotomia può ridurre il dolore al ginocchio spostando il peso del corpo verso la parte meno usurata del ginocchio.


 

L’artroplastica è la riparazione chirurgica dell’articolazione

Nella chirurgia di sostituzione dell’articolazione (artroplastica), il chirurgo rimuove le superfici articolari danneggiate e le sostituisce con un oggetto composto da plastica e metallo chiamato protesi. Le articolazioni dell’anca e del ginocchio sono quelle più comunemente sostituite. I rischi chirurgici sono: infezioni e coaguli di sangue.
Le protesi possono usurarsi o lussarsi e può essere necessaria la sostituzione dopo alcuni anni.


 

Qual è la prognosi per pazienti con artrosi?

La prognosi dei pazienti con artrosi dipende da quali articolazioni sono colpite e se questa patologia è la causa dei sintomi e della limitazione funzionale.
Alcuni pazienti non sono limitati dall’artrosi, mentre altri possono essere invalidati.
L’intervento chirurgico di artroplastica dà risultati migliori a lungo termine.
Non bisogna preoccuparsi per lesioni agli organi interni, infatti l’artrosi non causa danni a organi o visceri e non altera gli esame del sangue.


 

L’artrosi può essere prevenuta?

Non c’è nessuna prevenzione dell’artrosi, ma se si controlla il peso corporeo e si conduce una vita non sedentaria si può ritardare la comparsa dei sintomi.