Stenosi aortica

INDICE

La stenosi della valvola aortica (o stenosi aortica) si verifica quando la valvola tra il cuore e l’aorta si restringe.
Questa restrizione impedisce alla struttura di funzionare correttamente. La patologia si manifesta come un calo del flusso sanguigno nell’aorta e nel resto del corpo.
Quando la valvola aortica è ostruita, il cuore deve lavorare di più per pompare il sangue necessario al corpo.
La stenosi può essere sopravalvolare, valvolare o sottovalvolare in base alla posizione rispetto alla valvola.
La stenosi subaortica ipertrofica è caratterizzata dall’ispessimento asimmetrico del miocardio sotto alla valvola, la conseguenza è un ostacolo al flusso del sangue.

Cuore,anatomia


 

Quali sono le cause della stenosi della valvola aortica?

La valvola aortica si apre e si chiude ogni volta che il cuore batte. Questa azione si verifica ogni secondo della vita. La genetica e determinate alterazioni dello stato di salute possono impedire alla valvola di svolgere le sue funzioni in modo corretto.

La genetica
La stenosi della valvola aortica può essere presente alla nascita. L’apertura della valvola è costituita da tre lembi che si incastrano alla perfezione quando funzionano correttamente. Alcuni bambini nascono senza tutte le tre “foglioline”, o coi lembi non separati correttamente, o con le tre parti troppo spesse da non riuscire ad aprire o chiudere.

La febbre reumatica
La febbre reumatica è una patologia che interessa il cervello, le articolazioni, il cuore e la pelle. Si può verificare negli adulti e nei bambini con mal di gola. Il mal di gola è una malattia contagiosa causata dal batterio streptococco. La febbre reumatica è una delle cause più frequenti di problemi alle valvole cardiache.

La calcificazione delle valvole
Il calcio è un minerale importante per avere le ossa resistenti. Questo elemento può causare dei problemi quando si deposita nella valvola aortica. I depositi di calcio colpiscono i lembi della valvola impediscono alla struttura di funzionare correttamente.
La stenosi della valvola può consentire al sangue di rientrare nuovamente dentro il ventricolo sinistro.
Questo evento si chiama insufficienza valvolare o rigurgito.
La stenosi aortica calcifica è una patologia degenerativa e rappresenta la stragrande maggioranza dei casi di stenosi aortica.
I disturbi meno frequenti sono la stenosi aortica reumatica e la stenosi aortica congenita. Nell’anziano, l’ispessimento o la calcificazione delle strutture cardiache colpisce circa il 25% della popolazione di età superiore a 65 anni.

Alcune altre cause di calcificazione della valvola aortica sono date da:


 

Sintomi della stenosi aortica

La gravità della stenosi aortica varia da lieve a grave. I sintomi e i segni si sviluppano quando il restringimento della valvola è grave.
Se il grado è lieve o moderato, la stenosi aortica è asintomatica.

È essenziale identificare i segni di questo disturbo di salute nelle fasi iniziali. La calcificazione lieve può essere diagnosticata osservando i seguenti sintomi:

Gli effetti di un cuore indebolito dalla stenosi aortica possono provocare un’insufficienza cardiaca.
I sintomi e segni di scompenso cardiaco comprendono stanchezza, mancanza di respiro e gonfiore alle caviglie e ai piedi.
La stenosi si manifesta in un secondo momento, ciò lo rende difficile da rilevare in un primo momento.
La malattia si diagnostica durante una visita medica di routine quando il dottore sente un suono cardiaco anomalo (tipo soffio cardiaco). Questo mormorio si può verificare molto prima degli altri segni.
Un neonato o un bambino con stenosi della valvola aortica può non mostrare sintomi ma si stanca velocemente o può avere un dolore al petto durante un’intensa attività fisica.


 

Complicazioni della stenosi aortica

Una stenosi severa della valvola aortica può provocare problemi cardiaci tra cui:


 

Diagnosi della stenosi della valvola aortica

Il cardiologo verifica lo stato di salute con un esame approfondito. Questo comprende l’auscultazione del cuore (per verificare suoni anormali) e un test di diagnostica per immagini per capire cosa sta succedendo all’interno del muscolo cardiaco.

Gli esami diagnostici più utilizzati sono i seguenti:

  • RM (risonanza magnetica): crea immagini altamente dettagliate delle strutture interne del corpo,
  • Tac (tomografia computerizzata): crea immagini tridimensionali,
  • Radiografia al torace,
  • Ecocardiogramma: mostra delle immagini del cuore,
  • Cateterismo cardiaco: una procedura che utilizza il mezzo di contrasto per evidenziare eventuali ostruzioni nel cuore.

L’ecocardiografia bidimensionale dà un immagine dettagliata dell’anatomia della valvola aortica, ma per quantificare il disturbo serve una valutazione con l’ecodoppler.
L’ecocardiografia fetale si effettua per sapere se ci sono anomalie cardiache nel feto, la stenosi aortica si vede solo dal terzo trimestre.

Tabella della quantizzazione (quantificazione) della stenosi aortica in base al gradiente di pressione

Area valvolare (cm2) Massima velocità aortica (m/sec) Gradiente di pressione medio (mm Hg)
Lieve 1.5-2.0 2.5-3.0 < 25
Moderata 1.0-1.5 3.0-4.0 25-40
Grave 0.6-1.0 > 4.0 > 40
Serrata < 0.6

 

 

 

 

Terapia per la stenosi aortica

Farmaci
Le medicine non possono curare la stenosi della valvola aortica.
Il dottore può prescrivere alcuni farmaci per aiutare il cuore.
Riducendo la pressione sanguigna e il colesterolo si previene lo sviluppo della stenosi aortica.
Nella prima fase il medico può prescrivere i beta-bloccanti per il danno da ostruzione della valvola.


 

Stenosi aorticaQuando operare per la stenosi aortica?

I farmaci possono alleviare i sintomi ma l’unico modo per eliminare la stenosi è un intervento chirurgico per riparare o sostituire la valvola.
La chirurgia non è sempre urgente. Se gli esami rivelano una stenosi aortica con gravità da lieve a moderata e non sono presenti sintomi clinici, il medico programma alcune visite di controllo per monitorare il funzionamento della valvola.
La chirurgia diventa una valida opzione solo se il restringimento diventa grave e si sviluppano i sintomi.

La valvola aortica si può riparare o sostituire per curare la stenosi.
Sono possibili anche approcci meno invasivi, ma la chirurgia è il trattamento principale per questa malattia.


 

Opzioni di trattamento chirurgico per riparare o sostituire la valvola aortica:

Valvuloplastica con palloncino. La valvuloplastica con palloncino utilizza un tubo morbido e sottile (catetere) capovolto con un palloncino all’estremità.
Il chirurgo guida il catetere attraverso un vaso sanguigno dal braccio o dall’inguine fino al cuore e nella valvola aortica ristretta.

Una volta in posizione, il palloncino si gonfia sulla punta del catetere.
Il palloncino spinge sulle pareti della valvola aortica e allarga l’apertura migliorando il flusso di sangue. Il palloncino si sgonfia e il catetere è riportato all’esterno del corpo.
I segni della stenosi aortica sono alleviati con questa procedura chirurgica, soprattutto nei neonati e nei bambini.
Negli adulti, l’intervento non ha grande successo perché la valvola si restringe dopo un iniziale miglioramento.
Per questo motivo, raramente i dottori consigliano la valvuloplastica con palloncino.
Al giorno d’oggi questa procedura è utilizzata solo nei pazienti in condizioni troppo gravi per eseguire una chirurgia più invasiva o in caso di stenosi aortica neonatale.

Sostituzione della valvola aortica. Questo è il principale trattamento chirurgico per curare la stenosi.
L’operazione si effettua in anestesia generale.

Il chirurgo rimuove la valvola aortica e la sostituisce con una valvola meccanica o con un altra valvola di tessuto. Le valvole meccaniche (in metallo) sono durevoli ma aumentano il rischio di coaguli che si formano sopra o vicino al nuovo innesto. Se si impianta una valvola meccanica, si deve assumere un farmaco anticoagulante, come il warfarin (Coumadin), per la vita al fine di prevenire i coaguli di sangue. Le valvole di tessuto (che può avere origine da un maiale, da una mucca o da un donatore umano) spesso devono essere sostituite. Un altro tipo di sostituzione della valvola di tessuto utilizza una valvola polmonare (autoinnesto).

Valvola aortica,sostituzione,intervento chirurgico

Sostituzione della valvola aortica con catetere (TAVR). Il rimontaggio della valvola aortica è eseguito con la chirurgia a cuore aperto. Un approccio meno invasivo (sostituzione della valvola aortica con catetere) comporta la sostituzione della valvola aortica con una valvola prostetica tramite l’arteria femorale (accesso transfemorale) o dall’apice ventricolare sinistro del cuore (transapicale).
Solitamente, il TAVR serve per i soggetti a maggior rischio di complicanze da chirurgia.

Valvuloplastica chirurgica. La riparazione chirurgica può essere un’opzione più efficace rispetto alla valvuloplastica con palloncino. Un cardiochirurgo separa i lembi della valvola per ridurre la stenosi e migliorare il flusso sanguigno.
Anche dopo l’intervento si può avere un rischio di aritmia.
Si consiglia di assumere i farmaci per abbassare questa complicazione. Se il cuore si indebolisce a causa della stenosi aortica, potrebbe essere necessario assumere delle medicine per curare l’insufficienza cardiaca.

Dopo un intervento chirurgico, il dottore può prescrivere una cura con l’antibiotico prima di determinate procedure mediche per prevenire il rischio di infezione nel tessuto cardiaco (endocardite).