Insufficienza mitralica

INDICE

L’insufficienza mitralica (o rigurgito mitralico) è il reflusso del sangue attraverso la valvola mitrale del cuore ogni volta che l’atrio sinistro si contrae.

La valvola mitrale difettosa permette al sangue di scorrere in due direzioni durante la contrazione:
1. Una parte è pompata verso il ventricolo sinistro;
2. Una quantità variabile di sangue ritorna indietro verso l’atrio sinistro attraverso la valvola mitrale.
Questo difetto valvolare si può verificare insieme all’insufficienza tricuspidale.


 

Cause di insufficienza valvolare mitralica

Una quantità insignificante di regurgito mitrale (RM) è presente in circa il 70 per cento degli adulti.
Un riflusso significativo (da moderato a grave) è molto meno frequente, circa il 2% per cento delle persone.
Tra le cause ci sono:

●Il prolasso della valvola mitrale si verifica quando il tessuto della valvola mitrale è deformato e allungato, quindi i lembi non si uniscono normalmente.
Questo movimento anormale della valvola può consentire al sangue di tornare indietro dal ventricolo sinistro all’atrio di sinistra.
Anche se la maggior parte delle persone con prolasso della valvola mitrale hanno solo un lieve rigurgito, altri sviluppano un disturbo importante.
●L’endocardite infettiva è un’infezione delle valvole cardiache causata da batteri, funghi o altri organismi che invadono il flusso sanguigno.
Quando i microrganismi aderiscono alle valvole e crescono, si depositano delle piastrine e della fibrina nelle valvole cardiache, questa formazione è detta vegetazione.
La vegetazione può impedire alla valvola mitrale di chiudersi normalmente, la conseguenza è il riflusso di sangue.
Una valvola cardiaca difettosa ha più probabilità di sviluppare l’endocardite rispetto ad una valvola che normale.
●La febbre reumatica è una malattia che si verifica quando il batterio che causa il mal di gola (uno streptococco) non è eliminato.
La febbre reumatica provoca l’infiammazione delle valvole del cuore e altre complicazioni.
● Anomalie congenite (spesso ereditarie) del cuore, i bambini che nascono con certi tipi di anomalie del cuore possono sviluppare l’insufficienza mitralica.
●Altre malattie cardiache, si può verificare dopo un infarto del miocardio o una lesione al muscolo del cuore.
●Un trauma toracico raramente causa la rottura delle corde che tengono i lembi della valvola mitrale nella loro posizione.
La lesione delle corde impedisce una corretta chiusura della valvola.


 

Tipi di insufficienza mitralica

L’insufficienza mitralica degenerativa si può verificare nei seguenti casi:

1. Disfunzione delle valvole.
2. Stiramento o lesione delle corde.
3. Sindrome di Marfan, sindrome di Barlow, degenerazione mixomatosa.

L’insufficienza mitralica post-ischemica si verifica nei pazienti che hanno già avuto la diagnosi di ischiemia cardiaca ed è caratterizzata dall’espansione dell’anulus valvolare (bordo esterno della valvola mitrale).

L’insufficienza mitralica organica si verifica quando le corde della valvola hanno dei difetti strutturali, per esempio in caso di endocardite.


 

Classificazione funzionale dell’insufficienza mitralica secondo Carpentier

  • Tipo I ° Movimento normale dei foglietti valvolari
  • Tipo II ° Movimento eccessivo dei foglietti della valvola (prolasso valvolare)
  • Tipo III ° Movimento limitato
  • III ° a Apertura con restringimento (stenosi)
  • III ° b Chiusura con restringimento

Prolasso della valvola mitrale,cuore,intervento


 

Sintomi dell’insufficienza mitralica

I sintomi dipendono dalla gravità e sono i seguenti:

  1. Sangue che scorre in maniera anomala nel cuore (soffio al cuore)
  2. Mancanza di respiro, soprattutto sotto sforzo o in posizione sdraiata
  3. Stanchezza, soprattutto durante i periodi di maggiore attività
  4. Vertigini o giramenti di testa
  5. Tosse, soprattutto di notte o quando si dorme
  6. Palpitazioni cardiache — sensazione di un battito cardiaco accelerato
  7. Piedi o caviglie gonfie
  8. Minzione eccessiva

Di solito, il rigurgito della valvola mitrale è lieve e progredisce lentamente. È possibile non sentire i sintomi per decenni.
La bradicardia può essere presente, ma non è un sintomo legato all’insufficienza mitralica.
L’insufficienza mitrale acuta è una situazione d’emergenza. I sintomi compaiono rapidamente, tra cui una grave mancanza di respiro, la frequenza cardiaca veloce, vertigini, debolezza, confusione mentale e dolore al petto.
In gravidanza lo sforzo che deve effettuare il cuore è maggiore, per questo motivo le donne mostrano i primi sintomi di insufficienza mitralica quando sono incinta.


 

Rischi e complicazioni dell’insufficienza mitralica

Quando il rigurgito della valvola mitrale è lieve non causa problemi, ma quando è grave può provocare le seguenti complicazioni:

Scompenso cardiaco. In caso di scompenso cardiaco il cuore non è in grado di pompare abbastanza sangue per soddisfare le esigenze del corpo.
La conseguenza del rigurgito della valvola mitrale è l’edema polmonare che può causare una forte tensione sul lato destro del cuore e può causare il gonfiore alle caviglie.

La fibrillazione atriale è un ritmo cardiaco irregolare in cui le camere superiori (Atri) del cuore battono troppo rapidamente e in maniera caotica.
La fibrillazione atriale può causare dei coaguli di sangue.
Questi coaguli di sangue si possono staccare dal cuore e potrebbero viaggiare lungo le arterie fino al cervello, causando un ictus.
Altre aritmie si possono verificare nelle persone con rigurgito della valvola mitrale.

Endocardite. L’endocardite è un’infezione della parete interna del cuore.
Prima di effettuare degli interventi chirurgici (anche ai denti), i medici raccomandano di assumere degli antibiotici prima ai pazienti con regurgito della valvola mitrale per prevenire l’endocardite.

Ipertensione polmonare. In caso di insufficienza mitrale cronica e non curata, dopo molti anni si può sviluppare l’ipertensione polmonare. Questa malattia consiste nella pressione alta delle arterie nei polmoni.


 

Diagnosi di insufficienza mitralica

Dato che all’inizio è asintomatica, il pirmo segno che il medico nota può essere il soffio al cuore.
Tra gli esami diagnostici più indicati ci sono:
1. Ecocardiogramma. Questo test utilizza delle onde sonore per produrre un’immagine del cuore.
Nell’ecocardiogramma, le onde sonore sono dirette al cuore da un dispositivo (trasduttore) che si appoggia sul petto. Un ecocardiogramma permette al cardiologo di vedere bene la valvola mitrale e di capire come sta lavorando.
2. Un elettrocardiogramma (EKG, ECG) serve per notare l’aritmia.


3. Una radiografia per verificare la dimensione del cuore.
4. Cateterismo cardiaco per capire quanto è grave il problema e per verificare la presenza di malattie coronariche.

Insufficienza mitralicaQuantificazione della gravità dell’insufficienza mitralica

Primo grado (lieve)

  • Il quadro clinico, l’auscultazione, l’ECG e la rx torace sono normali.
  • Le dimensioni dell’atrio e ventricolo a sinistra sono normali dall’ecocardiogramma.
  • Percentuale di rigurgito < 20%.
  • L’insufficienza cardiaca lieve non è una controindicazione per lo sport.

Secondo grado (moderata)

  • Possibili anomalie nella storia clinica o nell’esame fisico, ecocardiogramma o radiografia del torace.
  • Lieve ingrossamento dell’atrio e del ventricolo a sinistra. Chiusura incompleta della valvola mitralica come risulta dall’ecocolor doppler.
  • Percentuale di rigurgito del 20-30%.
  • L’attività sportiva non è controindicata, ma bisogna effettuare l’elettrocardiogramma ogni anno per controllare la situazione.

Terzo grado o moderatamente grave

  • Ci sono dei disturbi nella storia clinica, nell’esame obiettivo, nell’ecocardiogramma o nella radiografia toracica.
  • L’atrio o il ventricolo di sinistra sono ingranditi tra un livello moderato e grave.
  • L’atrio di sinistra ha una dimensione maggiore dell’atrio di destra.
  • Nell’ecocolor doppler è presente un accelerazione prossimale.
  • Rigurgito mitralico ampio.
  • Chiusura incompleta della valvola mitrale molto significativa.
  • Percentuale di rigurgito tra il 30 e il 50%.

Quarto grado (grave)

  • Ci sono dei problemi cardiaci nella storia clinica, nell’esame obiettivo, nell’ecocardiogramma o nella radiografia al torace.
  • Mancanza completa dell’unione della valvola mitrale.
  • Chiusura prematura della valvola aortica o frazione di eiezione ridotta.
  • Grave ingrossamento del ventricolo sinistro e dell’atrio sinistro del cuore.
  • Grande flusso di rigurgito mitralico come si può vedere dal doppler di flusso.
  • Percentuale di riflusso > 40%.

 

Classificazione dell’insufficienza mitralica in base alla quantità di sangue rigurgitato
1. Minima < 30 ml/battito
2. Media 30-59 ml/battito
3. Severa ≥ 60 ml/battito

 

Terapia per l’insufficienza mitralica

Il trattamento per l’insufficienza mitralica cronica comprende dei farmaci per alleviare i sintomi o per prevenire le complicazioni.

Tra i farmaci ci sono:
1. Vasodilatatori, come gli ACE inibitori in caso di pressione alta.
2. Diuretici per trattare i sintomi di insufficienza cardiaca.
3. Beta bloccanti per ridurre la pressione e la frequenza cardiaca.
4. Anticoagulanti per evitare dei pericolosi coaguli di sangue.

Potrebbe essere necessario l’intervento chirurgico per riparare o sostituire la valvola mitrale se:
1. Si verificano i sintomi dell’insufficienza cardiaca,
2. Se aumenta la dimensione del ventricolo sinistro,
3. Se il cuore si indebolisce.

In caso di rigurgito cronico della valvola mitrale, il medico può prescrivere l’attività fisica o la riduzione del sale dalla dieta.

La cura per il l’insufficienza mitralica acuta si effettua in ospedale o in pronto soccorso.
È necessario un intervento chirurgico per riparare o sostituire la valvola.