Blocco di branca

INDICE

Il blocco di branca è un disturbo caratterizzato da un ritardo o un’ostruzione lungo il percorso degli impulsi elettrici che fanno battere il cuore.

Il ritardo o l’ostruzione può bloccare solo gli impulsi elettrici che vanno a sinistra o a destra del cuore.
Il blocco di branca rende più difficile il pompaggio del cuore.

Classificazione del blocco di branca

1. Primo grado, se il blocco provoca un lieve rallentamento della conduzione.
2. Secondo grado, in caso di conduzione intermittente.
3. Terzo grado, blocco completo della conduzione.

Il blocco atrio-ventricolare di secondo grado è diviso in:

1. Tipo Mobitz I – nell’elettrocardiogramma, c’è un allungamento progressivo del tratto P-Q e ogni tanto si perde un’impulso ai ventricoli.
2. Tipo Mobitz II – nell’elettrocardiogramma, dopo l’onda P non si verifica sempre un complesso QRS.

Cause di blocco di branca

Blocco di branca sinistro
1. Malattie del cuore
2. Insufficienza cardiaca congestizia
3. Muscolo cardiaco ispessito, irrigidito o indebolito (cardiomiopatia)
4. Pressione alta (ipertensione)

Blocco di branca destra (dx)
1. Un’anomalia congenita del cuore (presente alla nascita), per esempio il forame ovale pervio, cioè un apertura nella parete che separa gli atri (camere superiori).
2. Un attacco di cuore (infarto del miocardio)
3. Un’infezione virale o batterica del muscolo cardiaco (miocardite)
4. Alta pressione arteriosa
5. Tessuto cicatriziale che si sviluppa dopo un intervento al cuore
6. Un coagulo di sangue nei polmoni (embolia polmonare)

La causa più frequente del blocco di branca destra nei bambini è l’intervento chirurgico legato alla riparazione di un difetto del seno ventricolare isolato o un’altra malattia cardiaca congenita, per esempio il ventricolo destro a doppia-camera, il canale atrio-ventricolare o la tetralogia di Fallot.
La tetralogia di Fallot è una malformazione cardiaca in cui si verificano 4 anomalie contemporaneamente:
1. Restringimento (o stenosi) della valvola polmonare
2. Difetto del setto interventricolare (apertura tra i due ventricoli)
3. Origine biventricolare dell’aorta
4. Ipertrofia del ventricolo destro

Sintomi del blocco di branca

Nella maggior parte delle persone, il blocco di branca non provoca alcun sintomo.
A volte, le persone con questa malattia non sanno di avere un blocco di branca.
I sintomi possibili sono:
1. Svenimento (sincope)
2. Sensazione di svenimento (presincope)
3. Avere una frequenza cardiaca lenta (bradicardia)

Le complicazioni di un blocco di branca sono simili se il blocco è sul lato destro o sinistro del cuore.
Tra le complicanze ci sono:
1. Frequenza cardiaca lenta (bradicardia), alcuni di questi pazienti può essere necessario avere un pacemaker.
2. Aritmia.
3. Arresto cardiaco o morte cardiaca improvvisa.

Diagnosi ed esami del blocco di branca

Elettrocardiogramma
Un elettrocardiogramma (ECG) è il test usato per diagnosticare il blocco di branca.
Questa malattia si può notare anche mentre si fa il test con l’Holter.

ECG in caso di blocco di branca

La figura sottostante mostra l’Elettrocardiogramma in caso di blocco di branca.
L’immagine in alto mostra un QRS (tripla onda centrale) normale complesso.
Nell’immagine centrale si vede un blocco di branca destro e in quella in basso c’è il blocco a sinistra.
Si può facilmente notare che in entrambi i tipi di blocco, il tratto QRS è più lungo del normale e si deforma.
La conseguenza è che anche il tratto QT è più lungo.
Blocco di brancaQuesto si verifica perché la propagazione dell’impulso elettrico attraverso i ventricoli necessita di più tempo del normale (quindi si verifica l’allargamento del complesso QRS) e anche il modello di tale diffusione è anormale (quindi cambia la forma).
Le forme caratteristiche del complesso QRS che si verificano nel blocco a destra e a sinistra permettono al medico di determinare quale branca è bloccata.

 

Qual è il significato del blocco di branca destro?

Il blocco di branca destro si trova abbastanza spesso nell’ECG e può essere causato da diverse malattie.
Si può incontrare anche in persone con il cuore sano e normale, in questo caso non è grave.
Spesso, il blocco di branca dx è provocato da malattie del ventricolo destro o dei polmoni.
Se dall’ECG si vede un tracciato anomalo bisogna effettuare dei controlli per alcune malattie, tra cui:

  1. Embolia polmonare (coaguli di sangue al polmone),
  2. Broncopneumopatia ostruttiva cronica (BPCO),
  3. Coronaropatia,
  4. Forame ovale pervio,
  5. Difetto del setto ventricolare,
  6. Malattia delle valvole del cuore (per esempio la stenosi aortica).

Un ECG che mostra un blocco di branca destro significa che il ventricolo destro inizia a contrarsi leggermente dopo il ventricolo sinistro.
In un cuore normale, questo ritardo nella contrazione ventricolare non provoca una riduzione della funzionalità cardiaca.
In generale un blocco di branca destro isolato non ha alcun significato medico e può essere ignorato.

Il blocco di branca completo è un rallentamento della conduzione nel lato colpito di almeno 0,12 sec, mentre il blocco incompleto ha un ritardo tra i 0.10 e 0.12 sec. Questo periodo di tempo si misura sull’ecg.
Esiste una variante chiamata “blocco di branca frequenza dipendente” in cui l’impulso percorre la normale via atrio-ventricolare, ma ritorna seguendo un percorso anomalo.

 

Cos’è il blocco di branca sinistro?

Il blocco di branca a sinistra è meno frequente del destro e di solito indica una patologia cardiaca.
Il blocco sinistro può essere causato da:

  1. Cardiomiopatia dilatativa,
  2. Cardiomiopatia ipertrofica,
  3. Ipertensione,
  4. Malattie della valvola aortica e altre malattie del cuore.

Raramente il blocco di branca sinistro si verifica in persone sane.

Se la valutazione cardiaca non rivela problemi di cuore sottostanti, il problema del blocco di branca sinistro (soprattutto nei giovani) è minimo.
Tuttavia, il ritardo della contrazione del ventricolo sinistro può causare una riduzione della funzionalità cardiaca, soprattutto nei pazienti con disturbi cardiaci e con la frazione di eiezione ventricolare (percentuale del sangue pompato dal ventricolo rispetto a quello che si trova all’interno) sinistra ridotta.

I medici consigliano la terapia di risincronizzazione cardiaca (CRT) ai pazienti con insufficienza cardiaca e blocco di branca sinistro.
Questo trattamento aiuta a ri-coordinare la contrazione del ventricolo sinistro e migliora la funzionalità cardiaca.

I pazienti con blocco di branca sinistro completo possono effettuare solo gli sport con un’attività cardiovascolare ridotta (pesca sportiva, vela, equitazione).

 

elettrocardiogramma,onda,qrs,stCosa succede se entrambi i lati sono bloccati?

Se entrambe le branche sono completamente bloccate (blocco bilaterale o trifascicolare), l’impulso elettrico non è in grado di raggiungere i ventricoli.
Questa è una forma di blocco completo, se non ci fossero gli impulsi elettrici spontanei all’interno dei ventricoli (ritmo di scappamento idioventricolare), i ventricoli smetterebbero di contrarsi.
Questo evento è pericoloso perché la conseguenza sarebbe la morte.
Fortunatamente, questa forma di blocco è rara.
Generalmente, entrambi i fasci possono essere danneggiati e conducono gli impulsi elettrici più lentamente del normale, ma nessuno è completamente bloccato.
Questo tipo di problema porta ad un tratto QRS più largo (poiché l’attivazione dei ventricoli è rallentata), ma il modello non riflette né il blocco di branca destro, né quello sinistro.
Questo tipo di anomalia QRS significa che c’è un ritardo di conduzione intraventricolare o IVCD.

 

Blocco di branca destro incompleto


Se c’è un tracciato dell’ECG simile ad un blocco di branca, ma la larghezza del complesso QRS è inferiore a 0,12 secondi, il problema può essere un blocco incompleto.
Il blocco di branca destro incompleto si trova spesso e può essere considerato una variante normale del complesso QRS.
Questo si nota frequentemente negli adolescenti e non rappresenta necessariamente una malattia cardiaca grave.

Rischi, complicazioni e prognosi

La complicazione principale del blocco di branca è la frequenza cardiaca bassa per cui a volte serve un pacemaker.
Una frequenza cardiaca lenta si può verificare se il blocco è sul lato destro o sinistro del tuo cuore.

Le persone che hanno un attacco di cuore e sviluppano un blocco di branca hanno più probabilità di complicazioni, tra cui la morte cardiaca improvvisa. Alcune persone con blocco di branca dopo un attacco di cuore hanno bisogno di un pacemaker temporaneo o permanente.

Terapia e farmaci per il blocco di branca

Non c’è un trattamento specifico in molti casi di blocco di branca.
La maggior parte delle persone con blocco di branca sono senza sintomi e non hanno bisogno di un trattamento.
Si può tranquillamente intraprendere una gravidanza con un blocco di branca.
Tuttavia, in caso di malattia cardiaca che causa il blocco di branca, si consiglia il trattamento del disturbo sottostante.

La cura per le malattie cardiache prevede l’assunzione di farmaci per ridurre la pressione arteriosa alta o diminuire gli effetti dell’insufficienza cardiaca.
Esiste un alternativa chirurgica che consiste nell’angioplastica coronarica per aprire l’arteria che arriva al cuore.
Se il paziente ha i segni o sintomi del blocco di branca (per esempio lo svenimento) il medico può raccomandare un pacemaker artificiale per regolare il battito cardiaco.

Quando operare per il blocco di branca?

Se il paziente sente dei sintomi e ha un blocco di questo tipo:
1. Blocco di branca destro e sinistro alternante,
2. Blocco bifascicolare con o senza AV (fascio di His), solo se il paziente ha avuto un TIA.

Pacemaker,elettrodi,stimolatore elettrico,aritmia,bradicardia,cuoreIntervento per l’impianto di un pacemaker
Per alcune persone che soffrono di svenimento e blocco di branca, i medici possono raccomandare l’impianto di un pacemaker (stimolatore) artificiale. Questo stimolatore cardiaco è un dispositivo compatto che si impianta sotto la pelle del petto.

Il pacemaker interno è collocato vicino alla clavicola durante un intervento chirurgico che si effettua in anestesia locale.
Il generatore dello stimolatore cardiaco si connette ai fili che vanno al cuore.
Il pacemaker dà gli impulsi elettrici quando è necessario per mantenere il battito del cuore regolare.
Questi dispositivi hanno dei sensori che possono rilevare se il cuore batte troppo lentamente e serve un impulso dal pacemaker per velocizzare il battito.