Ciclo mestruale

INDICE

Il ciclo mestruale è un termine usato per descrivere la sequenza di eventi che si verificano ogni mese all’interno del corpo di una donna per prepararsi ad avere una gravidanza.

Il primo giorno di mestruazioni è considerato l’inizio del ciclo mestruale.
Il ciclo medio è di 28 giorni ed è simile a quello della luna; tuttavia, può variare in lunghezza da 21 a 35 giorni circa.

Le fasi del ciclo mestruale sono scatenate dall’ascesa e dal crollo di sostanze chimiche nel corpo chiamate ormoni.
La ghiandola pituitaria nel cervello e le ovaie dell’apparato genitale femminile producono e rilasciano certi ormoni in alcune fasi del ciclo mestruale.
Gli ormoni provocano una risposta specifica degli organi dell’apparato riproduttivo.

Quanto dura il ciclo mestruale? Quando arriva?

Nella prima metà del ciclo, i livelli di estrogeni (“ormone femminile”) iniziano a salire. Gli estrogeni svolgono un ruolo importante nel mantenere la donna sana, per esempio impediscono di perdere la densità delle ossa (osteoporosi).
Inoltre, gli estrogeni fanno crescere la mucosa interna dell’utero (endometrio) che si ispessisce e si formano altri 2 strati: spongioso intermedio e superficiale.
L’endometrio è il luogo che nutrirà l’embrione se si verifica una gravidanza.
Mentre la parete interna dell’utero cresce, un uovo in una delle ovaie comincia a maturare.
Il giorno 14 circa di un ciclo medio di 28 giorni, l’uovo lascia l’ovaio.
Questo fenomeno è chiamato ovulazione.
Dopo che l’uovo ha lasciato l’ovaio, viaggia attraverso la tuba di Falloppio verso l’utero. I livelli di ormone crescono e aiutano a preparare la mucosa uterina per la gravidanza. Una donna ha più probabilità di rimanere incinta durante i 3 giorni prima o il giorno dell’ovulazione.
Bisogna considerare sempre che le donne con i cicli più o meno lunghi rispetto alla media possono ovulare prima o dopo il giorno 14.
Una donna rimane incinta se l’ovulo è fecondato dallo spermatozoo di un uomo e si attacca alla parete uterina.
Ci sono diversi metodi per il calcolo dei giorni dell’ovulazione dato che questa fase del ciclo mestruale provoca alcuni sintomi come l’aumento della temperatura basale e una maggior produzione di muco cervicale.
Il calcolo dei giorni è complicato perché alcune femmine hanno un ciclo anticipato o corto (minore di 28 giorni) oppure ritardato (più lungo).
Se l’uovo non è fecondato, degenera e si sfalda.
Quindi, i livelli di ormone scendono e la mucosa dell’utero ispessita è espulsa durante il periodo mestruale.
I processi che si verificano durante il ciclo mestruale possono essere descritti come segue:

La fase mestruale

Questa fase in genere dura dal giorno 1 al giorno 5, è il periodo in cui il tessuto superficiale dell’utero (endometrio) si sfalda ed è espulso attraverso la vagina se non si è verificata la gravidanza.
La maggior parte delle donne hanno perdite di sangue per 3-5 giorni, ma un periodo che dura da 2 a circa 7 giorni è considerato ancora normale.
I primi 2 giorni sono quelli con un sanguinamento più abbondante, mentre durante gli ultimi due le perdite di sangue sono leggere.

Statisticamente ho notato che le ragazze che mangiano poco e sono magre hanno una fase mestruale più breve, circa tre giorni, inoltre possono avere delle mestruazioni scarse ogni due mesi.
Una donna che mangia molto ed è robusta spesso ha le mestruazioni che durano di più, dai 6 agli 8 giorni.
Il tipo di alimentazione può influire sulla durata e sulla quantità di mestruazioni, sembra che il consumo di carne aumenti la quantità del sanguinamento.

La fase follicolare del ciclo mestruale

Questa fase avviene in genere dal 6° al 14° giorno. Durante questo periodo, il livello di ormoni estrogeni aumenta e provoca la crescita e l’addensamento del rivestimento dell’utero (chiamato endometrio).
Inoltre, un altro ormone, chiamato follicolo stimolante, causa la crescita e lo sviluppo dei follicoli nelle ovaie. Nei giorni 10-14, solo uno dei follicoli che si stanno sviluppando forma un uovo maturo (ovulo).
Generalmente questa fase è la meno sintomatica, la donna non sente dolore, gonfiore e non ha sbalzi di umore.

L’ovulazione

Questa è la fase che si verifica approssimativamente nel giorno 14 di un ciclo mestruale di 28 giorni, ma può essere in anticipo. Un aumento improvviso di un altro ormone, l’ormone luteinizzante — provoca il rilascio di un uovo nell’ovaio. Questo evento è chiamato ovulazione.

Riesci a sentire l’ovulazione?
L’ovulazione di solito avviene il 14° giorno del ciclo; tuttavia, il momento esatto può variare notevolmente da donna a donna.
Alcune femmine sanno che stanno ovulando perché sentono un leggero dolore nella parte inferiore dell’addome.
Altre donne possono sanguinare leggermente a metà del loro ciclo.
Le perdite vaginali cambiano durante l’ovulazione.
La quantità di perdite aumenta e la consistenza diventa più acquosa a causa dei cambiamenti ormonali. Questa è una delle cose che controllano le donne che desiderano avere dei figli per sapere se stanno ovulando.
Utilizzando il test del muco possono scoprire se è il momento di avere rapporti sessuali o no.
Le donne che non hanno questi sintomi durante l’ovulazione possono scoprire se stanno ovulando misurando la temperatura del corpo.
Questa aumenta di 0,5 gradi Celsius quando si verifica l’ovulazione.
Per misurare la temperatura in modo efficace, bisogna misurarla nello stesso momento ogni mattina prima di alzarsi dal letto.
La lettura della temperatura prelevata da diverse parti del corpo come la bocca, sotto l’ascella, nell’orecchio o nel retto possono dare una misura leggermente diversa.
Per questo motivo, è importante scegliere una posizione e mettere il termometro sempre lì.
L’aumento della temperatura si può verificare per diversi motivi, pertanto, non dovrebbe essere usato come unico metodo per rilevare l’ovulazione e quindi i giorni fertili.

Si può verificare anche un ciclo mestruale senza ovulazione, questo fenomeno si chiama ciclo anovulatorio e può essere normale.

La fase luteale del ciclo mestruale

Questa fase dura dal giorno 15 al giorno 28.

Quando l’ovulo è rilasciato dall’ovaio comincia a

Ciclo mestruale
Ciclo mestruale

viaggiare attraverso le tube di Falloppio verso l’utero. Si alza il livello di progesterone per aiutare a preparare la mucosa uterina alla gravidanza.
Se l’uovo è fecondato da uno spermatozoo e si attacca alla parete uterina, la donna rimane incinta.
Se la gravidanza non si verifica, i livelli di estrogeni e progesterone scendono e l’endometrio ispessito è espulso durante il periodo mestruale.
L’ultima parte di questa fase è spesso accompagnata da sintomi fastidiosi, ci sono alcune donne che soffrono molto in questo periodo perché hanno la sindrome pre-mestruale.

L’età media del primo ciclo di una ragazza (menarca) negli Stati Uniti è di 12 anni.
Le ragazze arrivano al menarca sempre più giovani e non si sa che cosa sta causando la pubertà precoce. Le teorie comprendono i fattori ambientali e la dieta ricca di grassi oltre allo stress.
Oggi la maggior parte delle bambine nel mondo occidentale ha il suo primo ciclo a 10 anni.


Cosa succede se a 16 anni non ho mai avuto le mestruazioni?
Se a 16 anni ancora non sono iniziati i cicli, è meglio rivolgersi al medico per assicurarsi di non avere problemi.

Che cosa è la sindrome premestruale (SPM)?

La sindrome premestruale è un gruppo di sintomi legati al ciclo mestruale. I sintomi di SPM cominciano 1-2 settimane prima che arrivano le mestruazioni.
I sintomi di solito vanno via dopo l’inizio della fase mestruale. La sindrome pre-mestruale può influenzare le mestruazioni delle donne di qualsiasi età e l’effetto è diverso per ogni donna. Per alcune persone, la SPM è solo un fastidio mensile. Per altre, può essere così grave da causare problemi durante le attività quotidiane. La sindrome premestruale va via quando finisce il ciclo, come quando si rimane incinta o si va in menopausa.

Alcune ragazze o donne si sentono tristi o facilmente irritabili durante i giorni o la settimana prima delle mestruazioni. Altre ragazze possono arrabbiarsi più rapidamente rispetto al normale o piangere più del solito. Alcune ragazze hanno voglia di certi alimenti. Questi tipi di cambiamenti emotivi possono essere la conseguenza della sindrome premestruale.

La sindrome premestruale di solito va via subito quando arrivano le mestruazioni, ma possono tornare mese dopo mese. Mangiare bene, dormire abbastanza e fare esercizio fisico regolare può aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi della PMS.

Inoltre non è raro per le ragazze avere un brusco aumento dell’acne durante determinati periodi del ciclo; ancora una volta, questo è causato dagli ormoni. Fortunatamente, i brufoli associati alle mestruazioni tendono a diventare un problema minore quando le ragazze invecchiano.

Quanto sangue si perde con le mestruazioni?


Quali sono i sintomi di PMS?
La sindrome premestruale include spesso sintomi sia fisici che emotivi, come ad esempio:

I sintomi variano da donna a donna.

I sintomi comportamentali comprendono:

  • Aggressività.
  • Allontanamento da familiari e amici.

Sintomi emotivi e cognitivi includono:

Quando si rimane incinta ci sono alcuni sintomi simili e altri diversi, ma l’unico modo per capire cosa succede è il test di gravidanza.

Durante le mestruazioni, mediamente si rilascia meno di una tazza di sangue. Le ragazze si possono lamentare del pesante flusso quanto vogliono, ma il fatto è che la maggior parte delle donne ha da pochi cucchiai a una tazza di perdite al mese. Ci teniamo a sottolineare questo fatto perché il Tampax ‘super plus’ a volte non è necessario.


Quando bisogna cambiare l’assorbente e/o il tampone?
Si dovrebbe cambiare l’assorbente prima che diventi intriso di sangue. Ogni donna decide per se in base a come si trova meglio. Si dovrebbe cambiare l’assorbente almeno ogni 4-8 ore. Assicurarsi di utilizzare il tampone che assorbe il minimo necessario in base al proprio flusso.
Ad esempio, utilizzare tamponi junior il giorno più leggero delle mestruazioni.
Se si utilizza un tampone super assorbente nei giorni più leggeri aumenta il rischio di sindrome da shock tossico (TSS).
La TSS è una malattia rara, ma può essere mortale.
La sindrome da shock tossico è causata da batteri che possono produrre tossine.
Se il corpo non può combattere le tossine, il sistema immunitario reagisce e provoca i sintomi di TSS.
Le giovani donne hanno più probabilità di avere la TSS.
Utilizzando un tipo qualsiasi di tampone si rischia di più la TSS rispetto all’utilizzo di assorbenti.

La Food and Drug Administration (FDA) raccomanda i seguenti suggerimenti per evitare problemi con i tamponi:

  • Seguire le indicazioni sulla confezione per l’inserimento.
  • Scegliere quello con un minor assorbimento possibile in base al proprio flusso.
  • Cambiare il tampone almeno ogni 4-8 ore.
  • Considerare lo scambio tra assorbenti e tamponi.
  • Conoscere i segni premonitori di TSS.
  • Non utilizzare tamponi tra le mestruazioni.

Falsi miti sulle mestruazioni e sul ciclo mestruale

  • Il ciclo di ogni donna è o dovrebbe essere lungo 28 giorni.
  • Ogni donna dovrebbe sanguinare ogni mese.
  • Ogni donna dovrebbe ovulare ad ogni ciclo.
  • Se una donna perde sangue, significa che non è incinta.
  • Una donna non può ovulare o rimanere incinta mentre ha le mestruazioni.

Le dichiarazioni di cui sopra sono dei falsi miti. Ogni donna è diversa.

È vero che la maggior parte delle donne hanno cicli di circa 28 giorni, ma una donna può essere sana e normale e avere spesso un ritardo. Alcune donne hanno solo 3 o 4 cicli l’anno, soprattutto quando si avvicina la menopausa.
Il ciclo irregolare è tipico anche dell’adolescenza, a volte è ravvicinato, mentre altre volte è prolungato.
Molte ragazze hanno bisogno di 2/3 anni per la stabilizzazione.

Le variazioni possono riguardare ragazze sane e normali, ma potrebbero essere un segno di una grave malattia. Ad esempio, un recente studio scientifico mostra che le mestruazioni irregolari possono predire il diabete di tipo 2.

Il ciclo si può bloccare con la pillola anticoncezionale, quando si smette di assumere il farmaco l’ovulazione riprende serve un mese circa per ripartire, ma può essere più lento.

Un altra situazione anomala si verifica dopo il parto, in questo caso il ciclo riprende da 40 giorni ad alcuni mesi dopo la nascita del bambino.
Si tratta dei normali tempi di recupero.

L’ovulazione si verifica circa 14-16 giorni prima dell’arrivo delle mestruazioni (non 14 giorni dopo l’inizio delle mestruazioni).
La seconda metà del ciclo, dall’ovulazione alla mestruazione, ha una lunghezza abbastanza costante, ma la prima parte cambia da persona a persona e da ciclo a ciclo. In rari casi, una donna può ovulare due volte in un mese, una volta da ciascun ovario.

Il concepimento o fecondazione di un uovo può avvenire solo dopo l’ovulazione. L’uovo rimane vivo per circa 24 ore quando è rilasciato dalle ovaie.

Lo sperma può rimanere vivo all’interno del corpo di una donna per 3-4 giorni, ma può arrivare anche a 6 giorni.
Se una coppia ha rapporti sessuali prima o durante l’ovulazione può rimanere incinta, dato che gli spermatozoi vivi sono già all’interno del corpo della donna quando si verifica l’ovulazione.
Quindi una donna può rimanere incinta con i rapporti sessuali per circa 7-10 giorni nella fase centrale del ciclo.

La consapevolezza di fertilità è un metodo contraccettivo in cui le donne controllano i parametri del ciclo (temperatura corporea, perdite, umore ecc.) ogni giorno per capire quando si verifica l’ovulazione.

Così si riesce a prevedere l’ovulazione per impedire o favorire la gravidanza. Bisogna prepararsi adeguatamente e tenere in maniera precisa un registro con i dati.
Alcune donne possono essere incinte e continuare ad avere le mestruazioni contemporaneamente.
Sappiamo che ci sono dei casi in cui le donne rimangono incinte durante il loro periodo mestruale.