Diete dimagranti e veloci

Quali sono le migliori diete dimagranti e veloci?
Se una persona brucia 500 calorie in più al giorno dovrebbe perdere circa 1-2 chili alla settimana.

Quando si vuole perdere peso più velocemente, è necessario mangiare meno e fare più attività fisica.

Ad esempio, se un uomo mangia 1.050 -1.200 calorie al giorno e fa attività fisica per un’ora al giorno, può perdere 3-5 chili nella prima settimana o anche di più se pesa più di 110 kg.
È molto importante non diminuire troppo le calorie perché può essere pericoloso.

Diete dimagranti e veloci
Diete dimagranti e veloci

Se una persona mangia meno cibi ricchi di sale e amido, all’inizio può perdere peso più velocemente, ma perde solo liquidi, non grassi.
Il dimagrimento è diffuso in tutto il corpo, non esiste una dieta miracolosa che permetta di dimagrire solo una parte, per esempio solo cosce, glutei o pancia.

Le diete devono essere personalizzate in base alle preferenze personali e alle necessità dell’organismo.

Una dieta dimagrante velocissima con meno di 800-1000 calorie al giorno è contro producente perché il corpo ha bisogno di energia per funzionare bene.
Quando si mangiano pochissime calorie, si perde grasso, ma anche massa muscolare ed è la cosa peggiore da fare perché in questo modo il metabolismo rallenta e diventa più difficile aumentare l’intensità o la durata dell’attività fisica.
Le diete fad (diete alla moda) sono troppo leggere ed eliminano gli alimenti preferiti.
Tuttavia, non si può seguire una dieta lampo per sempre perché è troppo rigida e si torna al punto di partenza.
Una dieta d’urto dopo le feste può causare un effetto rimbalzo, cioè dopo aver perso alcuni chili si ingrassa fino al punto di partenza.

 

Tutte le diete dimagranti a confronto

Dieta Atkins

La dieta Atkins è una delle diete più conosciute. Si tratta di una dieta a base di proteine e grassi e povera di carboidrati. Questo tipo di alimentazione è nata molti anni fa e ha subito molte modifiche. Quando è stata creata, permetteva di mangiare una quantità illimitata di carne, formaggio e uova, ma pochi carboidrati, compreso lo zucchero, il pane, la pasta, il latte, la frutta e le verdure.
Il sito web della dieta Atkins afferma che l’attuale programma alimentare permette di mangiare alimenti deliziosi e salutari ed è una dieta migliore rispetto a tutte le diete fad esistenti. Si possono mangiare diversi cibi preferiti – proteine magre, verdure a foglia verde, ortaggi, noci, frutta, cereali integrali. Inoltre, questo tipo di alimentazione permette di mangiare anche le barrette e i frullati Atkins dal primo giorno per ogni fase.
La dieta si basa sul fatto che i carboidrati causano la produzione di insulina (un ormone secreto dal pancreas) provocando l’aumento di peso e della fame. Le persone che decidono di seguire questo tipo di alimentazione hanno poco appetito e il loro corpo usa il grasso per produrre energia, invece che bruciare il glucosio della digestione dei carboidrati. L’utilizzo dei grassi per produrre energia provoca la perdita di peso.

Vantaggi
La versione più recente della dieta Atkins è molto più equilibrata a livello nutrizionale.
Per la prima volta, la dieta Atkins si concentra sui tipi di grassi che si mangiano.
I grassi monoinsaturi e polinsaturi sono ritenuti più importanti rispetto ai grassi saturi e trans.
Ora consente di mangiare i “carboidrati buoni” invece che evitare tutti i carboidrati.
Questi alimenti sono ricchi di fibre, vitamine e minerali che una volta mancavano in questa dieta.
Le proteine hanno un effetto positivo sull’aumento del senso di sazietà, cioè la persona si sente sazia tra i pasti.

Svantaggi
La dieta di Atkins è stata modificata più volte negli anni, anche se non sono mai stati riconosciuti i suoi difetti. Alcune ricerche hanno mostrato dei miglioramenti dei livelli di colesterolo e zucchero nel sangue, oltre ad una maggior perdita di peso nei primi 3-6 mesi rispetto al gruppo di controllo che ha effettuato un’altra dieta. Purtroppo, la perdita di peso non è stata mantenuta nell’arco di un anno e i miglioramenti osservati erano dovuti alla perdita di peso e non alla dieta.

La sicurezza a lungo termine delle diete povere di carboidrati e ricche di proteine per ora è sconosciuta.

Quanti carboidrati bisogna mangiare?
Questo tipo di alimentazione è diviso in quattro fasi e la prima prevede pochissimi carboidrati.
La fase introduttiva dura circa due settimane e si possono perdere fino a 15 kg. In questo periodo si possono mangiare non più di 20 grammi di carboidrati al giorno.
Ad esempio, una fetta di pane ha 15 grammi di carboidrati, una porzione di frutta ha 15 grammi di carboidrati, una porzione di latticini ha 12 grammi di carboidrati e una porzione di verdure può avere tra 5 e 15 grammi di carboidrati.
È chiaro che 20 grammi di carboidrati al giorno non sono abbastanza ed è anche difficile rispettare la quantità.

 

Dieta a zona

Tra le diete dimagranti più efficaci e veloci, quella a zona è una dieta ricca di proteine, povera di carboidrati e con quantità controllate di grassi. Non è così restrittiva come le altre diete proteiche e permette di mangiare diversi tipi di alimenti. La dieta a zona si basa sul fatto che il corpo umano ottiene il massimo dell’energia quando tutti i pasti (inclusi gli spuntini) sono formati da un determinato rapporto calorico di carboidrati, proteine e grassi. La dieta consiglia di mangiare per il 40% carboidrati, 30% proteine e 30% grassi (40-30-30). Quando si rispetta questo rapporto, il corpo sta lavorando all’interno della “zona”.

Vantaggi
La dieta a zona consiglia di mangiare tutte le sostanze nutritive in modo equilibrato.
Le proteine aumentano la sensazione di sazietà e questo aiuta a non fare degli spuntini tra i pasti.
Inoltre esiste una guida su quali tipi di grassi si possono mangiare. Si preferiscono i grassi sani rispetto a quelli saturi e trans.
La riduzione delle calorie è molto utile per perdere peso.
Ci sono alcune tisane che possono essere utili per calmare l’appetito e il nervosismo provocato dalla fame, per esempio quella alla valeriana, tiglio o tarassaco.

Svantaggi
I giudizi su questo tipo di dieta sono contrastanti.
Come altre diete fad, i carboidrati sono visti come i nemici, mentre le proteine come la chiave per dimagrire e restare in buona salute.
La maggior parte delle diete che sono contro i carboidrati affermano che attualmente le persone mangiano meno grassi e più carboidrati rispetto a 10 anni fa e l’obesità è in aumento. In parte questo è vero.
Ora si mangiano più carboidrati e più grassi rispetto alle quantità consigliate. La ricerca mostra chiaramente quanto è importante bilanciare tutte le sostanze nutritive e un eccesso o una mancanza di alcune di queste può causare dei problemi. Può essere difficile seguire questa dieta rigorosamente per un lungo periodo di tempo, quindi è facile riprendere peso.

 

Dieta macrobiotica

Questa dieta è più di un cambio di stile di vita (macrobiotico significa “vita lunga”) per raggiungere l’armonia fisica e mentale.
La dieta è prevalentemente vegetariana (con alcuni pesci e frutti di mare) e si concentra su alimenti naturali e biologici.
I veri seguaci di questo tipo di alimentazione scelgono gli alimenti freschi e coltivati in zona.
Il collegamento della dieta alle filosofie orientali è basato sull’equilibrio yin-yang attraverso il cibo.

 

Dieta Herbalife

Il programma alimentare Herbalife è utile per perdere peso in modo sano.
È un alimentazione sostitutiva dei pasi in cui due pasti su tre sono sostituiti da un frullato di proteine e il terzo pasto della giornata è sano, povero di carboidrati, ma ricco di frutta, verdura e spuntini sani.
Per mantenere il peso è sufficiente sostituire un pasto al giorno piuttosto che due con uno dei prodotti Herbalife, per esempio un frullato di proteine Herbalife.

Il programma di nutrizione Herbalife consiglia di effettuare cinque piccoli pasti durante la giornata invece di tre grandi.
La dieta giornaliera dovrebbe includere:

  • Una sana colazione, ad es. il muesli
  • Uno spuntino, per esempio. semi di soia tostati
  • Pranzo, ad es. un frullato di proteine
  • Un sano spuntino, ad esempio uno yogurt magro
  • Una cena sana, ad esempio. alcune proteine magre, carboidrati complessi e verdure

 

Dieta crudista

Tra le diete dimagranti che funzionano, quella crudista si basa principalmente su cereali, verdure e frutta cruda, quindi è facile e semplice da seguire.
L’idea di base è che la cottura del cibo distrugge tutti i nutrienti e gli enzimi naturali che sono molto importanti per la digestione e combattono le malattie croniche.
Alcuni crudisti pensano che la cottura causa la formazione di tossine.
Essi sostengono che una dieta a base di cibi crudi può aiutare contro il mal di testa, l’allergia e anche alcune malattie come l’artrite e il diabete.
La dieta crudista può migliorare il sistema immunitario e la memoria, inoltre è adatta per chi soffre di celiachia perché è senza glutine.

Funziona?
Seguendo questa dieta dimagrante e anticellulite è probabile perdere peso perché molti alimenti crudi hanno poche calorie, grassi e sodio e sono ricchi di fibre.
Uno studio ha dimostrato che una dieta a base di cibi crudi (si considera estiva) è efficace per la perdita di peso e ha un effetto drenante per la ritenzione idrica.
Con una dieta crudista bilanciata si possono ottenere anche dei benefici nutrizionali. La maggior parte degli alimenti sono ricchi di vitamine, minerali, fibra e sostanze fitochimiche. Ed è vero che la cottura elimina le vitamine B e C.
Bisogna fare attenzione a mangiare abbastanza proteine, ferro, calcio e altre vitamine e minerali, come la vitamina B12. Dato che la maggior parte delle persone che seguono questo tipo di alimentazione eliminano i prodotti di origine animale, potrebbe essere necessario assumere degli integratori vitaminici per compensare eventuali mancanze.
Gli integratori di aminoacidi non sono dimagranti, ma possono avere due effetti:
1) In caso di dieta drastica, gli aminoacidi compensano la perdita di massa muscolare che il corpo utilizza per avere l’energia necessaria
2) Il triptofano e la fenilalanina possono ridurre l’appetito perché danno un senso di sazietà

La cottura degli alimenti non è sempre sbagliata:

  • Aumenta alcune sostanze nutritive, come il beta-carotene e il licopene
  • Uccide i batteri in modo da evitare il rischio di un’intossicazione alimentare
  • Non c’è la certezza che mangiare solo cibi crudi può prevenire il rischio di malattie

Che cosa si può e cosa non si può mangiare
Bisogna pensare agli alimenti crudi, non confezionati e per lo più biologici.
Gli alimenti principali sono: frutta cruda, verdure, noci, semi e cereali germogliati.
Alcuni crudisti mangiano anche latticini non pastorizzati, uova, carne e pesce crudi.
Il cibo si può mangiare freddo o tiepido, a patto che non superi i 118 gradi. Per preparare gli alimenti è possibile utilizzare dei frullatori, tritatutto e disidratatori (essicatori).

 

Diete dimagranti e velociDieta mediterranea

Tra le diete più equilibrate, quella mediterranea si basa su alimenti che favoriscono la salute.
In generale bisogna mangiare molta frutta e verdura, fagioli, noci, cereali integrali, pesce, olio d’oliva, piccole quantità di carne e latticini e bere vino rosso.

Funziona?
Questo tipo di alimentazione è molto utile per la salute del cuore. Gli studi mostrano che le persone che seguono questa dieta:

  • Hanno meno possibilità di soffrire di malattie cardiache
  • Hanno una pressione sanguigna e livello di colesterolo più basso
  • Possono prevenire alcuni tipi di tumori e malattie croniche
  • Per la perdita di peso, si possono avere dei risultati migliori se la persona segue rigorosamente la dieta per più di sei mesi e fa attività fisica regolarmente.
    Gli studi dimostrano che la dieta mediterranea può essere meglio per dimagrire rispetto ad una dieta a basso contenuto di grassi.

Che cosa si può e cosa non si può mangiare
Si mangiano principalmente alimenti vegetali, frutta, verdura, patate, pane integrale, fagioli, noci e semi.
Si può mangiare yogurt, formaggio, pollame e uova in piccole porzioni.
Si dovrebbe mangiare pesce e frutti di mare almeno due volte alla settimana.
Si possono mangiare i grassi “buoni”, come le olive, l’olio extravergine d’oliva, le noci, i semi di girasole e l’avocado invece del burro o della margarina.
Si può usare l’olio d’oliva per cucinare e le erbe oppure le spezie servono per dare sapore.
In questa dieta si può bere anche il vino rosso con moderazione (un bicchiere per le donne, uno o due per gli uomini). Tuttavia l’acqua è la bevanda principale.
Come dolce di solito si consiglia di mangiare un frutto. I dolci e le carni rosse si possono mangiare raramente.
Le persone intolleranti al glutine possono mangiare il riso e la quinoa invece della pasta.

 

Dieta Dukan

Secondo le statistiche, questa dieta nuova permette di dimagrire 10 kg in una settimana senza recuperare il peso.
È possibile quando si seguono le regole della dieta Dukan, afferma il medico di base e nutrizionista francese Pierre Dukan che ha creato questa dieta nel 2000.
Le proteine magre, la crusca d’avena, l’acqua e 20 minuti di camminata ogni giorno sono gli elementi fondamentali di questa dieta.
La teoria è che diminuendo i carboidrati, il corpo brucia il grasso.
La dieta Dukan è tra quelle non pesate, si può mangiare una quantità illimitata di cibo (anche 1500 calorie al giorno per una donna) purché sia presente nella lista degli “alimenti approvati”, che comprende pochissimi carboidrati.

Che cosa si può mangiare
Bisogna mangiare molte proteine e crusca d’avena.
La dieta ha quattro fasi.
1. Durante la fase di “Attacco” (1-10 giorni), la persona deve mangiare tutte le proteine magre che riesce, più di 1,5 cucchiai di crusca d’avena e almeno 6 tazze di acqua al giorno.

2. Nella fase di “Crociera” (può durare diversi mesi), si mangia una quantità illimitata di verdure non amidacee un giorno sì e uno no, e un mezzo cucchiaio di crusca d’avena.

3. Quando si arriva alla terza fase del “Consolidamento” (5 giorni per ogni chilo perso), si possono mangiare le verdure ogni giorno e in più un pezzo di frutta, 2 fette di pane integrale e una porzione di formaggio (es. emmental). Durante questa fase, si possono mangiare anche 1 o 2 porzioni di cibi amidacei e fare 1 o 2 pasti di “festa”, in cui si può mangiare ciò che si vuole.

4. La fase finale di “Stabilizzazione” (ininterrotta), è tutta una questione di “manutenzione”. Si può mangiare ciò che si vuole, tranne un giorno alla settimana in cui si seguono le regole “solo-proteine” della fase di attacco della dieta. In questa fase bisogna anche mangiare 3 cucchiai di crusca d’avena al giorno e camminare almeno per 20 minuti ogni giorno.
Le gomme da masticare senza zucchero, i dolcificanti artificiali, le spezie, il caffè e il té non zuccherati sono ammessi. Per quanto riguarda l’alcol, si può bere un bicchiere di vino al giorno durante le fasi di consolidamento e stabilizzazione.
Dato che questo tipo di alimentazione ha delle carenze di vitamine e minerali, si sconsiglia in gravidanza e allattamento.

 

Che cos’è la dieta vegana?

Le persone che seguono una dieta vegana non mangiano alimenti di origine animale.
Questo significa niente carne, formaggio, latte, uova, burro, gelatina e tutto ciò che ha origine animale.

Perché la dieta vegana è utile per dimagrire?
Ha pochi grassi, colesterolo e calorie
La maggior parte delle persone americane mangia troppa carne.
La carne ha molti grassi saturi, colesterolo e calorie.
E tutte le proteine che si pensa di aver bisogno? In base a diversi fattori come la massa muscolare e l’attività fisica, il corpo assorbe solo circa 20-30g di proteine alla volta e questo significa che il resto è immagazzinato come grasso.
Pollo,carne,proteineBisogna considerare che una porzione di 100 grammi di pollo ha circa 25 grammi di proteine.
Questa è una grande quantità di proteine che sono trasformate in grasso.
In confronto, gli alimenti vegani ricchi di proteine sono a basso contenuto di grassi, hanno pochi o nessun grasso saturo o colesterolo e sono ipocalorici (con poche calorie).
Dato che gli alimenti vegani sono sempre più ricchi di fibre, danno una sensazione di sazietà che dura più a lungo e così non si ha bisogno di tante calorie per sentire lo stomaco pieno.
Contrariamente al pensiero comune, la dieta vegana può anche essere ricca di proteine.

Si perde peso più velocemente con la dieta vegana o vegetariana?
Le persone vegetariane possono variare dai lacto-ovo vegetariani che mangiano uova e latticini, ai vegani che eliminano tutti i prodotti composti o derivati da animali.
I vegetariani sono in genere più magri rispetto alle persone che mangiano carne perché una dieta vegetariana solitamente ha meno grassi saturi e si concentra su alimenti come la frutta, la verdura e i cereali integrali che hanno meno calorie.

I vegani mangiano ancora meno grassi poiché evitano tutti i prodotti di origine animale comprese le uova, il latte, il formaggio e tanti altri.
Questo provoca una perdita di peso più veloce per i vegani.
Queste diete dimagranti possono essere buone e salutari, sono adatte per i diabetici, per chi soffre di aterosclerosi e sono antitumorali.

 

Approfondimento sul dimagrimento